Referendum


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Autore Messaggio
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20058
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 16 Giu, 2011 16:56    Oggetto:   

Senza un ministro così, ci perdiamo tutti qualcosa.


Rolling Eyes
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3093
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Gio 16 Giu, 2011 17:24    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

è biologicamente possibile che un homo sapiens possa campare senza il cervello?
.


http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/miami-arrestato-uomo-con-la-testa-a-meta

Shocked Shocked Shocked Shocked

Un saluto
Quaoar
L'uomo che ha raggiunto il successo e l'uomo che ha fallito sono esattamente nella stessa posizione. Entrambi devono decidere cosa fare dopo.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Gio 16 Giu, 2011 19:38    Oggetto:   

Brunetta nasce povero.
Secondo la sua biografia suo padre era un ambulante a Venezia e lui lo aiutava.
Probabilmente il fatto di essere molto basso non lo ha certo aiutato.
Sospetto che sia stato oggetto di battute, scherzi ed altro ancora.
Siamo sinceri: alle volte i bambini sono di una cattiveria immane.
Ma proprio per questo dovrebbe capire chi si ritrova in una posizione di inferiorità.
Ha detto che la ragazza salita sul palco guadagna 1800 euro al mese.
E' vero. Lo ha ammesso anche lei sul Corriere oggi.
E ha pure un padre ex-senatore e comunista. Solo che non ha mai chiesto il suo aiuto.
Ma ha anche due lauree, master, tre libri scritti sull'immigrazione ed esperienza per il mondo. Molto di più di Brunetta che ha iniziato la sua vita lavorativa post-laurea con De Michelis.
Per altro i precari sono un aiuto prezioso ed economico per la PA.
Ma nulla come chi fa' uno stage in qualche nostro consolato o ambasciata:lavorano gratis e senza rimborso spese.
Si pagano tutto e ho hanno una base economica solida alle spalle o devono cercarsi un secondo lavoro.
Palomino
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20058
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 17 Giu, 2011 06:02    Oggetto:   

Perciò per Brunetta si deve dare voce solo a chi, oltre a essere precario, guadagna pure una miseria?

La ragazza in questione, che ho sentito ieri, è precaria da 15 anni, malgrado la botta di titoli che ha. Ma guadagnando bene, deve pertanto stare zitta?


Prova a andare in banca a chiedere un mutuo casa con la qualifica di precario, vedrai che risate, Brunetta!
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Ven 17 Giu, 2011 08:36    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Perciò per Brunetta si deve dare voce solo a chi, oltre a essere precario, guadagna pure una miseria?


1800 euro "guadagna bene"? Certo, i precari spesso guadagnano meno, ma guarda che 1800 euro di un precario non sono 1800 euro conditi con ferie, pensione, tutte le tasse pagate, tredicesima, quattordicesima e liquidazione di un assunto a tempo indeterminato.

S*
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 4619
MessaggioInviato: Ven 17 Giu, 2011 08:50    Oggetto:   

Chissà se adesso riusciremo finalmente ad avere un vero piano energetico. Dopo aver bocciato per la seconda volta il nucleare, sarebbe anche il caso di prendere spunto da quanto è riuscita a fare la Germania con eolico e solare, invece di continuare a discutere su una fonte energetica dichiarata "morta" per ben due volte, che appartiene più al secolo scorso che a questo.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5895
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Ven 17 Giu, 2011 09:46    Oggetto:   

Kobol77 ha scritto:
Chissà se adesso riusciremo finalmente ad avere un vero piano energetico. Dopo aver bocciato per la seconda volta il nucleare, sarebbe anche il caso di prendere spunto da quanto è riuscita a fare la Germania con eolico e solare, invece di continuare a discutere su una fonte energetica dichiarata "morta" per ben due volte, che appartiene più al secolo scorso che a questo.


Ne dubito, ci sono troppi gruppi di pressione interessati ad una politica energetica disfunzionale.
La politica energetica di centrodx E centrosx mi ricorda come viene gestito il settore agricolo (in modo pessimo).

Di solito la tattica tipica è "prendere esempio dall'estero" (specialmente da un paese considerato più avanti del nostro) e poi deformare e contorcere il modello secondo gli interessi dei soliti noti. Bonk

Ad esempio gli incentivi per eolico e fotovoltaico erano fatti per inserirci dentro una bella fetta per consulenti ed intermediari vari (indovinate di che tipo) in modo da mangiarci sopra e dimostrare quanto le fonti alternative non siano competitive.

Idem per il nucleare, invece di finanziare R&D su nuove tecnologie con un potenziale enorme (tipo i "rubbiatron") si è preferito puntare su roba che garantiva ai soliti noti un gran magna-magna.

Idem per la cogenerazione, si sono privilegiati grossi impianti invece di puntare su piccoli cogeneratori integrati nelle abitazioni, mentre in Germania ci stanno lavorando molto seriamente sia per la convenienza energetica che per i ritorni positivi sull'indotto.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Ven 17 Giu, 2011 11:56    Oggetto:   

S* ha scritto:
Stracquadanio è un parlamentare, non è nel governo.
S*

Uno dei tanti e forse per questo spara la battuta e finisce su Rai 1.
Palomino
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 09:52    Oggetto:   

KVT Palomino ha scritto:
il suo dietrofront al premio sull'innovazione è da antologia.
Alla parola "precario" è sceso dal palco con una velocità degna di flash, ha insultato i precari (quelli presenti o tutti non importa), è scappato, si è fermato in attesa dell'auto e poi via rifacendo quasi una scena del film "Il portaborse".

una cosa non mi è ben chiara, abbiate pazienza: ma se il convegno era sul tema dell'innovazione, perché si è parlato di precari?
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 10:34    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
una cosa non mi è ben chiara, abbiate pazienza: ma se il convegno era sul tema dell'innovazione, perché si è parlato di precari?


Non se ne è parlato.
Una partecipante al convegno voleva fare una domanda e si è presentata come rappresentante dei precari, e Brunetta se n'è andato.
Non sapremo mai quale sarebbe stata la domanda.

Non vedo perché, comunque, in un convegno sull'innovazione non si debba parlare anche di precariato, visto che l'innovazione ha spesso incidenza sul mercato del lavoro.

S*
Il_Console
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1028
Località: In esilio
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 18:44    Oggetto:   

L.MCH ha scritto:

Ad esempio gli incentivi per eolico e fotovoltaico erano fatti per inserirci dentro una bella fetta per consulenti ed intermediari vari


Esatto.
La verità nuda e cruda è che ancora le fonti alternative tipo eolico e solare hanno un bilancio energetico/economico negativo.
In altre parole - se si eccettuano zone a comportamento climatico "spinto" (molto vento sempre, o molto sole sempre), semplicemente funzionano male.
Sì certo producono qualcosa, ma costano pure in fase di realizzazione: costano soldi, energia ed ANCHE inquinamento.
Le proiezioni di recupero sulla vita degli impianti sono falsate a bella posta: ti dicono ad esempio che un impianto fotovoltaico "va in pari" in una ventina d'anni, ma non è vero, perchè vale solo per i pannelli: il conto è cioè fatto ad arte e trascura l'incidenza degli elementi di supporto (trasformatori, accumulatori ecc.) che durano meno, devono essere sostituiti eccetera, di nuovo con perdita economica, energetica ed ambientale in termini di inquinamento.

Allo stato attuale servono solo ai politici a fare "i belli, sani ed ecologici", servono ai Comuni ad apparire all'avanguardia e ad elargire contributi a personaggi di varia denominazione, servono ad alcuni produttori ad arricchissirsi dietro la spinta della nuova sensibilità ecologica mondiale, e poco altro.
Purtroppo.
E comunque, io per casa mia avevo chiesto il permesso per alcuni pannelli solari - che a differenza dei fotovoltaici un po' funzionano, certo solo per l'acqua calda, e non proprio in modo risolutivo - ma il permesso mi è stato negato dalla soprintendenza per motivi estetici....

Non è che a me piacesse l'idea del nucleare, tutt'altro, è innegabile però che con nucleare l'energia si producesse davvero (sennò i giapponesi non ci investivano tanto).
Poteva essere un'alternativa almeno fino a quando le nuove tecnologie non raggiungeranno livelli prestazionali credibili.
Bisognerà insomma dare un'accelerata alla ricerca, ma non ci facciamo illusioni, ancora un'alternativa tecnologica davvero usabile non c'è.

La speranza è che la necessità aguzzi l'ingegno in modo particolarmente rapido.
Starglider To Earth:
"The hypothesis you refer to as God, though not disprovable by logic alone, is unnecessary for the following reason..."

Knowing's the easy part. Saying it out loud's the hard part.
Paolo7
Work in progress Work in progress
Messaggi: 8454
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 20:13    Oggetto:   

E' un'impresa farsi un'idea dei veri costi del fotovoltaico e del nucleare: ho letto stime di tutti i generi. L'unica cosa che sembra certa è che nel CIP 6 - che paghiamo in bolletta - ci abbiano fatto rientrare un mucchio di roba che non ha niente a che vedere con le rinnovabili.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 21:35    Oggetto:   

Il_Console ha scritto:
L.MCH ha scritto:

Ad esempio gli incentivi per eolico e fotovoltaico erano fatti per inserirci dentro una bella fetta per consulenti ed intermediari vari


Esatto.
La verità nuda e cruda è che ancora le fonti alternative tipo eolico e solare hanno un bilancio energetico/economico negativo.
In altre parole - se si eccettuano zone a comportamento climatico "spinto" (molto vento sempre, o molto sole sempre), semplicemente funzionano male.
Sì certo producono qualcosa, ma costano pure in fase di realizzazione: costano soldi, energia ed ANCHE inquinamento.
Le proiezioni di recupero sulla vita degli impianti sono falsate a bella posta: ti dicono ad esempio che un impianto fotovoltaico "va in pari" in una ventina d'anni, ma non è vero, perchè vale solo per i pannelli: il conto è cioè fatto ad arte e trascura l'incidenza degli elementi di supporto (trasformatori, accumulatori ecc.) che durano meno, devono essere sostituiti eccetera, di nuovo con perdita economica, energetica ed ambientale in termini di inquinamento.

Allo stato attuale servono solo ai politici a fare "i belli, sani ed ecologici", servono ai Comuni ad apparire all'avanguardia e ad elargire contributi a personaggi di varia denominazione, servono ad alcuni produttori ad arricchissirsi dietro la spinta della nuova sensibilità ecologica mondiale, e poco altro.
Purtroppo.
E comunque, io per casa mia avevo chiesto il permesso per alcuni pannelli solari - che a differenza dei fotovoltaici un po' funzionano, certo solo per l'acqua calda, e non proprio in modo risolutivo - ma il permesso mi è stato negato dalla soprintendenza per motivi estetici....

Non è che a me piacesse l'idea del nucleare, tutt'altro, è innegabile però che con nucleare l'energia si producesse davvero (sennò i giapponesi non ci investivano tanto).
Poteva essere un'alternativa almeno fino a quando le nuove tecnologie non raggiungeranno livelli prestazionali credibili.
Bisognerà insomma dare un'accelerata alla ricerca, ma non ci facciamo illusioni, ancora un'alternativa tecnologica davvero usabile non c'è.

La speranza è che la necessità aguzzi l'ingegno in modo particolarmente rapido.

Mi chiedo quando cominceremo seriamente a pensare in un'altra maniera.
Il solare costa qui, produce poco qua e via discorrendo.
Da qualcosa bisogna pur cominciare e per spingere la ricerca ci vuole anche mercato.
Ma se continuiamo a rimandare non ne usciremo mai.
Recentemente in Val Sabbia, provincia di Brescia, è stata costruita una Centrale a panelli solari che è una delle più grandi d'Europa. E' stato calcolato che con il risparmio che si avrà nella produzione di energia elettrica per uso nei locali amministrativi, si pagherà il mutuo, le spese di gestione e ci sarà pure un po' di guadagno. E per rispetto del paesaggio si è pure scelto di usare una diversa inclinazione (con minore resa) per farlo passare per un lago in lontananza. La costruzione è stata fatta in tre mesi da una società sarda e ha portato anche al recupero di un'area dove erano presenti dei capannoni con copertura in ethernit.
Uno dei problemi dei pannelli è che ci vuole molto spazio per avere molta resa. Mi chiedo quanto si produrrebbe riempiendo i tetti dei grandi stabilimenti. E sono certi che in futuro si intenteranno pellicole voltovolaiche che trasformano i vetri in pannelli solari: avete presente quanta energia potrebbe produrre il pirellone?
Ripeto che solo con il mercato potremo arrivare a pannelli sempre più potenti, piccoli ed efficienti. E spero con un bel po' di brevetti italiani, tanto per guadagnarci qualcosa.
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Il_Console
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1028
Località: In esilio
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2011 23:17    Oggetto:   

KVT Palomino ha scritto:

Mi chiedo quando cominceremo seriamente a pensare in un'altra maniera.
Il solare costa qui, produce poco qua e via discorrendo.
Da qualcosa bisogna pur cominciare e per spingere la ricerca ci vuole anche mercato.

Vero, si deve pur partire, con inefficienze e tutto, sennò non si può progredire. Verissimo.
Il problema che non viene molto capito è quanto è lontano il fotovoltaico dall'essere un'alternativa energetica davvero proponibile.
Ora come ora le applicazioni citabili sono i semafori di emergenza autoalimentati a solare (quelli che mettono per i lavori in corso sulle strade, avete presente?) e alcuni aggeggi simili disseminati su autostrade, o per l'illuminazione di parcheggi, giardini eccetera. E anche lì, non credo proprio che il bilancio in termini energitici assoluti sia in positivo.

E poi le cose bisogna pensarle fino in fondo. Se intendiamo davvero coprire il fabbisogno energetico di città, industrie, e trasporti, altro che alcuni graziosi pannelli che visti in piccoli agglomerati sembrano eleganti e all'avanguardia.
Senza una vera e propria rivoluzione di scala nella tecnologia, sarà necessario tappezzare regioni intere, disboscare ovunque e ricoprire ogni superficie disponibile.
Non so se alla fine si continuerà a citarla come una tecnologia "pulita".
Io dico solo: bene tutto, avanti con la ricerca e la buona volontà, ma attenti alle fittonate.

Citazione:

Uno dei problemi dei pannelli è che ci vuole molto spazio per avere molta resa. Mi chiedo quanto si produrrebbe riempiendo i tetti dei grandi stabilimenti.

E' già una soluzione diffusissima. Convengo anche io che ha molto senso come combinazione, ma l'energia prodotta è sempre poca, pochissima. Mi pare anzi che la ributtino direttamene sulla rete senza riutilizzarla neppure (comprano normalmente quella da consumare, con lo sconto).
Ripeto: l'energia solare è probabilmente il futuro ma non credo sarà (in termini concreti intendo, non quelli propagandati) il prossimo futuro.
Il che significa tutta l'energia che le nostre centrali idroelettriche e simili non riusciranno a produrre dovremo comprarla da chi la produce.
Starglider To Earth:
"The hypothesis you refer to as God, though not disprovable by logic alone, is unnecessary for the following reason..."

Knowing's the easy part. Saying it out loud's the hard part.
Adidja Palmer
Horus Horus
Messaggi: 4764
MessaggioInviato: Lun 20 Giu, 2011 00:28    Oggetto:   

le autostrade sono brutte comunque Shocked

http://www.greenstyle.it/primo-tunnel-ferroviario-a-pannelli-solari-in-belgio-3602.html
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum