Terra imperiale


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Gio 20 Gen, 2011 18:21    Oggetto: Terra imperiale   

Terra imperiale



Leggi la recensione.
Shaihulud
Hortha Hortha
Messaggi: 106
Località: Arrakis
MessaggioInviato: Gio 20 Gen, 2011 18:21    Oggetto: Re: Terra imperiale   

Ovvio che Kubrick non ha girato il film su Napoleone, altrimenti che fantascienza sarebbe? Wink
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1025
MessaggioInviato: Ven 21 Gen, 2011 10:06    Oggetto: Re: Terra imperiale   

Lol, in effetti il film su Napoleone era uno dei sogni di Kubrick, e Clarke ha immaginava che sarebbe riuscito a realizzarlo, prima o poi.
Cosa che (purtroppo) non è avvenuta.
Vittorio Catani
Trifide Trifide
Messaggi: 229
MessaggioInviato: Sab 22 Gen, 2011 00:50    Oggetto: Re: Terra imperiale   

E' una delle poche opere di Clarke che non ho letto. Ero e resto un suo accanito fan. Anche se ha momenti di pesantezza nella scrittura e non eccelle nella creazione di personaggi, il suo fascino risiede nell'atmosfera del meraviglioso scientifico che sa creare, e in una sua pacata e razionale visione dell'universo. E a volte sa essere anche brillante. Mi piacerebbe che fosse riproposta la raccolta di racconti "All'insegna del Cervo Bianco".
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1025
MessaggioInviato: Lun 24 Gen, 2011 22:22    Oggetto: Re: Terra imperiale   

(Vittorio Catani) ha scritto:
E a volte sa essere anche brillante. Mi piacerebbe che fosse riproposta la raccolta di racconti "All'insegna del Cervo Bianco".


Già, ancora me ne ricordo alcuni.
E poi c'è anche il racconto sull'arbitro incenerito (non mi ricordo il titolo, accidenti), e Superiorità, a dimostrare che il nostro quando voleva sapeva essere brillante.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2691
Località: toscana
MessaggioInviato: Lun 31 Gen, 2011 09:59    Oggetto:   

Letto.
Senza infamia e senza lode, cmq scorrevole e si legge bene.

Non sono un gran fan di Clarke, ciò che piace particolarmente a Vittorio me lo rende invece poco gradito, uno scrittore troppo "technically correct", prolisso e talvolta confuso nei suoi escursus descrittivi.
Poco avvincente, ecco.
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1025
MessaggioInviato: Mar 01 Feb, 2011 17:19    Oggetto:   

senji ha scritto:
Letto.
Senza infamia e senza lode, cmq scorrevole e si legge bene.

Non sono un gran fan di Clarke, ciò che piace particolarmente a Vittorio me lo rende invece poco gradito, uno scrittore troppo "technically correct", prolisso e talvolta confuso nei suoi escursus descrittivi.
Poco avvincente, ecco.


In romanzi come Polvere di luna o Ombre sulla luna Clarke, pur restando "technically correct" riesce a creare una bella suspense e ci sono scene d'azione memorabili, per esempio la battaglia attorno al pozzo lunare o il trasbordo saltando da astronave ad astronave senza tuta.
Ci sono poi racconti dove il nostro abbandona la verosimiglianza scientifica e si (e ci) diverte, insomma è un grande della fantascienza, che ogni tanto eccede.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2691
Località: toscana
MessaggioInviato: Mer 02 Feb, 2011 08:19    Oggetto:   

Confesso che ho letto anche poco di Clarke ... ma ciò deriva dal fatto che diversi anni fa lessi Incontro con Rama (mi sembra che sia questo il titolo), il primo della serie Rama, che doveva essere uno dei suoi migliori e non mi piacque... Sad
Forse, poi, ho letto anche qualcos'altro ma non ricordo bene ... la morale è che se un autore - un po' come anche per Dick - non mi piace non mi piace e tendo ad escluderlo dalle mie letture.
Adidja Palmer
Horus Horus
Messaggi: 4764
MessaggioInviato: Mer 02 Feb, 2011 13:41    Oggetto:   

senji ha scritto:
- un po' come anche per Dick -.


Shocked
Naismith
Vogon Vogon
Messaggi: 653
MessaggioInviato: Lun 07 Feb, 2011 23:22    Oggetto:   

senji ha scritto:
Confesso che ho letto anche poco di Clarke ... ma ciò deriva dal fatto che diversi anni fa lessi Incontro con Rama (mi sembra che sia questo il titolo), il primo della serie Rama, che doveva essere uno dei suoi migliori e non mi piacque... Sad
Forse, poi, ho letto anche qualcos'altro ma non ricordo bene ... la morale è che se un autore - un po' come anche per Dick - non mi piace non mi piace e tendo ad escluderlo dalle mie letture.

Onestamente, i gusti sono gusti e bisogna ammettere che, pur di buon mestiere, le opere di Clarke sono a volte "invecchiate male", nel senso che oggi non si leggono con la stessa naturalezza di altri autori.

Comunque Le Fontane del Paradiso (Urania 796 del 1979) e Le Guide del Tramonto (Classici Urania 53 del 1981) assieme ad altre sue opere sono ancora nella mia libreria, senza venir trasferiti in scatoloni in cantina per far spazio ad altri, il che vi garantisco in casa mia è quasi come vincere un premio Hugo! Smile
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum