Nova Swing


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mar 08 Giu, 2010 20:39    Oggetto: Nova Swing   

Nova Swing

Lo scrittore inglese John M. Harrison con un grande romanzo, vincitore di importanti premi, torna nel mutevole universo del Fascio Kefahuchi.

Leggi l'articolo.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mar 08 Giu, 2010 20:39    Oggetto: Re: Nova Swing   

Quello che ho scritto sul canale dei libri:
"E' l'ultimo Urania. Non ha fatto in tempo ad abituarsi alla mia stanza che già lo stavo leggendo.
Che dire: è un bellissimo romanzo.
Un noir in bianco e nero con avventurieri, poliziotti, puttane e lottatori.
Ma sono soprattutto i locali.
Alcuni sono vecchi, altri nuovi. In alcuni entrano ed escono tante persone. In altri i solti due o tre avventori, sempre gli stessi, seduti sempre alo stesso posto, sempre in attesa di qualcosa.
La storia è quella di Vic Serotonin. Come mestiere fa la guida turistica. Peccato che il suo campo professionale sia quello di portare turisti incoscienti dentro un'anomalia caduta su Saudade (nome della città? del pianeta?). Un luogo fuori la realtà. Dietro di lui un investigatore che somiglia ad Albert Einstein da vecchio. Tutto comincia in un bar e come in ogni noir che si rispetti entra una bella donna che cerca Vic.
L'atmosfera generale del romanzo è la malinconia, la ricerca delle cose perdute, il senso di sconfitta, il tradimento e l'amicizia tradita.
Non a caso la città (o il pianeta?) si chiama Saudade un termine portoghese, usato anche in Brasile, che indica un sentimento melanconico simile alla nostalgia.
Un esempio di Saudade è il fado, un canto tipico portoghese diventato noto anche grazie hai Madredeus che hanno firmato la colonna sonora del film "Lisbon story" di Wim Wenders.
Ma più che il fado, la musica ideale di questo libro sarebbe il jazz ed il blues.
Alcuni capitoli hanno un vago sapore teatrale.
O artistico.
I personaggi di "Nova swing" potrebbero benissimo ritrovarsi in un quadro di Edward Hooper: "Nighthawks".
Veramente un bel libro."
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum