Incontro con Rama - Arthur C. Clarke


Autore Messaggio
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mar 22 Mag, 2012 21:34    Oggetto: Incontro con Rama - Arthur C. Clarke   

Credo di aver un po' mitizzato questo romanzo.
Era una di quelle opere che appartengono alla storia della letteratura di fantascienza e che era imperativo che prima o poi la leggessi.
Quindi non ho aspettato neanche 5 minuti quando ho visto il volume di Urania Collezione in edicola e come mi capita con i romanzi che più mi attraggono, ho impiegato poco tempo per finirlo.

Ed è un ottimo romanzo, una bella storia d'esplorazione, una di quelle opere che fanno sognare. E probabilmente vale tutta la fama che ha accumulato negli anni.
Comprendo perfettamente il desiderio di Morgan Freeman di produrre un film tratto dal lavoro di Clarke (anche se al momento è solo un progetto).

Credo che non siano poche le produzioni successive che in qualche modo siano state influenzate da "Incontro con Rama".
Per esempio trovo che "Stargate Universe" si avvicini molto alla filosofia del romanzo e alla sua storia (entrambe le astronavi, per esempio, sfruttano i soli per rifornirsi di energia entrandoci quasi, sono frutto di una razza aliena perduta, sono molto vecchie e gli umani che ci vivono dentro sembrano solo degli ospiti non annunciati)

Eppure un vago sapore di delusione mi è rimasto alla fine. Come se mancasse qualcosa. Un qualcosa che però non so come definire.

Magari quando saranno pubblicati gli altri due libri, il quadro sarà completo.

Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 6856
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 23 Mag, 2012 12:37    Oggetto:   

ci sono dietro anche io, ti farò sapere cosa ne penso!
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Andras Eris
Incal Incal
Messaggi: 1296
MessaggioInviato: Mer 23 Mag, 2012 16:52    Oggetto:   

Gli altri due libri, se non erro, non sono di Clarke. Qualcuno sa dire come sono?
Niente si crema
Niente è impossibile
Tutto si distrugge per caso
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mer 23 Mag, 2012 20:31    Oggetto:   

Andras Eris ha scritto:
Gli altri due libri, se non erro, non sono di Clarke. Qualcuno sa dire come sono?

Ha collaborato alla stesura.
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 16453
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 24 Mag, 2012 08:56    Oggetto:   

Questo quello che ne dicevo sulla discussione dei premi Hugo (e Nebula)

"Incontro con Rama è considerato uno dei caposaldi della fantascienza. Com’è a rileggerlo oggi, dopo 33 anni dalla vittoria?

Occhio, QUA E LA’ SPOILER.


Beh, in primis, dato che Padova viene distrutta da un meteorite nelle prime pagine, è una rilettura con toccamento annesso. Il libro è ancora bello; alla fine lascia la sensazione di “esserci stati”, su Rama. I pregi sono moltissimi, ed è un libro ancora piacevole e consigliabile. Ma…

A mio parere nel ’74 la descrizione e l’esistenza di Rama lasciava forse a bocca aperta, ma ora? Abbiamo visto astronavi di proporzioni incredibili passarci sulla testa, al cinema, dove abbiamo pure visto strutture più grandi (v. solo, pochi anni dopo, la Morte Nera in Star Wars).
Qualunque film oggi potrebbe immaginare e farci vedere manufatti molto più grandi, che dico, qualunque giochino in edicola può ambientarti su una struttura 10 volte più grande e 1000 volte più dettagliata.
Manca oggi, totalmente, quel senso di sbalordimento che forse ci fu allora. Rimane però intatto il mistero di Rama e la sua “indifferenza” all’umanità, forse le caratteristiche alla fine più memorabili."
Kust0r
Scaraburra
Messaggi: 7
MessaggioInviato: Lun 08 Ott, 2012 01:07    Oggetto:   

l'ho riletto in occasione della recente uscita per i classici urania (la versione del 1973 la conservo come reliquia) e mi ha appassionato e meravigliato come la prima volta che lo lessi. Uno dei migliori Clarke.

Penso che sarebbe piú adatta una trasposizione in serie televisiva piuttosto che in film. Sarebbe piú adatta al ritmo del romanzo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum