Il disastro dei finalisti al Premio Hugo 2015


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Autore Messaggio
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1037
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 18:36    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

Tralascerei di dire che sono TOTALMENTE a favore dell'adozione di bambini da parte dei gay (che poi non serve legiferare, la cosa già esiste)


In Italia non credo proprio.

Citazione:
e che NON tutte le opinioni vanno rispettate, anzi, con certe opinioni sarebbe da pulirsi il sedere.
Ma ecco, tralascerei.


Vero, ma in democrazia diventa molto difficile impedire a una qualsiasi idea, per quanto aberrante sia, di venir portata avanti e magari vincere le elezioni.
Il caso dell'Hugo 2015 lo dimostra ampliamente... il fatto è che nelle elezioni politiche non esiste l'opzione "nessun candidato".
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 19:16    Oggetto:   

Alba3 reloaded ha scritto:
Certo che fra Hubbard e Card... uuhh non saprei dove togliere per mettere, io personalmente preferisco Gerrold con il suo Martian Child Very Happy
(la sua polemica con Card tra l'altro è l'unico caso di diatriba forte fra scrittori di Sf che conoscevo precedentemente al tuo articolo).


Il romanzo di Card che vinse era Ender's Game, che non aveva nulla dei temi che anni dopo hanno portato Card a certe scelte politiche. I temi religiosi compaiono sono nei libri successivi della saga e anche lì sono comunque tutt'altro che intolleranti. Il Card omofobo è arrivato solo molto dopo.
L'Hugo a Ender's Game l'avrei dato anch'io. L'avrei dato anche a Hubbard, ma a opere molto precedenti, quando non era ancora dianetico.
S*
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5895
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 20:12    Oggetto:   

Nirgal ha scritto:
L.MCH ha scritto:
Nirgal ha scritto:

Il problema non è tanto che si faccia "pressione" sui votanti, ma che si paghi qualcuno per votare, falsando in questo modo il risultato.


Scusa, ma questa dove l'hai sentita ?



c'è scritto nell'articolo che stiamo commentando Smile


Ma quale è la fonte originale ? Si-dice-si-mormora ?
Perche voci simili le ho sentite anche le due volte precedenti ed alla fine erano solo insinuazioni o la descrizione di cose già fatte da altri autori ed editori e su cui non erano mai state sollevate prima obiezioni.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2661
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 21:32    Oggetto:   

Non so, al di là scherzi, mi sembra che il premio Hugo debba premiare le più belle opere dell'anno, ogni altra opzione ne sminuisce il valore. In passato il premio si è distinto per non guardare in faccia a nessuno, mi vengono in mente i premi Hugo per Straniero in terra straniera di Robert A. Heinlein, Gli amanti di Siddo di P.J. Farmer, Guerra Eterna di Joe Haldeman, il Neuromante di W. Gibson; tutti romanzi che contenevano temi forti, ma opere comunque meritevoli di un riconoscimento. Ecco mi piacerebbe che rimanesse così...
Cool
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 23:16    Oggetto: Re: Il disastro dei finalisti al Premio Hugo 2015   

Bho comunque il dramma e' che ci sia gente disposta a votare un autore non per la qualita' di quello che ha scritto ma perche' per una ragione o per l' altra, a ragione o a torto, puo' essere inquadrato dove fa piu' comodo.
Senza magari aver neppure letto il romanzo o il racconto.
E' come se si votasse in massa un autore di fantascienza come massimo rappresentante di un paese solo perche' e' uno scrittore di fantascienza, indipendentemente dal suo merito e dal merito degli altri candidati al titolo.
E' una cosa stupida.
All' assalto del fortino!
"Siamo nella follia a norma di legge" - Andrea Zucchi
Vittorio Catani
Trifide Trifide
Messaggi: 229
MessaggioInviato: Mar 07 Apr, 2015 23:47    Oggetto: Re: Il disastro dei finalisti al Premio Hugo 2015   

Anche qui da noi, specie negli anni '60/70 ci furono spesso forti polemiche circa una sf politicizzata, se dovesse scriversi o meno, l'ambiente cominciò ad appesantirsi, nacquero fan dell'una e dell'altra sponda, forti polemiche, inimicizie, eccetera eccetera. Per fortuna, con il trascorrere degli anni la faccenda sbiadì moltissimo, e comunque non si giunse mai a roba come voler escludere le donne eccetera. E' la prima volta che la sf italiana è, su un importante argomento, di molti passi avanti a quella statunitense.... Smile
A.B.Normal
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1020
Località: ulula'
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 01:30    Oggetto:   

galvan73 ha scritto:
mettere i libri all’indice non e’ esattamente quello che ci si aspetta da chi si professa laico e contro gli assolutismi.


Sul resto di quello che scrive oscillo tra l'essere d'accordo e in moderato disaccordo.
Ma su questo punto sono in feroce disaccordo: se una casa editrice decide di non pubblicare alcuni libri non si puo' affermare (ragionevolmente) che ha deciso di "mettere i libri all'indice". E' dissociarsi. E' dare spazio ad altri libri. E' scegliere.
"Mettere i libri all'indice" vuol dire impedire a chiunque di pubblicarli. Ed escludo che questo sia nelle intenzioni (per non parlare delle possibilita') della Delos.
"Extraordinary claims require extraordinary evidence."
-- Carl Sagan
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 06:29    Oggetto:   

A.B.Normal ha scritto:
galvan73 ha scritto:
mettere i libri all’indice non e’ esattamente quello che ci si aspetta da chi si professa laico e contro gli assolutismi.


Sul resto di quello che scrive oscillo tra l'essere d'accordo e in moderato disaccordo.
Ma su questo punto sono in feroce disaccordo: se una casa editrice decide di non pubblicare alcuni libri non si puo' affermare (ragionevolmente) che ha deciso di "mettere i libri all'indice". E' dissociarsi. E' dare spazio ad altri libri. E' scegliere.
"Mettere i libri all'indice" vuol dire impedire a chiunque di pubblicarli. Ed escludo che questo sia nelle intenzioni (per non parlare delle possibilita') della Delos.


Come ho già spiegato, tutta questa faccenda del mettere libri all'indice è una incomprensione di Galvan73, eppure nell'articolo avevo chiaramente specificato, proprio attendendomi questo genere di commenti, che la questione non è quella.
Purtroppo molti sono molto più ansiosi di scrivere il loro commenti che di leggere e capire quello che commentano.
S*
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20031
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 11:25    Oggetto:   

Anacho ha scritto:
Tobanis ha scritto:

Tralascerei di dire che sono TOTALMENTE a favore dell'adozione di bambini da parte dei gay (che poi non serve legiferare, la cosa già esiste)


In Italia non credo proprio.

Citazione:
e che NON tutte le opinioni vanno rispettate, anzi, con certe opinioni sarebbe da pulirsi il sedere.
Ma ecco, tralascerei.


Vero, ma in democrazia diventa molto difficile impedire a una qualsiasi idea, per quanto aberrante sia, di venir portata avanti e magari vincere le elezioni.
Il caso dell'Hugo 2015 lo dimostra ampliamente... il fatto è che nelle elezioni politiche non esiste l'opzione "nessun candidato".


1) pardon, mi riferivo al fatto che le coppie gay hanno già figli, e che la politica e il legislatore, come sempre, arriveranno anni luce in ritardo, se arriveranno. Mentre discuteranno se sarà possibile che abbiano figli, gli stessi andranno all'università.
Sull'adozione di bambini, è vero, in Italia siamo ancora più in ritardo.
Nell'Europa che conta, è legale. In Germania e Austria hanno una legge più restrittiva, è legale adottare il figlio del partner.
Portogallo, Grecia e noi, oltre agli stati dell'Est, non hanno legiferato.

2) io è un bel po' che porto avanti l'idea che le elezioni sotto il 50% di votanti vanno invalidate, NO Award, insomma, proprio come per il referendum.
Sarebbe l'unico sistema per il popolo di bocciare candidati sgraditi.
La democrazia invece è quella simpatica forma di potere che può mandare al governo gente odiosa, incapace, immeritevole (beh, siamo in Italia, lo sappiamo), ma pure Hitler, per dire.
E non c'è difesa, non c'è anticorpo. E se anche va al voto il 37,7% degli elettori (numeri a caso, certo, vuoi che votino così pochi e che i candidati poi siano eletti e validi, o che non pensino loro stessi a non accettare la poltrona, ma quando mai.....o no?), tutto va bene.
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1037
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 14:03    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

1) pardon, mi riferivo al fatto che le coppie gay hanno già figli, e che la politica e il legislatore, come sempre, arriveranno anni luce in ritardo, se arriveranno. Mentre discuteranno se sarà possibile che abbiano figli, gli stessi andranno all'università.


Non credo che nessuno pensi che coppie gay possano avere figli, semplicemente i paesi che permettono l'adozione alle coppie gay sono veramente pochi.
Ovviamente la politica è in ritardo sulla realtà, che a sua volta è in ritardo sulla fantascienza.
In un romanzo di Haldeman, probabilmente Guerra eterna, lessi una frase che faceva più o meno così:
"Non perdonai mai a mia madre di avermi avuto mediante un utero in affitto solo per non rovinersi la linea con la gravidanza".
Tempo dopo degli uteri in affitto hanno incominciato a parlarne anche i giornali.

Citazione:
Sull'adozione di bambini, è vero, in Italia siamo ancora più in ritardo.
Nell'Europa che conta, è legale. In Germania e Austria hanno una legge più restrittiva, è legale adottare il figlio del partner.
Portogallo, Grecia e noi, oltre agli stati dell'Est, non hanno legiferato.


In Italia siamo ben più in ritardo sui diritti dei gay, mentre i paesi che ammettono l'adozione sono una dozzina sono molti di più quelli che riconoscono le unioni gay, compresi Portogallo, Croazia, Svizzera e Slovenia, e credo anche i paesi baltici.

Citazione:
2) io è un bel po' che porto avanti l'idea che le elezioni sotto il 50% di votanti vanno invalidate, NO Award, insomma, proprio come per il referendum.
Sarebbe l'unico sistema per il popolo di bocciare candidati sgraditi.


Mettiamo Kafka tra i candidati? Twisted Evil
Di chi era quel racconto? Sad

Citazione:
La democrazia invece è quella simpatica forma di potere che può mandare al governo gente odiosa, incapace, immeritevole (beh, siamo in Italia, lo sappiamo), ma pure Hitler, per dire.
E non c'è difesa, non c'è anticorpo. E se anche va al voto il 37,7% degli elettori (numeri a caso, certo, vuoi che votino così pochi e che i candidati poi siano eletti e validi, o che non pensino loro stessi a non accettare la poltrona, ma quando mai.....o no?), tutto va bene.


Per citare Churchill la democrazia è il peggior sistema politico possibile.
Emilio Desalvo
Ameboide amorfo
Messaggi: 2
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 19:55    Oggetto: Re: Il disastro dei finalisti al Premio Hugo 2015   

Credo che se qualcuno dicesse a Toni Weisskopf che le donne non devono scrivere SF, lei gli riempirebbe la faccia di schiaffi.
yurika m.
Incal Incal
Messaggi: 1238
MessaggioInviato: Mer 08 Apr, 2015 19:57    Oggetto:   

Anacho ha scritto:
Tobanis ha scritto:

1) pardon, mi riferivo al fatto che le coppie gay hanno già figli, e che la politica e il legislatore, come sempre, arriveranno anni luce in ritardo, se arriveranno. Mentre discuteranno se sarà possibile che abbiano figli, gli stessi andranno all'università.


Non credo che nessuno pensi che coppie gay possano avere figli, semplicemente i paesi che permettono l'adozione alle coppie gay sono veramente pochi.
Ovviamente la politica è in ritardo sulla realtà, che a sua volta è in ritardo sulla fantascienza.
In un romanzo di Haldeman, probabilmente Guerra eterna, lessi una frase che faceva più o meno così:
"Non perdonai mai a mia madre di avermi avuto mediante un utero in affitto solo per non rovinersi la linea con la gravidanza".
Tempo dopo degli uteri in affitto hanno incominciato a parlarne anche i giornali.

Citazione:
Sull'adozione di bambini, è vero, in Italia siamo ancora più in ritardo.
Nell'Europa che conta, è legale. In Germania e Austria hanno una legge più restrittiva, è legale adottare il figlio del partner.
Portogallo, Grecia e noi, oltre agli stati dell'Est, non hanno legiferato.


In Italia siamo ben più in ritardo sui diritti dei gay, mentre i paesi che ammettono l'adozione sono una dozzina sono molti di più quelli che riconoscono le unioni gay, compresi Portogallo, Croazia, Svizzera e Slovenia, e credo anche i paesi baltici.

Citazione:
2) io è un bel po' che porto avanti l'idea che le elezioni sotto il 50% di votanti vanno invalidate, NO Award, insomma, proprio come per il referendum.
Sarebbe l'unico sistema per il popolo di bocciare candidati sgraditi.


Mettiamo Kafka tra i candidati? Twisted Evil
Di chi era quel racconto? Sad

Citazione:
La democrazia invece è quella simpatica forma di potere che può mandare al governo gente odiosa, incapace, immeritevole (beh, siamo in Italia, lo sappiamo), ma pure Hitler, per dire.
E non c'è difesa, non c'è anticorpo. E se anche va al voto il 37,7% degli elettori (numeri a caso, certo, vuoi che votino così pochi e che i candidati poi siano eletti e validi, o che non pensino loro stessi a non accettare la poltrona, ma quando mai.....o no?), tutto va bene.


Per citare Churchill la democrazia è il peggior sistema politico possibile.

...a parte tutti gli altri(completo la citazione).
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5895
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Gio 09 Apr, 2015 00:06    Oggetto:   

S* ha scritto:

Punto secondo: i gruppi di pressione ci sono sempre stati, sì. Con scopi politici, no. Con effetti del genere, no. Qualcuno ha mai detto che sono ben visti i gruppi di pressione? No. Hanno mai condizionato in modo evidente il premio Hugo? No, a parte un anno che i dianetici avevano fatto entrare in finale Ron Hubbard, che poi perse (vinse Orson Scott Card, guardacaso).
Perciò ha senso venire a fare la lezioncina "ci sono sempre stati perché vi lamentate adesso"? No, da nessun punto di vista. Mi lamenterei di meno se il premio Hugo fosse stato condizionato da una lista progressista a favore della giustizia sociale, dei diritti civili e dell'integrazione razziale? Senza dubbio, questo lo concedo senz'altro. Anche perché, sarò strano io, ma nella mia scala di valori viene prima la giustizia sociale della qualità del premio Hugo.


Ma chi decide cosa è "socialmente giusto" ?

Giusto per chiarire, per quel che riguarda Sad Puppies ...

La prima volta fu una specie di scommessa, Correia affermò sul suo blog che gli Hugo erano più un concorso a chi è più popolare entro certi circoli e non un indice di qualità o di successo.
E visto che altri blogger legati all'Hugo sostenevano il contrario e che Correia faceva come nella fiaba della volpe e l'uva ... utilizzò gli stessi metodi usati in precedenza da due autori (Scalzi e Stross) considerati al di sopra di ogni sospetto per spingere a votare una sua lista.

La seconda volta l'idea di base era spingere autori che producono roba buona ma che normalmente sarebbero stati ignorati perchè considerati non sufficientemente allineati con i SJW (che, lo ripeto, non lottano davvero per la giustizia sociale , in larga parte sono in un mondo tutto loro in cui solo loro decidono cosa è buono e cosa no).
Il risultato fu superiore alla volta precedente.

La terza volta l'idea di base è stata "riportare il divertimento" (autori che vengono votati perche li si è letti e sono piaciuti, invece che per le tematiche "giuste") e nuovi fan votanti (nel senso di appassionati di fantascienza e fantasy che normalmente non votavano per l'Hugo).

Notare che questa terza volta Correia si era tirato fuori dalla gestione della lista per non dar l'impressione di essere lui a "controllare" Sad Puppies ed inoltre aveva chiesto di non essere inserito in essa (compilata in base alla popolarità dei nomi inviati a Torgersen da chi aveva seguito le precedenti iniziative).

Altri che sarebbero stati inseriti nella lista di Sad Puppies avevano chiesto di essere rimossi perche temevano di essere considerati politicamente schierati viste le accuse che erano volate le due volte precedenti.
Poi dopo la pubblicazione della lista altri ancora hanno chiesto di essere rimossi o se ne sono dissociati quando sono cominciati gli attacchi ai nominati.

Cioè visti gli obiettivi dichiarati di portare più votanti, invece di rispondere sullo stesso piano (voi volete portare nuovi votanti ? ed allora noi ne porteremo di più !) le cose sono deragliate con accuse ed insinuazioni personali contro i supposti leader della cospirazione destrorsa ed i loro supposti compari (forse perchè qualcun altro si era reso conto che non era in grado di mobilitare fandisposti a votare come credeva?).

Brad Torgersen si è beccato implicitamente del razzista misogino
e questa è stata la sua risposta come persona e come organizzatore di Sad Puppies 3
dopo che la cosa era arrivata su "Entertainment Weekly" e che quindi certe accuse
rischiavano di arrivare a gente che non seguiva la diatriba ma che
si sarebbe ricordata solo "Brad Torgersen = razzista misogino"
http://bradrtorgersen.wordpress.com/2015/04/07/fort-living-room/

Notare che già nella foto contenuta nella pagina linkata sopra
c'e' un indizio molto evidente di come mai dargli del razzista misogino
sia indice che c'e' qualcosa di fondamentalmente sbagliato
in certi autoproclamati combattenti per la giustizia sociale statunitensi
così veloci ad etichettare le altre persone senza prima verificare i solo "sospetti".
mikronimo
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1911
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Gio 09 Apr, 2015 00:08    Oggetto:   

yurika m. ha scritto:
Anacho ha scritto:

Per citare Churchill: la democrazia è il peggior sistema politico possibile.

...a parte tutti gli altri (completo la citazione).

Già... la fondamentale importanza della completezza dell'informazione e del contesto; ho recentemente avuto modo di sentire il solito ragionamento, inneggiante l'elogio della dittatura "perché c'è ordine, rapidità, soluzione dei problemi"; ho posto una sola domanda (chiedo venia per il latinismo, ma riporto esattamente le parole per la loro immediatezza, nei confronti di una persona che le capisce solo in un certo modo): "...e se il Re si alza con i coglioni girati, perché la Regina lo ha fatto dormire sul divano e non gliel'ha data, e decide di sterminare il popolo, va bene uguale?"; lo sguardo vacuo dell'inneggiante mi ha costretto ad ulteriore nota esplicativa: "il Re ha diritto di vita e di morte; se il Re è buono e nei giorni buoni, le cose possono anche andare bene; se il Re è cattivo è un casino per tutti; nei giorni brutti si rischia l'ecatombe; avresti ragione se gli esseri umani fossero saggi e ragionevoli, e soprattutto avessero un forte senso empatico, ma così non è: sono egoisti, violenti e insensibili; la democrazia, soprattutto con i grandi numeri delle popolazioni attuali, è imperfetta, a volte perfino dannosa, ma qualche freno ai soprusi ce lo mette e tutti sono liberi di dire e fare tutto, se non fanno del male agli altri... anche di dire cazzate!"; al senso empatico me lo sono perso, ma non mi riesce di capire quando dovrei lasciare perdere con le mie "lezioncine", perché non ne vale la pena e non verrei capito con chiarezza e se dopo 70 anni ancora si inneggia a certe cose, è ovvio che di chiarezza ce n'è poca; il tutto riconduce ai discorsi anti/pro gay, adozioni gay, famiglie gay, addirittura diritto di voto alle donne e giù tutto nel calderone in cui finiscono i discorsi imbecilli di gente che non capisce che se si può permettere di sostenere che i diversi non hanno diritto alla loro vita e libertà, è solo perché loro, invece, vivendo in una democratica, per quanto imperfetta, libertà, sono liberi di dire quel che vogliono e fare quasi altrettanto.
"E' tutto un gran casino, ma nel mondo reale va molto meglio" parafrasando Isaac Asimov, nelle presentazioni ai Premi Hugo.
crazy diamond
*Foffomante* *Foffomante*
Messaggi: 6307
MessaggioInviato: Gio 09 Apr, 2015 09:46    Oggetto:   

considerazioni sparse e rigorosamente fuori luogo....


francamente pensavo che la notizia fosse un rimasuglio dei pesci d'aprile... nella mia visione da ingenuo lettore mi piace pensare alla fantascienza e all'ambiente che la permea come a un'entità astrusa dalle brutture del mondo...un universo in cui editori e scrittori son tutti amici e, vista la comune passione, trascendono da diatribe ideologiche e politiche e via dicendo

peraltro da lettore di fantascienza condizionato dalla sindrome di ghettizzazione ("ah..tu leggi fantascienza??...no sai a me piace la letteratura più impegnata tipo harmony")... francamente non mi aspettavo che il premio hugo fosse soggetto a tante e tali pressioni ...

il fatto che il premio hugo sia in qualche modo falsato...un poco mi dispiace, sebbene quando scelgo un libro...non sto a controllare la lista dei premi vinti : sicuramente potrei trovare libri che ho amato e che non han vinto un'emerita cippa (cito il ciclo dei paratwa..così tanto per esser ripetitivo) e libri/racconti pluripremiati che sicuramente difficilmente leggerei e tanto meno apprezzerei ( se danno 7 premi diversi allo stesso racconto di Egan..non è che io posso mettermi a studiare fisica quantica a 40 anni per leggerlo)

senza voler entrare troppo nel merito fa specie che proprio la fantascienza che dovrebbe essere rivoluzionaria e in qualche modo avanguardista (penso a luther king che riconosceva il messaggio insito in star trek)....possa diventare il tramite di idee viepiù retrograde... e fa specie pensare che alcuni libri, a detta di taluni editori / votanti non dovrebbero esser scritti: stanotte ho finito di rileggere per l'ennesima volta uno dei miei libri preferiti (la lega dei mondi ribelli) e penso che se una donna non l'avesse potuto scrivere...in qualche modo la mia vita sarebbe più povera e triste

un saluto a "X" che non incrociavo da tanto su questo forum...e una domanda per lui, se ha tempo e voglia di spiegarmi...che cosa centra Wright dell'ecumene dorato???

per fortuna S* mi ha chiarito la questione di Card... ho letto un paio di volte il ciclo di ender e temevo di aver frainteso i messaggi di fondo che mi parevano tutt'altro che maschilisti/ razzisti...


*CD*
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum