Abbiamo la prima intelligenza artificiale autocosciente?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Autore Messaggio
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 10:02    Oggetto:   

mikronimo ha scritto:

Noi chi? Pensa per te... io sono pedante, puntiglioso, permaloso, pesante, palloso, precisino e... con la "p" non me ne vengono altre...



Particolareggiante?
mikronimo
Kal-El - Kriptoniano
Messaggi: 2657
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 14:12    Oggetto:   

Me la metti in una frase per farmi capire meglio come la intendi? A me non viene un esempio per il verbo particolareggiare...
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 17:09    Oggetto:   

Ah, deve avere anche senso? Vabbè, proviamo:

"Sono un individuo particolareggiante: in una discussione, ti descrivo prima serratura, maniglia, fattura del legno, colore dell'impregno e nervature varie, poi ti dico dov'era la casa..."


Oh, ma scherzavo, via.
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6718
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 17:35    Oggetto:   

Possibile che un'I.A. possa divenire autocosciente, non so se potrà mai divenire senziente. O forse no. Magari riprogrammando il linguaggio, non già su parametri umani, un'I.A. potrebbe acquisire qualsiasi prerogativa calzasse col significato che un nuovo linguaggio andasse a definire.
Ma di nuovo da capo: Chi dovrebbe riprogrammare il linguaggio e stabilire quali sono i parametri di autocoscienza, senzienza o via discorrendo?
Magari un'IA potrebbe essere invitata ad autodefinire. Il punto d'inizio di una glottologia tecno-aliena. 
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 19:52    Oggetto:   

Antha ha scritto:
Possibile che un'I.A. possa divenire autocosciente, non so se potrà mai divenire senziente.  


Tu mi metti in difficoltà.

Per me la senzienza (essere cosciente dell'esperienza) è alla base della coscienza, che può avere diversi stati. L'autocoscienza, poi, è un sottinsieme della coscienza.

Si vede però che tu dai a questi termini un significato diverso.


Ultima modifica di il_Cimpy_Spinoso il Dom 19 Giu, 2022 22:54, modificato 1 volta in totale
Fedemone
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2187
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 22:47    Oggetto:   

Antha ha scritto:
Possibile che un'I.A. possa divenire autocosciente, non so se potrà mai divenire senziente. O forse no. Magari riprogrammando il linguaggio, non già su parametri umani, un'I.A. potrebbe acquisire qualsiasi prerogativa calzasse col significato che un nuovo linguaggio andasse a definire.
Ma di nuovo da capo: Chi dovrebbe riprogrammare il linguaggio e stabilire quali sono i parametri di autocoscienza, senzienza o via discorrendo?
Magari un'IA potrebbe essere invitata ad autodefinire. Il punto d'inizio di una glottologia tecno-aliena. 

https://www.google.com/amp/s/tech.fanpage.it/i-robot-iniziano-a-parlare-in-una-lingua-sconosciuta-la-vera-storia-dell-esperimento-facebook/amp/
Ma di nuovo, definire la coscienza è un trabocchetto che ha ingannato venti secoli di filosofia. E come tutte le definizioni, se è precisa tende ad essere troppo esclusiva, se se vaga diventa inutile.
E soprattutto, niente è veramente praticabile
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Dom 19 Giu, 2022 23:11    Oggetto:   

Una lingua nuova o una esistente azzoppata?

Comunque la cosa colpisce.
Antha
Antha Antha
Messaggi: 6718
MessaggioInviato: Lun 20 Giu, 2022 15:56    Oggetto:   

Riflettevo in questi termini.
I.A. arriva a dire: "Esisto. Ne sono consapevole. Esisto perché mi hanno creato" (chi non importa) e ancora oltre "elaboro, penso, rifletto". Lo intendo come un fattore di autocoscienza, di presa consapevolezza di se stessi, di una propria soggettiva esistenza. 
? Ma può I.A. arrivare a dire "ho una sensibilità "? O meglio, fino a che punto potrebbe auto-attribuirsi un concetto di sensibilità (emotiva, più ancora che tattile) se il significato di questo concetto fosse mutuato dal significato del termine in termini umani? 
Fedemone ha postato qualche cosa a fagiolo. Se non ho capito male non esisterebbe ancora un autonomo linguaggio macchina, dotato di tutti i contenuti e le implicazioni storico/filosofico/etico/morali e via discorrendo, come nel linguaggio umano.
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Lun 20 Giu, 2022 16:51    Oggetto:   

Se però chiedi a quell'AI se ha paura del buio, capace che ti risponde di sì. E se gli chiedi perché, magari ti dice che è perché sembra di essere morti - e magari fa pure freddo.

Peccato che sia solo un'eco.
Fedemone
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2187
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 12:44    Oggetto:   

il_Cimpy_Spinoso ha scritto:


Peccato che sia solo un'eco.

Tutti bravi a criticare gli echi altrui. La tua paura non è un eco? Riesci a dimostrare il.contrario?
mikronimo
Kal-El - Kriptoniano
Messaggi: 2657
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 13:39    Oggetto:   

Ma non giace in questo genere di paradossi/misteri il test di Turing, cioè capire, senza sapere esattamente chi si ha difronte, se è umano oppure no, cosa che è diventata difficile a prescindere, visto che le attuali ia potrebbero essere in grado di ingannarci?
mikronimo
Kal-El - Kriptoniano
Messaggi: 2657
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 13:41    Oggetto:   

A volte ho dubbi anche avendo davanti un corpo umano che sia intelligente come una persona... ma forse mi aspetto troppo in generale...
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 15:23    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:

Tutti bravi a criticare gli echi altrui. La tua paura non è un eco? Riesci a dimostrare il.contrario?


Certo. Tutte le volte che si concretizza, ad esempio appena picchio col mignolino in un comodino. O quando mia moglie inizia con: "Chi ha messo le mani nel cassetto delle magliette?", guardando dritto nei miei occhi...
Fedemone
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2187
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 16:46    Oggetto:   

il_Cimpy_Spinoso ha scritto:
Fedemone ha scritto:

Tutti bravi a criticare gli echi altrui. La tua paura non è un eco? Riesci a dimostrare il.contrario?


Certo. Tutte le volte che si concretizza, ad esempio appena picchio col mignolino in un comodino. O quando mia moglie inizia con: "Chi ha messo le mani nel cassetto delle magliette?", guardando dritto nei miei occhi...

Ma quello è un puro riflesso condizionato dalle esperienze passate, un eco di ritagli di ricordi, che ti hanno programmato e basta.
Tu dici che un allarme HW che ha priorità su tutti i processi linguistici (ergo cognitivi) fino ad interromperli tutti, sia diverso dal dolore?
Interessante affermazione. Sì può dimostrare?
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 18463
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Mar 21 Giu, 2022 17:58    Oggetto:   

Sono circondato da gente furbissima: che sia l'AI a provarmi che è uguale. Te invece, ricorda di parlare al tuo telefono, oltreché al basilico, che sennò si sentono soli...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum