UN LIBRO CHE TI HA DELUSO


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24
Autore Messaggio
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 15579
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Gio 08 Ott, 2020 00:00    Oggetto:   

Sì, ho ragione io. Al 99,99%

"Dottorato". Ah beh, allora...

Tira fuori i badili, Jabba.


Ps
Azz
Mi era sfuggito. Gli ho risposto nel thread dello spammer, e intanto lui era qua(!)
E ho persino detto ad HC in "senza contesto" che non si era accorto del delirante, e invece HC ci stava già discutendo(!!)

E adesso, chi lo dice alla StateBoniSsima Dòralys??

Noi ci prostriamo Noi ci prostriamo
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8155
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 08 Ott, 2020 16:50    Oggetto:   

Cioè sto qui millanta titoli, dicendo ovviamente di non millantarne, viene qui a insegnare agli informatici che si occupano, tra l'altro, di IA, che non capiscono in cazzo di IA.
Poi scappa. Prima che lo si prenda a badilate. Peccato.
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8155
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 08 Ott, 2020 16:52    Oggetto: Re: Lady Tessier-Ashpool   

Nirgal ha scritto:
Vanrin ha scritto:

Secondo: non voglio fare il saccente, ma all'università ho studiato neuroscienze e acquisito un dottorato sullo studio della fisiologia dei processi cognitivi.
Inoltre ho da circa trent'anni l'hobby dell'informatica, perciò so quello che dico.

Ho seri subbi, già questa frase è fortemente indicativa del contrario.


Che peccato è scappato, altrimenti gli avrei chiesto di postare la sua tesi di dottorato.
Altrimenti ci tocca fidarci della sua parola.
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 15579
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Gio 08 Ott, 2020 22:16    Oggetto: Re: Lady Tessier-Ashpool   

[quote="HappyCactus"]
Nirgal ha scritto:

Che peccato è scappato, altrimenti gli avrei chiesto di postare la sua tesi di dottorato.
Altrimenti ci tocca fidarci della sua parola.


Lo dico per esperienza

I millantatori, se non son proprio dei carciofi, di titoli e di "prove" documentali che quei titoli li possiedono davvero te ne sfornano quante ne vuoi.

Questo comunque avrebbe avuto seri problemi a farlo, salvo che potesse fotografare la tesi del suo dottore. Ma secondo me ce la poteva anche fare, in quello.

Son proprio le sparate sue che lo qualificavano.

Ma anche solo approdare in un forum di fantascienza, con un profilo anonimo, postare senza leggere apparentemente altro che un titolo e un intervento in 2 o 3 thread diversi, eppoi tirar fuori i dottorati - che voglio dire, hai dichiarato 50 e passa anni? E ti serve tirar fuori dei titoli? Ma come sei ridotto che nemmeno ti accorgi di quel che succede intorno persino dopo che qualcuno te lo ha detto? Che poi è chiaro che le cose sono più che dubbie. Salvo malattie gravi intervenute pesantemente di recente. Ma per me quello resta uno dei tanti che ci portiamo dietro ogni giorno (e non è detto che molli)

Very Happy

(azz... Devo ripassare l'arte del riassunto)
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8155
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 09 Ott, 2020 07:38    Oggetto: Re: Lady Tessier-Ashpool   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
 Nirgal ha scritto:

Che peccato è scappato, altrimenti gli avrei chiesto di postare la sua tesi di dottorato.
Altrimenti ci tocca fidarci della sua parola.


Lo dico per esperienza

I millantatori, se non son proprio dei carciofi, di titoli e di "prove" documentali che quei titoli li possiedono davvero te ne sfornano quante ne vuoi.


Poi però devono rispondere correttamente alle domande, dimostrando di aver studiato.

Citazione:

Questo comunque avrebbe avuto seri problemi a farlo, salvo che potesse fotografare la tesi del suo dottore. Ma secondo me ce la poteva anche fare, in quello.


Dipende da quanto è bravo a cercare con google.

Citazione:

Ma anche solo approdare in un forum di fantascienza, con un profilo anonimo, postare senza leggere apparentemente altro che un titolo e un intervento in 2 o 3 thread diversi, eppoi tirar fuori i dottorati - che voglio dire, hai dichiarato 50 e passa anni? E ti serve tirar fuori dei titoli? Ma come sei ridotto che nemmeno ti accorgi di quel che succede intorno persino dopo che qualcuno te lo ha detto? Che poi è chiaro che  le cose sono più che dubbie. Salvo malattie gravi intervenute pesantemente di recente. Ma per me quello resta uno dei tanti che ci portiamo dietro ogni giorno (e non è detto che molli)

Very Happy

(azz... Devo ripassare l'arte del riassunto)



Sì, stai diventando prolisso. Non è che ti hanno sostituito con una copia identica e più brutta?
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 7991
MessaggioInviato: Ven 09 Ott, 2020 08:02    Oggetto:   

Che poi non c'era già stato qualche altro di questi nuovi brevi, che se ne era uscito con il dottorato in neuroscienze?
Perché quando l'avevo letto avevo avuto la classica sensazione di dejavu Very Happy
Jabbafar
IMPERATORE IMPERATORE
Messaggi: 20428
MessaggioInviato: Ven 09 Ott, 2020 13:48    Oggetto:   

Nirgal ha scritto:
Che poi non c'era già stato qualche altro di questi nuovi brevi, che se ne era uscito con il dottorato in neuroscienze?
Perché quando l'avevo letto avevo avuto la classica sensazione di dejavu Very Happy

siamo in matrix .... 
certo che tutto depilanto sei molto mmmmmm
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6402
MessaggioInviato: Mer 14 Apr, 2021 10:47    Oggetto:   

Ho appena terminato "Oltre il buio della notte", romanzo di inizi anni 90 scritto a quattro mani da Clarke e Benford; due autori che, come usa dire, sono mostri sacri, sia nel campo della letteratura fantascientifica sia in quello scientifico tout court.
Nella iper-tecnologica città di Diaspar, vive ciò che resta di un'umanità memore e immemore di grandiosi fasti galattici lontani centinaia di migliaia di anni. Un nuovo nato (l'ultimo da millenni, vista la raggiunta immortalità per vecchiaia), spinto da curiosità e desiderio di conoscere, decide di avventurarsi al di fuori delle mura alla ricerca di risposte a domande che neppure lui conosce del tutto. Il suo viaggio determinerà un'epica modifica e probabile rinascita della storia umana.
Il libro è diviso in due parti, abbastanza diverse, che si svolgono a distanza di qualche secolo (largo circa) l'una dall'altra. 
La prima si concentra sulla "fuga/viaggio" di Alvin e su alcuni suoi singolari incontri. E non mi ha particolarmente interessato.
La seconda (dove il predetto compare pur non avendo la parte principale), cambia totalmente registro e si cala in un immaginario cosmico dove il tempo - passato e in parte futuro - si misura in milioni, miliardi di anni, con proiezioni di innumerevoli forme di vita pensanti, basate sovente su elementi differenti dal carbonio e con processi mentali totalmente alieni al genere umano. Il tutto in una sorta di "viaggio alla Bowman" (a un certo punto Giove diventa in effetti la destinazione finale), che si protrae per gran parte della narrazione. Un grandioso quadro galattico, certo, ma i cui eccessi filosofici mi sono sembrati un tantino fini a se stessi.  
Non dico che mi abbia deluso (non avevo alcuna particolare aspettativa), ma piuttosto annoiato si. 
P.S.
Non a caso la memoria mi diceva che il romanzo l'avevo iniziato più volte e sempre abbandonato (non ho dubbi che l'avessi comperato in prossimità dell'uscita).
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6402
MessaggioInviato: Mar 11 Mag, 2021 09:20    Oggetto:   

Letto "ANNA" di Nicolò Ammaniti.  
Post apocalittico: un virus partito dal Belgio ha ucciso la popolazione adulta e Anna, tredicenne siciliana scampata, tra un ricordo di vita passata e ordinarie situazioni di sopravvivenza presente, si mette in viaggio col fratellino e un cane per raggiungere il "Continente" nella speranza che li i "Grandi" ci siano ancora.
Poche aspettativa e quindi anche nel frangente poca delusione.
Ma per me noioso, noioso, noioso.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2720
Località: toscana
MessaggioInviato: Mar 11 Mag, 2021 13:50    Oggetto:   

Citazione:
Post apocalittico: un virus partito dal Belgio ha ucciso la popolazione adulta e Anna, tredicenne siciliana scampata, tra un ricordo di vita passata e ordinarie situazioni di sopravvivenza presente, si mette in viaggio col fratellino e un cane per raggiungere il "Continente" nella speranza che li i "Grandi" ci siano ancora. 

se questa era la sinossi descrittiva del romanzo... complimenti per il coraggio di "iniziare" a leggerlo, io manco ci avrei provato....
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 15579
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Mar 11 Mag, 2021 14:04    Oggetto:   

Cioè, in pandemia, poi...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum