Si conclude la saga del Vuoto galattico


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 07:05    Oggetto: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

Si conclude la saga del Vuoto galattico

È in uscita sul mercato anglosassone il terzo romanzo della saga ideata e scritta da Peter F. Hamilton, tra i padri fondatori del filone New Space Opera.

Leggi l'articolo.
robocoppola
Morlock
Messaggi: 94
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 07:05    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

Il primo romanzo lo sto leggendo adesso, sono a metà ma finora è veramente noiosoooo. Non so se leggerò anche i successivi...
Robo
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 08:42    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

(robocoppola) ha scritto:
Il primo romanzo lo sto leggendo adesso, sono a metà ma finora è veramente noiosoooo. Non so se leggerò anche i successivi...
Robo


io stavo aspettando giusto il terzo...adesso lo ordino su amazon...

anche questi sono comunque tipicamente romanzi di Hamilton...è il suo modo di scrivere che risulta un pò verboso e prolisso, affreschi stupendi di Space Opera, buoni personaggi e caratterizzati discretamente, momenti al fulmicotone intervallati da lunghe digressioni e/o spazi morti...se lo trovi troppo noioso salta quello che non ti va giù e prosegui perchè son comunque belli... Wink
I have a baaaaad feeeeling about this!
odisseakubrick
Morlock
Messaggi: 88
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 10:14    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

io invece l'ho trovato interessante:voglio proprio vedere cosè sto Vuoto e che combineranno i Sognatori
Gio*
Dalek Dalek
Messaggi: 474
Località: Una città sulla costa....
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 12:45    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

Che sia noioso è assodato, che siano però anche molto belli i racconti che pubblica....beh è vero Very Happy
L'importante è discuterne....
Wintermute
Night Fury Night Fury
Messaggi: 12553
Località: Myland
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 15:16    Oggetto:   

ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile
"Se ti sembra che non stia succedendo nulla è perchè si sta preparando ad accadere

in borsa: "The Graveyard Book - N. Gaiman
Wintermute
Night Fury Night Fury
Messaggi: 12553
Località: Myland
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 15:44    Oggetto:   

ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile
"Se ti sembra che non stia succedendo nulla è perchè si sta preparando ad accadere

in borsa: "The Graveyard Book - N. Gaiman
Adidja Palmer
Horus Horus
Messaggi: 4764
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 15:47    Oggetto:   

Wintermute ha scritto:
ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile


E' vero è prolisso, verboso e allungabrodista all'inverosimile. Però scorre molto bene, lo stile è limpido.
In inglese è estremamente accessibile.
Io addirittura ho iniziato da Pandora's Star.
Innegabilmente in alcuni frangenti può risultare noisoso, tuttavia quale libro di 1500 pagine non ha parti noiose? Very Happy
Infine direi che per chiunque voglia iniziare a leggere in inglese la Trilogia del Vuoto (anche se i capitoli precedenti Pandora's Star e Judas Unchained sono importanti) è un buon punto di partenza, appunto perché essendo molto prolisso, anche all'interno di una pagina è più facile raccapezzarsi se non si capisce qualcosa.
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Gio 09 Set, 2010 23:27    Oggetto:   

Wintermute ha scritto:
ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile


benissimo alla tua portata in inglese...io però ti consiglierei di partire con Pandora's Star...se vuoi te lo presto io...perchè non son d'accordo che poi ti possa godere appieno la trilogia del vuoto...
I have a baaaaad feeeeling about this!
Wintermute
Night Fury Night Fury
Messaggi: 12553
Località: Myland
MessaggioInviato: Ven 10 Set, 2010 13:37    Oggetto:   

Zakalwe ha scritto:
Wintermute ha scritto:
ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile


benissimo alla tua portata in inglese...io però ti consiglierei di partire con Pandora's Star...se vuoi te lo presto io...perchè non son d'accordo che poi ti possa godere appieno la trilogia del vuoto...

Ne terrò conto
e grazie, ma non leggo mai libri in prestito
Smile
"Se ti sembra che non stia succedendo nulla è perchè si sta preparando ad accadere

in borsa: "The Graveyard Book - N. Gaiman
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Ven 10 Set, 2010 18:44    Oggetto:   

Wintermute ha scritto:
Zakalwe ha scritto:
Wintermute ha scritto:
ma è noioso pure in inglese?
ed è difficile, in inglese?
Smile


benissimo alla tua portata in inglese...io però ti consiglierei di partire con Pandora's Star...se vuoi te lo presto io...perchè non son d'accordo che poi ti possa godere appieno la trilogia del vuoto...

Ne terrò conto
e grazie, ma non leggo mai libri in prestito
Smile


vorrà dire che te lo regalo.... Laughing
I have a baaaaad feeeeling about this!
Wintermute
Night Fury Night Fury
Messaggi: 12553
Località: Myland
MessaggioInviato: Lun 13 Set, 2010 13:02    Oggetto:   

Zakalwe ha scritto:
vorrà dire che te lo regalo.... Laughing

Buahh
"Se ti sembra che non stia succedendo nulla è perchè si sta preparando ad accadere

in borsa: "The Graveyard Book - N. Gaiman
robocoppola
Morlock
Messaggi: 94
MessaggioInviato: Mer 15 Set, 2010 12:33    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

Zakalwe ha scritto:
(robocoppola) ha scritto:
Il primo romanzo lo sto leggendo adesso, sono a metà ma finora è veramente noiosoooo. Non so se leggerò anche i successivi...
Robo


io stavo aspettando giusto il terzo...adesso lo ordino su amazon...

anche questi sono comunque tipicamente romanzi di Hamilton...è il suo modo di scrivere che risulta un pò verboso e prolisso, affreschi stupendi di Space Opera, buoni personaggi e caratterizzati discretamente, momenti al fulmicotone intervallati da lunghe digressioni e/o spazi morti...se lo trovi troppo noioso salta quello che non ti va giù e prosegui perchè son comunque belli... Wink


Guarda, io sto leggendo "Il Sogno del Vuoto" (quello uscito con Urania a maggio) e sono due mesi che lo leggo: non riesco a leggere più di 10-15 pagine al giorno (quando sono in vena, quando non mi va 1-2 o anche per niente!). In 370 pagine (fin lì sono arrivato) ci sono state solo DUE scene d'azione parecchio interessanti. Il resto momenti di noia totale, non succede niente! Gente che chiacchiera, spergiura, sproloquia, tromba e poco altro.

Senza contare che questo scrittore parla di cose inventate da lui, come ad esempio la biononica o alcuni aggeggi tecnologici che i personaggi utilizzano, dando per scontato che il lettore capisca al volo di cosa stiamo parlando. Personalmente (ma forse è un problema mio) ci ho messo mezzo libro a capire più o meno come funzionasse la biononica (E ANCORA NON SONO RIUSCITO A CAPIRE COS'E' STA BENEDETTA U-OMBRA, l'internet del futuro? Razz ).

Oltretutto, e qui chiudo, i personaggi sono TROPPI, ci si mette troppo tempo a prendere familiarità con tutti e ci si dimentica spesso delle vicende passate di tale personaggio, perché nel frattempo ha focalizzato l'attenzione (più volte) su altri personaggi!

Comunque, io sono testardo e il libro lo finisco... Difficile che butterò i miei soldi per i sequel, a meno che non finisca con un Cliffanger clamoroso (oltretutto poi prima che Urania pubblica il seguito chissà quanto tempo passerà e chissà se mi sarò ricordato di comprarlo...)
Adidja Palmer
Horus Horus
Messaggi: 4764
MessaggioInviato: Mer 15 Set, 2010 13:13    Oggetto: Re: Si conclude la saga del Vuoto galattico   

robocoppola ha scritto:
Zakalwe ha scritto:
(robocoppola) ha scritto:
Il primo romanzo lo sto leggendo adesso, sono a metà ma finora è veramente noiosoooo. Non so se leggerò anche i successivi...
Robo


io stavo aspettando giusto il terzo...adesso lo ordino su amazon...

anche questi sono comunque tipicamente romanzi di Hamilton...è il suo modo di scrivere che risulta un pò verboso e prolisso, affreschi stupendi di Space Opera, buoni personaggi e caratterizzati discretamente, momenti al fulmicotone intervallati da lunghe digressioni e/o spazi morti...se lo trovi troppo noioso salta quello che non ti va giù e prosegui perchè son comunque belli... Wink


Guarda, io sto leggendo "Il Sogno del Vuoto" (quello uscito con Urania a maggio) e sono due mesi che lo leggo: non riesco a leggere più di 10-15 pagine al giorno (quando sono in vena, quando non mi va 1-2 o anche per niente!). In 370 pagine (fin lì sono arrivato) ci sono state solo DUE scene d'azione parecchio interessanti. Il resto momenti di noia totale, non succede niente! Gente che chiacchiera, spergiura, sproloquia, tromba e poco altro.

Senza contare che questo scrittore parla di cose inventate da lui, come ad esempio la biononica o alcuni aggeggi tecnologici che i personaggi utilizzano, dando per scontato che il lettore capisca al volo di cosa stiamo parlando. Personalmente (ma forse è un problema mio) ci ho messo mezzo libro a capire più o meno come funzionasse la biononica (E ANCORA NON SONO RIUSCITO A CAPIRE COS'E' STA BENEDETTA U-OMBRA, l'internet del futuro? Razz ).

Oltretutto, e qui chiudo, i personaggi sono TROPPI, ci si mette troppo tempo a prendere familiarità con tutti e ci si dimentica spesso delle vicende passate di tale personaggio, perché nel frattempo ha focalizzato l'attenzione (più volte) su altri personaggi!

Comunque, io sono testardo e il libro lo finisco... Difficile che butterò i miei soldi per i sequel, a meno che non finisca con un Cliffanger clamoroso (oltretutto poi prima che Urania pubblica il seguito chissà quanto tempo passerà e chissà se mi sarò ricordato di comprarlo...)


considera che è una saga che è cominciata due libri da mille pagine l'uno prima del "Sogno del Vuoto". E appunto perché Hamilton è estremamente prolisso, nelle 2000 e più pagine precedenti che compongono Pandora's Star e Judas Unchained (entrambi inediti) di cose ne sono successe parecchie. Sul blog Urania hanno detto che Il Sogno del Vuoto è leggibile anche come libro a sé stante, ma francamente - dato che sto leggendo Pandora's Star - credo che questo sia vero solo in parte. O meglio, lo leggi pure, ma perdi un po' del gusto. E poi dopo ci sono altri due libri altrettanto grandi. Insomma è un ciclo da 6000 pagine, se ne togli 2000...

Infine non posso che concordare sul fatto che sia prolisso come Victor Hugo. Io però lo sto leggendo in lingua originale e i tanti vocaboli uniti al fatto che se non capisco qualcosa lo desumo facilmente sulla lunga, ne fanno per me un libro perfetto per iniziare a leggere in inglese, che si adatta altrettanto perfettamente al mio livello.
E poi a me i libri prolissi piacciono Smile
robocoppola
Morlock
Messaggi: 94
MessaggioInviato: Dom 03 Ott, 2010 17:29    Oggetto:   

Ho concluso il libro, rimango della stessa opinione. Il libro è affascinante, ma è dispersivo, troppo dispersivo per essere affrontato alla leggera. Questo il mio commento (scusate la formalità, ma ho copincollato da un altro forum, dove nessuno o quasi sa di cosa sto parlando):

Un affascinante romanzo, che però risulta molto dispersivo. Troppi personaggi, troppe sottotrame, il libro risulta difficile da seguire per le prime 300 pagine, salvo poi riprendersi vertiginosamente nelle ultime 300 quanto il lettore ha - finalmente! - preso confidenza con (quasi) tutte le pedine nella scacchiera. Oltre ai personaggi, risulta confusa quasi tutta la narrazione perché l'autore perde pochissimo tempo a spiegarci come funzionano tanti gingilli tecno-biologici che i nostri pronipoti utilizzeranno, risultando chiaro solo quando ci si prende confidenza all'incirca a metà libro.
Detto questo, la trama mi sembra decisamente innovativa rispetto ai soliti "salti nell'iperspazio", "motori a curvatura", "raggi laser" e battaglie cosmiche. Una space opera decisamente notevole, che non si rifà ai soliti cliché della fantascienza che tanto fanno rabbrividire i lettori occasionali.
Probabilmente una seconda lettura sarebbe consigliata, la quale penso migliorerebbe il giudizio su questo libro. Per ora mi limito ad evidenziare queste innegabili pecche, fiducioso che il secondo e il terzo libro (previsti da Urania per il prossimo anno) risultino più digeribili, avendo già masticato tutti gli elementi che creavano difficoltà in questo primo romanzo. Voto: 6.5
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum