The Thing, parla il regista del prequel


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 05:26    Oggetto: The Thing, parla il regista del prequel   

The Thing, parla il regista del prequel

Matthijs Van Heijningen racconta il suo film.

Leggi l'articolo.
luis
Hortha Hortha
Messaggi: 118
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 05:26    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

Non vedo l'ora di papparmelo!
La violazione della legge della casualità è molto più terrificante di una processione di fantasmi
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 10:13    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

Non capisco perchè si continui a citare la versione di Carpenter come 'Il classico'. Per me il classico (e il migliore) rimane quello del 1951.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 12:13    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

(marco vallesio) ha scritto:
Non capisco perchè si continui a citare la versione di Carpenter come 'Il classico'. Per me il classico (e il migliore) rimane quello del 1951.


Sapevo che The Thing di John Carpenter era un remake dal film "La cosa da un altro mondo" (The Thing from Another World) però non l'ho mai visto (e non mi ricordo che sia mai passato in tv), ho letto però che idealmente il film di John Carpenter è un seguito del film degli anni '50, in quanto si parla dell'incontro della cosa con una seconda spedizione, mentre The Thing from Another World parla della prima missione che trova il disco volante. Inoltre nel film degli anni '50 l'essere era un extraterrestre semivegetale, indistruttibile mentre nel film di Carpenter è un alieno mutaforma, no?

Quindi questo nuovo film a venire è in qualche modo un prequel del film di John Carpenter ed un remake del classico degli anni '50...

Bisogna dire che nell'intervista il regista è abbastanza onesto, io guardando il trailer avevo subito pensato che avevano scelto una protagonista femminile per evitare il confronto con Kurt Russel e così era... spero solo che abbia rispetto del film di John Carpenter e faccia in modo che non ci siano incongruenze con quest'ultimo (se non ricordo male gli americani poi vanno nella base norvegese).
Solo che tristezza sapere già come va a finire e che non resterà nessuno vivo da questa missione! Che poi se uno ci pensa il film di John Carpenter finiva sui volti dei superstiti e sul loro dubbio che tutto finisse con il loro sacrificio (incendiavano la base per distruggere la cosa)... un cliffhanger da maestro quale John Carpenter è!
Short Stories
Chtorr Chtorr
Messaggi: 304
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 12:53    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

Chi l'ha visto ha detto che fa paura tanto è banale, poco originale e prevedibile... gli attori paiono delle marionette...
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 13:11    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

(Short Stories) ha scritto:
Chi l'ha visto ha detto che fa paura tanto è banale, poco originale e prevedibile... gli attori paiono delle marionette...


Ti riferivi a quest'ultimo film? Vedendo il trailer pensavo che erano tutti carne da macello...
Crying or Very sad
Robbie the Robot
Agguantatore a strisce
Messaggi: 21
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 13:37    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

La versione degli anni 50 è passata in tivvù parecchi anni orsono, anche in versione originale nelle serie curate dal grande Vieri Razzini su raitre negli anni '90. La versione di Carpenter, a mio parere, più che un remake di quel film, è una versione più fedele al racconto originale di Campbell.
Pur essendo un'estimatore dei vecchi film di fantascienza e non, non son d'accordo che il film di Hawks sia stato il migliore. La versione di Carpenter imho rimane un piccolo capolavoro del genere.
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3179
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 13:57    Oggetto:   

Resto perplesso solo sull'ossessione del regista per i Norvegesi. Per il resto è chiaro che confrontarsi con Carpenter è cosa proibitiva, ma mi auguro almeno che la percezione del pericolo, l'attesa e l'idea del "nemico è tra noi" siano rese in modo adeguato e dignitoso. Vedremo.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 14:09    Oggetto:   

Kobol77 ha scritto:
Resto perplesso solo sull'ossessione del regista per i Norvegesi. Per il resto è chiaro che confrontarsi con Carpenter è cosa proibitiva, ma mi auguro almeno che la percezione del pericolo, l'attesa e l'idea del "nemico è tra noi" siano rese in modo adeguato e dignitoso. Vedremo.


All'inizio del film di Carpenter un elicottero norvegese dà la caccia all'Husky, che poi si rivelerà la "cosa"... l'elicottero esplode a causa di un incidente, gli americani vanno poi ad investigare nella base norvegese dove trovano un blocco di ghiaccio scavato... credo che la sia la fine del prossimo film.
Rolling Eyes
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3179
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 14:17    Oggetto:   

Micronaut ha scritto:
Kobol77 ha scritto:
Resto perplesso solo sull'ossessione del regista per i Norvegesi. Per il resto è chiaro che confrontarsi con Carpenter è cosa proibitiva, ma mi auguro almeno che la percezione del pericolo, l'attesa e l'idea del "nemico è tra noi" siano rese in modo adeguato e dignitoso. Vedremo.


All'inizio del film di Carpenter un elicottero norvegese dà la caccia all'Husky, che poi si rivelerà la "cosa"... l'elicottero esplode a causa di un incidente, gli americani vanno poi ad investigare nella base norvegese dove trovano un blocco di ghiaccio scavato... credo che la sia la fine del prossimo film.
Rolling Eyes


L'importante è che il film sia fedele all'originale per caratteristiche, non tanto per il numero di Norvegesi da schierare.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 14:55    Oggetto:   

Kobol77 ha scritto:
Micronaut ha scritto:
Kobol77 ha scritto:
Resto perplesso solo sull'ossessione del regista per i Norvegesi. Per il resto è chiaro che confrontarsi con Carpenter è cosa proibitiva, ma mi auguro almeno che la percezione del pericolo, l'attesa e l'idea del "nemico è tra noi" siano rese in modo adeguato e dignitoso. Vedremo.


All'inizio del film di Carpenter un elicottero norvegese dà la caccia all'Husky, che poi si rivelerà la "cosa"... l'elicottero esplode a causa di un incidente, gli americani vanno poi ad investigare nella base norvegese dove trovano un blocco di ghiaccio scavato... credo che la sia la fine del prossimo film.
Rolling Eyes


L'importante è che il film sia fedele all'originale per caratteristiche, non tanto per il numero di Norvegesi da schierare.


Quoto.

Praticamente se ho capito bene visto che il film era da fare nella base norvegese (per il film di Carpenter), hanno scelto un regista europeo... boh, perché capiva meglio i norvegesi?
Shocked

P.S. Pensa se l'Husky finiva nella base italiana... si rischiava che chiamavano i Vanzina...
Razz
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3179
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 15:43    Oggetto:   

Micronaut ha scritto:
Kobol77 ha scritto:
Micronaut ha scritto:
Kobol77 ha scritto:
Resto perplesso solo sull'ossessione del regista per i Norvegesi. Per il resto è chiaro che confrontarsi con Carpenter è cosa proibitiva, ma mi auguro almeno che la percezione del pericolo, l'attesa e l'idea del "nemico è tra noi" siano rese in modo adeguato e dignitoso. Vedremo.


All'inizio del film di Carpenter un elicottero norvegese dà la caccia all'Husky, che poi si rivelerà la "cosa"... l'elicottero esplode a causa di un incidente, gli americani vanno poi ad investigare nella base norvegese dove trovano un blocco di ghiaccio scavato... credo che la sia la fine del prossimo film.
Rolling Eyes


L'importante è che il film sia fedele all'originale per caratteristiche, non tanto per il numero di Norvegesi da schierare.


Quoto.

Praticamente se ho capito bene visto che il film era da fare nella base norvegese (per il film di Carpenter), hanno scelto un regista europeo... boh, perché capiva meglio i norvegesi?
Shocked

P.S. Pensa se l'Husky finiva nella base italiana... si rischiava che chiamavano i Vanzina...
Razz


"Cose di Natale!". "Quella cosa a Natale". "Indovina che cosa c'è a Natale". Sempre a Natale comunque. Rolling Eyes
Luke Saian
Morlock
Messaggi: 55
MessaggioInviato: Mer 19 Ott, 2011 16:30    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

Chi l'ha visto ha detto che fa paura tanto è banale, poco originale e prevedibile... gli attori paiono delle marionette...

Ma a quale ti riferisci?
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5855
MessaggioInviato: Ven 21 Ott, 2011 08:29    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

(Robbie the Robot) ha scritto:
La versione degli anni 50 è passata in tivvù parecchi anni orsono, anche in versione originale nelle serie curate dal grande Vieri Razzini su raitre negli anni '90. La versione di Carpenter, a mio parere, più che un remake di quel film, è una versione più fedele al racconto originale di Campbell.
Pur essendo un'estimatore dei vecchi film di fantascienza e non, non son d'accordo che il film di Hawks sia stato il migliore. La versione di Carpenter imho rimane un piccolo capolavoro del genere.



Ok
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5855
MessaggioInviato: Ven 21 Ott, 2011 08:35    Oggetto: Re: The Thing, parla il regista del prequel   

(Short Stories) ha scritto:
Chi l'ha visto ha detto che fa paura tanto è banale, poco originale e prevedibile... gli attori paiono delle marionette...


In Italia arriverà sugli schermi a dicembre per cui, chi l'ha visto?
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum