Una casa su Begatron


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Lun 19 Feb, 2007 10:39    Oggetto:   

Citazione:
La mia casa dovrebbe essere come quella descritta da Simmos in Endymion: ogni stanza da su un luogo diverso.


Un teletrasporto su Mare Infinitum, un'asse di legno galleggiante...e...Simmons è un genio... Cool
I have a baaaaad feeeeling about this!
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Lun 19 Feb, 2007 17:54    Oggetto:   

Oh...bel nome di pianeta... Cool
I have a baaaaad feeeeling about this!
danko
Blobel Blobel
Messaggi: 193
Località: Universo Henahè
MessaggioInviato: Lun 19 Feb, 2007 21:59    Oggetto:   

Grazie Zak Very Happy
Ciao Palomino...quanto dici, abbassa di molto la tua vena tecnologica...
potresti fare molto di più!
Lascia perdere l'H.T. ed i party, tra l'altro, non c'è MARTINI!
A presto Danko Wink
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mar 20 Feb, 2007 21:30    Oggetto:   

danko ha scritto:
Grazie Zak Very Happy
Ciao Palomino...quanto dici, abbassa di molto la tua vena tecnologica...
potresti fare molto di più!
Lascia perdere l'H.T. ed i party, tra l'altro, non c'è MARTINI!
A presto Danko Wink

Martini! Shocked
Vivo a meno di 10 km dalla Franciacorta con il suo rinomato spumante e offrirei una cosa da supermercato?
Comunque la casa su Begatron potrebbe essere anche un qualcosa di semplice limitato nella tecnologia, come una casa su un albero.
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
hwi noree
Horus Horus
Messaggi: 3185
Località: la cima di Capo di Morte
MessaggioInviato: Mar 27 Feb, 2007 00:02    Oggetto: Re: Una casa su Begatron   

danko ha scritto:
... mi capita spesso di immaginare mondi lontani, dove un giorno gli umani possano costruire nuove case e città.
... Ora...voi come vedete la vostra casa o la vostra città nell'ipotetico pianeta di Begatron?


immagini case e città in mondi lontani. perché non sulla terra proiettata nel futuro? se nella mia mente plasmo un’abitazione, il risultato non è legato ad una localizzazione particolare, ma dipende in larga misura dai miei gusti, dalle mie inclinazioni, dalle mie idee su ciò che significa “casa” e dalle caratteristiche ambientali che per ipotesi potrà avere il periodo storico in cui vado ad appendere la mia costruzione (in realtà la mia idea di casa contemporanea è sempre stata slegata dalle tipologie costruttive odierne). per me non è quindi distinzione tra terra e mondi lontani. se devo ipotizzare che le condizioni su questi mondi lontani non siano compatibili con la biologia degli essere umani, il discorso e le idee che ne derivano si apre ad infinite varianti, ma non mi sembra che tu ti riferissi a questo.
se mi limitassi a seguire il mio estro creativo, il risultato sarebbe un po’ diverso che se invece dovessi tenere conto anche della sopravvivenza nel contorno ambientale, essendo evidente che, in quest’ultima ipotesi, dovrei far adeguare le mie tendenze estetiche a tutte le problematiche legate alla probabile scarsità delle risorse energetiche naturali e alla auspicabile incrementata sensibilità collettiva verso le problematiche ecologiche di riduzione delle fonti di inquinamento e di risparmio dell’energia, con tutto ciò che ne consegue in tema di scelta dei materiali e dislocazione degli ambienti interni. non credo di essere in grado di creare delle soluzioni che tengano conto di questi importanti aspetti, essendo necessario possedere qualche conoscenza di tipo tecnico. in questo senso già molti anni fa sono state studiate case del futuro, che sembrano veramente uscite da un libro di fantascienza e invece sono tecnologia consolidata, come quelle delle tre fotografie qui sotto (tratte dalla rivista “giardini” del mese di maggio 1991) realizzate da una società francese (la “dom espace”)

http://img87.imageshack.us/img87/6084/casaufofu6.jpg

http://img404.imageshack.us/img404/5523/casaufo2pz7.jpg

http://img87.imageshack.us/img87/7990/casaufo3gp4.jpg

di fatto, sono ormai molte le iniziative orientate verso lo studio e la sperimentazione di abitazioni del futuro, che siano dotate di caratteristiche particolari in modo da adattarsi alle mutate condizioni ed esigenze di vita, come ad esempio:

- la mobilità in alternativa alla permanenza e stabilità

http://www.edilportale.com/livingbox/esempi.htm

- le fonti di energia alternative

http://www.edilportale.com/edilnews/Npopup.asp?IDDOC=5015

- la resistenza a vibrazioni indotte da eventi sismici/il riciclaggio dell'acqua

http://www.esa.int/esaCP/SEMRQWW4QWD_Switzerland_it_0.html

se parliamo invece soltanto di stile architettonico, si tratta ovviamente di seguire i propri gusti. per quanto mi riguarda io amo le forme dove non si riesce a distinguere l'inizio dalla fine perché tutto ritorna a se stesso dopo infiniti avvolgimenti. una casa del futuro per me non esisterebbe come entità autonoma, ma come città e la città non esisterebbe come agglomerato distinto da un'altra città, ma sarebbe un tutt'uno con il resto del pianeta. la vegetazione sarebbe parte dell'architettura, non ci sarebbe soluzione di continuità tra la natura e le strutture di metallo e vetro che costituirebbero gli edifici e le vie di comunicazione. potrebbe essere un modello moltiplicato all'infinito degli esempi qui sotto:

http://i97.photobucket.com/albums/l226/hwinoree/nautilus.jpg

http://img402.imageshack.us/img402/3427/mongogeometricosv0.jpg

per rimanere in ambito concreto, un paio di esempi di architettura contemporanea dalle linee fantascientifiche straordinariamente affascinanti:

http://img235.imageshack.us/img235/1664/114481theguggenheimsbilqm6.jpg

http://img329.imageshack.us/img329/8408/livingtomorrowzx6.jpg
"Fire and blood, meat, dung and bone,
Down on your knees, steel, stone, and wood
Today are dust, and the City's gone,
But she came back like she said she would."
- S. R. Delany -
danko
Blobel Blobel
Messaggi: 193
Località: Universo Henahè
MessaggioInviato: Mer 28 Feb, 2007 23:04    Oggetto:   

Ciao Hwi, felice sorpresa la tua presenza...
come stai? Very Happy
Ho dato un'occhiata ai link da te consigliati...mmmh...non ci siamo.
Quel tipo di design non è adatto...non trovi?
Le strutture in legno sono diffuse in Francia e sono state create solo per rendere geometricamente originali determinate strutture, inoltre sono esperimenti di architettura strutturale.
La casa del futuro, terrestre o extraterrestre, non credi che abbia bisogno di dimensioni diverse e vivibilità diverse?
Sul tutt'uno invece non saprei...
Mi ha fatto piacere sentirti...
Ciao a presto, con affetto Danko Wink
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6189
MessaggioInviato: Gio 01 Mar, 2007 20:17    Oggetto:   

io invece trovo le immagini postate da HWI eccezionali, sia per l'oggi che per il domani.
cioè:

questa da un momento all'altro decolla..
.





danko
Blobel Blobel
Messaggi: 193
Località: Universo Henahè
MessaggioInviato: Gio 01 Mar, 2007 21:33    Oggetto:   

Ciao Kaos
lo so che è bella...questo è design futuro ed è superlativo, ma io non ho mai parlato di immagine esterna.
Quando pensiamo alla nostra casa su Begatron, non dobbiamo immaginarla nel suo aspetto esteriore ma, interiore.
Quindi ripeto...cosa avrebbe di diverso, internamente la vostra ipotetica casa del futuro?
Dico la mia.
Immagino una cucina capace di sistemi di eliminazione rifiuti interni, dove trasforma i residui in energia da riutilizzare.
Immagino le camere da letto capaci di rendere il riposo sano e rigenerativo.
Immagino sale da bagno, in ambienti naturali dove lo spazio non viene lesinato ma regna generoso.
Ecco...per esempio immagino questo Very Happy
Ciao Kaos, ciao a tutti
A presto, Danko
hwi noree
Horus Horus
Messaggi: 3185
Località: la cima di Capo di Morte
MessaggioInviato: Gio 01 Mar, 2007 23:00    Oggetto:   

danko ha scritto:
Ciao Hwi, felice sorpresa la tua presenza...
come stai? Very Happy


ciao a te, qui tutto bene.

danko ha scritto:
Le strutture in legno sono diffuse in Francia e sono state create solo per rendere geometricamente originali determinate strutture, inoltre sono esperimenti di architettura strutturale.


ho rispolverato "giardini" del maggio 1991, che avevo messo in cantina. nell'articolo, carla persico dice, tra l'altro: "... la cosa veramente innovativa di questa costruzione è la possibilità di ruotare alla ricerca del sole o di contro dell'ombra per avere la giusta temperatura, in modo naturale, quindi senza l'ausilio di impianti di condizionamento che per le loro scorie sono inquinanti e poco naturali. la rotazione può essere realizzata in tre modi: manuale, con speciali organi facilmente azionabili con delle opportune manovelle; elettrica, grazie a un motore riduttore azionato con un invertitore (senza gas di scarico) oppure automatica, comandata da un computer in cui sono inseriti dei dati fissi e preimpostati che senza l'intervento umano regolano la posizione della costruzione a seconda delle esigenze del momento. la corona su cui è fissato lo stabile è fissata alle fondamenta in cemento armato che a richiesta possono essere attrezzate per fungere da cantina o da garage sotterraneo; grazie a queste fondamenta, alla protezione in CTBX e al rivestimento interno perlinato non ci sono problemi di umidità nè risalente dall'esterno nè interna ...".
non la definirei architettura strutturale, sic et simpliciter. c'è molto di più ed è l'attenzione ai temi ecologici, cioè in definitiva a quello che è il futuro delle risorse energetiche e della salute degli esseri umani, in un'ottica di preservazione delle stesse.

danko ha scritto:
... ripeto...cosa avrebbe di diverso, internamente la vostra ipotetica casa del futuro?


nell'altro post avevo dimenticato di inserire questo link (clicca sulle varie voci sotto il titolo "nella casa del futuro")

http://www.sapere.it/tca/minisite/scienza/comevivremo/2010.html
"Fire and blood, meat, dung and bone,
Down on your knees, steel, stone, and wood
Today are dust, and the City's gone,
But she came back like she said she would."
- S. R. Delany -
danko
Blobel Blobel
Messaggi: 193
Località: Universo Henahè
MessaggioInviato: Mar 06 Mar, 2007 21:10    Oggetto:   

Ciao Hwi, scusa il ritardo, ma ultimamente il tempo mi è nemico...
Ho visionato il sito da te indicato ed ho trovato spunti interessanti e la casa "rotante", è una gran trovata. Wink
Mi hai fatto venire in mente un paio di cose, bisogno che ci studio un pò su.
Grazie per il tuo intervento...a presto.
Abbi cura di te, Danko
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum