L'Italia è un paese del Terzo Mondo. Prove.


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 19758
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 15:41    Oggetto: L'Italia è un paese del Terzo Mondo. Prove.   

Vorrei che qua si parlasse delle prove provate che l'Italia è molto più vicina al Terzo Mondo che non all'Europa, lasciando perdere i discorsi generici e puntando su esperienze vissute.
La mia di sabato: la mia ragazza deve rinnovare la carta d'identità. Location: anagrafe Padova. Casualmente e per culo la accompagno (se no non si faceva nulla). Le chiedono: "La vuole valida per l'espatrio?"
"Beh, sì, sempre utile"
"Ma ha figli minori?"
"Sì, perchè?"
"E' sposata?"
"NO, perchè?"
"Allora, per farla valida per l'espatrio, serve il consenso del partner."

Spiego: in Italia evidentemente si pensa che chi vive nel peccato, è un attimo che scappa col bimbo; se sei sposato, invece, è impossibile che scappi all'estero col bambino, che è un comportamento orribile e che uno da SPOSATO non potrebbe MAI fare (secondo lo Stato).

Io: "Vabbè, dia qua il modulo che autorizzo"
"Servirebbe anche la fotocopia di un suo documento....(usa il condizionale, perchè forse vede dalla faccia che mi girano)"
La guardo senza dire niente.
Fa lei:"Beh, faccio io" e qua ho la prova che esiste la telepatia, perchè stavo pensando - Adesso ti alzi col tuo culone e ti cerchi un cazzo di fotocopiatrice di merda -

Ecco fatto, adesso che è finito, se la mia ragazza scappa all'estero col bambino, è colpa mia che ho firmato l'autorizzazione e soprattutto non mi sono ancora sposato.

Ricordo solo che alla nascita del bimbo, se sei sposato, basta vada un coniuge all'anagrafe, se no, entrambi. Chiaro, per lo Stato, che se ti nasce un bimbo e sei sposata, puoi averlo fatto SOLO col coniuge; se invece non sei sposata, puoi averlo fatto anche con l'asino.
ICamaleonte =^_^=
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1522
Località: Firenze
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 16:20    Oggetto:   

Fino a che non viene legalmente riconosciuta la convivenza non ci vedo niente di strano.
E' logico che se due persone sono sposate si dia sper scontato che il bambino avuto dalla moglie abbia come padre il marito e non il lattaio, è logico pensare che all'interno della coppia si sappia se uno dei due deve andare all'estero con i figli per andare a trovare i nonni. E' vero che molte coppie sposate vanno a schifio, ma non trovo nemmeno giusto iniziare ad isinuare il seme del dubbio anche per alcune pratiche burocratiche.
Se due persone non sono sposate purtroppo non c'è nessuno atto che convalidi la convivenza, quindi la legge da per scontato che i due non vivano sotto lo stesso tetto e quindi tutela le parti nel caso uno dei due decida di scappare con il figlio all'insaputa dell'altro

Lo scandalo non è quello che ti è capitato per la carta di identità, ma che non ti sia data la possibilità di riconoscere legalmente che tu convivi con una persona, certo non avrai tutte le "facilitazioni" che potresti avere dal matrimonio (civile, quello religioso è un'altra cosa), altrimenti non vedrei la diferenza fra l'una e l'altra cosa, ma forse ti permetterà di velocizzare questa burocrazia
ammazzatopic
Horus Horus
Messaggi: 16034
Località: -zano am see
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 16:42    Oggetto:   

a me qualcosa non quadra.
di figlie ne ho due e non sono sposata, quando vado a spasso oltre confine con le eredi uso il passaporto cui ho aggiunto i loro nomi.

se vado a fare la mia carta d'identità, foss'anche valida per l'espatrio, credo che non gli freghi a nessuno se espatrio per conto mio lasciando la figlieria a casa.
in caso di passaporto, desiderando aggiungere il figliame, sì serve la firma dell'altro genitore, idem per il documento di identità dei bambini (firma di entrambi i genitori e nominativo delle persone autorizzate a viaggiare all'estero con i minori).

per la carta d'identità personale non ha senso. tanto non potrei ugualmente espatriare con bambini che non abbiano documenti. inoltre credo abbiano pure abolito la voce 'stato civile'. o, perlomeno, sulla mia è in bianco.
(che sia da riempire a piacimento? 'saltuariamente appaiata'? 'single ma non disponibile'?, 'adesso no, krazie', 'bella lì!'?)
if i were you and you were me i would stand and pee.

Fidati della volpe, della lince, del tasso, ma non della donna dal culo basso.
paolo137
Il Punitore Il Punitore
Messaggi: 3936
Località: Nell ombra. Dietro di te. Sempre.
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 16:47    Oggetto:   

Scusate, ma qualcosa non mi quadra: io sono sposato, ma per mettere sui rispettivi passaporti mio e di mia moglie i bambimi abbiamo dovuto darci anche noi reciprocamente il consenso
Per cui non vedo la disparita' di trattamento con le coppie di fatto.

Era un mondo adulto. Si sbagliava da professionisti.
(Paolo Conte)
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 19758
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 16:56    Oggetto:   

Mi sa che è il Comune che decide? Ma al di là di ciò, c'è una cosetta che si chiama Costituzione Italiana (art. 16) e un accordino valevole in tutta Europa sulla circolazione delle persone.

A mio modesto parere, se uno vuole farsi la carta d'identità valevole per l'espatrio, dovrebbero dire: "Voilà, ecco fatto." Questa è la mia idea di un Paese moderno, che elimina passaggi burocratici ove non necessari.
Adm.Adama
L'Ammiraglia L'Ammiraglia
Messaggi: 7359
Località: Milano
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 18:46    Oggetto: Re: L'Italia è un paese del Terzo Mondo. Prove.   

tobanis ha scritto:
Vorrei che qua si parlasse delle prove provate che l'Italia è molto più vicina al Terzo Mondo che non all'Europa, lasciando perdere i discorsi generici e puntando su esperienze vissute.
La mia di sabato: la mia ragazza deve rinnovare la carta d'identità. Location: anagrafe Padova. Casualmente e per culo la accompagno (se no non si faceva nulla). Le chiedono: "La vuole valida per l'espatrio?"
"Beh, sì, sempre utile"
"Ma ha figli minori?"
"Sì, perchè?"
"E' sposata?"
"NO, perchè?"
"Allora, per farla valida per l'espatrio, serve il consenso del partner."



Ma se hai solo figli e niente partner non vai all'estero? o non ho capito Confused
Alia in nero
Reverenda Madre Reverenda Madre
Messaggi: 4119
Località: Zoo di Tralfamadore
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 18:56    Oggetto: Re: L'Italia è un paese del Terzo Mondo. Prove.   

adama_71 ha scritto:
tobanis ha scritto:
Vorrei che qua si parlasse delle prove provate che l'Italia è molto più vicina al Terzo Mondo che non all'Europa, lasciando perdere i discorsi generici e puntando su esperienze vissute.
La mia di sabato: la mia ragazza deve rinnovare la carta d'identità. Location: anagrafe Padova. Casualmente e per culo la accompagno (se no non si faceva nulla). Le chiedono: "La vuole valida per l'espatrio?"
"Beh, sì, sempre utile"
"Ma ha figli minori?"
"Sì, perchè?"
"E' sposata?"
"NO, perchè?"
"Allora, per farla valida per l'espatrio, serve il consenso del partner."



Ma se hai solo figli e niente partner non vai all'estero? o non ho capito Confused


il problema non è tanto se hai un partner, ma se i figli hanno un altro genitore vivo e che li ha riconosciuti legalmente...
Ipsa dixit!Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza
Ommadawn
Vorlon Vorlon
Messaggi: 947
Località: Subaffitto in periferia di Mordor
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 18:57    Oggetto:   

tobanis ha scritto:
Mi sa che è il Comune che decide?

Poco ma sicuro.
La mia esperienza di questioni burocratiche è che l'impegato o l'impiegata di turno preferisce tirare ad indovinare su regole e obblighi piuttosto che fare la "figuraccia" di dover chiedere informazioni ad un collega Rolling EyesConfused.
Spesso dicono cose abbastanza plausibili... tipo serve questo o quell'altro documento.... e tu non hai la possibilità di verificare.

Certo... non tutti gli impiegati statali sono cosi ovviamente, ci mancherebbe, ma io purtroppo ne ho inflilati una lunga serie di quelli meno seri Confused.
Alia in nero
Reverenda Madre Reverenda Madre
Messaggi: 4119
Località: Zoo di Tralfamadore
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:00    Oggetto:   

io ho un figlio, ma quando ho rinnovato la carta d'identità non me l'hanno neanche chiesto se ne avevo eppure me l'hanno fatta valida per l'espatrio! certo, se devo andare all'estero col bambino, occorre fare una carta alla PS con la firma di entrambi i genitori, nel caso che esistano tutti e due e credo che occorra farla anche se c'è un solo genitore, fino a una certa età del pargolo, sennò uno potrebbe portare all'estero anche il figlio di un altro, visto che non hanno documenti con foto, specie i piccoli Rolling Eyes
Ipsa dixit!Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza
Ommadawn
Vorlon Vorlon
Messaggi: 947
Località: Subaffitto in periferia di Mordor
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:06    Oggetto:   

Ma se uno dei due genitori ha rinunciato ad ogni diritto nei confronti della prole e magari ha anche cambiato città che succede?
Bisogna mandare i carabinieri a prenderlo e portarlo di peso in comune per una firmetta?
Alia in nero
Reverenda Madre Reverenda Madre
Messaggi: 4119
Località: Zoo di Tralfamadore
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:09    Oggetto:   

Ommadawn ha scritto:
Ma se uno dei due genitori ha rinunciato ad ogni diritto nei confronti della prole e magari ha anche cambiato città che succede?
Bisogna mandare i carabinieri a prenderlo e portarlo di peso in comune per una firmetta?


cosa intendi per rinuncia a ogni diritto? se non lo riconosce alla nascita, per esempio? in tal caso il bimbo avrebbe il cognome della madre e basta e il padre non figurerebbe neanche nell'estratto di nascita....una rinuncia successiva non saprei...l'unico caso che mi viene in mente è in caso di separazione o divorzio in cui il giudice minorile dichiari che il genitore non può avere contatti con il bambino
Ipsa dixit!Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza
Ommadawn
Vorlon Vorlon
Messaggi: 947
Località: Subaffitto in periferia di Mordor
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:11    Oggetto:   

Alia ha scritto:


cosa intendi per rinuncia a ogni diritto? se non lo riconosce alla nascita, per esempio? in tal caso il bimbo avrebbe il cognome della madre e basta e il padre non figurerebbe neanche nell'estratto di nascita....una rinuncia successiva non saprei...l'unico caso che mi viene in mente è in caso di separazione o divorzio in cui il giudice minorile dichiari che il genitore non può avere contatti con il bambino

Beh non so, non me ne intendo, ma comunque si... se dopo un divorzio uno dei genitori intende rinunciare ai diritti di visita o come si chiamano.
Cosa succede in quel caso?
Alia in nero
Reverenda Madre Reverenda Madre
Messaggi: 4119
Località: Zoo di Tralfamadore
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:15    Oggetto:   

non credo che un genitore che ha riconosciuto il proprio figlio possa rinunciare legalmente (poi se lo fa praticamente è un'altra storia) e comunque, in caso di minori, è sempre il giudice che decide cosa fare, per il bene del bambino (o almeno così dovrebbe essere), anche in caso di ""separazione" di persone non sposate con figli in comune...almeno così mi risulta...
Ipsa dixit!Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza
ammazzatopic
Horus Horus
Messaggi: 16034
Località: -zano am see
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 19:26    Oggetto: Re: L'Italia è un paese del Terzo Mondo. Prove.   

adama_71 ha scritto:

Ma se hai solo figli e niente partner non vai all'estero? o non ho capito Confused

certo! e questo è un caposaldo del mio tour mondiale per disincentivare le masse alla procreazione (o anche alla transmigrazione). Laughing

(se hai solo figli e niente partner ti fanno una carta d'identità speciale - detta 'carta d'identità negata' - che, allorchè una la richieda e quindi subodori l'espatrio single, la degenere madre - le attaccano una speciale cavigliera che weeeeeeeeehoweeeeeeeeeeeeeehoweeeeeeeeeeeeeho se appena appena si allontana di due metri dal pargolame.)

insomma, il figliato e la figliatrice (parlo al femminile perchè non sono tanto pratica di figliatori - anche se solo quest'estate ne ho dribblati due e, col senno di poi poi, mi è andata di stralusso) devono essere stanziali.

- scusate le scelleratezze, ma oggi è martedì -.
if i were you and you were me i would stand and pee.

Fidati della volpe, della lince, del tasso, ma non della donna dal culo basso.
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1034
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2007 20:06    Oggetto:   

A me ne è successa una bella in Angola.
Arriva la nave dall'Europa, l'ufficiale angolano sbriga le pratiche dell'immigration e poi mi dice "Guarda che a uno dei tuoi scade il passaporto tra due giorni, deve rinnovarlo se vuole uscire dal paese".
Prendo il passaporto, vado in ambasciata dove mi chiedono "Il signore è sposato? Ha figli?" io rispondo di si e mi dicono che ci vuole il consenso della moglie per rilasciare il passaporto.
Io replico che il consenso serve per chi vuole uscire dall'Italia, questo deve rientrare, ma "Le regole sono regole", per ottenere il consenso ci volevano tre settimane.
Ho risolto all'ambasciata francese, dove gli hanno fatto un lasciapassare provvisorio per uscire dal paese senza dire ba.

Se fanno la burocrazia specialità olimpica siamo da medaglia d'oro.

Anacho
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum