Orfani della connessione


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mer 23 Lug, 2008 14:59    Oggetto: Orfani della connessione   

Orfani della connessione

In pochi anni, Giovanni De Matteo si è imposto con idee e stile originali, all’attenzione dell’intera comunità dei lettori e degli addetti ai lavori della fantascienza italiana. Nato a Policoro, nel 1981, X - il nickname con cui è conosciuto sulla rete - si è laureato in ingegneria elettronica e dal 2003 è attivo anche come blogger. È tra gli estensori del documento programmatico da cui si è evoluto il Connettivismo, un movimento letterario che unisce le istanze del cyberpunk alla sperimentazione del futurismo.

Nel 2005 ha vinto con il racconto Viaggio ai confini della notte la seconda edizione del Premio Robot, indetto dall'omonima rivista. Del 2006 è il suo esordio editoriale, con la raccolta di racconti di fantascienza e fantastici Revenant - Storie di ritorni e di ritornanti (pubblicato con una prefazione di Vittorio Catani dalla casa editrice Ferrara). Nel 2007 ha curato con Marco Zolin una selezione di racconti a opera dei primi autori che hanno aderito al Connettivismo, confluiti nell'antologia-manifesto Supernova Express, sempre per Ferrara. Ha vinto la XVIII edizione del Premio Urania con il romanzo Post Mortem (pubblicato nel novembre 2007 con il titolo Sezione π²). È tra i curatori della fanzine NeXT e del relativo sito internet (Next-Station.org), sceneggiatore di fumetti per la Cagliostro ePress (per cui crea e scrive Piquadro, ambientato nel medesimo universo narrativo del romanzo, pubblicato a puntate sulla rivista Solaris. Collabora inoltre al portale Fantascienza.com e alla rivista Continuum.
In Orfani della connessione, la nostalgia per un paesaggio bucolico e marino si confonde con la virtualità che è sempre più presente nella vita di tutti noi. Attraverso gli occhi dei due giovani protagonisti non possiamo non cogliere la poesia e la bellezza di una natura che – solo casualmente - è rimasta imbrigliata in qualche migliaio di bit.

Leggi il racconto.
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Mer 23 Lug, 2008 14:59    Oggetto: Re: Orfani della connessione   

Un racconto molto delicato e scritto in maniera gradevole.
Mi è piaciuto parecchio questo continuo gioco di parallelismi tra passato estremo e futuro prossimo, con scampoli di avvenimenti fatti passare sullo sfondo
Nel complesso mi ha ricordato molto Vinge. Un Vinge melanconico e un poco luddista...
Magari, in fondo in fondo Giovanni è un po' luddista come me....
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Gio 24 Lug, 2008 09:14    Oggetto:   

In effetti, anche se Vinge è stato tra i primi a scrivere di augmented reality (ricordo un suo racconto su Spectrum, sarà stato il 2003...), questa volta non penso di averlo preso a modello, almeno non in maniera consapevole e deliberata.

Come dicevo sul mio blog, qui c'entrano soprattutto il Gibson elegiaco dei primi anni '90 e un grande autore semisconosciuto che non ha niente a che vedere con la fantascienza, Breece D'J Pancake.

Oddio, luddista non me l'aveva mai detto nessuno! Twisted Evil (Anche se alcuni aspetti del personaggio storico/leggendario Ned Ludd meriterebbero di essere approfonditi). Non mi piacerebbe vivere in un mondo senza tecnologia. Però mi dispiace un po' per chi si lascia offuscare gli occhi da tutti i bagliori hi-tech di quest'epoca, finendo per perdere contatto con le cose che c'erano già prima di noi...

Grazie Alberto per il tuo commento. Io mi sto tenendo da parte i racconti dello Speciale per le ferie... Wink

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Gio 24 Lug, 2008 10:27    Oggetto:   

X ha scritto:

...
Oddio, luddista non me l'aveva mai detto nessuno! Twisted Evil (Anche se alcuni aspetti del personaggio storico/leggendario Ned Ludd meriterebbero di essere approfonditi). Non mi piacerebbe vivere in un mondo senza tecnologia. Però mi dispiace un po' per chi si lascia offuscare gli occhi da tutti i bagliori hi-tech di quest'epoca, finendo per perdere contatto con le cose che c'erano già prima di noi...
...
X


Le mie lacune su Gibson Rolling Eyes mi spingono ad agganciarmi, come mio solito, su quello che conosco...

Su luddismo e tecnologia, mi sa che siamo più vicini di quanto sembri Laughing

Ciao
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Piscu
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1934
Località: unknown
MessaggioInviato: Gio 21 Ago, 2008 09:07    Oggetto:   

bello il doppio senso di contrasto: il mondo avvolto nel virtuale opposto a quello fuori dall connessione opposto a quello preistorico di trilobiti e ammoniti. sembra che tra il primo e il secondo esista lo stesso balzo che tra il secondo e il terzo. l'atmosfera è ben resa, e in fondo non è nemmeno così "estremizzato": la lontananza dalla connessione è pesante già oggi.
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Ven 29 Ago, 2008 14:04    Oggetto:   

Piscu ha scritto:
bello il doppio senso di contrasto: il mondo avvolto nel virtuale opposto a quello fuori dall connessione opposto a quello preistorico di trilobiti e ammoniti. sembra che tra il primo e il secondo esista lo stesso balzo che tra il secondo e il terzo.


Volevo appunto rendere il senso della rapidità crescente dei mutamenti, di un progresso incontrollato in grado di stravolgere il mondo in tempi molto più brevi di quanto la natura sappia assorbirli.

Citazione:
la lontananza dalla connessione è pesante già oggi.


Una parte consistente della nostra esistenza si svolge ormai in un non-luogo elettronico. Al punto che è sempre più difficile credere che un tempo se ne riuscisse a fare a meno. (In effetti, questo è un punto di contatto importante con il racconto di Otrebla.)

Grazie per il tuo commento, Piscu.
X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sui racconti di Delos Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum