Il linguaggio e la sua arte nel periodo postumano


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Gio 25 Feb, 2010 00:52    Oggetto: Il linguaggio e la sua arte nel periodo postumano   

Il linguaggio e la sua arte nel periodo postumano

Breve dissertazione sugli sviluppi futuri del linguaggio e sulle mode di esprimersi postumane.

Leggi l'articolo.
Vittorio Catani
Trifide Trifide
Messaggi: 229
MessaggioInviato: Gio 25 Feb, 2010 00:52    Oggetto: Re: Il linguaggio e la sua arte nel periodo postumano   

Trovo originale e molto interessante questo articolo, anche se i dubbi e problemi che implicitamente solleva temo vadano al di là della nostra attuale comprensione. Notevole la consapevolezza che la poesia - oggi più che mai bistrattata - occupi e abbia occupato un posto di assoluto rilievo nella storia della nostra evoluzione culturale. Il tema affrontato è uno dei temi-limite della stessa fantascienza, oltre ad essere (o soprattutto perché è) un tema-base della conoscenza umana: cercare di concepire, da Homo sapiens che siamo, qualcosa che trascenda l'Homo sapiens. E' lo stesso argomento che sostanziava il romanzo di Lem "Solaris", in cui tutti i rami della conoscenza umana risultavano insufficienti a spiegare l'essenza del pianeta Solaris (il romanzo infatti assumeva, scientemente, anche una connotazione inevitabilmente religiosa), il che finiva col provocare il collasso totale del pensiero umano. Se restiamo ancora un attimo in ambito fantascientifico, direi che pochissimi sono (purtroppo) gli autori che hanno tentato di descrivere l'indescrivibile: e cio' può apparire un controsenso per una narrativa - la science fiction - che per definizione vuol farsi tramite verso l'inconoscibile. Ma tornando al discorso: temo che davvero si possa prevedere poco del "postumano". Fare ipotesi. Per noialtri, anche con la matematica e con la fisica si può fare poesia (entriamo in un altro ambito: esiste infatti un filone della poesia - conosciuto ancor meno - che utilizza elementi scientifici per raggiungere i suoi scopi). Ma forse per i postumani anche la poesia sarà soltanto vecchia roba da "umani"... Ciao!
Adidja Palmer
Horus Horus
Messaggi: 4764
MessaggioInviato: Gio 25 Feb, 2010 10:08    Oggetto:   

Ted Chiang in Storie della tua vita ha trattato l'argomento in modo brillante.
Secondo me per uscire da uno schema umano bisogna modificare geneticamente questo schema, diventare altro dall'umano come è fisiologicamente inteso.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sugli articoli di Delos Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum