Verso una Civiltà di Tipo I


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 11:35    Oggetto: Verso una Civiltà di Tipo I   

Verso una Civiltà di Tipo I

Il cambiamento in cui possiamo credere... secondo lo scettico cacciatore di frodi Michael Shermer.

Leggi l'articolo.
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1837
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 11:35    Oggetto: Re: Verso una Civiltà di Tipo I   

Ottimo articolo!
"Parlami delle acque del tuo mondo, Usul."
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 16:18    Oggetto:   

Grazie!

(Poi magari ti riferivi a quello di Shermer... Mr. Green )

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 16:30    Oggetto:   

Ottima esposizione, allora Laughing .
Mi vengono in mente queste considerazioni:

-Intanto noto come in genere gli scienziati (o chi si appoggia alla scienza, come molti scrittori di fantascienza) abbiano una visione più chiara del futuro umano di quanto sembrino averla politici ed economisti (che sono quelli che prendono le decisioni e che tendono a prenderle troppo in funzione dell'oggi e poco del domani...). Sperimentare con la sociologia (cioè ipotizzare i modelli futuri) è qualcosa che la fantascienza ha fatto sempre senza averne i meriti riconosciuti.

-Il livello di popolazione attuale tende a consumare e non a produrre risorse. Se è vero che per spostarsi a una civiltà superiore (e interplanetaria) serve una popolazione adeguata e quindi numerosa, rimane fondamentale la spinta a conquistare fonti rinnovabili (e di Uranio ce ne è poco) o inesauribili secondo il nostro punto di vista (il sole per primo).
Ben Bova, che oltre che scrittore è ingegnere, ipotizzava tra altre cose una rete di satelliti in prossimità del sole per catturare meglio energia solare e trasferirla sulla Terra (che è poi una delle caratteristiche del tipo 2).
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1837
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 19:17    Oggetto:   

X ha scritto:
Grazie!

(Poi magari ti riferivi a quello di Shermer... Mr. Green )

X


Ottima esposizione! Bravo!

Potreste fare più spesso questo tipo di articoli. Cioé affiancare alle news sulla Fantascienza degli approfondimenti tecnoscientifici o di interesse politico e/o economico.
"Parlami delle acque del tuo mondo, Usul."
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 23:15    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
Ottima esposizione, allora Laughing .


Allora grazie... Laughing

Citazione:
Intanto noto come in genere gli scienziati (o chi si appoggia alla scienza, come molti scrittori di fantascienza) abbiano una visione più chiara del futuro umano di quanto sembrino averla politici ed economisti (che sono quelli che prendono le decisioni e che tendono a prenderle troppo in funzione dell'oggi e poco del domani...). Sperimentare con la sociologia (cioè ipotizzare i modelli futuri) è qualcosa che la fantascienza ha fatto sempre senza averne i meriti riconosciuti.


L'ideale sarebbe avere uno scrittore di fantascienza laureato in ingegneria come presidente della repubblica. Un attimo: sarà per questo che l'India sta andando dove sta andando? (Vabbe', Kalam non è unos crittore di fantascienza, che io sappia, ma basta gettare un occhio al primo titolo della sua bibliografia per intuire un certo feeling con il futuro...)

Citazione:
Il livello di popolazione attuale tende a consumare e non a produrre risorse. Se è vero che per spostarsi a una civiltà superiore (e interplanetaria) serve una popolazione adeguata e quindi numerosa, rimane fondamentale la spinta a conquistare fonti rinnovabili (e di Uranio ce ne è poco) o inesauribili secondo il nostro punto di vista (il sole per primo).


Il modello di approccio più adeguato al futuro che mi viene in mente è ancora una volta quello indiano. Nell'arco di una generazione è passata dal patire le piaghe del Terzo Mondo a surclassare la Silicon Valley nelle nuove tecnologie e il Vecchio Continente nell'industria pesante. Non dico che abbia risolto tutti i suoi problemi, ma i suoi governanti (e imprenditori) hanno capito che le persone sono risorse da valorizzare oggi (investimenti in studio e ricerca) per produrre valore futuro (ricavi economici, ma non solo).
Una ricetta semplice semplice. In pratica hanno imitato la formula italiana cambiando gli ingredienti: l'eccellenza al posto della mediocrità, gli scienziati (o ingegneri, o letterati, ma spesso la stessa persona concentra in sè le caratteristiche di più figure) al posto dei calciatori e delle vallette.

Citazione:
Ben Bova, che oltre che scrittore è ingegnere, ipotizzava tra altre cose una rete di satelliti in prossimità del sole per catturare meglio energia solare e trasferirla sulla Terra (che è poi una delle caratteristiche del tipo 2).


Questa sfida tecnologica sarà, se tutto va bene, un problema dei nostri avatar futuri... Ci rifletteranno sopra in hindi. E in tutta probabilità lo risolveranno. Cool

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Mar 02 Set, 2008 23:16    Oggetto:   

Rodia ha scritto:
Potreste fare più spesso questo tipo di articoli. Cioé affiancare alle news sulla Fantascienza degli approfondimenti tecnoscientifici o di interesse politico e/o economico.


Ad averci il tempo, si farebbe ancora tanto di più... Confused

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Mer 03 Set, 2008 10:11    Oggetto:   

X ha scritto:

Il modello di approccio più adeguato al futuro che mi viene in mente è ancora una volta quello indiano. Nell'arco di una generazione è passata dal patire le piaghe del Terzo Mondo a surclassare la Silicon Valley nelle nuove tecnologie e il Vecchio Continente nell'industria pesante. Non dico che abbia risolto tutti i suoi problemi, ma i suoi governanti (e imprenditori) hanno capito che le persone sono risorse da valorizzare oggi (investimenti in studio e ricerca) per produrre valore futuro (ricavi economici, ma non solo).
.....


Notazioni interessanti (hai letto River of the Gods di McDonald?). Smile

Mi viene solo da aggiungere di aver visto su Locus le foto di un convegno di fantascienza indiano in cui erano tutti seri e interessati e molto professionali, con molti studenti (uomini e donne Smile ) che dava l'idea di un grande impegno... altro che le feste sbevazzone che fanno negli USA Laughing
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
X
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1897
MessaggioInviato: Mer 03 Set, 2008 10:57    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
Notazioni interessanti (hai letto River of the Gods di McDonald?). Smile


Non ancora, ma mi sono innamorato della Moglie del Djinn... Mr. Green

Citazione:
Mi viene solo da aggiungere di aver visto su Locus le foto di un convegno di fantascienza indiano in cui erano tutti seri e interessati e molto professionali, con molti studenti (uomini e donne Smile ) che dava l'idea di un grande impegno... altro che le feste sbevazzone che fanno negli USA Laughing


Interessante! Sarebbe ora di leggere un po' di SF (o se non altro fantastico) made in Bharat. E ho Vikram Chandra in coda di lettura... Wink

X
Ex tenebris, veritas.

Holonomikon
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum