Watchmen: quis custodiet ipsos creatores?


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 14:17    Oggetto: Watchmen: quis custodiet ipsos creatores?   

Watchmen: quis custodiet ipsos creatores?

Leggi l'articolo.
ebenezer
Ospite

MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 14:17    Oggetto: one less   

non ne sentiremo la mancanza, 'sto moore è un altro fumettaro specializzato in p.i.p.p.e. mentali cosmiche.
"lucido affondo al sogno americano"?
ma quante s.t.r.o.n.z.at.e.!
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 14:23    Oggetto: Re: one less   

ebenezer ha scritto:

"lucido affondo al sogno americano"?
ma quante s.t.r.o.n.z.at.e.!


Devo correggerti: "affondo lucido e spietato all'inconsistenza del sogno americano". È leggermente d.i.v.e.r.s.o.!

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
cateye10
Qwisatz Aderach Qwisatz Aderach
Messaggi: 14825
Località: Floating in hyperspacial sound
MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 14:26    Oggetto: Re: one less   

ebenezer ha scritto:
non ne sentiremo la mancanza, 'sto moore è un altro fumettaro specializzato in p.i.p.p.e. mentali cosmiche.
"lucido affondo al sogno americano"?
ma quante s.t.r.o.n.z.at.e.!


Beh...magari prova a leggerli anche i fumetti oltre che a guardare le figure...Poi naturalmente tutti i gusti son gusti, ma mi sembra che il Moore di Watchman sia tutt'altro che un onanista mentale!

Ciauzzzz Wink
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
"Uomo che litiga con vacca sul muro e' come treno senza rotaglie: non va da nessuna parte"
Non provare mai a spiegare il computer a un profano. E' più facile spiegare il sesso a una vergine.
Ommadawn
Vorlon Vorlon
Messaggi: 947
Località: Subaffitto in periferia di Mordor
MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 14:53    Oggetto:   

Cosa fa di preciso un fumettaro? Boh!

Credo comunque che sia inutile tentare di ragionare con il signor ebeneezer perche' non si fara' piu' vedere qui.
Altrimenti saprebbe che non serve censurare le parole: pippe viene bene anche senza p.u.n.t.i.n.i Rolling Eyes
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6189
MessaggioInviato: Gio 09 Giu, 2005 15:43    Oggetto: Re: one less   

ebenezer ha scritto:
non ne sentiremo la mancanza, 'sto moore è un altro fumettaro specializzato in p.i.p.p.e. mentali cosmiche.
"lucido affondo al sogno americano"?
ma quante s.t.r.o.n.z.at.e.!


.





jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 10 Giu, 2005 10:18    Oggetto:   

sono pronto a giocarmi tastiera e schermo che ebenezer non ha mai letto una mazza di moore; vuol solo fare il popolano che non si fa corteggiare da espressioni culturali. No-no


tu però, x, non sarai un po' troppo pessimista nei confronti di "v for vendetta"?
Citazione:
...troppo alto era il rischio per un lavoro di simile spessore di essere ridotto ad un semplice contenitore di azione, svuotato della sua sostanza e della sua profondità nel cogliere lo spirito di una civiltà alla deriva (lo Zeitgeist di sterlinghiana memoria), sorte a cui pare invece destinata V for Vendetta

vabbè che moore ha segato l'intero progetto senza pietà, però dai, "vendetta" come storia è molto più adattabile di "watchmen" al medium cinematografico. c'è ancora speranza. Smile
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Ven 10 Giu, 2005 10:34    Oggetto:   

johnny lexington ha scritto:

vabbè che moore ha segato l'intero progetto senza pietà, però dai, "vendetta" come storia è molto più adattabile di "watchmen" al medium cinematografico. c'è ancora speranza. Smile


La speranza è l'ultima a morire, sempre. Finché non avrò visto il prodotto finale non potrò averne la certezza, ma con tutti i problemi che hanno travagliato la produzione (Moore che ha delle divergenze con i produttori, il protagonista che ha delle divergenze con il regista e lascia il film, i Wachowski che vengono coinvolti per risollevare le sorti del progetto), se il film arriverà nelle sale sarà già un mezzo miracolo.

La storia di Blade Runner non fu meno tormentata, però di capolavori come quelli ne capita uno ogni 10mila film... L'ultimo grande lavoro tribolato, se non sbaglio, è stato Gangs of New York... statisticamente dovremmo attendere ancora un po' per vederne un altro Wink

Ciao,
X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon


Ultima modifica di X il Ven 10 Giu, 2005 10:51, modificato 1 volta in totale
nilius
Cylon Cylon
Messaggi: 264
MessaggioInviato: Ven 10 Giu, 2005 10:42    Oggetto: Re: one less   

ebenezer ha scritto:
non ne sentiremo la mancanza, 'sto moore è un altro fumettaro specializzato in p.i.p.p.e. mentali cosmiche.
"lucido affondo al sogno americano"?
ma quante s.t.r.o.n.z.at.e.!


e neanche noi sentiremo la TUA, di mancanza, m.a.l.e.d.u.c.a.t.o.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 10 Giu, 2005 11:09    Oggetto:   

X ha scritto:
La storia di Blade Runner non fu meno tormentata, però di capolavori come quelli ne capita uno ogni 10mila film... L'ultimo grande lavoro tribolato, se non sbaglio, è stato Gangs of New York...

come anche tutti i lavori di terry gilliam, che è un vero e proprio parafulmine della sfiga. Cool

continuare a sperare però non costa, quindi speriamo insieme, x.
StarPig
Cylon Cylon
Messaggi: 289
Località: Le terre di Coconino
MessaggioInviato: Ven 10 Giu, 2005 13:51    Oggetto:   

Il "fumettaro" dalle mie parti è quello che recupera fumetti usati e li rivende Razz

Volendo fare una battutaccia.... ma non la faccio, Moore è molto di più, hai sbagliato categoria oltre che tono Very Happy

p&l
zio Gil
Hoka
Messaggi: 37
Località: Milano
MessaggioInviato: Lun 13 Giu, 2005 09:56    Oggetto:   

In ogni caso, non condivido il "forse è meglio così" che emerge dall'articolo. Cool E' vero, è opinione abbastanza condivisa che il From Hell con Johnny Depp sia un film piacevole ma che poco ha a che fare col capolavoro originario; e che League of Extraordinary Gentlemen in versione cinematografica sia una mostruosità. Ma a cavarne l'assunto che sia meglio non portare Moore al cinema, ce ne corre Wink
Non mi fido tanto dei Wachowski per V, onestamente. Ma di Greengrass per Watchmen mi fidavo. Ha rilasciato a CHUD una lunga intervista che lasciava ben sperare.
La trovate qui (è divisa in tre parti):
http://chud.com/interviews/1914
http://chud.com/interviews/1985
http://chud.com/interviews/2017

ciau!
zG
"Non è vero che sono tutti un po' strani. IO sono strana. Voialtri avrete al massimo una misera paranoia ciascuno."
[Gaea Muir]
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Lun 13 Giu, 2005 10:05    Oggetto:   

zio Gil ha scritto:

Non mi fido tanto dei Wachowski per V, onestamente. Ma di Greengrass per Watchmen mi fidavo. Ha rilasciato a CHUD una lunga intervista che lasciava ben sperare.


Infatti la fonte dei dubbi non era il regista, ma lo sceneggiatore. Ridurre 400 pagine di fumetto (o di libro) alle 2 ore canoniche del cinema non è mai impresa facile. Quando poi hai una dozzina di personaggi da sviluppare diventa quasi impossibile... La cosa può funzionare per gli X-Men, visto che la loro è una saga ed è facile scegliere qualche episodio su cui focalizzarsi, trovando il giusto equilibrio tra la parte di presentazione dei protagonisti e lo sviluppo della trama e riservandosi di fare il resto nei futuri sequel. Ma se hai un'opera compiuta di una certa lunghezza e vuoi condensarla in un unico film... allora è un'altra storia.

Ciao,
X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
zio Gil
Hoka
Messaggi: 37
Località: Milano
MessaggioInviato: Lun 13 Giu, 2005 10:32    Oggetto:   

Mi fidavo di Greengrass anche perché mi pareva che a lui la sceneggiatura andasse a genio Wink oltretutto girava una sceneggiatura precedente, che trasformava il tutto nella classica storia di supereroi contro il cattivaccio; ed è stata cassata.
Va da sé che il fumetto originale non sarà mai trasponibile paro paro in due ore di film. Ma confidavo in una riduzione efficace. Ovverossia, un'opera filmica che nella sua autonomia non tradisse lo spirito della graphic novel, avesse un capo e una coda e fosse anche bella da vedere. Sembrava che le intenzioni ci fossero.

zG
"Non è vero che sono tutti un po' strani. IO sono strana. Voialtri avrete al massimo una misera paranoia ciascuno."
[Gaea Muir]
Ommadawn
Vorlon Vorlon
Messaggi: 947
Località: Subaffitto in periferia di Mordor
MessaggioInviato: Mar 14 Giu, 2005 13:41    Oggetto:   

X ha scritto:
Infatti la fonte dei dubbi non era il regista, ma lo sceneggiatore. Ridurre 400 pagine di fumetto (o di libro) alle 2 ore canoniche del cinema non è mai impresa facile. Quando poi hai una dozzina di personaggi da sviluppare diventa quasi impossibile...

Ci sono riusciti con Il Signore degli Anelli che di pagine ne ha piu' di 400 per ognuno dei tre film e tutte scritte. Il che dimostra che il fattore piu' importante non e' la complessita' dell'opera da cui e' tratto un film o il numero di persoanggi, ma dalla passione che ne ha lo sceneggiatore.
Se a fare ISDA fosse stato un qualsiasi tonto pagato dalla casa produttrice per adattare meccanicamente un romanzo di cui non gliene fregava niente, il risultato sarebbe sicuramente stato orrido!

Lo stesso vale quindi per Watchmen: dev'essere messo nelle mani di qualcuno che adori ogni pagina e ogni tavola del racconto e che abbia rispetto per i personaggi.
Altrimenti va a finire come con LXG, dove regista e attori litigavano sulle scelte da fare.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum