Un viaggio verso l’infinito


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Dom 30 Gen, 2011 17:29    Oggetto: Un viaggio verso l’infinito   

Un viaggio verso l’infinito

Ipotesi sul “Primo Contatto” al contrario: e se fossero gli umani ad andare su un pianeta alieno? Riflessioni, tra il serio e il faceto, sull’animo umano e dintorni e sui possibili scenari di un’invasione umana su un altro mondo.

Leggi l'articolo.
MessaggioInviato: Dom 30 Gen, 2011 17:29    Oggetto: Re: Un viaggio verso l’infinito   

A mio modesto parere molta fantascienza e poca scienza.

La realta' e' che attualmente qualunque viaggio oltre il Sistema Solare e' impossibile per semplici ragioni tecniche.

Non siamo sicuramente in grado di produrre tecnologia con mtbf adatto ai tempi necessari con i sistemi di propulsione di cui disponiamo.

Non disponiamo di sistemi di propulsione che possano spingere una piccola astronave alla velocita' necessaria per fare un viaggio abbastanza veloce e neppure per spingere una abbastanza grande nave generazionale per lungo tempo.

Gli altri pianeti del S.S. non dispongono di condizioni adatte a supportare la nostra vita... Venere e' troppo calda, Marte non ha abbastanza atmosfera, l'unico satellite con atmosfera sufficiente (Titano) e' troppo freddo.

Penso proprio che ci estingueremo (per la nostra stupidita') molto prima di riuscire ad ottenere le tecnologie necessarie.

Pessimismo e Fastidio!
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Dom 30 Gen, 2011 18:29    Oggetto: Re: Un viaggio verso l�infinito   

(Enrico Richetti) ha scritto:

Penso proprio che ci estingueremo (per la nostra stupidita') molto prima di riuscire ad ottenere le tecnologie necessarie.


E' quello che succedera certamente solo se smetteremo di cercare.

Considera questo: ogni volta che ascolti un cd stai usando qualcosa che un secolo fa non era neanche stato immaginato (la base teorica del laser risale al 1917, ma l'idea vera e propria di un laser risale al 1939).
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 30 Gen, 2011 22:45    Oggetto: Re: Un viaggio verso l�infinito   

L.MCH ha scritto:
Considera questo: ogni volta che ascolti un cd stai usando qualcosa che un secolo fa non era neanche stato immaginato (la base teorica del laser risale al 1917, ma l'idea vera e propria di un laser risale al 1939).


Ed è già obsoleto, sostituito dai lettori digitali.

Il problema è che avanza la tecnologia che ha un senso, e la tecnologia spaziale non ha un senso così evidente. Quale amministrazione, pubblica o privata, investirebbe fondi immani su un progetto che nel migliore dei casi avrà risultati non dopo la fine dell'amministrazione, ma addirittura dopo la morte degli amministratori?

S*
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Lun 31 Gen, 2011 00:03    Oggetto: Re: Un viaggio verso l�infinito   

S* ha scritto:
L.MCH ha scritto:
Considera questo: ogni volta che ascolti un cd stai usando qualcosa che un secolo fa non era neanche stato immaginato (la base teorica del laser risale al 1917, ma l'idea vera e propria di un laser risale al 1939).


Ed è già obsoleto, sostituito dai lettori digitali.

Il problema è che avanza la tecnologia che ha un senso, e la tecnologia spaziale non ha un senso così evidente. Quale amministrazione, pubblica o privata, investirebbe fondi immani su un progetto che nel migliore dei casi avrà risultati non dopo la fine dell'amministrazione, ma addirittura dopo la morte degli amministratori?


Le stesse amministrazioni che stanno buttando soldi a perdere sull'eolico e sul solare fotovoltaico sovvenzionato, sul ponte sullo Stretto di Messina ecc. ecc.

Persino in USA hanno fatto cose oscene tipo i parchi eolici in Texas (troppo lontani dagli utilizzatori finali e che erogano potenza in modo troppo discontinuo).

Non parliamo poi dell'assurdo mercato dei crediti di carbonio.

Insomma di magna-magna inutile ce ne sta parecchio ed è molto più inutile e dannoso (perchè per favorire le ruberie varie alla fine danneggia chi con le fonti rinnovabili vuole farci qualcosa di sensato).

Investendo un 10% di quei soldi in seria ricerca aerospaziale avrebbe ricadute molto più positive su economia ed ambiente, ma visto che i soliti noti non ci possono speculare sopra non se ne fa niente.
adry666
Agguantatore a strisce
Messaggi: 23
MessaggioInviato: Lun 31 Gen, 2011 16:17    Oggetto: Re: Un viaggio verso l�infinito   

S* ha scritto:
Quale amministrazione, pubblica o privata, investirebbe fondi immani su un progetto che nel migliore dei casi avrà risultati non dopo la fine dell'amministrazione, ma addirittura dopo la morte degli amministratori?

S*


Probabilmente solo un qualche "cigno nero" inaspettato e imprevedibile potrebbe riaccendere la corsa allo spazio: ragioni militari/politiche; nuove fonti di energia (elio-3 sulla Luna?), "stringenti" questioni ambientali.

Che dire, non so cosa augurarmi, ma nella storia dell'uomo si sono fatte grosse imprese solo a seguito di eventi primari non legati all'effetto. Staremo a vedere, certo in questo momento di crisi planetaria non mi apsetto grossi investimenti. Però da parte del BRIC, magari... Smile))
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Lun 31 Gen, 2011 18:42    Oggetto: Re: Un viaggio verso l�infinito   

adry666 ha scritto:

Probabilmente solo un qualche "cigno nero" inaspettato e imprevedibile potrebbe riaccendere la corsa allo spazio: ragioni militari/politiche; nuove fonti di energia (elio-3 sulla Luna?), "stringenti" questioni ambientali.


Sarebbe sufficiente che quel generatore a fusione fredda di cui si è parlato qualche tempo fa si rivelasse sufficientemente "utilizzabile" (funzionamento affidabile per lunghi periodi, ecc. ecc.).

A quel punto l'accesso allo spazio diventerebbe quasi banale, un astronave SSTO consisterebbe in un generatore a fusione fredda con un enorme serbatoio di massa di reazione liquida da vaporizzare per ottenere spinta (possibilmente acqua dolce prelevata da un lago o da un fiume).

In pratica si tratterebbe delle astronavi "simil-steampunk" (per la serie: lo spazio ha da puzza') descritte da David Drake nella sua serie della RCN (ovviamente senza il secondo propulsore ad antimateria e senza il sistema di salto dimensionale).
MessaggioInviato: Lun 31 Gen, 2011 18:50    Oggetto: Re: Un viaggio verso l’infinito   

Appunto ....
Quello che ho espresso e' il TIMORE che non si riuscira' a fare nulla!
La mia speranza e' che invece si prosegua nella ricerca.
Ciao.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sugli articoli di Delos Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum