Consiglio su Hyperion


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Requiem Solitario
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2166
MessaggioInviato: Gio 16 Ago, 2012 12:55    Oggetto: Consiglio su Hyperion   

Sicuramente ne avete già parlato in decine di topic, ma essendo io molto pigro preferisco aprirne uno nuovo Embarassed

Consigliate di leggere il libro in oggetto? Com'è lo stile (vivace, prolisso, descrittivo, psichedelico, ...)? A voi è piaciuto oppure è il classico libro che riscuote un successone dalla critica ma poco dagli appassionati?
Senza contare che poi seguirebbero gli altri libri del ciclo. Il primo volume è autoconclusivo? Gli altri libri sono più/meno meritevoli?
Consigliereste la lettura a un appassionato della space opera che ha in Asimov il suo più grande idolo letterario? Smile

Aggiungo pure il sondaggio se preferite rimanere nell'anonimato Cool

EDIT: il sondaggio non funziona più Crying or Very sad
"Se guardi il cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore." (Kahlil Gibran)
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6141
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 16 Ago, 2012 14:21    Oggetto:   

Personalmente è un libro che consiglio caldamente ad un appassionato, meno forse ad un neofita. Non è proprio velocissimo, ma raccoglie così tante idee, spunti, citazioni in tutta la letteratura (non solo fantascientifica) che alla fine lascia davvero tanto. Per questo non lo consiglierei ad un neofita, potrebbe esser scambiato per un libro troppo "pesante".
In teoria non sarebbe autoconclusivo, anche se per la sua struttura (unica anche nell'intero ciclo) può essere letto tranquillamente da solo. Però ci si perde la "Caduta", che dei quattro è sicuramente quello più avvincente. Gli ultimi due concludono la storia, ma non mi hanno così entusiasmato.
Ho comunque scritto di più nel mio blog, se vuoi un parere più approfondito: http://www.happycactus.org/blog/?p=512
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Piscu
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1934
Località: unknown
MessaggioInviato: Gio 16 Ago, 2012 15:13    Oggetto:   

"hyperion" e "la caduta di hyperion" erano stati concepiti come una storia unica, anche se sono diversi nella struttura. di fatto la storia rimane completamente aperta alla fine del primo, per cui bisogna leggerli entrambi per avere una conclusione della vicenda. mentre ad esempio i due libri di "endymion" pur essendo ambientati nello stesso universo hanno una storia diversa, anche se ci sono punti di contatto.

hyperion e caduta li consiglio assolutamente, anche se non è una lettura del tutto facile, sono pieni di concetti e riferimenti che sono digeribili meglio se si ha già una certa conoscenza dell'ambiente fantascientifico. superato questo scalino però ci si trova davanti a un'opera davvero completa e coinvolgente.
Koluber
Morlock
Messaggi: 86
MessaggioInviato: Gio 16 Ago, 2012 20:01    Oggetto:   

Io vado controcorrente. Anzi posso affermare che sia uno dei peggiori romanzi fantascientifici che mi sia mai capitato di leggere (va beh, sempre meglio degli Strieber però).
Un libro noioso, stereotipato, banale e ruffiano.
Per non parlare dei personaggi, uno peggio dell'altro, caratterizzati male e a dir poco odiosi dal mio punto di vista.
Alla fine è una americanata, con personaggi americani più o meno piatti, un libro scritto per il lettore medio americano (che diciamocelo, impazzisce per una spruzzata di gnosticismo spicciolo).
Per non parlare dell'inutile e apocrifo Gibsoniano racconto di Lamia (quanti schiaffi avrei dato a quella tipa... )
E trovo eccessivo che tutti lo lodano per il modo in cui è scritto, una specie di Canterbury Tales. Non ci trovo niente di speciale a copiare un espediente narrativo... Altri prima di Simmons l'han fatto, e anche meglio...

Ho iniziato dopo la brutta esperienza di Hyperion anche la Caduta, nella speranza di farmelo piacere, ma dopo 100 pagine ho mollato. Non riuscivo a leggere ancora di quei personaggi. In più si era aggiunto anche Keats a completare l'opera...
Ora mi ritrovo con i quattro libri sul groppone. lol

Ma comunque leggilo, così ti fai un'idea tua, al massimo lo abbandoni.
"Dietro Ogni Uomo Oggi Vivente Stanno Trenta Spettri..."

"Bisogna Avere Il Caos Dentro Di Sé Per Partorire Una Stella Danzante..."
Requiem Solitario
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2166
MessaggioInviato: Ven 17 Ago, 2012 08:27    Oggetto:   

Eh grazie delle opinioni, avevo percepito anch'io in effetti quest'alone di prolissità e di pretenziosità che mi avevano frenato dall'acquisto incondizionato.
Credo che aspetterò, non è propriamente il mio genere, e poi odio iniziare un libro e lasciarlo a metà.
"Se guardi il cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore." (Kahlil Gibran)
senji
Horus Horus
Messaggi: 2550
Località: toscana
MessaggioInviato: Ven 17 Ago, 2012 10:19    Oggetto:   

La saga di Hyperion è una delle più grandi saghe SF di tutti i tempi.
(sottinteso di ciò che arriva in Italia).
Altamente consigliata.

Vero, cmq, che presenta molte decine di pag + o - superflue, la cui "esclusione" non comporterebbe nessun danno alla storia.
(a buon intenditor poche parole)
-------------------------------------------------------------------
Scusate se dico delle cavolate, non ho letto ne Buchanan ne Arrow ne Condorcet
Frank Zappa
Hortha Hortha
Messaggi: 149
MessaggioInviato: Sab 18 Ago, 2012 15:02    Oggetto:   

senji ha scritto:
La saga di Hyperion è una delle più grandi saghe SF di tutti i tempi.
(sottinteso di ciò che arriva in Italia).
Altamente consigliata.

Meno male che qualcuno lo scrive.
Leggi tranquillamente Hyperion e La caduta. Se sei abituato a leggere libri in generale non dovrebbe essere un problema la ricchezza di temi, idee, ambientazioni e descrizioni, che tra l'altro sono tutte cose auspicabili in qualsiasi romanzo di fantascienza. Sono ovviamente libri che meritano attenzione e dedizione, non si tratta di letture da spiaggia, ma sono assolutamente gratificanti.
Le osservazioni sulla presunta banalità, pretenziosità, scarsa caratterizzazione dei personaggi sono semplicemente assurde.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6141
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 20 Ago, 2012 10:10    Oggetto:   

Koluber ha scritto:

E trovo eccessivo che tutti lo lodano per il modo in cui è scritto, una specie di Canterbury Tales. Non ci trovo niente di speciale a copiare un espediente narrativo... Altri prima di Simmons l'han fatto, e anche meglio...


"I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano" Pablo Picasso.
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14982
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Lun 20 Ago, 2012 11:29    Oggetto:   

A me Hyperion è piaciuto da matti fino a poche pagine dalla fine. Poi l'ho finito e l'ho lanciato contro il muro, grande delusione ideologica. Il seguito non l'ho neanche iniziato.

Non l'ho trovato prolisso, solo un po' impegnato.
TANSTAAFL
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15918
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 20 Ago, 2012 13:35    Oggetto:   

l'Anto ha scritto:
A me Hyperion è piaciuto da matti fino a poche pagine dalla fine. Poi l'ho finito e l'ho lanciato contro il muro, grande delusione ideologica. Il seguito non l'ho neanche iniziato.

Non l'ho trovato prolisso, solo un po' impegnato.



Quoto la anto, uno dei peggiori finali della sf, a metà tra l'incapacità e la presa per i fondelli. Il resto imo è un capolavoro.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6141
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 20 Ago, 2012 17:50    Oggetto:   

l'Anto ha scritto:
A me Hyperion è piaciuto da matti fino a poche pagine dalla fine. Poi l'ho finito e l'ho lanciato contro il muro, grande delusione ideologica. Il seguito non l'ho neanche iniziato.

Non l'ho trovato prolisso, solo un po' impegnato.


Beh, anche i due "Endymion" finiscono abbastanza allo stesso modo, per cui è stato coerente!
Ma intendi, solo il primo o anche la Caduta?
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Seleya
Horus Horus
Messaggi: 5639
MessaggioInviato: Lun 20 Ago, 2012 20:22    Oggetto:   

Io l'ho trovato straordinario, ma anche molto impegnativo, infatti non mi sono ancora accostata al secondo volume, ho bisogno di potermelo gustare con calma. Le sole descrizioni sono qualcosa di superlativo! La penna è quella di un grandissimo autore, sebbene il ritmo sia a volte un po' lento...sono d'accordo sul fatto che alcuni personaggi siano davvero insopportabili, una storia in particolare l'ho letteralmente odiata. Ma ho anche scoperto un tipo di fantascienza caleidoscopica, dalle mille sfaccettature, che attinge dalla letteratura, dalla filosofia, dalla religione...inquietanti e sublimi moltissime idee: credo non si possa immaginare una creatura di più agghiacciante dello Shrike!
"Mi è sembrato di vedere un Romulano" Titti secondo Sheldon (The Big Bang Theory).

MOBILIS IN MOBILI

"Fortitudine Vincimus" E. Shackleton
Silb
Agguantatore a strisce
Messaggi: 15
Località: Roma
MessaggioInviato: Mar 21 Ago, 2012 07:59    Oggetto:   

Io li ho amati tutti i libri di Hyperion anche se devo ammettere che la serie di Endymion non è decisamente all'altezza di Hyperion e La Caduta di Hyperion.
Ho letto anche i successivi che ha scritto (la serie di Ilium) e sinceramente mi piace molto come scrive Dan Simmons. Si qualcuno lo può trovare prolisso, io lo trovo poetico a volte e ha avuto delle idee che mi sono piaciute parecchio.

Se sei indeciso se comprarlo o meno, prendilo in prestito da una biblioteca così non avrai rimpianti se non ti è piaciuto. Smile
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Andras Eris
Incal Incal
Messaggi: 1296
MessaggioInviato: Mar 21 Ago, 2012 16:19    Oggetto:   

Consigliatissimi Hyperion e la Caduta di Hyperion, sconsigliatissimi Endymion e Il Risveglio di Endimion.
Hyperion, come primo libro del ciclo, presenta i personaggi attraverso le loro storie personali (ogni racconto rappresenta un genere diverso della fantascienza ---> Military, cyberpunk, sociologica, ecc.), portando avanti la compagnia protagonista verso l'inizio vero e proprio della storia, La Caduta di Hyperion. È infatti nel secondo volume che la trama e gli elementi si intrecciano dando vita a una sfrenata catena di eventi.

Se, invece di vivere nell'azione, preferisci leggere mattoni di "nulla ben scritto" o, meglio, "troppo scritto", be' allora ti piacerà concludere l'esperienza del ciclo di Hyperion con gli ultimi due romanzi ma, fidati, meglio lasciar perdere. Non sembrano nemmeno scritti dall'autore dei primi due: contengono più acqua che sostanza, i protagonisti sono insulsi, non risolvono affatto gli enigmi del mondo di Hyperion e per di più, dopo 1300 pagine di brodo, concludono la vicenda con un finale abbozzato e senza un granello d'epicità.

Per me, il ciclo di Hyperion si conclude con la Caduta di Hyperion.
Niente si crema
Niente è impossibile
Tutto si distrugge per caso
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6141
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 21 Ago, 2012 16:34    Oggetto:   

Andras Eris ha scritto:

Se, invece di vivere nell'azione, preferisci leggere mattoni di "nulla ben scritto" o, meglio, "troppo scritto", be' allora ti piacerà concludere l'esperienza del ciclo di Hyperion con gli ultimi due romanzi ma, fidati, meglio lasciar perdere. Non sembrano nemmeno scritti dall'autore dei primi due: contengono più acqua che sostanza, i protagonisti sono insulsi, non risolvono affatto gli enigmi del mondo di Hyperion e per di più, dopo 1300 pagine di brodo, concludono la vicenda con un finale abbozzato e senza un granello d'epicità.


Io ho trovato irritante quel lieve sentore di "flower power" che aleggia in tutto il finale...
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum