Storia


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 10, 11, 12  Successivo
Autore Messaggio
Jabbafar
IMPERATORE IMPERATORE
Messaggi: 20421
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 20:20    Oggetto: Re: Storia   

Kruaxi the ferengi ha scritto:
So che per molti è strano, ma amo particolarmente la storia, e sono interessato soprattutto alla moderna e contemporanea, dal 1815 ad oggi. Altri con questo interesse ? E che avete letto a riguardo ultimamente ?

Salute e Latinum per tutti !


io sono affascinato dalle battaglie ... romani, greci, cinesi, russi atzechi americani ... qualsiasi cosa.
Adoro leggere libri in materia.
Il mio autore preferito in assoluto è Durschmied, non guarda in faccia a nessuno e se deve dire che un generale o uno statista è stato un imbecille lo dice senza minimi termini.

(suppongo siano i rimasugli della mia passione per i soldatini dell'Atlantic)
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 22:04    Oggetto:   

l'Anto ha scritto:
Otrebla ha scritto:
chi faceva parte degli Alleati..?
.


in che anno? Laughing

Alberto, il ricordo che hai di queste informazioni, a quando e a quale fonte risale? quinta elementare? terza media? quinta liceo? vecchi film di guerra? ti sei informato per conto tuo?


Aspetta riformulo il pensiero messo in fretta prima di preparare la cena...

Intendevo dire che, di solito (o potrei dire molto spesso), si incontrano persone che sono totalmente ignoranti di conoscenze storiche, anche basilari o che hanno delle conoscenze estremamente confuse e superficiali. E portavo come esempio una trasmissione televisiva di qualche anno fa in cui un giornalista (non ricordo chi) chiedeva a delle modelle famose di elencare le nazioni dei due schieramenti nella seconda guerra mondiale e otteneva delle risposte assolutamente sconcertanti.
Poi basta chiedere la stessa cosa a un mia collega per avere la triste conferma di come la gente comune non si interessi minimamente a queste cose.
Ecco perché a volte sembra una stranezza essere interessati, se non affascinati, alla storia.
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Kruaxi the ferengi
Doktor Merkwürdigliebe Doktor Merkwürdigliebe
Messaggi: 6439
Località: Ferenginar
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 22:15    Oggetto: Re: Storia   

jabbafar ha scritto:
Kruaxi the ferengi ha scritto:
So che per molti è strano, ma amo particolarmente la storia, e sono interessato soprattutto alla moderna e contemporanea, dal 1815 ad oggi. Altri con questo interesse ? E che avete letto a riguardo ultimamente ?

Salute e Latinum per tutti !


io sono affascinato dalle battaglie ... romani, greci, cinesi, russi atzechi americani ... qualsiasi cosa.
Adoro leggere libri in materia.
Il mio autore preferito in assoluto è Durschmied, non guarda in faccia a nessuno e se deve dire che un generale o uno statista è stato un imbecille lo dice senza minimi termini.

(suppongo siano i rimasugli della mia passione per i soldatini dell'Atlantic)


Allora dovresti venire con molta calma a casa mia per scartabellare fra i miei libri... qualcosa trovi.

Salute e Latinum per tutti !
“La ragione ed il senso di giustizia mi dicono che vi è maggior amore per l’uomo nell’elettricità e nel vapore di quanto ve ne sia nella castità e nel rifiuto di mangiare carni”.
Anton Pavlovic Checov
Kruaxi the ferengi
Doktor Merkwürdigliebe Doktor Merkwürdigliebe
Messaggi: 6439
Località: Ferenginar
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 22:22    Oggetto:   

A proposito di ignoranza... anche se vado un pò OT questa non posso non raccontarla.
Era il '90 od il '91.
Lavoravo in un ospedalino della provincia forlivese, ed ero momentaneamente in turno con una giovane collega, tanto carina quanto... non particolarmente 'colta' (ho sentito dire che ha fatto carriera, non che mi stupisca...).
Alle 4 di notte, di una notte tranquilla, faceva le parole crociate per non cedere al sonno.
Mi salta fuori con questa domanda: 'tre lettere, lo Zedong che ha guidato per tanti anni la Cina...'
Incredulo, gli dissi di pensarci bene, e che non poteva non saperlo.
Dopo lunghissimo tergiversare, mi pregò di fornirle la risposta.
Sbottai: 'Dai ! E' Mao ! Possibile tu non lo sappia ?!'
Lei mi guardò, e come in un fumetto le si accese una lampadina a lato della testa: 'Si, lo conosco ! Maometto !!!'
...


Salute e Latinum per tutti !
“La ragione ed il senso di giustizia mi dicono che vi è maggior amore per l’uomo nell’elettricità e nel vapore di quanto ve ne sia nella castità e nel rifiuto di mangiare carni”.
Anton Pavlovic Checov
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14983
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 23:07    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:

Aspetta riformulo il pensiero messo in fretta prima di preparare la cena...


lol, avevo capito, sono io che ho saltato dei passaggi....aspetta che guardo su Wiki perchè sono tra gli ignoranti e ho ricordi un po' vaghi...
allora:

"Russia (fino al 1917)
Francia
Impero Britannico
Italia (dal 23 maggio 1915)
Stati Uniti (dal 6 aprile 1917)

Il presidente statunitense Woodrow Wilson e la sua amministrazione furono attenti a non definire gli USA come un «alleato». Gli USA entrarono in guerra come «potenza associata», piuttosto che come alleati di Francia e Regno Unito, e mantennero tale distanza nel corso della guerra e alla Conferenza di pace di Parigi (1919)
."


Insomma, le alleanze cambiano Smile, e personalmente non saprei dire che cosa si intendeva per "alleati". Poi ci sono questi:

"Altri alleati:
Serbia
Cina
Belgio
Montenegro
Giappone
Romania (dal 1916)
Portogallo (dal 1916)
Grecia (dal 1917)


(La Norvegia viene a volte indicata come «Alleato neutrale». Benché in teoria nazione neutrale, le pressioni britanniche e il sentimento anti-tedesco della popolazione permisero al governo di favorire il Regno Unito in questioni concernenti la grande flotta mercantile norvegese e le sue vaste forniture di pesce.)"



Quello che chiedevo è: tu che senz'altro ste cose te le ricordi sennò non avresti raccontato questo fatto, te le ricordi da quando? voglio dire, quando le hai ristudiate alle medie e poi alle superiori, ti ricordavi di averle studiate alle elementari? chiedo per sapere quanto può essere utile o inutile studiare cronologicamente la storia minuto per minuto, battaglia per battaglia, anche dei periodi di cui non ti importa niente.
Chiedo anche agli altri? per esempio, chi sa a memoria i periodi in cui l'Italia era alleata della Germania? io no.
Visto che la maggioranza degli italiani non si ricorda, compresa una marea di laureati in altre materie, secondo me il sistema non funziona, ecco....
...ehm...sono ot?
TANSTAAFL
Vicky
Vorlon Vorlon
Messaggi: 985
Località: Il paese dei gabbiani
MessaggioInviato: Dom 07 Ott, 2007 23:51    Oggetto:   

Questo thread mi interessa, perché, naturalmente, sono dall'altra parte del mondo! Quando ero a scuola, abbiamo studiato un po 'di storia europea (le guerre mondiali, naturalmente), e un sacco di Nuova Zelanda storia.
Ora, nella scuola superiore, è una questione di storia soprattutto la Nuova Zelanda, un sacco di storia irlandese, e di eventi anche in Asia e nel Pacifico. Ma gli studenti possono scegliere ... Questo è bene - ed è male ... Perché molti neozelandesi sono ignorante di eventi che hanno influenzato la nostra vita.

Very Happy Twisted Evil

Vicky
Grazie a Dio, sono cristiana...

(\__/)
( o.O)
(")_(")
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14983
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 07:34    Oggetto:   

Vicky, il fatto è che la Storia della Nuova Zelanda è molto più breve di quella dell'Italia. La Storia che noi studiamo a scuola (per due volte, due cicli scolastici completi) parte da prima della storia (cioè dalla preistoria), continuando con bacino mesopotamico, Egizi, Greci, Romani, e via così, fino ad arrivare alla guerra del VietNam. Ti chiedono di ricordare le date di centinaia di battaglia, sapendo benissimo che il 90 percento delle persone ne ricorderà giusto due o tre.
TANSTAAFL
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 11:19    Oggetto:   

l'Anto ha scritto:

Quello che chiedevo è: tu che senz'altro ste cose te le ricordi sennò non avresti raccontato questo fatto, te le ricordi da quando?...


Hai messo i dati della Prima Guerra Mondiale... non della Seconda... comunque sembrano corretti, anche se la posizione della Cina non l'avrei saputa dire...

Comunque a livello personale mi sono interessato da sempre... anche perché mia madre è laureata in egittologia e insegnava lettere, quindi di libri di storia ne sono sempre girati per casa...
Ricordo di aver visto sulla televisione svizzera (e poi su Capodistria) una marea di documentari storici (solitamente sul periodo bellico-dopoguerra) e poi di aver iniziato a occuparmi di wargame militari (quelli con le pedine e i dadi) e di essere andato avanti così...
Al liceo era la materia in cui andavo meglio (con matematica).

Per quanto riguarda l'insegnamento il problema non è nel contenuto, ma nel modo di insegnarla. La storia è fatta non solo dai concetti, ma anche dalla cronologia e dai singoli avvenimenti, dall'intreccio del progresso scientifico e culturale e dai singoli personaggi. Non si può studiarne un lato e trascurarne un lato. Le date vanno studiate perché permettono di capire e di inquadrare gli avvenimenti.
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14983
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 11:49    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:


Hai messo i dati della Prima Guerra Mondiale... .


sì, lo so, ho messo solo l'inizio, che non è comunque l'inizio.....Smile
TANSTAAFL
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20026
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 16:10    Oggetto:   

Io è da un po' che mi sto ripassando la Storia per i fatti miei, partendo da zero e arrivando, periodo dopo periodo (fissati in maniera arbitraria e discutibile) al momento al periodo dal tardo 600 all'832 Dc (in base a un mio programma assurdo). Di quel periodo, di volta in volta cerco di saperne il più possibile - senza esagerare. Perciò anche l'arte del periodo, la musica, i filosofi, le battaglie, etc...

E' un lavoraccio. Anche perchè ora sono entrati prepotentemente in campo gli Arabi. E Carlo Magno ci ha lasciato la ghirba.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 16:36    Oggetto:   

l'Anto ha scritto:
La mia amica inglese che abita qui con tre figli, è scandalizzata dalla stupidità italiana di studiare per due volte (ai nostri tempi erano tre: elementari, medie, e superiori) la storia in ordine cronologico

mi sento di darle ragione. io, con la scusa che dopo la seconda superiore me ne sono andato all'estero, non ho mai studiato una mazza sulla storia dell'italia dal medioevo in poi. in compenso, la storiella su romolo e remo che trovano un subaffitto nella tana di una lupa, l'ho incontrata tre volte. Confused
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Vicky
Vorlon Vorlon
Messaggi: 985
Località: Il paese dei gabbiani
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2007 21:56    Oggetto:   

[quote="l'Anto"] Vicky, il fatto è che la Storia della Nuova Zelanda è molto più breve di quella dell'Italia. [quote]

Certamente, hai ragione! Nuova Zelanda è un paese molto più giovane.. e anche troppo lontanissimo...

Comunque, noi viviamo in il stesso mondo, come tutti, quindi, l'ignoranza non è beata!

Vicky Crying or Very sad
Grazie a Dio, sono cristiana...

(\__/)
( o.O)
(")_(")
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Lun 29 Ott, 2007 16:24    Oggetto:   

ammazzatopic ha scritto:
S* ha scritto:
Elios87 ha scritto:
Fosse stato per me, avrei studiato a scuola tutta la storia al di fuori dell'europa. non mi piace l'eurocentrismo!
Perchè sappiamo così poco di Gengis, del Giappone feudale, dell'impero dello Zimbabwe, dei khanati russi, ecc...?

anche vero che se avessi fatto una proposta del genere, alle medie, i miei compagni mi avrebbero lapidato Laughing


Condivido il tuo intertesse, ma ciò non toglie che se il mondo attuale è quello che è Genghis Khan a parte - che effettivamente è stato fondamentale - la storia dell'europa e del medio oriente è indubbiamente più importante della storia del resto del mondo.

S*

in linea di massima si può considerare che le civiltà principali, a livello storico, siano l'egiziana, la greca, la romana e la cinese.
quindi, studiandone a scuola, tre su quattro non siamo messi poi così male.


Quasi tombola?
I have a baaaaad feeeeling about this!
Gatto rognoso
Vogon Vogon
Messaggi: 627
Località: Casa mia
MessaggioInviato: Mar 06 Nov, 2007 21:27    Oggetto:   

Angelo Del Boca: "I gas di Mussolini". Libro che, a dispetto del titolo, non tratta delle conseguenze di un'alimentazione sbagliata durante il ventennio ma parla dei crimini di guerra perpetrati dal regio esercito italiano in spregio a quanto ratificato nella Convenzione di Ginevra solo pochi anni prima.
Riedizione di un'opera uscita dieci anni fa. riporta dati, tabelle, cifre e documenti ufficiali con tanto di telegrammi del mascelluto conquistador all'amatriciana.
Editori Riuniti. Euri 16.
La carica totemica del cesso trascendeva qualsiasi sua esperienza.
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 07 Nov, 2007 00:03    Oggetto:   

Anche a me piace molto la storia, non solo come diceva asimov è un calderone di idee, prendi un impero romano e mettilo nello spazio, ma anche perchè dovrebbe insegnarci molto...ma mi sembra che la conoscenza della storia vada di pari passo a quanti insegnamenti ne abbiamo tratto.

Personalmente apprezzo più l'epoca medioevale delle altre, mi piace molto la storia antica e anche quella moderna ma hoisempre trovato che il medioevo, e come è stato spesso erroneamente descritto, sia una delle epoche dalla quale si possono trarre più insegnamenti, vita nel medioevo della power e l'uomo medioevale di legoff sono secondo me due splendidi esempi di questo titpo di letteratura storica viva...

Venendo invece alla storia moderna, le cui basi credo siano ben gettate nel bergeron furet koselleck, l'età della rivoluzione europea, sono comunque più interessato, in quanto italiano, alla storia italiana che a quella europea, i conflitti mondiali mi avevano molto interessato inizialmente, poi sono andato a camminare nell'ossario di asiago del 15-18, ogni parete è coperte di lastre di meno di un metro quadro, ciascuna delle quali ha un nome, era una vita, strappata per la stupidità umana, non sono più riuscito ad appassionarmi, se non con la sospensione dell'incredulità.... e non ho il coraggio di andare ad Auschwitz o in uno qualsiasi di quei luoghi di sterminio, credo mi sentirei male.

Mi permetto di citare alcuni libri, perchè vorrei sapere anche voi cosa ne pensate, io li ho trovati molto interessanti, storia di italia di mack smith, un classico mattone ma credo ricostruisca molto bene la storia d'italia fino alla seconda guerra mondiale, poi a mio parere pecca di generalismo, gli ho preferito i libri di montanelli e biagi. ho trovato poi interessante il rosso e il nero di de felice, nonostante sia stato spesso criticato di avere una certa polarità, credo quello sia un libro interessante per dare un cosìddetto colpo al cerchio e uno alla botte, purtroppo nella storia moderna è difficile trovare una reale oggettività...

oddio quanto ho scritto scusate Rolling Eyes
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Altri libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 10, 11, 12  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum