Cosa state leggendo ? perchè? cosa avete comprato ? perchè?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 184, 185, 186, 187  Successivo
Autore Messaggio
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15851
Località: Padova
MessaggioInviato: Sab 04 Mag, 2019 15:25    Oggetto:   

Ho letto Enrico VI (prima parte) del Bardo.
Il nostro qua scrive di cose per lui non lontanissime, cose del secolo scorso (per lui), con questo re che fu l'uomo giusto al posto sbagliato, sensibile, pacifico, acculturato (poi pure pazzo) in un momento in cui serviva forse un re insensibile, guerriero, ignorante e savio.
Perse tutti i possedimenti in Francia e poi ci fu pure una guerra civile...
Ok, prima parte molto moolto buona, anche se la critica lo ritiene un lavoro un po' debole e con troppa violenza, ma è pur sempre un lavoro giovanile e debole sta fava.
Si narra di come la Pulzella d'Orleans riesce a ribaltare le sorti della guerra in Francia, di intrighi tra i vari nobili inglesi, di gesti di eroismo ma di come sia facile anche per gli eroi incontrare una sorte avversa, che rapidamente mette fine a tanta gloria.
Bello, insomma, siamo quasi al top del Bardo.
Rdaneelolivaw
Asgard Asgard
Messaggi: 1432
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 08 Mag, 2019 14:57    Oggetto:   

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15851
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 10 Mag, 2019 08:47    Oggetto:   

Nella lettura omnia di Julian Barnes ho addocchiato nella mia biblioteca di fiducia Guardando il sole, quarto romanzo dell'autore, scritto nel lontano 1986 ma edito ora da Einaudi (prima nelle biblioteche civiche non lo trovavo).
Preso e letto. Che dire, ha tre grossi capitoli. Mi sono piaciuti i primi due, con questa tipa ignara delle cose della vita, al limite dell'essere tonta, ma il tutto ha un suo perchè e l'ho trovato scritto molto bene.
Naufraga un po' nel terzo capitolo, dove l'autore parla del futuro, ambientando il libro nel 2003, 2006 e oltre, facendo una fatica boia a immaginarsi come sarà il futuro, mettendo in campo robe un po' strampalate che non mi hanno convinto (il PC col cursore verde, poi...fa molto anni '80, ma nel 2006 proprio non si può vedere e non si può leggere).
Insomma il tempo è stato per niente galantuomo con questo capitolo 3, mentre gli altri due erano buoni.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 4202
MessaggioInviato: Ven 10 Mag, 2019 09:14    Oggetto:   

Uh, che mi hai ricordato, Tobi, il mio primo monitor a "fosforo verde"... Very Happy
Rdaneelolivaw
Asgard Asgard
Messaggi: 1432
Località: Novara
MessaggioInviato: Ven 10 Mag, 2019 09:18    Oggetto:   

Paolo7 ha scritto:
Uh, che mi hai ricordato, Tobi, il mio primo monitor a "fosforo verde"... Very Happy

quando si andava a colonne e non a pixel, ma quanto siam vecchi? Very Happy
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6091
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 10 Mag, 2019 10:12    Oggetto:   

Eh, Toby, negli anni 80 la "curva" dell'innovazione era apparentemente molto più blanda, negli anni passati certe tecnologie erano molto più durature, pertanto chi non "masticava" scifi faceva molta più fatica a pensare l'attuale obsolescenza della tecnologia.
Al contrario, gli appassionati immaginavano macchine volanti, e invece!
Rdaneelolivaw
Asgard Asgard
Messaggi: 1432
Località: Novara
MessaggioInviato: Ven 10 Mag, 2019 10:42    Oggetto:   

In effetti UFO era ambientato nel futuro 1980!
Fedemone
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1660
MessaggioInviato: Mer 15 Mag, 2019 12:47    Oggetto:   

Finito "il Mulino di Amleto", saggio di mitologia comparata, dove oltre esplorare vari paralleli della vicenda di Amleto si va ascavare su quale sia in realtà il suo tema, un tema astronomico/mitologico, si estende lo stessor agionamento a "qualsiasi" mitologia e credenza religiosa antica. Non favole, non errate concezioni "pre logiche", ma parafrasi di sconvolgimenti letteralmente cosmici (precessione degli equinozi) e di movimenti siderali, gli unici che contavano in millenni di storia. Quindi, dalla storia di Alessandro magno al Timeo di Platone, dalla mitologia babilonese fino agli echi dell'Amlodi islandese, sempre di astronomia si parla.
Così si scopre che la terra è piatta non eprché il globo terraqueo è una superficie bidimensionale, ma perché per Terra si intende il quadrato formato dai punti equinoziali e solstiziali, la congiunzione dall'eclittica il piano ideale, e così via. Poi tutta una trattazione del fato, abbastanza complessa ed interessante.
Fa ricredere parecchio su quello che riteniamo di sapere sui miti e credenze...

***
Poi quasi finito pure Bad Chili di Landsale. Libro divertentissimo nella sua sconcezza puramente texana. Giochi verbali e poliziesco. Veramente buono fino adesso
Rdaneelolivaw
Asgard Asgard
Messaggi: 1432
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 15 Mag, 2019 13:45    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:

***
Poi quasi finito pure Bad Chili di Landsale. Libro divertentissimo nella sua sconcezza puramente texana. Giochi verbali e poliziesco. Veramente buono fino adesso

Mi hanno consigliato "Sangue e limonata. Hap & Leonard" di quest'autore.
Fedemone
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1660
MessaggioInviato: Gio 16 Mag, 2019 16:25    Oggetto:   

Allora, ti farai una serie di risate per quanto è sboccato e i personaggi sono adorabili. Le trame si reggono bene, quindi sono libri dannatemente buoni. Anche a me l'avevono suggerito, in maniera generica, quindi soddisfatto di questo primo esperimento, direi che sì provalo!
Rdaneelolivaw
Asgard Asgard
Messaggi: 1432
Località: Novara
MessaggioInviato: Lun 20 Mag, 2019 07:17    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
Allora, ti farai una serie di risate per quanto è sboccato e i personaggi sono adorabili. Le trame si reggono bene, quindi sono libri dannatemente buoni. Anche a me l'avevono suggerito, in maniera generica, quindi soddisfatto di questo primo esperimento, direi che sì provalo!

Ok, messo in lista. Grazie Wink
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15851
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 21 Mag, 2019 15:48    Oggetto:   

Rimanendo nel filone di tentare di leggere il meglio del Novecento, ho letto grazie alla mia biblioteca di fiducia Poirot a Styles Court, il primo romanzo di Agatha Christie.
L'opera stessa venne bocciata da 6 editori, pare, fino a trovare quello giusto che la pubblicasse. Questo dà speranze a tutti, dato che il libro è proprio bello e come si fa a bocciarlo? Ma l'avranno letto quei 6 editori o, come si vocifera ancora oggi, i manoscritti degli esordienti finiscono nel cestino di Windows per direttissima, senza che nessuno li cachi?
Male fecero allora, dato che ripeto il romanzo è un signor giallo. Paragonabile senza paura a un buon Sherlock Holmes (dunque un grosso complimento) narra le prime vicende di Hercule Poirot, subito impegnato con la soluzione di un caso molto difficile.
Volendo il libro si "beve" in un giorno due, è molto scorrevole, scritto bene e dopo un secolo (è del 1920) attuale, leggibile e consigliato. Per me un 8/9, non lo definirei neanche "solo per appassionati di gialli", è una buona lettura per tutti, anche se vuole per la sottosegretaria alla cultura Borgonzoni (Lega) che come diceva lei non legge un libro dal 2015.
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 4374
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Mar 21 Mag, 2019 23:42    Oggetto:   

Per cotali politici ci vorrebbe il gioco "umiliazione" di Lodge (mi pare si chiamasse così in un suo romanzo), declinato in ambito politichese:
prende più punti chi ammette la propria ignoranza in campo costituzionale/legislativo, mentre gli altri partecipanti affermano la conoscenza dell'argomento...
solo che si rischia che tutti facciano l'en plein in quanto moltissimo politici ignorano tutto quello che invece dovrebbero conoscere.

Ps: i romanzi di Lodge sono fighissimi!
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15851
Località: Padova
MessaggioInviato: Sab 01 Giu, 2019 11:20    Oggetto:   

Ho letto Enrico VI (seconda parte) di Shakespeare...beh, wow.
Riprende che neanche gli Avengers 4 secoli dopo, la storia comincia proprio dove era finita PARTE UNO, con gli stessi protagonisti, in piena continuity, diremmo oggi. E pure parte due lascia un finalone aperto, pronta per parte tre, la finale.
Allora, ok, i personaggi sono forse troppi, ma questo è un problema caso mai per il lettore, molto meno per chi andava a teatro, che poteva associare un volto ai vari protagonisti.
Altri difetti: zero. Pure essendo un'opera giovanile (ma si fa per dire, il bardo non fu un talento precoce, questa che è forse la sua terza opera la scrive attorno ai 25 anni, o dopo), è un lavoro compiuto e maturo, Shakespeare è al suo meglio, i dialoghi sono fantastici, la trama si srotola avvincente e senza tregua, i personaggi delineati perfettamente sono la fine del mondo. Il voto parte da 9 e va dove si vuole.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 15851
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 10 Giu, 2019 16:28    Oggetto:   

Continuando il top del Novecento, ho letto Zanna Bianca, di Jack London. Dato che ero rimasto entusiasta (e molto di più) con Il richiamo della foresta, mi aspettavo molto, se non moltissimo.
Che dire...effetto WOW. Capolavoro assoluto anche questo della letteratura mondiale. Può essere superficialmente bollato come sola lettura per ragazzi, ma lo fa chi non l'ha letto (primo caso), chi non l'ha capito (secondo caso), chi è semplicemente mona (terzo caso), chi di solito non legge, tipo un sottosegretario alla Cultura del Paese con il Maggiore numero di siti UNESCO (quarto spregevole caso).
Poi, per ragazzi, mica tanto, ragazzi cresciuti direi, dato che varie scene non fanno sconti. L'ho trovato un magnifico crescendo: bello all'inizio (molto bello) ma forse inferiore al Richiamo, è poi via via magnifico, verso 2/3 e capolavoro assoluto nel totale.
Anche dal punto di vista "questa è la vera natura, belli" mi ha aperto la mente, la mia intendo, fossilizzata sul vecchio teatrino in cui gli erbivori mangiano l'erba e i carnivori mangiano gli erbivori...un paio di balle, i carnivori mangiano la carne, tutto ciò che è carne, altri carnivori compresi, cuccioli o adulti conta meno di poco. Che siano linci, cani, donnole o altro, i lupi se li mangiano, se li divorano.
Curioso poi un dettaglio, mentre London a un certo punto dileggia uno dei peggiori protagonisti, un uomo viscido coi forti ma impietoso con i deboli, prima, nel romanzo, aveva descritto come saggio il lupo che evita chi è più forte e si approfitta di chi è più debole. London si sarà accorto di ciò? (certo che sì) L'avrà fatto apposta (mi sa di sì).
Due capolavori iper-consigliati
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Altri libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 184, 185, 186, 187  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum