cosa state leggendo ? perchè? cosa avete comprato ? perchè?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 665, 666, 667  Successivo
Autore Messaggio
Rdaneelolivaw
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1590
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 09 Lug, 2019 10:22    Oggetto:   

Paolo7 ha scritto:
HappyCactus ha scritto:

No dai, YA è per il target, non per il contenuto, o sbaglio?


Teoricamente sì, ma le due cose in realtà si sovrappongono.
Comunque, come fa notare Wikipedia, "approximately half of YA readers are adults." Smile

approssivativamente 50% Y e 50% A, sembra un discorso da BOT Very Happy Very Happy
Antha
Antha
Messaggi: 5434
MessaggioInviato: Gio 25 Lug, 2019 18:35    Oggetto:   

Ho letto Sunfall. Statene lontani.
Pessimo sotto ogni punto di vista. 
Ma se vi piacciono i Complottisti cattivi che sgami subito chi sono (tagliati col coltello come in un feuilleton dell'ottocento) ; gli scienziati in crisi per divorzi e figli lontani con cui hanno un cattivo rapporto ( e ovviamente il libro ci ricama due/tre capitoli); le scienziate bellocce che non sanno perché vengono coinvolte e non lo capisce del tutto neppure il lettore; le bozze di love story tra i predetti; le hacker giovani e piudituttibrave che scoprono qualsiasi complotto (e ovviamente la fanno in barba a tutti); i protagonisti che portano una sfiga tremenda perché si trovano nei posti di tutti i possibili attentati; le banali psi story dove tra la demenza generale la soluzione la trovano i nostri carneadi di turno ( ai quali ovviamente rapiscono i parenti perché nessuno pensa che possano essere un bersaglio); il nulla assoluto sulle ricadute sociali dei disastri che si presentano o si paventano; uno stile da armony... e varie altre amenitá che annacquano alcune spiegazioni scientifiche... ebbene magari potrEste sopportarlo.
Per me no! Al confronto Schatzing ê un Gigante 
Solaris_666
Hortha Hortha
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Sab 27 Lug, 2019 15:03    Oggetto:   

Nirgal ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
   Solaris_666 ha scritto:

Letto per la prima volta Il gioco di Ender 
...
c'è ancora una parte di me che ama fantascienza tutto sommato young adult.



Non ho capito, Ender sarebbe Young Adult? Davvero?

/me cade dalle nuvole.

Beh dai, Ender è Young e diventa Adult durante il romanzo Smile
Diciamo che una volta certi volume si beccavano come etichetta "romanzo di formazione", adesso quello di YA che è in inglese e fa più alla moda ...

Però bisogna dire che prima degli "young adult"  ci sono stati i "juvenile". La prima decina di romanzi di Heinlein ad esempio fu pubblicata con tale etichetta. Erano storie con protagonisti giovani e venivano rivolte ad un pubblico più o meno equivalente di età, sostanzialmente quello che sono gli YA ora. Fanteria dello spazio stesso è considerato l'ultimo dei juvenile di Heinlein. 


@Antha. Peccato per Sunfall, lo avevo inserito nella wish list in virtù del fatto che quando degli scienziati scrivono fantascienza, la cosa potrebbe risultare interessante ma anche altre recensioni danno il tuo stesso punto di vista. Passerò...

Io ho riletto una vecchia antologia di Lester Del Rey, "Invasori e invasati". Considerando anche la storia che fu esclusa dall'edizione italiana, tre racconti sono bruttini per non dire altro. Uno però lo consiglio anche ora. "Non avrai altro popolo". Solito sessismo anni '50, personaggi piatti però "colpo di scena" che da bambino mi colpì parecchio e anche ora che sono ultra quarantenne ho riletto con un sorriso Smile


Ultima modifica di Solaris_666 il Gio 01 Ago, 2019 20:39, modificato 1 volta in totale
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 3009
MessaggioInviato: Sab 27 Lug, 2019 16:12    Oggetto:   

Finito di leggere Central Station di Lavie Tidhar, romanzo finalista ai premi Clarke, Campbell, Lcous SF ed al Premio Italia.

Un romanzo interessante ed originale, costituito da un intreccio di storie, ambientate in una Tel Aviv futura dominata da un gigantesca stazione spaziale.

Il romanzo non è facile, non lo definirei certamente per tutti, ma se cercate qualcosa che esuli dai canoni classici, questo può essere un'opzione interessante.

L'umanità proposta da Tidhar è ricca e variopinta; anche se sembra emergere casualmente dagli incontri dei tra i vari protagonisti, c'è un sottofondo di storia che si rivela interessante.
Il difetto maggiore è il fatto che rimane la sensazione di non andare da nessuna parte.
L'assenza di una storia principale ben definita può lasciare un po' delusi, forse un finale che definisca meglio gli eventi narrati e che appaiono collegati, avrebbe aiutato a rendere la conclusione del libro più soddisfacente.
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 3009
MessaggioInviato: Mar 30 Lug, 2019 10:35    Oggetto:   

Finito di leggere anche Stazioni delle maree versione IASFM (pubblicato anche in urania con il titolo Domani il mondo cambierà).
Romanzo con buone idee, interessante nel complesso, ma troppo frammentario, con alcune parti in cui l'autore si perde in narrazioni che ho trovato inutili.
Alla fine un romanzo che avrebbe meritato un maggior lavoro di espansione della storia, creando il giusto collegamento tra i capitoli, che troppo spesso sembrano dei racconti collegati malamente.
Solaris_666
Hortha Hortha
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Ven 02 Ago, 2019 11:44    Oggetto:   



Letto per la prima volta Ma gli androidi sognano pecore elettriche?(1968). Dick, considerando l'importanza, lo conosco poco (ma ho comunque lacune molto più grandi con Le Guin e Banks di cui non ho letto proprio nulla), da adolescente lessi appena Divina Invasione poi un'antologia e La Svastica sul Sole, e pur gradendoli non mi avevano fatto impazzire tanto dal voler leggere altro di suo. In quegli anni stravedevo per Silverberg, Lem, Asimov, Clarke e con Dick non scoccò proprio la stessa scintilla.
I film tratti dalle sue opere però mi piacevano. Conoscendomi se avessi letto MGASPE? a 16 anni non mi sarebbe piaciuto perchè troppo diverso da Blade Runner, che è una delle mie pellicole preferite in assoluto. Ora è stato il momento giusto. Un grande romanzo, piccolo per pagine, che indipendentemente dal film crea autonomamente il suo universo. Molto meno cupo, più ancorato alla religione, a tratti persino divertente. Per una volta, forse è stato un bene che la sceneggiatura sia stata modificata. Il libro dal canto suo, funziona probabilmente meglio così. Da 5 stellette Wink
Lady_Stardust
Trifide Trifide
Messaggi: 217
MessaggioInviato: Ven 02 Ago, 2019 19:44    Oggetto:   

Io sto leggendo The Dispossessed della Le Guin (ossia I Reietti dell'Altro Pianeta, ma lo sto leggendo in lingua).
Sto andando un po' a rilento perché i capitoli sono lunghissimi e ultimamente riesco a leggere solo prima di andare a dormire (cioè i 5 minuti prima di crollare dal sonno), comunque mi sta piacendo. Smile
Mi piace molto soprattutto lo stile di scrittura.
Solaris_666
Hortha Hortha
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Mer 14 Ago, 2019 20:31    Oggetto:   



Letto "Memorie di un'astronauta donna" (1962) di Naomi Mitchison, suo esordio nella letteratura fantascientifica all'età di 65 anni, che all'epoca era considerata un'età meno giovanile rispetto a ora. In precedenza aveva scritto solo, tanti, romanzi storici e un fantasy simil tolkiano. E' un libro che è meno scontato di quanto si possa pensare. Il tema centrali riguarda la comunicazione con razze aliene dalla biologia particolare; tra l'altro la Mitchison era anche sorella di un famoso biologo. Se non sapessi quando è stato scritto, avrei qualche difficoltà a datarlo ma avrei detto fine anni '60 piuttosto che primi, per via di come affronta alcuni aspetti sessuali di questi alieni. D'altra parte però i personaggi sono tutti appena abbozzati, protagonista inclusa. Sembrerebbe che svariati romanzi della Mitchison siano stati scritti di getto e sospetto che questo sia uno di quelli. Comunque secondo me, tenendo conto di quando è uscito, i pregi (originalità degli alieni, molti personaggi femminili importanti - assolutamente non scontato nel 1962) sono superiori ai difetti (mancato approfondimento).
senji
Horus Horus
Messaggi: 2566
Località: toscana
MessaggioInviato: Mar 20 Ago, 2019 15:11    Oggetto:   

Da poco concluso la costellazione del serpente della Cherryh, l'avevo in coda di lettura da una vita. 
Romanzo discreto, scorrevole, pur essendo niente di che... in ultima analisi. Si riconoscono alcuni dei temi cari alla Cherryh e la trama è abbastanza "originale". 
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6405
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 21 Ago, 2019 09:31    Oggetto:   

Ho finito finalmente "Il treno degli Dei" di China Mièville.
Trattasi del libro conclusivo della trilogia del Bas-Lag (New Crobuzon), e forse il migliore dei tre, o almeno sul livello di "Perdido Street Station".
Di certo è il libro di Mièville più sorprendente e immaginifico. L'autore supera se stesso quanto a immaginazione, inventiva e fantasia. Dipinge un mondo terribile e meraviglioso, costruisce in esso una storia plausibile e, nonostante la pendenza politica evidente, accattivante. Si dice che in questo racconto la sua vena più sinistra si affacci prepotentemente e ne sia il suo manifesto politico. Personalmente non l'ho trovato così disturbante, anzi. Se si sorvolano alcuni punti, mi sembra che il suo sia un racconto di libertà ed uguaglianza in larghissima parte condivisibile -- anzi, direi che i toni sono epici, ed è inevitabile supportare l'avventura del "Concilio di Ferro", anzi, dei suoi membri singolarmente nella loro fuga per la libertà. I toni socialisteggianti ci sono, ma non sono il "succo" della storia. Il succo della storia è che la lotta per la libertà è continua, infinita.
Buoni i protagonisti, anche se alcuni un po' troppo mitizzati. 
Insomma, direi che è un libro senz'altro positivo, forse a tratti incespica nel ritmo (ma i temi sono tanti, anche se non proprio così delineati) ma per fortuna mancano i pipponi che affliggevano i due precedenti romanzi (Perdido di sicuro,  ma soprattutto "la città delle navi", un mattone che crolla sotto la propria prosopopea), e dunque si legge assai volentieri. Le invenzioni fantastiche sono superlative, i vari personaggi incantano quanto a capacità personali. Il costruttore di Golem è semplicemente immenso, anche se stenta a farsi notare all'inizio.
Credo sia un libro non proprio facile, ma ben scritto; va letto con mente aperta: siamo nel pieno fantastico, epico, con tratti politici neanche tanto nascosti. Ma piacevole. E Mièville è un maestro dell'inventiva, nessun dubbio in questo.
Direi un 8 su 10.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2566
Località: toscana
MessaggioInviato: Mar 27 Ago, 2019 07:56    Oggetto:   

Mi hai fatto venire voglia di provare a leggerlo. 
Alcuni anni fa provai Perdido ma mi arresi dopo neanche 100 pag., troppo... troppo 
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 6405
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 27 Ago, 2019 09:57    Oggetto:   

E' il marchio di fabbrica. Mièville ha un'inventiva incredibile, è innamorato delle città e dei luoghi, ma tende ad essere estremamente prolisso.
Perdido è un romanzo che parte fortissimo, ma poi si arena un po'. The Scar ("la città delle navi" in Italiano) è invece lento di suo (taluni dicono che occorra almeno rileggerlo, prima o poi troverò il coraggio di farlo) mentre il "The Iron Council" ("Il treno degli dei") replica un po' Perdido, quanto a ritmo. I tre possono tranquillamente essere letti indipendentemente, non c'è nulla, nella storia o nel setup, che ti puoi perdere leggendo il terzo soltanto. Al limite, Perdido è un'introduzione al setup e prepara se non altro l'ambientazione per il lettore, introducendolo ai concetti successivi; The Scar, invece, è più incentrato sui giochi politici e sulla società NewCrobuzonese. The Iron Council raccoglie in qualche modo queste introduzioni e le usa per costruire una storia politico-sociale.
Ma non sono affatto prerequisiti.
Solaris_666
Hortha Hortha
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Dom 01 Set, 2019 12:08    Oggetto:   

Letto Ossa Della Terra (2002) di Michael Swanwick.

Io l'ho trovato deludente. Sapevo a grandi linee di cosa parlava: dinosauri e viaggi nel tempo e mi pareva una buona occasione per testare Swanwick sulla lunga distanza, avendo letto di suo solo una manciata di racconti sparsi su antologie qui e là.
La prima percezione che ho avuto è stata di leggere una storia scritta per cavalcare l'onda dell'interesse generato quegli anni da Jurassic Park. Ho pensato "bisogna pur mangiare, no?" . I personaggi mi sono parsi tutti monodimensionali, c'è scarsissima caratterizzazione, ma quello che mi ha dato fastidio sono state le scene di sesso un po' casuali, una delle quali eccessivamente particolareggiata.
La trama stessa è un po' banalotta e nonostante il tema principale dovesse essere quello dei dinosauri, le parti che ho apprezzato di più sono quelle relative i personaggi che sono dietro i viaggi nel tempo.
A fine romanzo ho pensato che fosse un romanzo minore di Swanwick e sono rimasto un po' sopreso di notare che è invece il suo terzo più popolare su GoodReads dietro a un fantasy e a Domani il mondo cambierà (Stazione delle maree). Per me siamo sulle due stellette e mezzo, più tendenti alle due che alle tre. 
Dubito leggerò altri romanzi di Swanwick.
Antha
Antha
Messaggi: 5434
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2019 15:31    Oggetto:   

senji ha scritto:
Da poco concluso la costellazione del serpente della Cherryh, l'avevo in coda di lettura da una vita. 
Romanzo discreto, scorrevole, pur essendo niente di che... in ultima analisi. Si riconoscono alcuni dei temi cari alla Cherryh e la trama è abbastanza "originale". 


Si riesce a reperirlo? In giro mi pare ci sia poco.
Antha
Antha
Messaggi: 5434
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2019 15:37    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
..... Mièville è un maestro dell'inventiva, nessun dubbio in questo.
Direi un 8 su 10.

Dicevo altrove che sono appena rientrato da un viaggio in California. In una libreria di S. Francisco c'era una grossa sagoma in cartone di Obama con un elenco di libri/autori che consigliava come letture e Mielville era il primo tra questi (se non ricordo male consigliava dei racconti).
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 665, 666, 667  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum