Primo libro SF


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5857
MessaggioInviato: Ven 20 Apr, 2012 19:02    Oggetto:   

Migrator ha scritto:

Il primo romanzo di fs, cosciente di quello che leggevo e che ancora ricordo con stupore e meraviglia, fu I biplani di D'Annunzio di Masali. L'ho riletto una decina di volte prima di scoprire Urania in edicola ogni mese...


La produzione italiana di fantascienza e' discontinua e limitata a pochi spazi (e tanti sacrifici, credo, tanto per quanto riguarda gli scrittori tanto per quanto riguarda gli autori) ma ha picchi notevoli e secondo me non esaurisce tutti i suoi potenziali lettori.
Per "sfondare" la diffidenza nei confronti degli autori italiani servirebbe un film per la televisione ben fatto e privo di toni autoironici (perche' servirebbe il fianco a chi ritiene la fantascienza una buffonata che nasconde un po' di qualita' che pero' e' comprensibile solo da chi sopporta montagne di carta di fuffa) tratto da un romanzo ben scritto e noto tra gli appassionati.
Io sono da tempo convinto che Lungo i vicoli del tempo di Fabiani potrebbe diventare un efficacissimo serial televisivo (non piu' di quattro o cinque episodi, purtroppo, ma di alto livello): diro' di piu', mi immagino anche la sigla di testa. Smile
Sarebbe costoso ma IMHO ripagherebbe alla grande gli investimenti, perche' il tono ironico nei confronti della politica italiana (e non autoironica: non scemi vestiti con tute da teletubbies stile i Buoio Pesto nelle loro uscite cinematografiche per intenderci) e la speculazione storica sono temi attuali e ben vendibili al grande pubblico.
Da Fabiani a Masali il passaggio e' breve, e liberato pure Masali a quel punto puoi sfruttare tutti: da Aldani a De Metteo, da Grasso a Altomare, da Evangelisti a Vitiello.
E cosi' via.
Il difficile e' il primo passo, e deve essere televisivo (perche' e' seriale, il cinema e' "una botta e via" e l' impressione, per lo spettatore mainstream, che si tratti di una eccezzione puo' rovinare tutto):Lucarelli, Camilleri (per altro pensionato RAI...) e Pinketts hanno sdoganato, in televisione, il noir italiano.
Certo, innanzi tutto come ospiti o conduttori televisivi: ma la fantascienza si presta a fraintendimenti (letteratura di idee e di anticipazione, ma le previsioni sono sbagliate!dagli allo stregone! quello che crede agli alieni!) e se per cominciare si salta la chiacchiera e si passa alla storia e' meglio.
Ribadisco: secondo me e' la reputazione della fantascienza scritta ad essere "brutta" non la reputazione della fantascienza in senso assoluto.
Darklight
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1554
Località: LV - 426
MessaggioInviato: Sab 21 Apr, 2012 02:59    Oggetto:   

Dune e la saga della torre nera insieme al mare a 16 anni.
GAME OVER, MAN! GAME OVER!
waranza
Ameboide amorfo
Messaggi: 4
MessaggioInviato: Ven 11 Mag, 2012 15:18    Oggetto:   

Crociera nell'infinito di Van Vogt e i soli che si scontrano di Hamilton avevo mi pare 11 anni, prima di allora mai letto un libro Laughing tutt'ora a 35 anni leggo solo fantascienza e a volte fantasy Surprised
Mokat
Gizmo
Messaggi: 29
MessaggioInviato: Lun 16 Lug, 2012 15:45    Oggetto:   

Ho vaghi ricordi di libri illustrati anche di genere fantascientifico, ma ero proprio piccola piccola. Quindi direi anch'io Il piccolo principe, nel periodo delle scuole medie. Poi Io, Robot.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2549
Località: toscana
MessaggioInviato: Lun 16 Lug, 2012 18:18    Oggetto:   

Avete fatto venir voglia anche a me di ricordare il mio primo romanzo ... e me lo ricordo in effetti:

http://www.mondourania.com/urania%20classici/uraniaclassici%2081-100/ucl88.jpg

letto nell'estate 1985, mi ricordo anche vagamente la trama e mi ricordo che mi piacque molto. Wink

...quanto tempo... Sad
-------------------------------------------------------------------
Scusate se dico delle cavolate, non ho letto ne Buchanan ne Arrow ne Condorcet
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6135
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 16 Lug, 2012 19:35    Oggetto:   

Se non ricordo male, dopo "Dalla terra alla luna" e "20000 leghe sotto i mari", direi la "Trilogia galattica" cioè l'inizio del ciclo della fondazione. E mi piacque moltissimo. Dopo esser passato per i robot vari (sempre di asimov) per varie vicessitudini approdai a "Neuromancer", e fu amore a prima vista.

Ma il piccolo principe sarebbe fantascienza? io lo catalogherei nel fantastico o nella fiaba.
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Mokat
Gizmo
Messaggi: 29
MessaggioInviato: Mar 17 Lug, 2012 10:48    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
io lo catalogherei nel fantastico o nella fiaba.

*mumble mumble* Sì, infatti "fantastico" è probabilmente più appropriato.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5382
MessaggioInviato: Mar 17 Lug, 2012 20:07    Oggetto:   

Confesso che non ricordo il primo.
Ma la prima vera consapevolezza del piacere che mi dava il genere e della consapevolezza che fosse un genere di spessore, la ebbi a metà anni 70', intorno ai 16/17, quando lessi "L'altra faccia della spirale", terzo libro della prima trilogia delle fondazioni di Asimov
"Grandi erano gli Antha: così è scritto nell'Unico Libro della Storia; più grandi forse di ogni altro Popolo Galattico..."
Silb
Agguantatore a strisce
Messaggi: 15
Località: Roma
MessaggioInviato: Mar 21 Ago, 2012 08:15    Oggetto:   

Il primo libro che ricordo di aver letto di fantascienza è "Le Streghe di Karres" avrò avuto dieci/undici anni, da allora è stato amore incondizionato. Mio padre è il mio spacciatore ufficiale di libri e sono cresciuta leggendo tutta la sua collezione di Galaxi, Galassia, Urania, Slan Libra e quant'altro.
Mi ricordo storie avvincentissime che temo però se le rileggessi ora non le troverei altrettanto emozionanti. Smile
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Seleya
Horus Horus
Messaggi: 5639
MessaggioInviato: Mar 21 Ago, 2012 10:39    Oggetto:   

Il mio primo libro di fantascienza è stata l'antologia: "L'ora di fantascienza". Subito dopo è venuto "Cronache marziane", perchè mi ero innamorata di un racconto di Ray Bradbury! Smile
"Mi è sembrato di vedere un Romulano" Titti secondo Sheldon (The Big Bang Theory).

MOBILIS IN MOBILI

"Fortitudine Vincimus" E. Shackleton
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum