Hanna e Hitgirl: combattenti in erba


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Gio 18 Apr, 2013 09:24    Oggetto: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

Hanna e Hitgirl: combattenti in erba

Da Kick-Ass a The Hunger Games: sempre più film hanno per protagoniste della bambine. Un caso? O sta nascendo un nuovo filone cinematografico?

Leggi l'articolo.
Aldo Andaloro
Ameboide amorfo
Messaggi: 3
MessaggioInviato: Gio 18 Apr, 2013 09:25    Oggetto: Re: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

Non volevo commentare perchè verrò sicuramente tacciato di esser maschilista anche non lo sono e non potrei esserlo per età e formazione culturale (ho fatto il '68, per intenderci) ma non ho potuto proprio trattenermi. Raramente ho letto una simile accozzagli di banalità e luoghi comuni usati per sostenere le proprie tesi... Sette (7!!!) pagine per parlare di un paio di filmacci invedibili. E' questa la SF oggi? Suggeriasco all'autrice di scegliersi meglio i film e, soprattutto, di guardarli senza paraocchi.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 16851
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 18 Apr, 2013 09:55    Oggetto:   

Io ho trovato l'articolo interessante e stimolante, mi dispiace non ti siano piaciuti Hanna (per me, voto 7) e Kick Ass (per me, voto Cool, sei nella piccolissima minoranza che li giudica brutti film, forse non sono film per te, tutto qua.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Ven 19 Apr, 2013 00:39    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Io ho trovato l'articolo interessante e stimolante, mi dispiace non ti siano piaciuti Hanna (per me, voto 7) e Kick Ass (per me, voto Cool, sei nella piccolissima minoranza che li giudica brutti film, forse non sono film per te, tutto qua.


Secondo me il problema sta su cosa è basato l'articolo; date un occhiata alla bibliografia ed a parte i classici articoli da "buttiamola sul femminismo", ci sono cose grottesche tipo:
http://www.theatlantic.com/magazine/archive/2010/07/the-end-of-men/308135/
Perché grottesche ?
Perchè ad esempio chi ha scritto "The End of Men", la butta in modo clamoroso sul cherry picking (prendere solo gli elementi a supporto della propria opinione ed ignorare quelli in contrasto con essa).

Poi qualche piccolo appunto anche sull'articolo.

Hitgirl "non vince" perchè la storia è incentrata su Kick-Ass, è come chiedersi come mai in Guerre Stellari è quella mezza pippa di Luke Skywalker a far fuori la Morte Nera mentre Han Solo fa solo il comprimario e nel secondo film finisce pure "grafitizzato".

Hanna è una rielaborazione della favola di biancaneve e (gasp!) si resta sconvolti che c'è un personaggio femminile che è una rielaborazione della regina cattiva ? Rolling Eyes

Infine Hanna ed Hitgirl non rientrano "nella società patriarcale", rientrano nella società e basta, dove alla fine possono scegliere da se che piega deve prendere la loro vita (e nel caso di Hitgirl significa anche completare la propria educazione scolastica, in teoria nel film è una preadolescente).
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 16851
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 19 Apr, 2013 10:09    Oggetto:   

Un articolo può essere interessante e stimolante, anche se ne condividi il 50%, o il 10%, o il 90%....

Piuttosto mi sembrava un po' gratuita l'affermazione del forumista sulla qualità dei film, Hanna non mi è dispiaciuto, Kick Ass è una figata e l'ingresso di Hit Girl è una madornale scarica di adrenalina.
Luisa Iori
Hoka
Messaggi: 35
MessaggioInviato: Ven 19 Apr, 2013 19:01    Oggetto: Re: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

Se leggete un articolo che fin dalla prima riga afferma senza mezzi termini di parlare solo di personaggi femminili da un punto di vista femminista, in una rubrica aperiodica che ha sempre pubblicato solo articoli di matrice femminista, non vi potete poi lamentare che l'articolo è di parte e che seleziona solo argomentazioni femministe per avvalorare le proprie tesi. Quello che faccio viene chiamato Feminist Media Criticism nelle università americane, anche se lì l'argomento è affrontato a livelli più elevati dei miei. Quindi l'approccio è estremamente specialistico. E' come dire a un filosofo esistenzialista che è troppo esistenzialista.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5871
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Ven 19 Apr, 2013 23:57    Oggetto: Re: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

(Luisa Iori) ha scritto:
Se leggete un articolo che fin dalla prima riga afferma senza mezzi termini di parlare solo di personaggi femminili da un punto di vista femminista, in una rubrica aperiodica che ha sempre pubblicato solo articoli di matrice femminista, non vi potete poi lamentare che l'articolo è di parte e che seleziona solo argomentazioni femministe per avvalorare le proprie tesi. Quello che faccio viene chiamato Feminist Media Criticism nelle università americane, anche se lì l'argomento è affrontato a livelli più elevati dei miei.


Tesi, antitesi, sintesi. Niente di più e niente di meno.

Se si espone una tesi (propria o altrui che sia) in un articolo aperto a commenti è inevitabile che la cosa attragga portatori di antitesi.

(Luisa Iori) ha scritto:
Quindi l'approccio è estremamente specialistico.


Nel mio settore si usa un altro termine, ma forse dipende dal fatto che si ha più rispetto dell'aggettivo "specialistico".

(Luisa Iori) ha scritto:
E' come dire a un filosofo esistenzialista che è troppo esistenzialista.


Pensavo di più a qualcosa tipo "a volte un sigaro è solo un sigaro". Parola di giovane marmotta
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Dom 21 Apr, 2013 09:53    Oggetto: Re: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

(Luisa Iori) ha scritto:
Se leggete un articolo che fin dalla prima riga afferma senza mezzi termini di parlare solo di personaggi femminili da un punto di vista femminista, in una rubrica aperiodica che ha sempre pubblicato solo articoli di matrice femminista, non vi potete poi lamentare che l'articolo è di parte e che seleziona solo argomentazioni femministe per avvalorare le proprie tesi. Quello che faccio viene chiamato Feminist Media Criticism nelle università americane, anche se lì l'argomento è affrontato a livelli più elevati dei miei. Quindi l'approccio è estremamente specialistico. E' come dire a un filosofo esistenzialista che è troppo esistenzialista.


Allora o si crea una sezione leggibile solo da femministe incallite oppure si affrontano le argomentazioni.
Non è perché una cosa è dichiaratamente di parte che è intoccabile, soprattutto se vuole arrivare a delle conclusioni tramite delle interpretazioni e non dei fatti.
E la prima cosa che appare (a un maschio pro femminismo come me) è che il Feminist Media Criticism si raduna su se stesso, legge come vuole le cose e si crogiola nelle sue conclusioni.
Per esempio la parte di citazione di Batman, Lois Lane e Batgirl (Oracle) è superficiale nelle conclusioni perché superficiale nella conoscenza dei dati., cita solo quello che vuole a favore delle sue tesi.
I riferimenti erano all'universo DC prima del New 52 e quindi citerò quelli:
Lois Lane è una donna indipendente di successo (vincitrice di premi giornalistici) che manifesta il suo successo in carriera e di moglie e che, quando vuole, si batte alla pari con gli uomini, compresi maschi privi di superpoteri. Ha una relazione con Clarl Kent che è più al 50-50 di chiunque altro. In cosa è inferiore?
Oracle (Barbara Gordon non è più Batgirl da 20 anni) è IL [maiuscolo] punto di riferimento informatico/informativo non solo della Batman Family, ma di tutta la comunità di supereroi. Ha saputo superare il suo problema e lo ha vinto dimostrando di non volersi arrendere, di non voler rimanere protetta a casa. Ha avuto relazioni sentimentali, è trattata da Bruce Wayne con una della famiglia, ha trasformato il dramma in azione.
L'incompatilità del ruolo di combattente/adolescente è comune a tutti i supereoi, indipendentemente se sono maschi o femmine. Citarlo solo per le femmine è una visione parziale. Semmai possiamo citare la debolezza di alcune sceneggiature.
E così via...
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Luisa Iori
Hoka
Messaggi: 35
MessaggioInviato: Lun 22 Apr, 2013 16:27    Oggetto: Re: Hanna e Hitgirl: combattenti in erba   

Non tutto quello che ho espresso nell'articolo è farina del mio sacco, per questo ho messo una bibliografia alla fine dell'articolo. Però non mi sembra di essere il tipo che si ripiega su se stessa. Su 13 fonti citate, 6 sono di matrice femminista, mentre 7 sono non femministe, tra cui anche un articolo del Washington Post che è un giornale conservatore e quindi molto anti-femminista e una ricerca statistica basata quindi sui numeri su cui non si può discutere. Se a voi non piace quello che scrivo, bene, sono molto contenta che abbiate delle opinioni molto precise, ma per favore lasciatemi esprimere le mie.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sugli articoli di Delos Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum