Il Cavaliere Oscuro, il ritorno


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
L01CYL8
Trifide Trifide
Messaggi: 249
MessaggioInviato: Gio 30 Ago, 2012 22:25    Oggetto:   

@Lord of Chaos

Ti avevo scritto faticosamente (su tablet) un'articolata risposta in cui spiegavo punto per punto ogni esempio che avevi portato ma, giunto all'invio, la sessione era scaduta e non c'è stato modo di recuperare il commento. Mi sottometto al dominio del caos e me ne faccio una ragione. Lieto che ti sia piaciuto, sopra ho scritto perché, IMHO, è addirittura superiore al secondo capitolo.
You write such pretty words
But life's no storybook
Love's an excuse to get hurt
And to hurt.
Do you like to hurt?
I do, I do!

Then hurt me...
(Rob )
Ospite

MessaggioInviato: Ven 31 Ago, 2012 11:06    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

la recensione anticipa e conferma più o meno quello che mi aspetto dal film, cioè un buon film, non il capolavoro che si dice, ma un buon film. Lo vedrò nei prossimi giorni. Vi è però un vizio essenziale nella recensione, secondo me, e cioè il fatto di considerare capolavori inarrivabili film appena discreti come i primi due Batman e Inception. Nolan è un regista molto sopravvalutato, e i suoi film anche, Vuoi vedere che una recensione che sopravvaluta quei film 'stavolta sottovaluta quest'ultimo Batman? Può anche essere...
HAL 9000
Trifide Trifide
Messaggi: 240
MessaggioInviato: Sab 01 Set, 2012 11:16    Oggetto:   

Visto ieri.

Bello, mi è piaciuto. Per me allo stesso livello del precedente, e quindi tra le pochissime conclusioni di trilogia ben realizzate. Ancora più incredibile che si tratti di una trilogia supereroistica, vista la qualità ancora più bassa che ha caratterizzato finora i terzi capitoli.

Non è esente da difetti, in particolare non mi è piaciuto troppo l'inizio e l' "incidente" aereo. E ci sono diverse forzature, presenti anche nei precedenti ma nascoste meglio. Avrei preferito maggiori legami con il secondo rispetto al primo, invece ci sono soltanto nella parte che mi ha convinto meno.
Per il resto invece niente da dire. Ho apprezzato, chi più chi meno, tutti i nuovi personaggi e penso che come "Il cavaliere oscuro" sarà uno dei pochi film di questo genere che rivedrò.
Quasi ottima la conclusione, personalmente avrei evitato giusto la parte su Robin, mentre del precedente non avevo apprezzato tutta quella su Due Facce.
(Marco M.)
Ospite

MessaggioInviato: Sab 01 Set, 2012 20:01    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

Io invece penso che Lord of Chaos ci abbia visto giusto, tanti errori ed incongruenze, questo terzo capitolo è inferiore ai primi due: non brutto, ma inferiore. Stesso errore in cui è caduto Sam Raimi con il terzo spiderman, a questi registi il 3 porta male. Ma la cosa peggiore di tutte sono le lungaggini, parecchie chiacchere e poco batman, il film poteva tranquillamente durare 2/3 e non avrebbe pianto nessuno. Quella girandola di scoppietti di carnevale lanciata contro Bane a cosa sarebbe dovuta servive, fargli scappare la pipì dalla paura? Ma vedo che in molti lo giudicate superiore agli altri due capitoli, segno che non siete andati a vedere un film coerente, siete solo andati a vedere Batman.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 02 Set, 2012 10:54    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

(Marco M.) ha scritto:
Ma vedo che in molti lo giudicate superiore agli altri due capitoli, segno che non siete andati a vedere un film coerente, siete solo andati a vedere Batman.


Non so cosa voglia dire questa frase, puoi spiegarci meglio cosa siamo andati a vedere e cosa pensiamo realmente, così lo capiamo bene?

Personalmente non voglio fare paragoni col primo e il secondo anche perché non li ricordo benissimo, ma questo terzo capitolo l'ho trovato eccezionale. Paragonarlo a quella schifezza di Spider-Man 3 mi sembra davvero fuori luogo, ma in generale mi pare che tutta la trilogia sia un genere del tutto diverso dai film di supereroi Marvel. Questi non sono film di supereroi, il supereroe è quasi ridotto a simbolo, ad archetipo, e difatti compare molto poco nel film.
S*
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Dom 02 Set, 2012 12:24    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

S* ha scritto:
Questi non sono film di supereroi, il supereroe è quasi ridotto a simbolo, ad archetipo, e difatti compare molto poco nel film.
S*


Per questo sarebbe interessante capire come potrebbero dare vita alla JLA.
O abbandonano completamente la strada intrapresa da Nolan e sfruttano lo spazio narrativo aperto da Green Lantern (alieni, polizia superiore, vari livelli di giustizia: Aquamen, Green Latern, Green Arrow, Superman e Batman assieme potrebbero essere sfruttati per mostrare ideali e metodi di giustizia molto differenti ma in effetti ci si potrebbe limitare ai botti artificiali) oppure... bho?
Immagino che siano alla ricerca di un' idea ed uno stile che li differenzi dalla Marvel cinematografica.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Dom 02 Set, 2012 12:45    Oggetto:   

L'ho visto venerdì sera.
Mi trovo d'accordo con la recensione.
Secondo me è una buona conclusione, ma probabilmente la sceneggiatura è stata redatta in modo un poco frettoloso. Ho visto nelle prime 2 ore spettatori troppo annoiati, per darne un giudizio del tutto positivo sul film: la prima parte è poi un pò troppo pesante anche per Nolan, il cui lavoro ho sempre apprezzato.
E' un film che comunque si eleva sulla media (in particolar modo dei film supereroi) e non varia il mio giudizio su questa trilogia di Batman, veramente molto bella.


Ultima modifica di Micronaut il Lun 03 Set, 2012 09:23, modificato 1 volta in totale
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1002
MessaggioInviato: Lun 03 Set, 2012 09:19    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

Visto ieri sera.
Le due recensioni, quella di Marco e quella di Andrea divergono abbastanza, ma non quanto la mia e quella di Emanuele Manco ( http://www.fantascienza.com/magazine/libri/15461/i-n-r-i/ ).
Come può essere che ci siano pareri tanto diversi su una stessa opera?
Io credo che sia questione di sospensione dell'incredulità, se la storia ti prende al punto che i difetti e le incongruenze passano in secondo piano allora il giudizio sarà positivo, altrimenti no.
Certo, in un film conta anche il ritmo, e in questo devo dire che Nolan è stato bravo, dopo lo sconcerto della prima scena, spettacolare ma assurda - chiunque abbia assistito a due puntete di Indagini ad alta quota si sarebbe accorto che l'incidente aereo era fasullo - la storia mi è sembrata logica e scorrevole, anche se a mente fredda i buchi nella sceneggiatura ci sono eccome.
Jon Snow
Agguantatore a strisce
Messaggi: 10
MessaggioInviato: Lun 03 Set, 2012 21:06    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

(Anacho) ha scritto:
Come può essere che ci siano pareri tanto diversi su una stessa opera? Io credo che sia questione di sospensione dell'incredulità, se la storia ti prende al punto che i difetti e le incongruenze passano in secondo piano allora il giudizio sarà positivo, altrimenti no.


Sono d'accordo con te, Giampaolo: la sospensione dell'incredulità, che il coinvolgimento emotivo comporta, è un elemento fondamentale. Come ha giustamente fatto notare Lord Of Chaos in un suo precedente intervento, questo film divide. Perchè se lo si analizza nel suo impianto logico-narrativo, vi si trovano tanti (e per qualcuno insopportabili) difetti. Ma se ci si lascia coinvolgere emotivamente, come a me è successo, i difetti passano in secondo piano. E Nolan è bravissimo a orchestrare emozioni.
(Luca b.)
Ospite

MessaggioInviato: Mer 05 Set, 2012 12:28    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

I super eroi hanno stufato, dico solo questo. Il fatto che Nolan ora si sia messo a girare Superman mi rattrista non poco perché vedo del talento sprecato nel girare film di omini in calzamaglia.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Mer 05 Set, 2012 12:56    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

(Luca b.) ha scritto:
I super eroi hanno stufato, dico solo questo. Il fatto che Nolan ora si sia messo a girare Superman mi rattrista non poco perché vedo del talento sprecato nel girare film di omini in calzamaglia.


A me non hanno stancato.
Anzi, finalmente le produzioni hanno la possibilita' di girare film tratti da fumetti super eroistici senza dover influenzare il tono della narrazione (con virate nel comico e nel grottesco, ad esempio) perche' impossibilitati dal rendere efficacemente le peculiarita' fantastiche dei personaggi (delle Meraviglie come direbbero Kurt Busiek e Alex Ross).
Il fumetto super eroistico americano e ricco e molto variegato, fino ad oggi si e' visto tutto sommato poco.
E' apprezzabile la strada intrapresa dalla Marvel, in qualche maniera capace di riprodurre sullo schermo il meccanismo della continuity che ha fatto la sua fortuna (meccanismo che spesso si inceppa, ma senza necessariamente rovinare irrimediabilmente la piacevolezza e gli sviluppi della narrazione), cosi' come e' apprezzabile il tentativo di mostrare sfaccetature diverse e tutte interessanti di uno dei principali cavalli di razza della DC (Batman, non si fosse capito).
Ma si e' visto ben poco dei personaggi urbani della Marvel: Luke Cage e Pugno d' Acciaio, Tigre Bianca e Shang Chi con tutto il fasciono dell' exploitation anni settanta, Moon Knight dalle molteplici identita' (favoloso il ciclo Moench e Bill Sienkiewicz), Pantera Nera efficace tanto quanto fumetto di denuncia (Panter' quest da solo varrebbe un film) tanto quanto monarca in contrasto con il resto del Marvel Universe o piu' "semplicemente" fumetto sperimentale.
Taciamo poi degli squallidi adattamenti di Devil ed Elektra, che potevano cogliere mille aspetti dei due personaggi (non necessariamente quelli noir, anche se Elektra sotto questo punto di vista e' molto piu' rigida e difficilmente soggetta ad interpretazioni rispetto a Devil) e si sono invece limitati ad essere plasticose e riduttive imitazioni di fumetti ben piu' interessanti.
C'e' poi l' intero mondo narrativo Vertigo ancora immacolato: non solo i super eroistici, o quasi, Preacher Sandman Lucifer Hellblazer Swamp Thing e compagnia ma anche i vari 100 proiettili, Fables, ecc.
Cosi' come il classico universo super eroistico DC, fino ad oggi ben poco sfruttato.
Abbiamo visto Watchmen, ma molto ci sono centianaia di storie straordinarie nel cassetto.
E questo per tacere ddll' enorme quantita' di fumetti piu' o meno indipendenti.
Insomma, non dubito che a molti possa interessare relativamente poco di storie di super eroi ma moltissimi altri, invece, si gustano il momento finalmente accontentati dopo anni di attesa.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mer 05 Set, 2012 14:14    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

(Luca b.) ha scritto:
I super eroi hanno stufato, dico solo questo. Il fatto che Nolan ora si sia messo a girare Superman mi rattrista non poco perché vedo del talento sprecato nel girare film di omini in calzamaglia.


No, è solo uno dei produttori. Il regista è Zack Snyder. La sceneggiatura è di Goyer su soggetto di Goyer e Nolan.
S*
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mer 05 Set, 2012 21:57    Oggetto:   

Non è facile giudicare questo film.
A mente fredda penso ci siano alcuni buchi narrativi, ma sono dovuti per lo più dall'aver compresso le vicende di molti mesi in un film che alcuni troveranno troppo lungo (personalmente non ho sentito questo peso e avrei voluto vedere di più).
E' un'ottima conclusione per il miglior ciclo cinematografico su un supereroe.
Però è alla fine un gradino al disotto del secondo film.
Quello che mi ha un po' deluso è stata la trasformazione di Bane: è molto diverso dall'originale e somiglia troppo a quello di "Batman & Robin".
Quello che mi chiedo è che senso ha un'attribuzione politica al film.
L'anarchia di Bane non ha nulla a che vedere con le richieste di Occupacy Wall Street: è solo una scusa per distruggere moralmente la città.
Non centrano nulla i ricchi e i loro privilegi vs la classe media e quella povera: infatti libera i criminali che non hanno problemi a terrorizzare tutti.
Segnalo probabilmente un piccolo errore nella recensione (se non ho letto male):
"Soprattutto se si è incontrato nei fumetti Ras al Ghul, una delle invenzioni di Nolan, insospettisce molto e fa già immaginare quale possa essere la vera fine del film coinvolgendo personaggi rimasti altrimenti in secondo piano"
Ra's al Ghul appare nel 1971 ed è stato ideato da Dennis O'Neil e Neal Adams. Che ha una figlia. Che ha un nipote che è il figlio di Batman.
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16806
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mer 05 Set, 2012 22:19    Oggetto: Re: Il Cavaliere Oscuro, il ritorno   

Spoiler


Lord of Chaos ha scritto:


Ne cito alcuni, a memoria (ho visto l'anteprima dieci giorni fa), in ordine.
Tutta la scena iniziale è completamente senza senso: la CIA accetta prigionieri casuali, senza nemmeno controllarli, facendoli salire sull'aereo che è destinato al salvataggio di uno scienziato estremamente importante? I piloti inoltre non si accorgono di un enorme aereo che si avvicina minaccioso. Anche il piano di Bane è stupidamente complesso: e se la CIA non avesse accettato i prigionieri? E se avessero sparato casualmente a Bane per primo, per far parlare gli altri? E, per concludere, fingere un incidente aereo dopo tutto quello che hanno fatto alla fusoliera non ingannerebbe assolutamente nessuno. E qualche cl di sangue non cambia il dna di un corpo.

L'agente della CIA chiede l'autorizzazione hai suoi superiori per prendere a bordo i prigionieri. Per altro non li uccide.

Lord of Chaos ha scritto:

Il peggiore buco in assoluto è la fuga dalla prigione situata in [un posto sconosciuto molto lontano]. In poco tempo, Bruce scappa senza incontrare resistenza, con un corpo ancora malato, senza provviste, e riesce a tornare negli stati uniti senza documenti di identità, senza passaporto, senza soldi, senza mezzi. Poi, sempre senza mezzi, riesce a tornare sull'isola che è completamente sigillata senza farsi scoprire, sapendo esattamente com'è la situazione (compreso quanto manca all'esplosione), trovando il batwing esattamente dove l'aveva lasciato. E trova anche il tempo di disegnare con un liquido infiammabile il suo simbolo su un edificio, salvare Gordon, e preparare il testamento.


La storia della prigione invece ha un senso narrativo e psicologico importante: da li nasce tutto.
E' la prigione Bane: qui finiscono i suoi nemici.
Nessuno può scappare e allora perché sprecare soldi per mantenere un servizio d'ordine. E se uno riesce a risalire il pozzo: allora si è meritato la libertà. Il problema principale del film è il fatto che un lasso di tempo lungo è compresso in poco tempo e non si percepisce completamente il suo scorrere. Tutto quello che fa dopo la fuga (che forse ha più una valenza simbolica che reale) è forse il frutto di anni di lotte e pellegrinaggi giovanili.

Lord of Chaos ha scritto:

Se il problema primario era la bomba, perché Batman e la maggior parte dei "buoni" attaccano Bane e i suoi scagnozzi? Una bella scazzottata è inutile, se hai un'enorme spada di damocle sulla testa.


Doveva trovare la bomba, il detonatore e le persone in grado di disinnescarla. Il tutto tenendo occupato Bane e soci.

Lord of Chaos ha scritto:

Nel finale, Bruce Wayne ripara in pochi secondi l'autopilota, salvandosi non si sa come o dove. E poco dopo dei tecnici lo scoprono, nonostante il mezzo sia stato l'epicentro di un'esplosione nucleare.


Lo aveva fatto già prima usando i computer della compagnia e ha solo inserito le modifiche prima di usare il mezzo.

Palomino
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
Antha
Antha
Messaggi: 5460
MessaggioInviato: Ven 07 Set, 2012 12:38    Oggetto:   

Visto un paio di giorni fà
Il personaggio di Batman mi ha sempre interessato, pur non essendone un fan, ciò detto non avevo particolari aspettative verso questo film

Mi è già capitato di vedere pellicole che non mi siano piaciute: ma in questo caso oltre a non essermi piaciuto, il film mi ha anche infastidito ed annoiato. Con l’occasione è stata la terza volta in vita mia che ho scelto di uscire dalla sala prima della fine di una pellicola.

Non sono entrato in sintonia con la storia, che a conti fatti mi è sembrata una mera concatenazione di situazioni senza un fine preciso. Un bel cattivo, ma solo visivamente. Con l’audio non ci siamo stati. Un tipo di Batman di cui si poteva fare a meno.
A dispetto delle rocambolesche scene iniziali (che peraltro nella loro evoluzione mi sono parse mediocri), ho trovato da subito il film lungamente noioso e privo di ritmo.
Ho trovato del tutto prive di phatos le ripetute riflessioni psicologiche e/o le dichiarazioni di intenti dei vari personaggi; in tale contesto molte figure mi sono apparse delle banali comparsate buttate li a caso (Caine, Freman; Oldman), in un panorama generale di comparsate.
Del tutto inutile, e fuori luogo, a mio modo di vedere, la Catwoman qui rappresentata.
Non ho beneficiato neppure della presunta sorpresa finale, dal momento che a un certo punto del film mi è venuta l’idea che una certa fanciulla non la contasse giusta (Non sono un veggente: ma è stato quando rimestando il fuoco mostra la schiena con una cicatrice che ho avuto come un sospetto).
Pertanto, una volta conclamato che al click della predetta, la bomba non avrebbe ovviamente fatto boom, mi sono alzato ed avviato all’uscita.
Per quanto mi consta, il peggiore degli ultimi 7: nulla a che vedere con le sottili e gotiche atmosfere di Burton, con quelle scanzonate e disimpegnate di Schumaker o con quelle cupe degli altri Nolan
"Grandi erano gli Antha: così è scritto nell'Unico Libro della Storia; più grandi forse di ogni altro Popolo Galattico..."
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum