Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Ven 28 Ago, 2015 18:14    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine

Interstellar e prima The Black Hole hanno immaginato che il buchi neri siano qualcosa di più che giganteschi tritarifiuti. Ora, Hawking avanza una teoria che rende l'immaginazione molto più vicina alla realtà.



Leggi l'articolo
Glenn
Shrike Shrike
Messaggi: 875
MessaggioInviato: Ven 28 Ago, 2015 18:14    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

Interessante.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 06:59    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

Io sono un po' scettico.
Vedo troppe teorie e modelli in astrofisica e cosmologia e poco approccio euristico in funzione delle reali osservazioni.

Piccola nota: l'orizzonte degli eventi non è una sfera, ma la superficie sferica definita dalla distanza dal "centro" del buco nero alla quale la velocità di fuga è pari a quella della luce nel vuoto.
Luke52
Eloquente Oste Galattico
Messaggi: 2894
Località: Verona
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 07:01    Oggetto:   

si, interessante "teoria"


... come ogni altra teoria, del resto.
mikronimo
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1065
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 08:15    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

l'orcolàt ha scritto:
Io sono un po' scettico.
Vedo troppe teorie e modelli in astrofisica e cosmologia e poco approccio euristico in funzione delle reali osservazioni.

Piccola nota: l'orizzonte degli eventi non è una sfera, ma la superficie sferica definita dalla distanza dal "centro" del buco nero alla quale la velocità di fuga è pari a quella della luce nel vuoto.

Bé, e formulando teorie che poi si cerca, tramite le osservazioni o le sperimentazioni, di smentirle o confermarle, per giungere alla fine alla verità; inoltre, non che sia una garanzia assoluta di verità, ma Hawking ha fatto dello studio dei BN una delle sue attività principali, quindi potrebbe arrivare proprio da lui la soluzione definitiva; inoltre l'orizzonte degli eventi, proprio nella tipologia dei BN studiata (quella di Kerr, che si riferisce a BN rotanti), non è sferico, ma per quello che ci riguarda, sono dettagli, anche se va detto che proprio nella sua non sfericità potrebbe risiedere la possibilità di un transito "sicuro" (delle informazioni, ben difficilmente di un intero oggetto solido).
"E' tutto un gran casino, ma nel mondo reale va molto meglio" parafrasando Isaac Asimov, nelle presentazioni ai Premi Hugo.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 08:31    Oggetto:   

stop stop stop, sorry, perdonate la pedanteria.

Non é formulando teorie che poi si cerca.
Uno osserva, quindi propone un modello per spiegare quello che vede, e contestualmente fa (o dovrebbe fare) delle predizioni per confermare che il modello regga.
N-mila predizioni corrette aiutano a garantire che il modello è sensato, ne basta 1 contraria e il modello va rivisto, e rivisto non vuol dire buttarlo; vedi Newton che ci porta in orbita nonostante la Relatività Generale ci dica che il modello di Newton andasse un po' raffinato.

Non ce l'ho né con Hawking né coi teorici, dico solo che ultimamente a livello di cosmologia mi pare ci si sia distaccati un po' troppo dal verificare quello che si propone. Poi, ammetto, è questione di gusti, io preferisco la sperimentazione alla fisica-matematica.

In quanto alla sfericità, non mi riferivo alla "forma perfetta geometrica", ma al fatto che la sfera è un solido e l'orizzonte degli eventi è una superficie.
Naismith
Vogon Vogon
Messaggi: 653
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 10:33    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

Non sono un ricercatore, ma banalmente mi sento di dire che il modello di ricerca scientifica "osservazione - teoria - verifica" ormai non è sempre di immediata applicazione, quantomeno nel caso in cui non si stia più indagando su macrofenomeni, "facilmente" osservabili (con gli strumenti tecnici disponibili). In alcuni campi, particolarmente su scala astronomica o su scala quantistica, ho l'impressione, da ignorante quale io sono, che i ricercatori siano costretti a estrapolare quanto hanno per capire in che direzione (e come) osservare.
Se l'osservazione "pesca tracce del pesce" allora si rientra nel modello che dicevi (osservo, teorizzo, verifico). Alla fine mi pare solo un razionale tentativo di focalizzare gli sforzi in quei campi in cui i costi di ricerca, anche in termini di tempo necessario, sono elevati e i buchi nell'acqua potrebbero essere insostenibili. IMHO, ovviamente.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 11:32    Oggetto: Re: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

Naismith ha scritto:
Non sono un ricercatore, ma banalmente mi sento di dire che il modello di ricerca scientifica "osservazione - teoria - verifica" ormai non è sempre di immediata applicazione, quantomeno nel caso in cui non si stia più indagando su macrofenomeni, "facilmente" osservabili (con gli strumenti tecnici disponibili). In alcuni campi, particolarmente su scala astronomica o su scala quantistica, ho l'impressione, da ignorante quale io sono, che i ricercatori siano costretti a estrapolare quanto hanno per capire in che direzione (e come) osservare.
Se l'osservazione "pesca tracce del pesce" allora si rientra nel modello che dicevi (osservo, teorizzo, verifico). Alla fine mi pare solo un razionale tentativo di focalizzare gli sforzi in quei campi in cui i costi di ricerca, anche in termini di tempo necessario, sono elevati e i buchi nell'acqua potrebbero essere insostenibili. IMHO, ovviamente.

Se prendi "osservazione" alla lettera sì, viceversa considera che da qualche parte devi partire per ideare il tuo modello, che sia un precedente modello o teoria o che siano "osservabili" dirette non cambia molto (dal mio punto di vista).
(Oltretutto si può fare scienza "nuova" anche con dati "vecchi")
In quanto ai costi della ricerca e la loro sostenibilità...beh...vorrei evitare di sbilanciarmi, un po' perché non so se è in linea con questa notizia, un po' perché temo un'inondazione di risposte.
Comunque il mio intento era, provo a riformulare: credo che la ricerca si stia staccando un po' troppo dai dati oggettivi costruendo modelli che matematicamente funzionano ma che sono di difficile verificabilità.
E' vero che la speculazione pura non va cancellata, anzi, ma esagerare nel teorizzare senza poi fare i conti con la verifica è richioso quanto un buco nell'acqua economico, a mio parere.
Forse però il problema della ricerca è diverso: anche lì è il mainstream ad assorbire troppe risorse rispetto a quelle che garantirebbero la necessaria eterogeneità.
Ma questo temo sia un altro discorso.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6189
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 12:13    Oggetto: Re: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

l'orcolàt ha scritto:
Io sono un po' scettico.

Anche io, e grazie a te ho riscoperto la parola "euristica"
senji
Horus Horus
Messaggi: 2568
Località: toscana
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 12:33    Oggetto:   

Cmq direi che la cosmologia/cosmogonia/fisica astronomica sono scienze per quanto affascinanti anche piuttosto frustranti, sopratutto per chi gli dedica una vita di studi: una moltitudine di teorie ed ipotesi perlopiù non verificabili (ed alcune forse mai lo saranno), un sostanziale brancolare nel buio che solo se si è molto fortunati può portare a piccolissimi sprazzi di luce. 
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6189
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 12:58    Oggetto:   

Mha....frustrante per chi vuole viaggiare nello spazio forse, ma per chi ricerca la conoscenza passi se ne possono fare.
Certo che un acceleratore di particelle in orbita forse darebbe più soddisfazioni..
mikronimo
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1065
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 15:34    Oggetto:   

l'orcolàt ha scritto:
stop stop stop, sorry, perdonate la pedanteria.

Non é formulando teorie che poi si cerca.
Uno osserva, quindi propone un modello per spiegare quello che vede, e contestualmente fa (o dovrebbe fare) delle predizioni per confermare che il modello regga.
N-mila predizioni corrette aiutano a garantire che il modello è sensato, ne basta 1 contraria e il modello va rivisto, e rivisto non vuol dire buttarlo; vedi Newton che ci porta in orbita nonostante la Relatività Generale ci dica che il modello di Newton andasse un po' raffinato.

Non ce l'ho né con Hawking né coi teorici, dico solo che ultimamente a livello di cosmologia mi pare ci si sia distaccati un po' troppo dal verificare quello che si propone. Poi, ammetto, è questione di gusti, io preferisco la sperimentazione alla fisica-matematica.

In quanto alla sfericità, non mi riferivo alla "forma perfetta geometrica", ma al fatto che la sfera è un solido e l'orizzonte degli eventi è una superficie.

L'osservazione diretta vale per i fenomeni di fisica classica, ma per i fenomeni quantistici (e un buco nero, in quanto singolarità, è anche fenomeno quantistico, in cui per altro si uniscono gravità e quantistica, ecco perché è così difficile studiarlo, dato che la nostra fisica ancora non riesce a descrivere unitamente i due fenomeni), la cosa diventa alquanto complicata; basta vedere quanti fenomeni previsti matematicalmente (come i condensati di Bose-Einstein), sono stati studiati prima a livello teorico, per poi arrivare alla loro stessa realizzazione; attualmente in natura non se ne è potuto osservare esempio, quindi sarebbe stato imposibile studiarli; l'orizzonte degli eventi non è affatto una sfera solida, ma un confine di separazione tra ciò che è dentro e ciò che è fuori la velocità di fuga (C) del BN ed è infatti impossibile ricevere informazione in uscita, dato che l'energia elettromagnetica non ne può uscire; al limite, sarà possibile stabilire (l'articolo in questione) che l'informazione rimane bloccata sulla superficie (ideale e virtuale) dell'OdE e non va persa dentro il BN; quindi non è come la superficie solida di un pianeta, su cui eventualmente si schianta un'astronave, ma come il confine tra lo spazio e l'atmosfera della Terra, dove l'astronave, per attrito, inizia a scaldarsi un pochino...
mikronimo
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1065
Località: dove mi mandano quando rompo...
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 15:47    Oggetto:   

senji ha scritto:
Cmq direi che la cosmologia/cosmogonia/fisica astronomica sono scienze per quanto affascinanti anche piuttosto frustranti, sopratutto per chi gli dedica una vita di studi: una moltitudine di teorie ed ipotesi perlopiù non verificabili (ed alcune forse mai lo saranno), un sostanziale brancolare nel buio che solo se si è molto fortunati può portare a piccolissimi sprazzi di luce. 

Purtroppo l'era della fisica semplicemente osservativa, cioé di quella fisica che si poteva studiare passeggiando e osservando, che so', il volo degli uccelli per poter eventualmente estrapolare le leggi dell'aerodinamica, è praticamente quasi conclusa, ma considera la questione della materia e della energia oscure: si sono cominciate ad ipotizzare verso la metà degli anni '90 (grazie alle anomalie del movimento rotatorio delle galassie), ma già si stanno mettendo in piedi una discreta lista di esperimenti per poterle, innanzitutto, verificare definitivamente, poi per poterle studiare meglio; ci vuole tempo... d'altronde per verificare l'esistenza del Bosone di Higgs ci sono voluti, mi pare, una 50ina di anni, ma ora il Modello Standard ha guadagnato solidità, in attesa di capire come integrare la gravità...
Myria83
Gizmo
Messaggi: 29
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 18:27    Oggetto: Stephen Hawking: cadere in un buco nero non è la fine   

David Bohm (l'uomo che Einstein considerava un genio, sul cui lascito scientifico ho basato una parte sostanziale della saga di Wormhole) ne parlava quasi quarant'anni fa.

“Information encoded in an event horizon “is born from other well known interpretations of the cosmos, in particularly the black hole paradox. As something falls into a black hole, passing the event horizon, the quantum information held in the event horizon can be encoded to reveal information about the interior. Therefore, the information inside the black hole’s event horizon is not destroyed (note: for details on this, see the [url:f24783067f="http://physicsworld.com/cws/article/news/2004/jul/22/hawking-loses-black-hole-bet"]Thorne-Hawking-Preskill bet[/url:f24783067f]). If the information about the interior of a black hole is encoded in its event horizon, scientists have come forward to point out that perhaps the information inside our Universe is encoded in the Universe’s horizon.”*

*La citazione non è sua, ma rende l'idea del collegamento logico.

Ho comprato un saggio dedicato alla famosa "scommessa", ma ho appena cominciato a leggerlo. Vale la pena di approfondire la questione...
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Sab 29 Ago, 2015 20:41    Oggetto:   

Mikronimo, perdona l'uso del termine superficie, non volevo scendere nei dettagli ma non mi riferivo certo a superfici solide, solo a superfici in senso geometrico.

In quanto all'osservazione, mi ripeto, non volevo neppure lì essere preso alla lettera. Resta il fatto che puoi fare tutte le teorie che vuoi, prima o poi devi dimostrare che funzionano, viceversa restano lì e per farlo devi proporre una qualche previsione verificabile, ovvero "osservabile".

Probabilmente ho sbagliato a cercare di declinare in modo non scientifico quello che pensavo e non sono stato nemmeno abbastanza bravo a trovare parole ed esempi.

Resta il mio scetticismo su quest'idea di Hawking.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum