Comprare libri è da ricchi?


Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
ziopippi
Horus Horus
Messaggi: 2951
Località: Salerno
MessaggioInviato: Mar 14 Gen, 2020 14:49    Oggetto: Comprare libri è da ricchi?   

premessa: a maggio compio 50 anni, sono single, sono tornato a vivere dopo alcuni anni a casa dei miei per accudire mio padre malato di Alzheimer e dopo la sua morte (15 mesi fa) sono rimasto per stare con mia madre, non completamente autosufficiente. Ho un contratto a progetto (sono geometra) che mi garantisce un fisso mensile di 800€, lavorando praticamente da casa, che sommati a collaborazioni saltuarie con vari studi professionali mi porta ad una media di 1100, 1200€ circa al mese

in una discussione in un gruppo su facebook si parlava della crisi delle librerie fisiche, un utente ha scritto che comprare libri nuovi è una cosa da ricchi, alchè ho fatto notare che un libro nuovo al mese costa meno di un caffè al giorno, ha risposto incazzato che ha famiglia, moglie, figli fa doppio lavoro ecc.. 

mi ha fatto sentire in colpa

ora vi chiedo: se riesco a comprare un libro nuovo in libreria al mese mi devo definire ricco e benestante? La cultura è diventata di nuovo elitaria?
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 17682
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 14 Gen, 2020 15:44    Oggetto:   

Ricco magari è troppo, e pure benestante,diciamo che il libro ha il suo costo e magari in certe situazioni o momenti della vita diventa una spesa da tagliare.
Però non so da te, qua a Padova ci sono delle biblioteche pubbliche da paura, molto fornite, molto organizzate, puoi fare tutto online (consultazione cataloghi, prenotazioni, etc...) e se uno non ha possibilità economiche ma ha la passione della lettura, ha solo l'imbarazzo della scelta.

Va detto che, per onestà, sul genere SF, che è di nicchia, non c'è tantissimo ma un pochino sì.
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 4544
MessaggioInviato: Mar 14 Gen, 2020 16:04    Oggetto:   

Effettivamente i costi dei libri sono lievitati parecchio, a questo si aggiunge il fatto che c'è stato il tetto agli sconti che si possono applicare.
Di fatto un libro nuovo in rilegata ha prezzi alti, questo non solo da noi ma anche negli states, anche le edizioni economiche non sono più così economiche, anche la stessa urania, per fare un esempio, ha visto salire i prezzi di non poco.
Poi ovviamente devi fare dei paragoni, se tieni conto che con una decina di euro ti fai un abbonamento a netflix, un libro a 20€ è caro, se guardi cosa costa il biglietto al cinema, un libro non è caro per niente.
A questo aggiungi che oggi come oggi con gli ebook si può risparmiare parecchio seguendo le offerte (se poi leggi in inglese ci sono molte più offerte).
Io lo scorso hanno ho preso un centinaio di libri spendendo sui 120/130€.
Questo sopratutto perché gli ultimi due mesi dell'anno sono stati decisamente troppo ricchi di tentazioni a cui non ho saputo resistere Blush 
Alla fine la questione è complessa, dipende molto da come uno spende i soldi.
Io ho la tendenza a non essere consumista ...
Lo so, è colpa di quelli come se l'italia non cresce Wink
Però ribadisco bisogna controllare il budget e le spese che hai.
Se hai casa di proprietà senza mutuo hai già un bel po' di soldi in più al mese; se vivi con in tuoi o in una casa multi-familiare e fai dei contratti unici per telefono, acqua, luce e gas, risparmi già un altro bel po' di soldi a livello di balzelli che caricano sulle bollette.
A questo aggiungi che i figli costano, anche perché crescono in un ambiente dove apparire è molto importante per essere parte della società, quindi ci sono scelte che vengono imposte dall'esterno.
Diciamo che tu, come me, sembri essere un ottimizzatore, riesci a minimizzare le spese e questo ti consente di sembrare benestante nonostante le entrate non certo elevate.
Se solo ti trovassi a non poter vivere con i tuoi e dover pagare qualcuno che li accudisca, probabilmente saresti alla fame.
Quindi mi pare che il sentirsi in colpa sia veramente esagerato Smile
Il problema mi pare il modello sociale che viene spinto, per ragioni economiche, non tanto i costi dei libri/cultura.
Di fatto sei spinto a spendere soldi altrove e la cultura viene vista come un superfluo, che è pure troppo impegnativo.
Albacube
Reloaded
Messaggi: 5027
Località: Un paesello padovano
MessaggioInviato: Mar 14 Gen, 2020 16:56    Oggetto:   

Comprare libri è questione di priorità, certo che se uno fa il doppio lavoro per garantire l'ultimo smatzfon morsicato a moglie/figli, beh, mal che se voe...
Sul fatto che chi compra libri sia solo chi è benestante, mah direi invece che è ricco chi compra/prende a prestito/legge libri (in quanto già il solo atto di leggere qualcosa ci rende migliori).
Poi sull'elitarietà della cultura, la porta è sfondata: se l'importante è apparire, ovvero essere influenzati dai millemila fenomeni da baraccone social, meglio un eremo in montagna e una biblioteca ben fornita.
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 7038
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 09:20    Oggetto:   

Uhm, un attimo. "Roba da ricchi" beh. Rispondere così è, diciamo, un po' da fessi. A meno che l'accento non fosse sul "comprare".


Ordunque, per leggere mica bisogna per forza "comprare". Né comprare per forza le edizioni pregiate. Un po' come dire, "eh, avere la macchina è roba da ricchi" perché pensi al Mercedes. Beh.


Tobanis giustamente fa notare che le biblioteche generalmente sono ben fornite, io sottolineo anche che se ti ingegni puoi leggere quasi gratis per tutto il resto della vita: esistono i mercatini, e se c'è una cosa che nei mercatini non manca mai, sono i libri di seconda mano.


Personalmente io la vedo così: non esistono "i libri", esistono "i libri che si leggono" e "i libri che si possiedono". 



Libri che si leggono: quelli che scorri abitualmente, spesso li acquisti, li leggi, li releghi sul pianale della biblioteca in attesa di essere spostati di tanto in tanto. Tutti quelli che puoi tranquillamente comprare in elettronico, senza perderci il sonno. L'ultimo di Grisham, della Rowlings, di Clive Cussler.


I libri che possiedi: quelli che esistono solo cartacei, quelli che di tanto in tanto devi aprire, spolverare, sfogliare, gustare, quelli che fai vedere a tua figlia quando ha 5 anni per invogliarla a leggere, quelli che se hanno una pieghetta su un foglio diventa un dramma; quelli che ti ha regalato tuo nonno, su cui aveva studiato, sul cui margine sono scritte a penna delle note incomprensibili; quelli di fotografie di quel posto dove sei stato 5 anni fa e che ti ha segnato; quelli storici, quella prima edizione dei "Racconti del mistero e dell'immaginazione" 1931 o dei "Viaggiatori del XIX secolo" del 1872 (mannaggia non li trovo a prezzi decenti); o quelli che semplicemente ami perché li hai comprati quando eri a scuola e il mondo era molto diverso, come una delle 5 edizioni del Piccolo Principe che ho in casa, o i "Racconti fantastici dell'800" che mi aveva terrorizzato con lo "Strano caso del Sig.Valdemar", o i Carmi di Catullo acquistati su una bancarella in Montagna per impressionare una ragazza che poi è diventata la morosa del mio miglior amico, poi ahimé sparita per sempre non so bene perché...



Merda ragazzi, non so se acquistare libri sia da ricchi, ma di sicuro arricchisce. O ti trasforma in un Nerd Totale.


Ultima modifica di HappyCactus il Mer 15 Gen, 2020 09:21, modificato 1 volta in totale
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 7038
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 09:21    Oggetto:   

Perdonatemi, ma l'ultima frase mi è venuta decisamente bene.
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 7038
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 09:23    Oggetto:   

Che poi... scusate, lo snobismo... nel mio caso, se un libro che leggo (in digitale) è bello, vale la pena comprarlo e possederlo. L'ho fatto tante volte, non smetterò di farlo. Sarebbe carino se Amazon desse la possibilità di riscattare l'ebook e ottenere uno sconto sul cartaceo.
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 4544
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 09:40    Oggetto:   

Sempre a puntualizzare Very Happy
Allora puntualizzando ancor di più, possedere libri è da ricchi; perché alla fine ti serve una libreria (e costa), ma soprattutto una casa più grande per farci stare i libri Wink
Più seriamente credo che il discorso sia relativo più che altro a due fattori, il costo delle prime edizioni che è abbastanza elevato ed in generale un certo aumento dei costi.
Poi si torna al discorso più ampio sul fatto che magari non si "percepisce" come costoso uno smartphone top di gamma, ma si percepisce come costoso un libri rilegato.
Ma il discorso diventa di modello sociale.
Rdaneelolivaw
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2182
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 10:17    Oggetto:   

E' da ricchi comperare una prima uscita in copertina rigida forse, ma la seconda edizione tascabile direi di no.
Magari il tipo che si è incazzato è pure un fumatore ...
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 7038
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 11:49    Oggetto:   

Eh, la teoria del valore! Non per tornare alle solite cose, ma il valore è relativo all'utilità personale. Ricordate la parabola del bicchiere d'acqua nel deserto.
Che poi secondo me la questione non è del costo; sono praticamente certo che se i libri al tipo lì li regalassero, non li leggerebbe comunque. Sarebbe più onesto parlare di mancanza di tempo o di abitudine.
Rdaneelolivaw
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2182
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 13:03    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
Eh, la teoria del valore! Non per tornare alle solite cose, ma il valore è relativo all'utilità personale. Ricordate la parabola del bicchiere d'acqua nel deserto.
Che poi secondo me la questione non è del costo; sono praticamente certo che se i libri al tipo lì li regalassero, non li leggerebbe comunque. Sarebbe più onesto parlare di mancanza di tempo o di abitudine.

Vero, ma d'altra parte sei il ministro alle puntualizzazioni. Very Happy
Io non li ascolto più quelli che mi chiedono dove trovo il tempo per andare in bicicletta, e poi passano le giornate davanti alla tele con SKY. Tempo perso a spiegarglielo.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2619
Località: toscana
MessaggioInviato: Mer 15 Gen, 2020 22:00    Oggetto:   

Posso solo dire che l'invenzione dell'ebook è stata una gran bella invenzione... non solo per l'enorme ritrovata disponibilità di titoli ma anche, giustappunto, in termini economici !!
il_Cimpy_spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 10145
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Gio 16 Gen, 2020 00:23    Oggetto:   

https://forum.fantascienza.com/forum/viewtopic.php?p=626872#626872

Incorniciata
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 7038
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 16 Gen, 2020 13:46    Oggetto:   

Grazie, Capo Smile
il_Cimpy_spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 10145
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 19 Gen, 2020 20:13    Oggetto:   

E comunque dipende.

Ci sono libri a grande diffusione, che hanno un costo relativamente modesto, ed esistono testi specialistici dal costo spropositato. E questo senza entrare nel settore dei libri rari o delle edizioni da collezione.

Poi leggere tanto è per persone che, oltre a volerlo, possono permetterselo, ma ci riesce pure una persona non necessariamente benestante, se lo vuole. A patto che rinunci al filetto al pepe verde una sera sì e una no (o alla partita dal vivo tre volte a settimana)
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum