L'inferno degli specchi


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mer 20 Apr, 2011 08:37    Oggetto: L'inferno degli specchi   

L'inferno degli specchi



Leggi la recensione.
Alco99
Hortha Hortha
Messaggi: 118
Località: Contado della Marca
MessaggioInviato: Mer 20 Apr, 2011 08:37    Oggetto: Re: L'inferno degli specchi   

Indubbiamente la recensione è curata e mette sul fuoco la sf che nel libro latita. Ho interpretato così il "nato nel 1984... deceduto nel 1965... primo racconto pubblicato nel 1923". A parte le facili battute, ottima recensione.
- Tessera SVIC n°1 -
Millepattes
Scaraburra
Messaggi: 8
MessaggioInviato: Mer 20 Apr, 2011 09:04    Oggetto: Re: L'inferno degli specchi   

Senza nessuna offesa, secondo me é l'esatto contrario, si tratta di una recensione molto superficiale. C'erano molte cose da dire sulla letteratura gotica - non solo l'ovvio rimando a Poe che comunque si trova nel testo - ma anche il fatto che dopotutto Urania ha dei trascorsi gotici da Lovecraft in avanti e Lippi, su questo tema ha scritto molto.
Sul fatto che la fantascienza latiti, vedi il commento di Alco99.
Probabilmente; sono io che fraintendo - piu' che recensioni, questi sono semplici riassunti, senza nessun apparato critico cha vada al di la' della copertina e dell'indice. Le recensioni sono un'altra cosa.
Ready
Morlock
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Ven 22 Apr, 2011 21:00    Oggetto:   

Io invece penso che come recensione sia buona e incuriosisca.
Nell'edicola dove vado l'hanno esaurito nel giro di pochi giorni.
Non conoscevo questo autore e devo dire che la sua apparizione in UC è stata per me una gradita sorpresa.
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1018
MessaggioInviato: Mer 27 Apr, 2011 09:50    Oggetto:   

Le recensioni degli Urania Collezione hanno il problema che bisogna acquistare il volume, leggerlo e recensirlo prima che questo scompaia dalle edicole, il che sembra facile ma non lo è.
Di solito si tratta di romanzi che ho già letto, quindi una rilettura rapida non porta via molto tempo, ma in questo caso conoscevo solo il primo racconto.
A questo si aggiunga che sono dovuto partire per la nota località turistica di Hassi Messaoud (a proposito, buona Pasqua), per cui la recensione è stata per forza di cose preparata di corsa, mi sarebbe piaciuto fare un cenno all’irrompere dell’orrore nel quotidiano, citando il racconto di Poe dove il protagonista ha la tafofobia, e prende tutte le precauzioni per evitare di essere sepolto vivo, per poi svegliarsi apparentemente chiuso in una bara, ma semplicemente non avevo tempo di andarmi a cercare il racconto (il titolo non lo ricordo, purtroppo), né di sottolineare la similitudine tra il crescendo di inquietudine e orrore, salvo poi il felice scioglimento finale.
A parte queste questioni pratiche, io non faccio recensioni con apparato critico e analisi dei rapporti letterari, se cercate recensioni di questo tipo vi consiglio quelle di X, che è bravissimo in queste cose, io non ne sono in grado, mi limito a dare un’idea della trama e a dire se l’opera mi è piaciuta o no, cercando di invogliare alla lettura… o eventualmente a scoraggiarla.
Nella recensione in questione non ho nemmeno sottolineato il fatto che si trattava di un autore che non è mai apparso su Urania, e che per me vedere non aver ancora visto, dopo quasi cento numeri, nemmeno un Leinster o un Wyndham suona abbastanza blasfemo, al di là dei meriti di Ranpo non gli si poteva trovare un'altra collocazione, e magari pubblicare Il pianeta dimenticato o Il risveglio dell'abisso?
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mer 27 Apr, 2011 09:57    Oggetto:   

Anacho ha scritto:
il racconto di Poe dove il protagonista ha la tafofobia, e prende tutte le precauzioni per evitare di essere sepolto vivo, per poi svegliarsi apparentemente chiuso in una bara, ma semplicemente non avevo tempo di andarmi a cercare il racconto (il titolo non lo ricordo, purtroppo)


È un titolo così banale che lo ricordo persino io, "Il seppellimento prematuro" Smile
S*
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1018
MessaggioInviato: Mer 27 Apr, 2011 12:55    Oggetto:   

S* ha scritto:
È un titolo così banale che lo ricordo persino io, "Il seppellimento prematuro" Smile
S*


Bravo, proprio quello.
Strana cosa la memoria, ricordo benissimo il racconto, che il tipo si era addormentato in una cuccetta vicino a Richmond, che aveva preparato la propria tomba con uscita dall'inteno e campana d'allarme ma non il titolo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum