A capofitto sotto gli oceani


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Lun 07 Set, 2009 10:31    Oggetto: A capofitto sotto gli oceani   

A capofitto sotto gli oceani

Arriva in Italia uno degli ultimi romanzi di Michael DiMercurio, dove va in scena la caccia a un moderno sottomarino francese entrato in possesso dei terroristi, i quali minacciano un attacco nucleare su Parigi.

Leggi l'articolo.
ammiraglio_naismith
Chtorr Chtorr
Messaggi: 307
MessaggioInviato: Lun 07 Set, 2009 10:31    Oggetto: Re: A capofitto sotto gli oceani   

... ahem... ;-P
Naismith
Vogon Vogon
Messaggi: 653
MessaggioInviato: Lun 07 Set, 2009 10:43    Oggetto:   

"Un talento che sfida quello di Tom Clancy" si legge in copertina.

E' una sfida al ribasso, vero?
Ho smesso di leggere Clancy quando i suoi "mattoni" sono diventati sempre più contorti e improbabili. Lo so che l'11 settembre lo ha riportato in luce per quel paragone con il 747 giapponese che si schiantava sulla Casa Bianca il giorno del giuramento del presidente, ma non è che i tanti tecnicismi narrati con dovizia di dettagli bastino a dar respiro a trame esili.

Non meno ridicolo che dei terroristi prendano agevolmente il controllo di un sottomarino nucleare. Oltretutto la guerra sottomarina è sparita seriamente dalla fine della guerra fredda, tant'è che le nazioni occidentali hanno drasticamente tagliato i fondi per gli armamenti antisom. L'unico teatro ancora critico potrebbe essere l'oceano indiano e la zona del pacifico tra Cina e Australia, ma soprattutto come arma quasi costiera.
MessaggioInviato: Sab 24 Lug, 2010 11:24    Oggetto: Re: A capofitto sotto gli oceani   

Sono appassionato di sottomarini e navi da guerra in generale. Ho letto finora tutti i libri pubblicati da Di Mercurio e, pur considerandoli forse un po' troppo analitici ed eccessivamente tecnici, li ho ugualmente graditi ed apprezzati per la signorilità del racconto ed il realismo delle operazioni di fanta-guerra descritte. Sto leggendo ora "A Capofitto" e sono stato colpito, anzi "sconvolto", dalla minuziosa e particolareggiata descrizione delle varie torture che vengono inflitte a donne e bambini da parte di truculenti e sanguinari terroristi. Mai, nei libri precedenti, era apparsa una simile mattanza e soprattutto una simile descrizione samguinaria.
Mi chiedo se fosse proprio necessario trasformare un libro di fanta-guerra in un libro "pulp/splatter", che credo non si addica agli appassionati del genere. Un conto è raccontare storie di siluri e bombe di profondità, altro descrivere violenze e torture con una minuziosità quasi maniacale. Spero di non essere l'unico a far notare questo fatto e che il buon Michael torni a sscrivere libri sui sottomarini, lasciando le macellerie ad altri generi.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum