Cosa state leggendo ? perchè? cosa avete comprato ? perchè?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 146, 147, 148 ... 212, 213, 214  Successivo
Autore Messaggio
Abyrdeen²
Horus Horus
Messaggi: 5297
Località: Island of Wonder-Lu Litarroni
MessaggioInviato: Lun 11 Mag, 2015 10:41    Oggetto:   

La morte della pizia
Racconto carino dal prezzo adelphoso.
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6617
MessaggioInviato: Lun 11 Mag, 2015 21:00    Oggetto:   

Letto "Opinioni di un clown" di Heinrich Boll.
L'ho in casa ( non ho esattamente idea da dove arrivi... Forse anni fa l'ho sottratto ai miei) e ho idea di averlo letto un poco fuori tempo.
Penso che all'uscita debba aver fatto discutere; Boll e' pungente e interessante da leggersi, anche se al limite del ripetitivo (credo che la parola "cattolico" sia piu' citata che nei libri per seminaristi).
"Grandi erano gli Antha: così è scritto nell'Unico Libro della Storia; più grandi forse di ogni altro Popolo Galattico..."
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20657
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 12 Mag, 2015 08:04    Oggetto:   

Lo lessi una ventina di anni fa, quando un mio conoscente me ne parlo come di un capolavoro da lasciare senza parole.

Mah...lo trovai deludente, forse anche per quel motivo, per attese eccessive...comunque non mi ha colpito, a suo tempo.
Brawne Lamia
Trifide Trifide
Messaggi: 203
Località: Black Mesa
MessaggioInviato: Mar 12 Mag, 2015 14:08    Oggetto:   

Antha ha scritto:
Letto "Opinioni di un clown" di Heinrich Boll.
L'ho in casa ( non ho esattamente idea da dove arrivi... Forse anni fa l'ho sottratto ai miei) e ho idea di averlo letto un poco fuori tempo.
Penso che all'uscita debba aver fatto discutere; Boll e' pungente e interessante da leggersi, anche se al limite del ripetitivo (credo che la parola "cattolico" sia piu' citata che nei libri per seminaristi).


Gli atei annoiano perché parlano sempre di Dio Laughing
Uno dei romanzi della mia adolescenza, chissà se lo rileggessi adesso... Però il mio preferito di Boll è "E non disse nemmeno una parola"
They say, the definition of madness is doing the same thing and expecting a different result
That's right
Abyrdeen²
Horus Horus
Messaggi: 5297
Località: Island of Wonder-Lu Litarroni
MessaggioInviato: Ven 15 Mag, 2015 10:09    Oggetto:   

All you need i skill? Edge of tomorrow? Senza domani? Ma no, chiamiamolo Tetsuya!
Brawne Lamia
Trifide Trifide
Messaggi: 203
Località: Black Mesa
MessaggioInviato: Ven 15 Mag, 2015 11:26    Oggetto:   

"Cartagena" degna conclusione del ciclo dei pirati di Valerio Evangelisti.
Violento e realistico, come sempre!
Devo solo farmi uno schemino dei nomi perché tra nomi, cognomi, soprannomi, sto facendo un po' di confusione... sembra Guerra e Pace Cool
They say, the definition of madness is doing the same thing and expecting a different result
That's right
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8731
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 15 Mag, 2015 15:16    Oggetto:   

Ho finalmente completato "I fallimenti dello stato, introduzione alla Public Choice" di Tullock, Seldon e Brady.

http://www.amazon.it/dp/B00PD0HRG2/ref=r_soa_w_d

Un bell'ex-cursus sulla teoria della public choice, quella disciplina che studia le scelte dei decisori e burocrati pubblici nella loro attività pubblica alla luce dell'assunzione, tutt'altro che fantasiosa, che ciascuno si comporti mettendo in prima posizione sé, la sua famiglia e i suoi interessi, e le conseguenze di queste scelte. Si affrontano temi mediamente sconosciuti ma assolutamente intuitivi (per non dire lampanti nella vita di tutti i giorni), come il logrolling e il rent seeking, e si analizzano le recenti politiche americane e britanniche su welfare ed economia.
Un libro che tutti dovremmo leggere prima di andare a votare Smile

Ho iniziato "Nessuna anarchia, poco Stato e molta utopia: Robert Nozick quarant'anni dopo" di Iannello, un saggio nato dai seminari recenti sulla vita e i lavori di Nozick, probabilmente il padre del Libertarismo moderno, fautore dello stato minimo.

http://www.amazon.it/dp/B00LSY3L5S/ref=r_soa_w_d
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2734
Località: toscana
MessaggioInviato: Mer 20 Mag, 2015 16:25    Oggetto:   

Io invece ho concluso un molto più leggero Lyonesse, di Jack Vance.

Fantastico viaggio in una terra a metà fra l'immaginario ed il mitico, in un tempo indefinito ma ben riconoscibile (approssimativamente potrebbe essere alcuni secoli d.c.) Vance da sfogo alla sua incredibile fantasia e capacità unica di creare un mondo con poche pagine creando un historical-fantasy ricchissimo di personaggi, luoghi, avventure, vicende, ecc...
Un'esperienza di lettura avvincente ed emozionante, mai noiosa, gradevolissima. Per contro il difetto che si può riscontrare è proprio un'eccessiva frettolosità nel descrivere alcune avventure che talvolta lascia un po' perplessi.
Cmq, consigliato.
Jirel
haut-lady
Messaggi: 4407
Località: Milano
MessaggioInviato: Gio 21 Mag, 2015 09:49    Oggetto:   

senji ha scritto:
Io invece ho concluso un molto più leggero Lyonesse, di Jack Vance.

Fantastico viaggio in una terra a metà fra l'immaginario ed il mitico, in un tempo indefinito ma ben riconoscibile (approssimativamente potrebbe essere alcuni secoli d.c.) Vance da sfogo alla sua incredibile fantasia e capacità unica di creare un mondo con poche pagine creando un historical-fantasy ricchissimo di personaggi, luoghi, avventure, vicende, ecc...
Un'esperienza di lettura avvincente ed emozionante, mai noiosa, gradevolissima. Per contro il difetto che si può riscontrare è proprio un'eccessiva frettolosità nel descrivere alcune avventure che talvolta lascia un po' perplessi.
Cmq, consigliato.

Ci sono due seguiti....
La paura uccide la mente
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20657
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 21 Mag, 2015 12:51    Oggetto:   

Avevo già preso in ebook, approfittando delle offerte di Amazon, "Armi, acciaio e malattie", ora ho comprato a € 1,99 (solo per oggi) "Perchè le nazioni falliscono: alle origini di prosperità, potenza e povertà" che mi dicono va contro il primo libro sopra citato, così sentirò entrambe le campane.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2734
Località: toscana
MessaggioInviato: Gio 21 Mag, 2015 20:32    Oggetto:   

Jirel ha scritto:
.....
Ci sono due seguiti....


Si, si, la perla verde è già in lettura, in realtà è il seguito diretto di Lyonesse... per ora sempre interessante ma direi + "politicheggiante", un po' meno avventuroso (ma sono solo a pag 60).
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6617
MessaggioInviato: Sab 30 Mag, 2015 22:15    Oggetto:   

"Il seme del dubbio" di Claudio Sara.
Primo romanzo di questo avvocato avellinese del 63. Il libro è tra quelli che ho preso alla fiera del libro indipendente di Milano.
Ambientato nell'Italia degli anni 50', vede il protagonista (un avvocato), prendere a cuore una denuncia per violenza carnale fatta dal padre della "vittima".
L'autore, cordiale Persona col quale abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere, ha fatto uno sforzo per rendere - per di più in sintesi - le atmosfere e i termini da aule giudiziarie dell'epoca. In questo aiutato da una professione che ha connotato tutta la sua famiglia.
Dalla scrittura traspare un' indubbia passione e nel complesso il romanzo si lascia leggere. Mi ha peraltro dato l'idea di mancare un poco di incisività.
I personaggi mi sono sembrati in poco privi di spessore a dispetto ad esempio, degli sforzi fatti per rappresentare (e ribadire più volte) il coinvolgimento emotivo del protagonista.
In un romanzo che ha anche - mi è parso - qualche lodevole intento di denuncia, certi aspetti avrebbero poi potuto essere resi meglio. Ad esempio non si percepisce affatto il contesto di "arretratezza" insito nel concetto di "reato contro la morale" all'epoca in vigore per tali accadimenti.
Qualche rappresentazione mi è parsa un filino teatrale (a tratti caricaturale); abbastanza scontato il profilo a cavallo tra l'azzeccagarbugli e il duo gatto/volpe, che viene fatto dell'avvocato della difesa.
L'impressione generale che ho ricavato è che l'autore fosse più interessato agli aspetti dibattimentali, piuttosto che alla narrazione della vicenda in sè.
E il semi colpo di teatro finale, appare quasi come un timido tentativo di dare un'aggiunta di mordente a una storia che non sempre riesce a coinvolgere.
"Grandi erano gli Antha: così è scritto nell'Unico Libro della Storia; più grandi forse di ogni altro Popolo Galattico..."
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8731
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 01 Giu, 2015 09:09    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Avevo già preso in ebook, approfittando delle offerte di Amazon, "Armi, acciaio e malattie", ora ho comprato a € 1,99 (solo per oggi) "Perchè le nazioni falliscono: alle origini di prosperità, potenza e povertà" che mi dicono va contro il primo libro sopra citato, così sentirò entrambe le campane.



Dalla sinossi, non ci vedo nessun contrasto.
Peccato perché ad averlo saputo prima, l'avrei preso. Ora è a 6,99, troppo per rischiare di accattarmi l'ennesima accozzaglia statalista (aka "quant'è bello lo stato, e il liberismo brutto brutto brutto)... Smile
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mar 02 Giu, 2015 14:59    Oggetto:   

mi sto leggendo "the fry chronicles", la seconda autobiografia di stephen fry, quell'eclettico geniaccio inglese che è attore, sceneggiatore, scrittore, regista e presentatore televisivo.

la prima biografia si era fermata all'infanzia e onestamente non l'avevo trovata troppo interessante.qui invece si parla della sua adolescenza e soprattutto dei suoi primi passi nel mondo dello spettacolo e della televisione, nonché della sua profonda amicizia con attori di spicco come emma thompson e hugh laurie. molto più interessante, grazie in gran parte al suo lussureggiante uso del linguaggio.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6617
MessaggioInviato: Dom 07 Giu, 2015 17:51    Oggetto:   

“Novelle Crudeli” di Francesco Cusa. Dal’orrore e dal grottesco quotidiani, cita la frasetta di rito posta sotto il titolo.
Librucolo che avrei volentieri gettato dalla finestra dopo una trentina di pagine. Una cinquantina di pseudo racconti, o meglio, pagine di pretestuose e inutili parole, vomitate dopo quella che sembra un’indigestione di vocabolario. Storielle senza né capo né coda, rappresentate più sotto forma di riflessioni, ma con la comune caratteristica di essere logorroiche e ripetitive a dispetto della brevità (unico pregio riconoscibile). Lettura fastidiosa e noiosa anche a piccole dosi. L’autore è anche – si legge – un noto batterista jazz; e il ciarpame verbale richiama un certo ritmo sincopato. Ma un conto è la musica, un conto la lettura.

Poi mi sono fortunatamente ricostruito gli anticorpi.
“Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo Rovelli, edito da Adelphi nel 2014.
Anche in questo frangente siamo di fronte a uno scritto di un professionista (fisico teorico) di fama. Di certo abituato a solidi ragionamenti razionali. Ma il piccolo saggio è offerto con un linguaggio semplice, chiaro e coinvolgente. Una “musicalità”di ben altro tenore.
"Grandi erano gli Antha: così è scritto nell'Unico Libro della Storia; più grandi forse di ogni altro Popolo Galattico..."
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Altri libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 146, 147, 148 ... 212, 213, 214  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum