Venezuela verso il disastro


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Autore Messaggio
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8098
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 04 Giu, 2015 17:08    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:

Ci sono tante ottime parole qui, ma purtroppo sono meno ottimista sulle soluzioni.
Non che abbia benché da ridire su concetti base come:
- non è la forma di governo a renderlo migliore o peggiore (lo è solo per chi tifa questo o quel partito)
...
Ovviamente non ho soluzioni di nessun tipo, ma almeno uno sfogo su un forum uno lo può avere Smile


Faccio uno snippone perché rischierei di starci tutto il giorno solo per ripetermi.
Soluzioni non ce ne sono, non definitive. L'anarchia capitalistica non è la panacea, e non garantisce la soluzione ottimale. Ma non è neppure una soluzione al ribasso come quella dello stato tuttofare, elefantiaco e pervasivo cui porta inevitabilmente la democrazia, soprattutto se applicata alle mentalità socialiste europee.

Ma è la scelta la cosa fondamentale, la possibilità di rompere il "contratto sociale" (che io personalmente non ho mai firmato) quando una delle due parti - lo stato - non lo rispetta.
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5852
MessaggioInviato: Gio 04 Giu, 2015 17:35    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:

Ci sono tante ottime parole qui, ma purtroppo sono meno ottimista sulle soluzioni.
Non che abbia benché da ridire su concetti base come:
- non è la forma di governo a renderlo migliore o peggiore (lo è solo per chi tifa questo o quel partito)
...
- la soluzione sta nell'etica personale. Che sebbene per molti versi sia migliore di quanto si creda, la realtà e la storia ci insegna che è vero anche il vice versa. CI vuole cultura, promozione di atteggiamenti virtuosi e via dicendo... La fantascienza vuole rendere le persone migliori tramite trattamenti fisici/materiali, la storia invece ci insegna - tramite filosofia, letteratura, religioni (non le istituzioni religiose) - a migliorarci....
- la soluzione che il privato sia automaticamente meglio del "pubblico" mi lascia perplesso se le male premesse non vengono elimnate: un sacco di soldi che girano accoppiati a nessuna responsabilità. Ciò rovina pubblico, privato, migliori e peggiori intenzioni. E poi serve un sistema immunitario agli arrivisti e parassiti, che son bandieruole (vanno con chi vince) e sono il lato più perverso del do ut des prima citato (ci si dà una mano sì, ma nell'aggirare leggi e far soldi sulle spalle degli altri). Finché l'accoppiata malevola e assenza di anticorpi sono le premesse, nessun sistema potrà mai funzionare, purtroppo.


Mi concentro su questi passaggi del tuo messaggio.

Io sono per niente ottimista e non penso che basti un cambio di leggi secondarie per cambiare mentalita': e' la stessa ragione per la quale mentre guidavo il furgone mi sentivo d' accordo con il politico romano che sosteneva su Radio 24 intervistato da Giannino che non sono nuove elezioni a cambiare la situazione a Roma.
O cambi la legge fondamentale del paese, cioe' la Costituzione, dunque togliendo ogni potere ed autorevolezza a TUTTO l' apparato Italia (politici, dirigenti, amministratori, codici, codici di procedura, precedenti, consuetudini,... portinai!) oppure semplicemente cambi nomi, sposti carte, ecc
E si cambia la legge fondamentale dello Stato quando cambia culturalmente in maniera radicale uno stato, o meglio la testa di chi in quello stato vive.
Cioe' il cambio di Costituzione non come causa ma come sintomo di guarigione, tanto per capirci.

Il privato non e' "automaticamente meglio": il fatto e' che il privato e' il punto di partenza, la ragione per la quale uno stato esiste.
Cominciare a costruire un nuovo stato su questo assunto, sull' assunto fondamentale che lo stato esiste in funzione del Cittadino e' la base fondamentale per quanto meno avere leggi che nascano nel senso giusto.
Detto questo il privato e' semplicemente una persona, la stessa che si fa assumere in un posto pubblico e poi magari sfrutta biecamente la sua posizione.
Si tratta di ridurre lo stato per ridurre gli abusi che un potere cosi' forte puo' adoperare e dunque naturalmente adoperera': non si puo' sperare nella buona fede altrui, bisogna renderla il piu' complicato e sconveniente possibile.

Io credo fortemente nell' efficacia di alcune soluzione e nel fatto che in Italia siamo talmente tanto girati nella direzione sbagliata che si possono ottenere importanti miglioramenti con un cambio sostanziale di mentalita'.
Da qua a vivere nella migliore delle societ'a possibili ce ne passa.
Semplicemente dico potremmo anche cercare di smetterla di correre verso la PEGGIORE delle societa' possibili.
All' assalto del fortino!
"Siamo nella follia a norma di legge" - Andrea Zucchi
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20025
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 18 Giu, 2015 15:00    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

Ma più in generale, tu HC come vedi il rapporto (o il tema) etica - economia?
...
Secondo me qua andrebbero fatte le riflessioni, ai massimi livelli.


Pare che alla domanda, per rispondermi, il Papa abbia scelto di scrivere un'intera enciclica.

Troppa grazia, sua santità!!
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8098
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 18 Giu, 2015 21:51    Oggetto:   

[quote="Tobanis"]
Tobanis ha scritto:

Pare che alla domanda, per rispondermi, il Papa abbia scelto di scrivere un'intera enciclica.


...dimostrando peraltro davvero poca preparazione e una grossa dose di qualunquismo riguardo temi quali OGM e economia in generale. Ma la cosa non deve stupire, la chiesa del resto ha dimostrato di saper essere ben retrograda quando si parla di scienza. Fosse per i preti, saremmo ancora a curare le malattie con cataplasmi a base di sterco.

Citazione:

Troppa grazia, sua santità!!


...ma anche no. Mi chiedo perché i preti possono occuparsi di economia, ma gli economisti (ma anche le donne e i comuni mortali) non possono occuparsi di religione.
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20025
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 19 Giu, 2015 13:43    Oggetto:   

Beh la religione mica è una scienza, o pseudotale, chiaro che di religione si occupano gli addetti ai lavori, o autoproclamatisi tali.


Piuttosto, sentivo di quel libro che parla dei benefici del politeismo come "smorzatore" di diatribe.
In pratica, con il monoteismo, e l'egoismo dell'unico dio, si va allo scontro, o quanto meno si arriva alle condizioni che potrebbero farlo scatenare. (o giù di lì).

Col politeismo, dando per scontata l'esistenza delle miriade di dei, se arriva un'altra religione che ne propone altri 100, beh...aggiungi un posto a tavola, più siamo e più ci diveritiamo.

Il libro (non ricordo il titolo, mi sembra una proposta di Amazon) non l'ho letto, però la teoria è interessante, no?
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 8098
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 19 Giu, 2015 15:06    Oggetto:   

Senz'altro... hai mai sentito di scontri tra seguaci di Sant'Antonio da Padova e San Gennaro? Laughing
Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.
yurika m.
Incal Incal
Messaggi: 1238
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 14:17    Oggetto:   

Hos entito che ormai il dollaro è la moneta corrente in Venezuela (stessa cosa che è successa nello Zimbabwe).
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20025
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 15:07    Oggetto:   

E ricordiamo che il dollaro è meno sicuro dell'euro (almeno in passato, ora sono corsi ai ripari).

L'ABC antifalsificazione da noi c'è da sempre, per il dollaro è arrivato da poco. Insomma, come dire, in giro ci sono un sacco di dollari falsi.

http://www.carabinieri.it/cittadino/consigli/tematici/banconote-e-monete-false/il-dollaro-usa

Solo da una ventina d'anni, per dire, hanno introdotto filigrana o parti metalliche...(!).
E solo da una decina banconote multicolore!!!

Ah benon!
yurika m.
Incal Incal
Messaggi: 1238
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 16:37    Oggetto:   

Nessun falsario può stampare dollari alla stessa velocità della FED.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6189
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 16:44    Oggetto: intervista   

Se capitie l'inglese, questa è una comoda intervista sul Venezuela, che potete ascoltare.
Ci sono pure i sottotitoli e in basso la trascrizione se volete cercarvi gli argomenti più velocemente.

Why is Inflation So High in Venezuela?

http://therealnews.com/t2/index.php?option=com_content&task=view&id=31&Itemid=74&jumival=11518
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20025
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 16:47    Oggetto:   

yurika m. ha scritto:
Nessun falsario può stampare dollari alla stessa velocità della FED.



Questa è molto buona!

Smile
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5895
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Lun 27 Lug, 2015 23:53    Oggetto: Re: intervista   

_Kaos_ ha scritto:
Se capitie l'inglese, questa è una comoda intervista sul Venezuela, che potete ascoltare.
Ci sono pure i sottotitoli e in basso la trascrizione se volete cercarvi gli argomenti più velocemente.

Why is Inflation So High in Venezuela?

http://therealnews.com/t2/index.php?option=com_content&task=view&id=31&Itemid=74&jumival=11518

Prima osservazione:
è un SOCIOLOGO che pensa di aver capito tutto di come funziona un sistema economico
ma in base a quel che dice, glissa e minimizza alla grande su vari aspetti "scomodi".
Seconda osservazione:
Ha vissuto in venezuela dal 2000 al 2008 dove anche ha insegnato alla Universita Centrale del Venezuela
(Chavez è andato al potere nel 1999) e nel 2007 ha pubblicato un libro intitolato
 "Taking Power: The History and Policies of the Chavez Government"
Terza osservazione:

La moglie è il Console Generale del Venezuela a New York (se chavista non sei, il console non fai) cosa che combinata alle precedenti osservazioni da parecchio da pensare.

Diciamo che quello che afferma andrebbe preso con un pizzico di sale ... o anche qualcosa di più. Wink

Il vero problema del Venezuela è che Chavez aveva pensato di campare alla grande con le esportazioni di petrolio e poter fare come voleva lui a livello di economia nazionale arrivando anche a danneggiare direttamente interi settori economici.

Qunado ha calmierato artificialmente i prezzi di vari prodotti e messo fuori gioco sia i produttori locali che gli importatori, tanto per dirne una e quello non è il "Dutch Disease" ma bimbominkiaggine economica di distruzione di massa.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5895
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Lun 23 Mag, 2016 00:40    Oggetto:   

Intanto in Venezuela la situazione sta peggiorando sempre più:
http://www.bbc.co.uk/news/world-latin-america-36339721

Citazione:
On Friday, President Maduro declared a state of emergency for 60 days, accusing the business elite of boycotting the economy and the United States of plotting a coup against his socialist government.
In measures published in the government gazette on Monday, the armed forces and local committees now have powers to distribute and sell food.
Authorities will also be allowed to cut the working week in the private sector, as they have done in the public sector, to conserve electricity.
The new measures also allow the government to take control of basic goods or services, which analysts say opens the way to the expropriation of companies.


Hanno dighe idroelettriche, son pieni di petrolio e sono nel bel mezzo di una crisi energetica, a corto di cibo e di beni di uso comune e vogliono far credere che sia tutta una congiura dei soliti capitalisti e dei soliti USA.

Per rendere l'idea di che calibro di geni si sta parlando, il "grande" Chavez decise di vendere il petrolio venezuelano alla Cina per mostrare che gli USA non lo potevano controllare.

La Cina acconsentì a comprare il petrolio Venezuelano solo dopo che Chavez si accordò per venderglielo a prezzo ribassato.

Questo perchè poi i cinesi portavano quel petrolio a raffinerie USA per poterci ricavare carburante ed altri materiali
(solo alcune raffinerie USA sono in grado di raffinare decentemente il petrolio Venezuelano ed hanno al tempo stesso la capacità produttiva necessaria).
Come se non bastasse, nonostante quanto successo, in tutti questi anni prima con Chavez e poi con Maduro l'industria estrattiva venezuelana e le raffinerie nazionali hanno abbassato la produttività dopo che sono passate sotto gestione nazionale (con dirigenza fedele ideologicamente al governo ma quanto a competenza ... ) .
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 20025
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 23 Mag, 2016 09:20    Oggetto:   

Pare proprio sia l'incompetenza la cifra del Venezuela. In questo economia monoprodotto (tipo Arabia Saudita, e via via con la stessa deriva da regime) sentivo che per loro il punto di pareggio sarebbe il petrolio a 90 dollari.

90 DOLLARI!!!!!????

Ma perchè? non l'ho capito. Il loro petrolio è costoso da estrarre? Non credo, sono seduti sulla PIU' GRANDE RISERVA AL MONDO DI PETROLIO...
E dunque? Forse si sono dati un attimino un tenore di vita troppo alto, come un qualunque coglione che fa 6 al superenalotto e l'anno dopo è già in miseria?

Diverrà un caso da manuali dell'economia, credo, capitolo, Stronzate da non fare.
Paolo7
Work in progress Work in progress
Messaggi: 8390
MessaggioInviato: Lun 23 Mag, 2016 09:58    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:

90 DOLLARI!!!!!????

Ma perchè? non l'ho capito. Il loro petrolio è costoso da estrarre? 

A quanto pare, sì:
http://www.treccani.it/enciclopedia/il-petrolio-extrapesante-del-venezuela_(Atlante-Geopolitico)/

...il petroleo extra pesado venezuelano ha molto in comune con le sabbie bituminose del Canada...


...e infatti è quello che ho pensato subito, dato il costo. In più:


Ad aggravare la situazione per Pdvsa c’è l’enorme perdita di know-how subita dal 2003, anno in cui oltre 18.000 dipendenti della società, in gran parte dirigenti e tecnici specializzati, furono licenziati perché ‘colpevoli’ di aver partecipato a uno sciopero: dalla fuga di cervelli che ne seguì Pdvsa non si è mai più ripresa. 
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum