Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantascienza


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 06:59    Oggetto: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantascienza   

Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantascienza"

Una nuova bruttissima notizia in questo pessimo anno. Il grande Frederik Pohl se n'è andato ieri, all'età di 94 anni.

Leggi l'articolo.
Gran Dux Gargaros
Trifide Trifide
Messaggi: 239
Località: Sotto un ponte
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 06:59    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Non so se è una mia impressione, ma sembra che la SF stia migrando in una nuova era, ma di bruttezza. Con queste morti illustri (Matheson è partito qualche mese fa, per dirne uno), col fatto che Hartwell continua a curare "best of the year" uno più deludente dell'altro, da alcuni anni ho l'impressione che una scuola valida, che stava decadendo però da qualche decennio, sia completamente morta e ne sia nata un'altra ma del tutto insufficiente...

Addio anche a Phol, dunque.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 07:05    Oggetto:   

(Gran Dux Gargaros) ha scritto:
Non so se è una mia impressione, ma sembra che la SF stia migrando in una nuova era, ma di bruttezza. Con queste morti illustri (Matheson è partito qualche mese fa, per dirne uno), col fatto che Hartwell continua a curare "best of the year" uno più deludente dell'altro, da alcuni anni ho l'impressione che una scuola valida, che stava decadendo però da qualche decennio, sia completamente morta e ne sia nata un'altra ma del tutto insufficiente...


Ci sono molti buoni autori ancora oggi.
Tuttavia un fatto è chiaro: negli anni cinquanta, sessanta e settanta la fantascienza vendeva parecchio, per cui se eri un bravo scrittore la scrivevi volentieri. Ora vende pochissimo, quindi lo scrittore bravo che vuole guadagnarsi da vivere pensa bene di scrivere altri generi.
Ci sono scrittori, come Sawyer per esempio, che hanno la sf nel dna perché scrivono cose fortemente basate su idee scientifiche. Altri possono scrivere senza problemi sf, fantasy, thriller o altro, e nel momento in cui altro paga di più e loro devono pagare le bollette, altro scrivono.
S*
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 07:45    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Hartwell continua a curare "best of the year" uno più deludente dell'altro, da alcuni anni ho l'impressione che una scuola valida, che stava decadendo però da qualche decennio, sia completamente morta e ne sia nata un'altra ma del tutto insufficiente.
Personalmente non sono d'accordo: prima di tutto la sf è (secondo me) "letteratura di IDEE" e chi cerca sofisticatezze stilistiche temo che sia fuori strada; e poi giova ricordare che negli anni 50-60-70 c'erano grandi quantità di "porcherie" scritte da "mestieranti" in fretta e furia. Anche oggi (come "una volta") ci sono ottimi autori "di idee" come Di Filippo, Chiang, ecc. e poi, per dirla tutta, è come sempre questioni di gusti: a me (e anche ad altri, viste le discrete tirature rispetto ad altri prodotti editoriali di sf) le antologie di Hartwell piacciono....
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 08:30    Oggetto:   

Questa è veramente una brutta notizia, ogni tanto leggevo il suo blog ed era incredibilmente lucido fino alla fine. Mi sembra una di quelle notizie che non può essere vera.
Crying or Very sad


Ultima modifica di Micronaut il Mar 03 Set, 2013 09:44, modificato 1 volta in totale
Gran Dux Gargaros
Trifide Trifide
Messaggi: 239
Località: Sotto un ponte
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 09:29    Oggetto:   

S* ha scritto:
Ci sono molti buoni autori ancora oggi.
Tuttavia un fatto è chiaro: negli anni cinquanta, sessanta e settanta la fantascienza vendeva parecchio, per cui se eri un bravo scrittore la scrivevi volentieri. Ora vende pochissimo, quindi lo scrittore bravo che vuole guadagnarsi da vivere pensa bene di scrivere altri generi.
Ci sono scrittori, come Sawyer per esempio, che hanno la sf nel dna perché scrivono cose fortemente basate su idee scientifiche. Altri possono scrivere senza problemi sf, fantasy, thriller o altro, e nel momento in cui altro paga di più e loro devono pagare le bollette, altro scrivono.
S*


Non posso credere che non venga scritta SF di qualità solo perché il mercato è in contrazione. Il "Best of" viene pubblicato o no? E vende, in tutto il mondo. Eppure contiene per la maggiore cose indicibili, quando qualche decennio fa, con Asimov al timone, erano invece poche le cose scadenti o "così così"...

Non lo so, forse dipende dal fatto che oggi tutti possono pubblicare. Eppure Hartwell dovrebbe avere una rosa ancora maggiore da cui scegliere...
Gran Dux Gargaros
Trifide Trifide
Messaggi: 239
Località: Sotto un ponte
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 09:32    Oggetto:   

(Giuseppe Gandi) ha scritto:
Personalmente non sono d'accordo: prima di tutto la sf è (secondo me) "letteratura di IDEE" e chi cerca sofisticatezze stilistiche temo che sia fuori strada; e poi giova ricordare che negli anni 50-60-70 c'erano grandi quantità di "porcherie" scritte da "mestieranti" in fretta e furia. Anche oggi (come "una volta") ci sono ottimi autori "di idee" come Di Filippo, Chiang, ecc. e poi, per dirla tutta, è come sempre questioni di gusti: a me (e anche ad altri, viste le discrete tirature rispetto ad altri prodotti editoriali di sf) le antologie di Hartwell piacciono....


Infatti io parlo di idee, non di stile (cosa che in SF è praticamente un mistero insondabile).

Chiang è l'unico che non sbaglia un colpo, convengo. Non dico che non si faccia più buona SF, ma che Hartwell ne "canna" otto su dieci. Come mai?

Le cose sono due: ho hartwell ha un senso critico deprecabile, oppure sono io che,k invecchiando, divento sempre più ipercritico.

Ma come mai, se fosse buona la seconda ipotesi, peggo per la prima volta Brown in Tutti i racconti e per la maggiore rimango soddisfatto?
Gran Dux Gargaros
Trifide Trifide
Messaggi: 239
Località: Sotto un ponte
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 09:33    Oggetto:   

Poi, alla fine potrebbe essere solo una mia impressione, sia chiaro. Non prendetmi troppo sul serio.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 10:27    Oggetto:   

Beh, penso che il periodo in cui Frederik Pohl è vissuto sia stato una fucina di idee per le SF, non è un caso che il loro club The Futurians abbia dato tanti autori celebri alla fantascienza, possibile che fossero "per caso" tutti talentuosi? Ovviamente è possibile, ma non è improbabile che era anche un periodo in cui della fantascienza se ne parlava e se ne scriveva molto e che la sinergia che si è creata abbia aiutato quegli autori ad emergere...
Mi chiedo chi rimanga testimone oculare di quel periodo? Dei Futurians penso nessuno; degli anni 60-70, in questo momento penso a Robert Silverberg che collaborò anche con Asimov, qualcuno lo metta sotto una teca per cortesia... come faremo senza!

Mi chiedo poi se oggi giorno esista ancora qualche cosa di simile ad un club di aspiranti scrittori di fantascienza o più semplicemente per parlare di come sarà il futuro...
yliharma
Agguantatore a strisce
Messaggi: 11
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 10:55    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Scusate ma quello nella foto a me sembra Heinlein, non Pohl...
Il Castiglio
Hortha Hortha
Messaggi: 144
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 11:05    Oggetto:   

Se fai una ricerca con Google Immagini, vedrai che è proprio Pohl Wink
Franco Piccinini
Hortha Hortha
Messaggi: 112
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 12:12    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Pohl in una parola? Insostituibile. Di tutti i grandi che se ne sono andati negli ultimi tempi, Pohl è sempre stato quello che ho amato di più, sia per le opere più "sociologiche" (Preferred Risk e Space Merchants i miei preferiti) che per quelle recenti più rigorosamente scientifiche (Gateway, The gold at starbow's end e Man Plus i più amati). Ricordo ancora quando mi offesi per una frase, in fondo piuttosto innocente, del compianto Riccardo Valla, che scriveva "Chi rileggerebbe oggi i Mercanti delo Spazio?". Io lo faccio. E spero che ce ne siano altri!
Franco Piccinini
Hortha Hortha
Messaggi: 112
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 12:21    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Se posso intervenire di nuovo, questa volta sulle antologie annuali, vorrei fare questa considerazione. Per quel che ne so, di Best of annuali negli USA ne escono almeno tre (ma non sono esperto della cosa). Il più voluminoso e il più ricco di buoni racconti e buone idee dovrebbe essere quello di Gardner Dozois, che però nessuno traduce ( troppo grosso? troppo costoso? boh! o forse è solo perchè il pubblico italiano sembra amare assai poco le antologie di racconti e le riviste in generale? ). Hartwell sembra orientato a pubblicare scegliendo fra ciò che resta e forse per questo gli toccano spesso le "scartine". Ciò non toglie che alcune cose da lui scelte io le ho trovate buone. Inoltre, apprezzo nei suoi editoriali e nelle presentazioni dei singoli racconti, la sottolineatura di quel "quid" che distingue la science fiction da altre forme di narrativa fantastica. Non è poco.
Anacho
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1002
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 12:53    Oggetto: Re: Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantasci   

Che il viaggio oltre l'orizzonte azzurro ti sia lieve.
Addio, e grazie di tutti i bei momenti.
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2648
MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 13:02    Oggetto:   

Di Gardner Dozois avevo letto un'ottima antologia "Isaac Asimov su Marte" pubblicata anni anni fa su Urania, ma bisogna dire che Gardner Dozois ha fiuto ed esperienza visto che è stato direttore della Isaac Asimov's Science Fiction Magazine. L'antologia di Hartwell è discreta mi viene da pensare che di quella Urania ha i diritti... bisogna dire che paradossalmente la IASFM, con direttore Gardner Dozois, tradotta in Italia, sebbene per me bellissima, è stata purtroppo un insuccesso ed è rimasta nelle edicole per poco tempo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum