UN LIBRO CHE TI HA DELUSO


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 20, 21, 22
Autore Messaggio
senji
Horus Horus
Messaggi: 2570
Località: toscana
MessaggioInviato: Ven 09 Ago, 2019 10:31    Oggetto:   

Ho dovuto abbandonare anche l'alchimista delle stelle (seguito de la crisi della realtà) perché era divenuto una vera ciofeca: Hamilton ha preso quella deriva religioseggiante già presente nel primo romanzo a tutta velocità condendola con molto splatter, assurdi personaggi (tipo un redivivo Al Capone... Shocked) e una direzione narrativa insulsa ed inconcludente, tralasciando quei filoni della storia aperti nel primo romanzo che invece erano molto interessanti ed affascinanti.
MessaggioInviato: Mar 24 Set, 2019 04:42    Oggetto:   

negli anni '90 i romanzi di SF e fantasy hanno cominciato a diventare dei grassi ciccioni



e allo stesso tempo io ho passato i 30 anni di età ed è diventato più difficile per me immaginare continuamente cose NUOVE, 



di conseguenza, è diventato più facile per me immergermi in pochi romanzoni enormi invece che tanti piccoli Urania di 100-200 pagine... TSK TSK TSK
il_Cimpy_spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 7905
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Mar 24 Set, 2019 06:17    Oggetto:   

senji ha scritto:
Ho dovuto abbandonare anche l'alchimista delle stelle (seguito de la crisi della realtà) perché era divenuto una vera ciofeca: Hamilton ha preso quella deriva religioseggiante già presente nel primo romanzo a tutta velocità condendola con molto splatter, assurdi personaggi (tipo un redivivo Al Capone... Shocked) e una direzione narrativa insulsa ed inconcludente, tralasciando quei filoni della storia aperti nel primo romanzo che invece erano molto interessanti ed affascinanti.


Eh, quando sono brutti, sono brutti...
Doralys
Bibliotecaria di Babele Bibliotecaria di Babele
Messaggi: 4812
Località: Roma
MessaggioInviato: Mar 24 Set, 2019 10:09    Oggetto:   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:
senji ha scritto:
Ho dovuto abbandonare anche l'alchimista delle stelle (seguito de la crisi della realtà)


Eh, quando sono brutti, sono brutti...


io ho letto tutto il malloppo (otto libri e mezzo) di seguito ma ho lasciato a metà il Dio nudo primo volume perché non ce la facevo più, era diventato pesante ma pesante...
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3179
MessaggioInviato: Mar 24 Set, 2019 15:48    Oggetto:   

Neuromante di Gibson lo lessi una ventina d'anni fa in uno stato di coscienza alterato da funghetti e lo trovai divino. Oggettivamente è forse lo scrittore di fantascienza che più di tanti altri molto più celebri e famosi ha predetto la rivoluzione che la rete ha portato nel mondo ed è stato l'ultimo a farlo, a meno che non abbiate letto qualche saggio di Harari. 

Rileggendone la trilogia dopo 20 anni e senza drogarmi comprendo il disagio, chiamiamolo così, di molti. Ha un modo di scrivere unico, difficile anche per chi ha letto capolavori decisamente superiori a questo romanzo e non di fantascienza, ma resta senza dubbio un libro audace.

Chi mi delude attualmente sono gli John Scalzi della situazione: solite banalità. Ho trovato davvero orrendi i libri di James A. Corey, mentre The Expanse è un'ottima serie, il che è strano. Deludente assai anche il Problema dei 3 corpi.
Apprezzo moltissimo VanderMeer e sono curioso di leggere il nuovo romanzo della Atwood e di Jeannette Ng, non appena sarà tradotto in italiano.
Rdaneelolivaw
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1754
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 25 Set, 2019 07:08    Oggetto:   

ma quello della Atwood mi sembra più un'insistenza dell editore che altro. Spero di sbagliarmi, ma un seguito dopo decadi mi pare sospetto.
Un po' come il seguito de "Il buio oltre la siepe"
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3179
MessaggioInviato: Mar 05 Nov, 2019 15:05    Oggetto:   

Per me Stephen King è uno scrittore davvero mediocre.
Raffaele Nucci-2
Ameboide amorfo
Messaggi: 1
MessaggioInviato: Mar 05 Nov, 2019 16:57    Oggetto:   

L'incognita dei Grendel di Larry Niven, Jerry Pournelle e Steven Barnes
trovato qui: https://iltuolibraio.altervista.org/category/fantascienza/
Antha
Antha
Messaggi: 5478
MessaggioInviato: Gio 14 Nov, 2019 22:20    Oggetto:   

"L'ultimo viaggio della Dnepro", di Alessandra Cristallini e Andrea Pomes.
Libro acquistato d'impulso a Stranimondi. Finalista  premio Urania 2017. L'ho trovato esageratamente ripetitivo; trecento pagine delle quali 260 a riproporre la stessa situazione. Poco giova che talvolta la stessa sia vista da diverse prospettive e poco aggiunge alla caratterizzazione di un gruppo di personaggi che faticano a decollare e alla lunga risultano stancanti. Tropo poco phatos per un romanzo che nell'intreccio, più che nello stile, pone il peso della storia.
Un finale affrettato, con  un improbabile colpo di scena che pare pescato dal fondo del barile per compensare un epilogo facilmente prevedibile.
Un'osservazione finale sulla sinossi posta sul retro della copertina. Recita, in sintesi, che durante una sosta muore il capitano della Dnepro e che appena ripartiti anche il nuovo capitano alieno viene ucciso dalla "morte che pare salita a bordo"; quando poi la Dnepro entra nell'orbita di una stazione spaziale senza dare segno di vita, l'equipaggio di un rimorchiatore di soccorso troverà un solo sopravvissuto in cattive condizioni che racconterà la storia.
A parte il fatto che il sopravvissuto racconta poco nulla, una presentazione del genere presuppone scrivere qualche cosa che supporti l'onere dell'anticipare al lettore fatti, quali la morte di un intero equipaggio, che in verità nel libro vengono palesati dai soccortitori solo dopo oltre 250 pagine.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 20, 21, 22

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum