Cambridge Analitica e l'ombra distopica del grande fratello


Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
Autore Messaggio
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8832
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 09 Apr, 2018 14:30    Oggetto: Cambridge Analitica e l'ombra distopica del grande fratello   

Un bellissimo articolo, molto ben informato ed aderente allo statu quo della tecnologia. Da leggere, per capire cosa è l'affair Cambridge Analitica e qual è il pericolo.
Dissento al solito con le conclusioni: la soluzione non è normare di più, ma normare di meno. Ovvero togliere potere ai decisori.
Ma è comunque da leggere, che ciascuno si faccia la sua idea.
Articolo molto In-Topic , in realtà.


https://www.lavocedinewyork.com/news/primo-piano/2018/04/08/cambridge-analytica-come-ti-hackero-la-democrazia/
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3093
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Lun 09 Apr, 2018 22:50    Oggetto: Re: Cambridge Analitica e l'ombra distopica del grande frate   

HappyCactus ha scritto:

Dissento al solito con le conclusioni: la soluzione non è normare di più, ma normare di meno. Ovvero togliere potere ai decisori.
Ma è comunque da leggere, che ciascuno si faccia la sua idea.
Articolo molto In-Topic , in realtà.

Sono perfettamente d'accordo con te: i decisori partono dal principio di aver a che fare con un popolo di bambini deficienti, che prendano per oro colato tutto quello che gli viene propinato, e quando le cose non vanno come avevano pianificato, perché evidentemente non sono stati capaci di comprendere il mondo in cui viviamo, devono trovare per forza un colpevole. La medicina che propongono, ancora più regole e regole che disciplinino ogni aspetto delle attività in rete, si rivelerà sicuramente peggiore del male. 
 
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3680
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 10:40    Oggetto:   

Nel libro "The Circle" di Dave Eggers, si ipotizza quanto sopra, esagerando poi fino ad una totale cancellazione della privacy.
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8832
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 11:24    Oggetto:   

La privacy la cediamo noi. Facendo tante cose "stupide" - metto le virgolette per ovvi motivi: non tutti quelli che cliccano su facebook sono consapevoli delle conseguenze.

Segnalo il seguente articolo apparso su medium:

https://medium.com/pcmag-access/how-to-download-your-facebook-data-and-6-surprising-things-i-found-ffec2fb60540

Ispirato da questo, ho scaricato i miei dati dal mio account - disattivo dal 2016 - e ho provveduto alla richiesta di cancellazione.
Ripetendo l'analisi ho scoperto alcune cose interessanti:

- Pochi dati: L'archivio per 7 anni di Facebook è molto piccolo, del resto passata l'euforia iniziale la mia sociopatia ha avuto il sopravvento e ho ridotto notevolmente l'uso. L'archivio è appena 11Mb
- Dati non molto interessanti: A parte quello pubblicato espressamente sul profilo, c'è qualche like, qualche "amico", la storia di amicizie fatte e rotte, poco altro. 
- Poche le applicazioni, tutta roba che sapevo. Ma del resto, non clicco e detesto farmville
- Inserzioni: solo Amazon ha condiviso le informazioni di contatto con Facebook. Vabbè, credo sia prevedibile.
- Info di contatto è vuoto e non capisco cosa significhi. Credo sia un'aggiunta recente, essendo il mio profilo disattivo dal 2016 come detto.

Intanto consiglierei a tutti di farsi un giro sui propri dati. Sarebbe una buona regola, quella di fare "manutenzione" degli account.
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3680
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 11:57    Oggetto:   

ho abbandonato i social, eccetto whatsapp da un po', in tempi non sospetti. Smile

Nel libro di cui sopra parlo di cancellazione della privacy, ossia videocamenre 24/24 che riprendono ogni cosa che fai, trasparenza bancaria col mondo intero e voto non segreto. E' ancora fantascienza, ma piano piano ...
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8832
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 15:24    Oggetto:   

Ma siete voi Smile che volete più stato, più controllo sulle criptovalute, e che andate a votare. Io no Smile
Insomma, 1984 era pensato in uno stato socialista, non in uno iperliberista.

(E comunque whatsapp è di Facebook, sia chiaro. E secondo me è ancora più opaco del primo)
Paolo7
Work in progress Work in progress
Messaggi: 9563
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 15:29    Oggetto:   

Io ho provato a fare a meno anche di Whatsapp usando Signal, ma nessuno (o quasi) mi ha seguito..
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 16:08    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
(E comunque whatsapp è di Facebook, sia chiaro. E secondo me è ancora più opaco del primo)

Pero' e' utile ed ha pratici risvolti lavorativi, facebook ni.
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3680
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 16:17    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
(E comunque whatsapp è di Facebook, sia chiaro. E secondo me è ancora più opaco del primo)

Pero' e' utile ed ha pratici risvolti lavorativi, facebook ni.

esatto, ormai si comunica quasi esclusivamente con quello, e sul lavoro mandare foto del problema è proprio utile.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20773
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 17:26    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
Ma siete voi Smile che volete più stato, più controllo sulle criptovalute, e che andate a votare. Io no Smile
Insomma, 1984 era pensato in uno stato socialista, non in uno iperliberista.

(E comunque whatsapp è di Facebook, sia chiaro. E secondo me è ancora più opaco del primo)

E pensati che Marx, nella sua teoria, prevedeva alla fine l'abbandono dello Stato, perchè inutile. Per lui lo Stato era l'oppressore e una volta terminate le lotte di classe non aveva più scopo la sua esistenza.

Diciamo che poi l'applicazione del Marxismo è stata UN ATTIMINO diversa dalla teoria. Un po' come il Cristianesimo è UN ATTIMINO diverso da quanto diceva il Cristo, e così via, penso valga per tutti.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 19:14    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

E pensati che Marx, nella sua teoria, prevedeva alla fine l'abbandono dello Stato, perchè inutile. Per lui lo Stato era l'oppressore e una volta terminate le lotte di classe non aveva più scopo la sua esistenza. 

In realta' teorizza un superstato in cui non esistono classi perche' e' imposta la miseria uguale per tutti.
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3093
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Mar 10 Apr, 2018 22:25    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Tobanis ha scritto:

E pensati che Marx, nella sua teoria, prevedeva alla fine l'abbandono dello Stato, perchè inutile. Per lui lo Stato era l'oppressore e una volta terminate le lotte di classe non aveva più scopo la sua esistenza. 

In realta' teorizza un superstato in cui non esistono classi perche' e' imposta la miseria uguale per tutti.

E pensare che un terzo degli italiani votava PCI.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20773
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 11 Apr, 2018 08:47    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Tobanis ha scritto:

E pensati che Marx, nella sua teoria, prevedeva alla fine l'abbandono dello Stato, perchè inutile. Per lui lo Stato era l'oppressore e una volta terminate le lotte di classe non aveva più scopo la sua esistenza. 

In realta' teorizza un superstato in cui non esistono classi perche' e' imposta la miseria uguale per tutti.

Mmmm no Marx aveva un'idea molto negativa del concetto di Stato.

Ma io con la Storia sono dal 1539 al 1559, l'unico superstato è la Germaspagna, a quel tempo
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mer 11 Apr, 2018 10:06    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

Mmmm no Marx aveva un'idea molto negativa del concetto di Stato.

Ma io con la Storia sono dal 1539 al 1559, l'unico superstato è la Germaspagna, a quel tempo


Pero' quello che descrive e' un superstato "mondiale" in cui e' imposta l' uguaglianza per tutti cioe' la privazione di ogni tipo di liberta'.
Poi usava un altro linguaggio, se ne usciva con cagate come "fine della storia" ecc ecc ma questo e' irrilevante.
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3680
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 11 Apr, 2018 12:05    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

E pensati che Marx, nella sua teoria, prevedeva alla fine l'abbandono dello Stato, perchè inutile. Per lui lo Stato era l'oppressore e una volta terminate le lotte di classe non aveva più scopo la sua esistenza.


il famoso 2o emendamento degli USA, quello delle armi per intenderci, era volto alla difesa "dallo" stato, visto come oppressore.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum