Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil Gaim


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 07:07    Oggetto: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil Gaim   

Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil Gaiman

Il nuero 147 di Delos è dedicato a Total Recall - Atto di Forza, il remake/reboot del film di Paul Verhoeven, diretto da Len Wiseman e interpretato da Colin Farrell.

Leggi l'articolo.
(Exidor )
Ospite

MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 07:07    Oggetto: Re: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil   

E Antonella Clerici è la madre di Catwoman perchè una volta a carnevale si è vestita da gatta. Aquaro, prendi nota per il prossimo articolo.
La mia considerazione è che oggi i giornali li comprano in pochi e solo una sparuta minoranza di questi li legge, perciò tizi come Aquaro possono scrivere quel che vogliono tanto i loro articoli nemmeno i loro parenti li leggeranno (solo il titolo e la firma in calce se alcuni di loro sanno ancora leggere).
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 18:02    Oggetto: Re: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil   

Dunque questo Gaiman che parla di Batman e' uno scrittore di fumetti, dunque sara' l' ideatore del fumetto.
In fondo per quale altro motivo l' opinione di un un autore di fumetti dovrebbe essere preso in considerazione dalla stampa americana?
E dire che una volta era Frank Miller ad essere considerato il papa' di Batman dalla stampa italiana... Very Happy
Ad ogni modo non credo che il valente giornalista intendesse attaccare Gaiman o Batman, ma piu' semplicemente intendesse dire che lo studente di neuroscienze fuori corso (il killer americano) ha macchiato indelebilmente l' aurea da sogno e innocenza che pervade il mondo dei super eroi.
Affermazione che farebbe sorridere in ogni caso, figurarsi se riferita a Batman ...
All' assalto del fortino!
"Siamo nella follia a norma di legge" - Andrea Zucchi
(Cristian nn)
Ospite

MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 21:53    Oggetto: Re: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil   

bhe comprensibile: i giornalisti italiani sono abituati da anni a riportare nei loro articoli fiumi di copia/incolla a casaccio di questa o quella intercettazione/dossier altrui/blog a caso sul web oppure lunghi e soporiferi elenchi di opinioni personali.
quando devono scrivere un articolo su qualcosa che non conoscono - come i fumetti, ma vale lo stesso per la scienza - oscillano tra la presuntuosa visione di se stessi come persone che tutto sanno e non devono documentarsi e l'incapacità di concepire qualcosa di diverso da ciò che considerano "cultura".
MessaggioInviato: Mer 12 Set, 2012 12:55    Oggetto: Re: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil   

Attenzione però, Carmine, lo strafalcione è alla portata di tutti...
rileggiti qua sopra: leggo bene che Gaiman è uno "scrittore americano"? Ma non era di Portchester (GB)? Wink)))
Cmq su tutto il resto hai straragione, basta leggere la recensione "repubblicana" della Aspesi del film di Nolan per essere travolti da una compiacente alterigia nei confronti del fumetto e di quel tipo di cinema, che certamente la dotta Natalia considera ancora scempiaggini da brufolosi...
L'ho linkato anche nella mia rece del film (posthuman.it) come esempio negativo.

A proposito, com'(e di chi è soprattutto) è la storia su Arkham, in edicola oggi con Panorama? Viene chiamato Cavaliere Oscuro ma dubito che sia Frank Miller, dubito anche Gaiman (!) e Grant Morrison (papà del capolavoro Arkham Asylum).... ne sapete?
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mer 12 Set, 2012 17:56    Oggetto: Re: Batman: lo strafalcione di Repubblica e le scuse a Neil   

(mario gazzola) ha scritto:
Attenzione però, Carmine, lo strafalcione è alla portata di tutti...
rileggiti qua sopra: leggo bene che Gaiman è uno "scrittore americano"? Ma non era di Portchester (GB)? Wink)))


Abita da vent'anni nel Wisconsin e ha sposato l'artista newyorkese Amanda Palmer, ma probabilmente hai ragione, andrebbe definito britannico.
S*
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sugli articoli di Delos Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum