UN LIBRO CHE TI HA DELUSO


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 19, 20, 21, 22  Successivo
Autore Messaggio
Albacube
Reloaded
Messaggi: 4965
Località: Un paesello padovano
MessaggioInviato: Mar 10 Mag, 2016 12:41    Oggetto:   

Fedemone, mi sa che ti tocca recuperare qualche scrittore dei tempi andati, se vuoi qualcosa di più consistente lato fantasy.
L'unico attuale che mi piace, anche se non seguo proprio tanto il genere, è Sanderson.
Fabio Olivaw
Cylon Cylon
Messaggi: 292
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 10 Mag, 2016 14:20    Oggetto:   

Ho letto da poco "Stardust" che è carino, ma è un fantasy?
Fedemone
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1782
MessaggioInviato: Mar 10 Mag, 2016 17:15    Oggetto:   

Stardust di Gaiman? Più metanarrazione favolistica. Insomma, E' una favola che su poggia su altre favole, o racconti semimitici come quello.

E Alba, temo che tu abbia ragione. Ma penso proprio che certe atmosfere proprio non siano state ben scandagliate, tant'è che i nomi consigliati sono pochissimi e nomi come Karl Edward Wagner non vengono neppure citati. E sì che è considerato quasi horror (quindi con atmosfere molto differenti dalla S&S spensierata e facilona), ma ne ho più leggiucchiato qualcosa qua e là. prima o poi recupero...
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Mar 10 Mag, 2016 18:42    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
Sto leggendo "l'amuleto del dio pazzo" di Moorcock. Semplicemente spazzatura. Poi ci si chiede come mai la letetratura fantastica (e nello specifico il fantasy) sia stato considerato come robaccia.
Dalla prosa, alle descrizioni, ai personaggi, alla trama, tutto è sciatto, ridicolo, ampiamente discutibile, senza convicimento, piatto, privo anche del senso del meraviglioso. John Carter di marte, onesto e molto piacevole, diventa Nabokov al confronto.
Bah, giusto epr divertirsi con un poco di avventura, ma per fortuna in un giorno o due lo finisco.

Ci sono molti sottogeneri fantasy e molti autori differenti con stili differenti.
Alcuni autori stranieri hanno uno stile che si traduce bene in italiano, altri per un motivo o l'altro no.
Ma se non sbaglio, il libro che hai letto è più del genere "sourcery" che "sword and sourcery", la serie di Moorcook più vicina a quel che cerchi è la serie di Elric.
Fedemone
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1782
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 09:15    Oggetto:   

E' un detto comune, quello che il ciclo di Elric sia il migliore, ma in effetti i problemi sono vari:
- qui la traduzione italiana è comune pessima: runestaff = bacchetta magica. Ma si può???
- Moorcock ha cmq evidenti carenze narrative, lo salva spesso l''inventiva (non tanti qui, che è banalotto anizchenò, e di "sorcery" ce ne è pochissima e usata pure male)

Cmq prima o poi leggerò il possibile
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 11:42    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
E' un detto comune, quello che il ciclo di Elric sia il migliore, ma in effetti i problemi sono vari:
- qui la traduzione italiana è comune pessima: runestaff = bacchetta magica. Ma si può???
- Moorcock ha cmq evidenti carenze narrative, lo salva spesso l''inventiva (non tanti qui, che è banalotto anizchenò, e di "sorcery" ce ne è pochissima e usata pure male)

Cmq prima o poi leggerò il possibile


I limiti della traduzione non sono i limiti dello scrittore.
Quanto al resto... be' Elric ha elementi peculiari, innovativi e tragici. O si ama o si odia.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 11:45    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
E' un detto comune, quello che il ciclo di Elric sia il migliore, ma in effetti i problemi sono vari:
- qui la traduzione italiana è comune pessima: runestaff = bacchetta magica. Ma si può???
- Moorcock ha cmq evidenti carenze narrative, lo salva spesso l''inventiva (non tanti qui, che è banalotto anizchenò, e di "sorcery" ce ne è pochissima e usata pure male)

Cmq prima o poi leggerò il possibile


I limiti della traduzione non sono i limiti dello scrittore.
Quanto al resto... be' Elric ha elementi peculiari, innovativi e tragici. O si ama o si odia.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 11:48    Oggetto:   

personalmente non ho mai capito il perché della fama di moorcock: ha una prosa che chiamarla banale vuol dire andarci leggeri.
Fabio Olivaw
Cylon Cylon
Messaggi: 292
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 12:28    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:
Stardust di Gaiman? Più metanarrazione favolistica. Insomma, E' una favola che su poggia su altre favole, o racconti semimitici come quello.

si, proprio quello. Wink
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mer 11 Mag, 2016 19:50    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
personalmente non ho mai capito il perché della fama di moorcock: ha una prosa che chiamarla banale vuol dire andarci leggeri.


Ma dipende.
Cosa hai letto?
Alcuni romanzi e racconti hanno uno stile, altri invece sono diametralmente opposti.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Gio 12 Mag, 2016 14:58    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Cosa hai letto?

Alcuni romanzi e racconti hanno uno stile, altri invece sono diametralmente opposti.

elric di melqualcosa e poi non ricordo - son passati 20 anni.
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 121
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Mar 16 Ago, 2016 15:30    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
O si ama o si odia.

Si odia, nel mio caso.

Un libro che mi ha delusa è "Lungo i vicoli del tempo" di cui avevo sentito ben parlare qui.
Di fronte a delle enormi potenzialità, il libro va a vuoto.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mar 16 Ago, 2016 17:09    Oggetto:   

Lidia Zitara ha scritto:

Un libro che mi ha delusa è "Lungo i vicoli del tempo" di cui avevo sentito ben parlare qui.
Di fronte a delle enormi potenzialità, il libro va a vuoto.

Lungo i vicoli del tempo pero' e Fabrini non e' Moorcock.
Fabriani e' sempre allo stesso livello (o si ama o si odia in effetti ) Moorcock, rimanendo sempre comunque riconoscibile, cambia molto a seconda dei romanzi e dei periodi.

Uno con cui non sono mai riuscito ad entrare in empatia e' Farmer: bho, avro' letto poco e male, ma tutta la poesia, dissacrazione, rivoluzionaria scelta tematica e stilistica di cui ho sentito parlare non riesco proprio a vederla.

Magari sono solo partito con il piede sbagliato.
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 6990
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 17 Ago, 2016 09:03    Oggetto:   

Delusissimo dal primo episodio di The Expanse (Leviathan il risveglio).
Probabilmente come serie TV ha più impatto su chi non è abituato alla space opera, però, suvvia, quanto spreco. 
antares13
Morlock
Messaggi: 57
MessaggioInviato: Gio 18 Ago, 2016 18:53    Oggetto:   

Un pò deluso da Nemesis, per carità non dico sia brutto ma considerando quanto mi sono piaciuti praticamente tutti gli altri libri (eccetto correnti nello spazio) di asimov questo è sicuramente  inferiore. Qualche idea c'è ma si dilunga troppo e non ha il classico finale alla asimov...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 19, 20, 21, 22  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum