cosa state leggendo ? perchè? cosa avete comprato ? perchè?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 683, 684, 685 ... 688, 689, 690  Successivo
Autore Messaggio
Fedemone
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1952
MessaggioInviato: Mar 18 Mag, 2021 11:40    Oggetto:   

Invece io purtroppo devo confermare la tendenza a leggere meno da quando sono a casa a lavorare. Molte altre "distrazioni"  o impegni diversi, mentre prima i viaggi in treno erano tappa obbligata, da riempire con la lettura...
Sto leggendo molto a rilento 3 libri assieme:
- un best of horror  stories, del 1989 - in lingua. Storie brevi, edito Karl Edward Wagner. Non malaccio,  il genere era ben vivo in UK all'epoca, anche se nulla di memorabile
- i racconti fantastici del premio Montepulciano, sempre 1989 - edito da Perseo libri (ora Elara). https://www.fantascienza.com/catalogo/volumi/NILF105324/i-racconti-fantastici-di-montepulciano/
E qui, nonstante i nomi della giuria, le grandi lodi tessute per gli artisti coinvolti, giovani ed esordienti, o navigati e noti, ho trovato che la media sia ben poca roba.Anzi ir acconti polizieschi in realtòà sono spesso brillanti, ma la sezione fantastica a mio avviso non brilla per inventiva, o costruzioni complesse, tutt'altro. Rimane spesso vincolata all'idea ottocentesca di narrazione (pseudo) psicologica, lasciando sullo sfondo (quando c'è) quello che dovrebbe essere (personalmente) il nucleo della narrazione: lo stupore dell'immaginazione. Eh già, inItalia, se non si è alta letteratura, non si è nulla.
- l'esperimento Dosadi, di Frank Herbert. Scritto in maniera molto involuta, nella costruzione delle frasi sembra che sfugga la connessione tra soggetto e complemtento, non ché l'identificaizone esatta degli stessi... con un sacco di termini e situazioni e personaggi citati a ripetizione ma mai introdotti, rendendo abbastanza difficoltosa la lettura. Non che sia un brutto, anzi probabilmente potrei dire che è uno stile di scrittura molto raffinato, mi ha ricordato Virginia Woolf per certi versi, che non è aulico bensì sintatticamente denso.

Ebbene sì, lo ripeto sono molto molto indietro con letture....
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6318
MessaggioInviato: Mar 18 Mag, 2021 15:03    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
Invece io purtroppo devo confermare la tendenza a leggere meno da quando sono a casa a lavorare. Molte altre "distrazioni"  o impegni diversi, mentre prima i viaggi in treno erano tappa obbligata, da riempire con la lettura...
... la sezione fantastica a mio avviso non brilla per inventiva, o costruzioni complesse, tutt'altro. Rimane spesso vincolata all'idea ottocentesca di narrazione (pseudo) psicologica, lasciando sullo sfondo (quando c'è) quello che dovrebbe essere (personalmente) il nucleo della narrazione: lo stupore dell'immaginazione. Eh già, in Italia, se non si è alta letteratura, non si è nulla.
-.

Purtroppo mi ritrovo nel primo punto
Purtroppo condivido il secondo.
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6318
MessaggioInviato: Mer 19 Mag, 2021 11:40    Oggetto:   

In una delle ultime pagine (683) il nostro RDaneeloliwaw dice "Sto leggendo Le maree di Kithrup" ....   ho allora riesumato un vecchio 3d SU BRIN
Riporto anche qui la spiegazione e le proposte.
Cercavo nello storico per vedere se c'era già qualche 3d dedicato a Stanislaw Lem 
Partendo dalla pagina più vecchi a risalire, ho constatato come  numerosi argomenti (inteso sia come autori che come libri/cicli)  vengano periodicamente riproposti con dei singoli 3D. E molti di questi si esauriscono in pochi messaggi. Penso che la cosa sia nota a tutti.
Siamo quindi pieni di Asimov e/o Fondazioni, di Simmons e/o Hiperion; di Turteldove e/o suoi cicli, così dicasi di Vance, di Dick e vari Scalzi, Bear, Melville e via discorrendo.
Personalmente la cosa un po' spiace perché penso che a andare si perdano molti commenti interessanti. E so per certo di averne letti.
Noi abbiamo questo bel 3D generalista su quello che stiamo leggendo;  non di rado capita che citiamo quindi libri o, soprattutto, autori già discusso in passato (e siamo alla 684esima pagina: ritrovare qualche discussione è un'impresa) ...  
Propongo quindi:
1) per gli autori più titolati, di provare a condensare le discussioni/opinioni sui libri in un 3D dedicato riprendendone uno dei vecchi più significativi.
2) di mantenere il 3D generalista per libri/autori meno noti o più occasionali
 3) Possiamo fare un sondaggio per concordare su quali autori  mettere in evidenza un 3D dedicato. A tal proposito mi offro volontario per fare la ricerca mirata a riesumarne uno e portarlo alla ribalta (e aggiornarlo si dovesse rischiare di cadere nuovamente nell'oblio)
4) al caso possiamo valutare se gradiamo fare lo stesso per qualche ciclo particolare (es. avere un 3D Asimov generale e un 3D Fondazioni)
Ciao. 
AL PANFILO^ 
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3221
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 19 Mag, 2021 14:00    Oggetto:   

Sarebbe carino poter aprire delle sezioni col nome di uno scrittore e relative sottocartelle, ma la vedo complicata.
Direi che potremmo orientarci su topic in "sticky" per autore.
Come la vedi?

P.S. per il sondaggio facciamo in fretta, saremo a dir tanto in dieci Very Happy
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6318
MessaggioInviato: Gio 20 Mag, 2021 11:48    Oggetto:   

Rdaneelolivaw ha scritto:
Sarebbe carino poter aprire delle sezioni col nome di uno scrittore e relative sottocartelle, ma la vedo complicata.
Direi che potremmo orientarci su topic in "sticky" per autore.
Come la vedi?

P.S. per il sondaggio facciamo in fretta, saremo a dir tanto in dieci Very Happy


Ciao ti ho risposto aprendo un 3d apposito
Fedemone
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1952
MessaggioInviato: Ven 28 Mag, 2021 15:43    Oggetto:   

Quasi finito l'Esperimento Dosadi di herbert. La seconda parte si legge moolto meglio, anche se rimane abbastanza ostico districarsi tra le varie idee e nomi. Incredibile che materiale per una serie di romanzi interi sia condensata (anche troppo a volte, certi personaggi sono notevolmente sacrificati nel loro sviluppo) in meno di 250 pagine.
Altri tempi...
Comunque! Fantascienza sociale di primissimo livello, che cerca di infilare come aforismi, studi, legislazione, regole e stili di vita alcuni de punti di vista sulle società e il potere che enrano in pieno dibattito anni fa. Mi ha ricordato quindi John Brunner, e quindi un epigono "minore" come Sterling.
Ci sarebbe da riflettere parecchio in effetti
Rdaneelolivaw
James T.Kirk James T.Kirk
Messaggi: 3221
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 02 Giu, 2021 09:02    Oggetto:   

Tornando a ""Le maree di Kithrup" sono quasi stufo di sti delfini, fortunatamente è quasi finito.
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 7655
MessaggioInviato: Mer 02 Giu, 2021 09:13    Oggetto:   

Io sto leggendo Ritorno alla Terra di Octavia Buttler (quasi finito) e ieri ho iniziato La scelta degli dei di Simak, entrambi disponibili in originale su Amazon PrimeReading.
Il mese scorso hanno messo un po' di titoli SF classica interessanti, dopo questi passerò a Oltre l'invisibile (Simak) e Ponte mentale (Haldeman).
Ritorno alla terra (secondo volume del Ciclo della Xenogenesi) è strano, decisamente alieno ed originale, trovo la Buttler sia una autrice non facile ma che vale la pena leggere.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2716
Località: toscana
MessaggioInviato: Mer 02 Giu, 2021 20:06    Oggetto:   

le maree di kithrup lo lessi tantissimi anni fa, lo ricordo vagamente, ma certo è che anche a me non piacque molto... i delfini modificati geneticamente... due palle...
anche di Octavia Butler mi ricordo che comincia ultima genesi ... si parla di oltre 25 anni fa... ma tanto era noioso che mollai dopo poche decine di pag. ...
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 14672
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 07:52    Oggetto:   

E niente, sono stato costretto a portare la prole in libreria. Mentre la medesima saccheggiava sia gli scaffali che il mio conto corrente, mi è caduto l'occhio su un'edizione oscar mondatori della Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams.

Da qualche parte in solaio devo avere l'edizione Urania - forse, se la mia dolce metà non ha bruciato ogni cosa appena sposati - però l'ho preso lo stesso, per metterlo in bella vista in libreria e far credere a tutti che leggo ancora. Poi non potevo uscire a mani vuote mentre la prole portava via quintalate di carta...

Va bene, facendo finta che ci sia chi non l'ha letto, ne faccio una sintesi estrema:

Dovunque vogliate andare, non scordate l'asciugamano: è l'unica cosa che vi serve davvero.

Ecco.
Albacube
Reloaded Reloaded
Messaggi: 5712
Località: Un paesello padovano
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 11:14    Oggetto:   

Cimpy, da te non ci sono quelle utilissime associazioni no profit del terzo settore che fanno riuso e riciclo?
Di solito nei loro mercatini hanno la sezione libri, dove trovi di tutto, anche cose improbabili, a prezzi un tot al chilo.
Paolo7
Work in progress Work in progress
Messaggi: 8115
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 13:04    Oggetto:   

Che ha preso la prole? Sono curioso.
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 14672
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 14:28    Oggetto:   

Albacube ha scritto:
Cimpy, da te non ci sono quelle utilissime associazioni no profit del terzo settore che fanno riuso e riciclo?
Di solito nei loro mercatini hanno la sezione libri, dove trovi di tutto, anche cose improbabili, a prezzi un tot al chilo.


La cosa era partita dalla prole che aveva visto una pubblicità ingannevole:

8 euro e metti in una busta (capiente) tutti i libri che vuoi.

Andiamo e, fuori dalla porta c'è un cartello:
"mi spiace, ma se sei qui, c'è una coda di 1 ora da fare" (in piedi, sotto un sole bollente).
La proprietaria spiega:
"per i libri, c'è coda. Se invece volete vedere il mercatino tutto intorno ai libri, entrare subito. Oppure vi posso dare un pass preferenziale per i libri che, dal lunedì al venerdì, vi fa entrare senza fare coda"

Butto l'occhio e vedo che dentro non ci sono più di 3 persone.

Dico alla prole: "e se andassimo in una feltrinelli?"

Mica perché volessi davvero, ma per togliere alla signora il suo business truffaldino.

Che poi, che libri pensavi di trovare dentro? Quella vendeva chincaglieria, non libri- al limite, gli scarti tipici, dagli Harmony ai libri di cucina.


Cosa ha preso la prole? Un terzo erano libri "per la scuola", il resto per approfondire quegli argomenti o autori consigliati dalla scuola. I prof se ne pentiranno al primo tema sull'argomento...
Paolo7
Work in progress Work in progress
Messaggi: 8115
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 17:02    Oggetto:   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:

Cosa ha preso la prole? Un terzo erano libri "per la scuola", il resto per approfondire quegli argomenti o autori consigliati dalla scuola. I prof se ne pentiranno al primo tema sull'argomento...


Consólati, non sono ancora nella fase in cui sceglieranno quello che gli pare in barba alla scuola e ai prof... Very Happy
Solaris_666
Trifide Trifide
Messaggi: 224
Località: Roma
MessaggioInviato: Dom 06 Giu, 2021 18:14    Oggetto:   



Io letto per la prima volta La Strada Delle Stelle (1974) del duo Niven/Pournelle
Questo è uno dei più famosi libri di fantascienza con tema "primo contatto". Se girate i forum anglosassoni dove raccomandano titoli con tale argomento, penso sia nella top 5 dei più consigliati. Io lo avevo un po' evitato visto la non esaltante esperienza con Ringworld di Niven ampiamente dibattuta pure qui sul forum... neanche "la Strada Delle Stelle" mi ha fatto impazzire, è stata una lettura decente ma che sta soffrendo il passare del tempo più di altri contemporanei. La trama verte appunto su un primo contatto e sulle decisioni che devono essere prese per il bene comune delle due specie. Il problema è che non mi piace come scrive Niven, qui in coppia con Pournelle e come caratterizza i personaggi, davvero stereotipati. Non siamo al livello di Ringworld dove si era sui massimi (negativi...) livelli ma non è che ci discostiamo troppo. Un solo personaggio femminile, anch'esso banale e poi ampio cast tutto maschile. Gli alieni sono interessanti, soprattutto nella parte finale, ma nei comportamenti e nelle logiche sono fin troppo "umani". In definitiva, per me è un romanzo sopravvalutato e che immagino avrei gradito di più se lo avessi letto da adolescente. Il titolo originale in italiano sarebbe La pagliuzza nell'occhio di Dio, gli alieni in italiano sono chiamati Moties che significa appunto "pagliuzze". Scritto nel 1974, ha due seguiti, uno scritto sempre dalla coppia Niven-Pournelle nel 1993 dal titolo "nell'occhio del Gigante" ed un altro scritto dalla figlia di Pournelle nel 2010, di cui si parla maluccio, e non tradotto in italiano. Non credo leggerò il seguito ma mai direi mai...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 683, 684, 685 ... 688, 689, 690  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum