Giuseppe Lippi al convegno degli scettici


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Gio 17 Set, 2009 23:44    Oggetto: Giuseppe Lippi al convegno degli scettici   

Giuseppe Lippi al convegno degli scettici

Parlerà di fantascienza al convegno del Cicap ad Abano Terme, il prossimo 9 ottobre. Parteciperanno al convegno anche Mauro Gaffo, Fabio Pagan, Umberto Guidoni, Paolo Attivissimo.

Leggi l'articolo.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2655
MessaggioInviato: Gio 17 Set, 2009 23:44    Oggetto: Re: Giuseppe Lippi al convegno degli scettici   

Grande S*penso che questo tipo di manifestazioni sia molto interessante e credo che l'atteggiamento "scettico" sia sicuramente il più responsabile (che è anche da me condiviso). Però permettimi di esprimere una mia riflessione che spero sia presa in esame... è chiaro che le baggianate sono baggianate... ma come è possibile che oggi ancora ci sia spazio per credenze, miti, ecc. è solo ignoranza o c'è qualcosa altro sotto, è solo che le maggior parte non verifica o ci sono dei limiti alla stessa verifica scientifica? Ad esempio, quando si dice che le piramidi sono del 10000 A.C. anziché dell'epoca Cheope, come è possibile che non ci siano modi per darne una conferma scientifica...
Anche in eventi più recenti poi nascono dei "miti," come è possibile oggi giorno, nell'epoca dell'informazione? Una discussione seria dovrebbe anche discutere di quali sono "purtroppo" anche oggi i limiti dell'indagine scientifica, una preoccupazione che i "positivisti" ad esempio avevano e forse oggi un poco ci siamo scordati.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 08:00    Oggetto: Re: Giuseppe Lippi al convegno degli scettici   

Micronaut ha scritto:
Anche in eventi più recenti poi nascono dei "miti," come è possibile oggi giorno, nell'epoca dell'informazione? Una discussione seria dovrebbe anche discutere di quali sono "purtroppo" anche oggi i limiti dell'indagine scientifica, una preoccupazione che i "positivisti" ad esempio avevano e forse oggi un poco ci siamo scordati.


Micronaut, i punti che proponi sono interessanti, anche se il discorso che se ne sviluppa è enorme.
La scienza ovviamente è ben cosciente di quali siano i limiti dell'indagine scientifica. Ma naturalmente non puoi chiedere alla scienza di fermarsi di fronte all'ignoto, al soprannaturale o a Giacobbo. La scienza indaga e dà le sue risposte.
Spesso i cosiddetti "misteri" hanno trovato da tempo la loro spiegazione; ciononostante chi ama il mistero per se stesso non la accetta.
Se i misteri sono cose come "le piramidi hanno diecimila anni", quando si sa benissimo che diecimila anni fa in Egitto non c'era praticamente nulla, mi sembra chiaro che occorre un minimo di senso critico o non si finisce più.
Giacobbo è uno che scrive nei suoi libri che a partire dagli anni settanta del secolo scorso la Terra ha cominciato a essere inondata da misteriose particelle chiamate fotoni. Uno che scrive queste cose secondo me dovrebbe essere buttato fuori dalla tv a calci, e un libro del genere dovrebbe raggiungere il cestino della carta straccia, non le librerie. Ma il mondo non è interessato alla conoscenza, è interessato ad altre cose.
S*
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 08:13    Oggetto: Re: Giuseppe Lippi al convegno degli scettici   

Sono d'accordo con quanto affermato in questo articolo a proposito della correlazione tra la passione per la fantascienza (che tipicamente è associata anche ad una per la scienza) e lo scetticismo della persona.

Spesso gli scettici vengono accusati dai chi "crede" di avere una mentalità ristretta, e poco incline alla speculazione. Poi si scopre inevitabilmente che le letture medie del "credente" non vanno molto oltre il "corriere dello sport" e "cellulare magazine", mentre lo scettico con mentalità ristretta legge con assiduità molto di più, inclusi libri fantasy e di fantascienza.

Per non parlare del valore "fantastico" della pseudo-scienza. Spesso la pseudo-scienza, non solo non vale niente dal punto di vista scientifico, ma non vale niente neache dal punto di vista letterario, come idea per un racconto fantastico o di fanta-scienza. Come dire, visto che ti stai inventando tutto, almeno inventati qualcosa di bello ed interessate.

D'altra parte gli ufo, le piramidi marziane, il "corpo astrale" ecc... potevano andar bene per stimolare la fantasia 150 anni fa, la fantascienza (oltre alla scienza ovviamente) è secoli luce più avanti... Chi è che ha la mentalità ristretta?

Non solo. Paradossalmente le pseudo-scienze sono inferiori alla fantascienza dal punto di vista letterario/fantastico, è mia opinione che esse siano addirittura inferiori, nello stesso ambito letterario, alle scienze stesse. Basta aprire una qualsiasi rivista di divulgazione scientifica per vedere quanto vasto e sorprendete sia l'orizzonte scientifico, rispetto all'universo ristretto e triviale che vorrebbero proporci i paladini delle pseudoscienze. E' questo è tristemente ridicolo, visto che, a differenza delle pseudo-scienze, la scienza è molto più "vincolata", dovendo parlare per definizione di fatti verificati o verificabili, e non di fantasie senza vincoli fattuali.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 19363
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 08:17    Oggetto:   

Giusto Andrea.

Completerei il quadro dicendo che le pseudo scienze esistono anche perchè l'uomo ha sempre bisogno di miti, ma in effetti il discorso si allargherebbe una cifra.
Starcruiser
Vogon Vogon
Messaggi: 698
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 11:36    Oggetto:   

Ormai il mondo delle pseudoscienze è diventato una vera religione, sebbene chi le sostiene spesso si pone contro la religione stessa o effettivamente come alternativa.
Il presupposto fondamentale di una religione è credere a priori, senza prove certe.

La nascita del romanticismo è avvenuta in un costesto storico dove la realtà era troppo brutta per chi la viveva, quindi si rifugiò in un mondo idealmente migliore a cui appoggiarsi, nel mondo antico e nelle sue gesta epiche, diventando un mondo perfetto ed assoluto. Molti ufologi mi rinfacciano che i "loro" alieni sono migliori di noi, sono esseri "superiori", che la nostra scienza non vale nulla se paragonata alla loro e che dovremmo farci da parte per lasciar trionfare la verità ufologica, nobilitata dal fatto che studia esseri "nobili", più "alti" rispetto a noi.
A mio avviso, un ragionamento simile mi fa pensare a persone con loro problemi a rapportarsi con la realtà quotidiana, una realtà di cui non hanno il controllo e sperano che ci sia qualcosa al di sopra della realtà che possa sminuirla. In effetti è lo stesso principio delle divinità, specialmente di quelle di derivazione giudaico-cattoliche ed islamiche.
Alla fine diventa vero solo ciò che piace alla nostra fantasia o ciò che stimola le nostre paure. Il tutto all'insegna di uno spesso strato d'ignoranza dovuto solo alla ricerca di un modo di vivere semplicemente più istintivo. L'istinto è osannato, innalzato sugli altari, il ragionamento e la complessità invece sono visti come diabolici strumenti per ingannare coloro che hanno fatto dell'istintività un semplice metodo di vita. Ma l'istintività è anche un segno d'immaturità, profonda immaturità, che per altro domina la maggior parte dell'umanità.
L'ho fatta troppo lunga. Scusate. Ciao.
Alias Starcruiser.
Gio*
Dalek Dalek
Messaggi: 474
Località: Una città sulla costa....
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 15:50    Oggetto:   

Il cicap è dappertutto....una nuova religione all'orizzonte? Confused
L'importante è discuterne....
Gio*
Dalek Dalek
Messaggi: 474
Località: Una città sulla costa....
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:00    Oggetto:   

Sorrido nel vedere che chi ha postato qui, o quelli del cicap....scettici e portatori della verità assoluta della scienza, poi magari sono credenti cattolici e ferventi cristiani, sorrido sempre nel vedere come si cerchi di sminuire delle ipotesi prendendo su 1000 l'unica assurda e facendo di tutta un erba un fascio, tempo addietro un ospite disse delle cose molto giuste....peccato che siccome era "dall'altra parte" non è stato ascoltato...fa nulla, l'uomo alla fine è sempre uguale. Laughing
L'importante è discuterne....
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:14    Oggetto:   

Gio* ha scritto:
Sorrido nel vedere che chi ha postato qui


Lieti di averti divertito...
S*
Gio*
Dalek Dalek
Messaggi: 474
Località: Una città sulla costa....
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:16    Oggetto:   

Ohh quando parlate di cicap....sempre Very Happy

P.S:non ce l'ho con le persone nello specifico, sia chiaro....mi dà da pensare ciò che spesso scrivono.
L'importante è discuterne....
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:20    Oggetto:   

Gio* ha scritto:
P.S:non ce l'ho con le persone nello specifico, sia chiaro....mi dà da pensare ciò che spesso scrivono.


Meglio così. Magari a furia di pensarci prima o poi capirai Wink
S*
Gio*
Dalek Dalek
Messaggi: 474
Località: Una città sulla costa....
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:25    Oggetto:   

Io ho già capito...è quello che mi fa sorridere Wink
L'importante è discuterne....
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 19363
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:35    Oggetto:   

Io se posso, dato che sono nei dintorni, vado a darci un'occhiata.

Oggi sul Venerdì di Repubblica, per inciso, danno un 57% di cattolici praticanti, che però sono in larga parte stronzetti (ipocriti, diciamo, se non falsi), perchè poi solo il 21% va a messa almeno una volta alla settimana. Chi non va, come scusa adduce principalmente "Du palle".
(Yob Gigas)
Ospite

MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:51    Oggetto: Re: Giuseppe Lippi al convegno degli scettici   

Il CICAP è l'ufficio stampa delle larghe intese scientifiche, delle grandi comunità scientifiche, e a volte è, per conto di quelle e di certi potentati industrial-pseudoscientifici-governativi, una nuova Inquisizioncina italiota "scienzufficialista" "divulgativa" finalizzata a gettare fango contro gli scienziati o i gruppi di scienziati indipendenti, indiscriminatamente. Hanno mai provato ad approfondire davvero una manciata di articoli di un Duesberg in vita loro? Non mi pare.
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5885
MessaggioInviato: Ven 18 Set, 2009 16:52    Oggetto:   

Articolo molto interessante come anche la discussione che si stà sviluppando, la scienza non potrai mai spiegare tutto e comunque il problema è quanti normali cittadini sono in grado di capire "veramente" le spiegazioni della scienza.


overzzz....
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum