racconti fantascienza


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Autore Messaggio
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 19001
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Ven 08 Lug, 2022 14:17    Oggetto:   

Cioè, che le cose non stiano come il protagonista pensasse, ci sta. Il suicidio di massa (credendo tutt'altro) anche. Ma legano strano, mi era parso.


Ultima modifica di il_Cimpy_Spinoso il Sab 09 Lug, 2022 14:53, modificato 1 volta in totale
Fantawriter
Dalek Dalek
Messaggi: 473
MessaggioInviato: Sab 09 Lug, 2022 09:27    Oggetto:   

Fedemone ti voglio rispondere, perché mi hai donato il tuo tempo leggendo il racconto e hai scritto una sana critica negativa.
Questo racconto ha avuto una storia travagliata. Scritto in pochi giorni per una rivista, che non ha accettato quello precedente perché già pubblicato, è stato rifiutato per la pubblicazione di settembre.
Visto che la motivazione del rifiuto è stata banale, capisci quanto sia importante per me la tua critica e quella degli altri.


Eppure, credo che la storia tout court abbia la forza di raccontare quello che desideravo: non l’uomo nel futuro, ma un uomo proiettato nel futuro del futuro. Ho piazzato i personaggi in uno scenario dove già si è tentato di salvare la Terra dall’inquinamento, dalla sovrappopolazione, dalla crisi alimentare ed economica. Tutto è fallito e l’azienda agricola lunare è solo un’altra pezza, un altro rimedio di un’umanità che da molto ha passato il punto del non ritorno. Ti ricorda qualcosa?
Purtroppo i personaggi una volta delineati hanno una vita propria. Quando Petrov vede il bicchiere mezzo pieno, anch’io lo vedo mezzo vuoto. Tuttavia la sua trasformazione nel corso degli avvenimenti è interessante.


Non si possono centrare tutti i racconti, per fortuna ho degli amici che mi aiutano a crescere.
il_Cimpy_Spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 19001
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Sab 09 Lug, 2022 17:04    Oggetto:   

Citazione:
un altro rimedio di un’umanità che da molto ha passato il punto del non ritorno. Ti ricorda qualcosa?


A me sì, come pure i comportamenti deliranti delle masse, il sorgere di nuove religioni e sentimenti polarizzati. È per questo che, alla fine, mi era piaciuto, nonostante inizialmente mi avesse lasciato perplesso.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a I racconti del Ten Forward Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum