La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre


Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6389
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 08:29    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre

Esce nella collana Odissea Fantascienza il romanzo di Furio LC Rex arrivato in finale al Premio Urania



Leggi l'articolo
Paolo Bertetti
Ameboide amorfo
Messaggi: 1
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 08:29    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Furio o Lucio?
Paolo Bertetti
Ameboide amorfo
Messaggi: 1
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 08:31    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Paolo Bertetti ha scritto:
Furio o Lucio?

Perché nel testo si dice che lo pseudonimo è Furio LC Rex, ma nella foto della copertina c'è Lucio.
Max Ignone
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 12:16    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

sara' un ottimo libro,un futuro verosimile,tipo the expande e gundam per intenderci, e cosa insolita ci sono brevetti per come viaggiare simile al libro.Lo prendo.
Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 18:24    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Paolo Bertetti ha scritto:
Paolo Bertetti ha scritto:
Furio o Lucio?

Perché nel testo si dice che lo pseudonimo è Furio LC Rex, ma nella foto della copertina c'è Lucio.

Ciao Paolo, sono l’autore.
Citazione:
Furio LC Rex è ovviamente lo pseudonimo corretto. “Lucio” è un refuso in fase di editing, già risolto nel file da scaricare.
Grazie per il post e l’interesse dimostrato.

Buon viaggio tra le stelle


FLCR
www.furiolcrex.com

Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Mar 09 Feb, 2021 18:27    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   


Max Ignone ha scritto:
sara' un ottimo libro,un futuro verosimile,tipo the expande e gundam per intenderci, e cosa insolita ci sono brevetti per come viaggiare simile al libro.Lo prendo.


Ciao Max , grazie per la fiducia.
Ho scritto il romanzo col cuore di un nerd appassionato di space opera classica e moderna, ma anche delle opere del maestro Matsumoto. 
Lo scopo era quello di sviluppare una trama coinvolgente, raccontata con stile semplice e dal ritmo serrato. Un po' come una ballata deli Smashing Pumpkins, insomma. Di quelli che ti prendono e ti rapiscono.

Fammi sapere cosa ne pensi.
Grazie ancora.

FLCR
www.furiolcrex.com

Antha
Antha Antha
Messaggi: 6761
MessaggioInviato: Gio 11 Feb, 2021 15:49    Oggetto:   

Intanto mi fa piacere che un autore legga i commenti e interagisca.
Auguri per il successo dell'opera e per eventuali fortunati seguiti. 
Il semplice termine "Space opera", mi solletica molto l'attenzione; al contempo però - non me ne voglia l'autore - sono un po' scettico sulla narrativa italiana di genere. Probabili questioni anagrafiche che mi legano agli albori della fantascienza ma a memoria sino a oggi non ho personalmente trovato nulla all'altezza.
Sarei lieto di vedere smentita questo mio apparente pregiudizio e quindi è probabile che mi procurerò l'opera. 
La sinossi mi richiama alla mente lontani echi asimoviani ma ancor più assonanze con i cicli di C. J. Cherryh (vedi "La lega dei mondi ribelli"), che annovero tra i miei autori preferiti.  Ovvio che ci siano poi richiami più recenti al fortunato (a detta di molti meritatamente), ciclo di expanse. Quest'ultimo devo peraltro dire che l'avevo trovato ottimo sino a quando circoscritto all'universo, diciamo, "terrestre" e d'intorni. Un po' meno interessante quando proiettato in altri lidi. 
Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Gio 11 Feb, 2021 23:16    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Antha ha scritto:
Intanto mi fa piacere che un autore legga i commenti e interagisca.
Auguri per il successo dell'opera e per eventuali fortunati seguiti. 
Il semplice termine "Space opera", mi solletica molto l'attenzione; al contempo però - non me ne voglia l'autore - sono un po' scettico sulla narrativa italiana di genere. Probabili questioni anagrafiche che mi legano agli albori della fantascienza ma a memoria sino a oggi non ho personalmente trovato nulla all'altezza.
Sarei lieto di vedere smentita questo mio apparente pregiudizio e quindi è probabile che mi procurerò l'opera. 
La sinossi mi richiama alla mente lontani echi asimoviani ma ancor più assonanze con i cicli di C. J. Cherryh (vedi "La lega dei mondi ribelli"), che annovero tra i miei autori preferiti.  Ovvio che ci siano poi richiami più recenti al fortunato (a detta di molti meritatamente), ciclo di expanse. Quest'ultimo devo peraltro dire che l'avevo trovato ottimo sino a quando circoscritto all'universo, diciamo, "terrestre" e d'intorni. Un po' meno interessante quando proiettato in altri lidi.Buona sera

Antha,

grazie per il post e per gli auguri che percepisco sinceri e carichi di aspettative. Del resto, citare un romanzo come “La lega dei mondi ribelli” mi fa capire che ti piacciono i contesti di world building complessi e ben curati.
Bene, molto bene. Tuttavia, nel mio romanzo la guerra tra la Terra e le sue ex colonie, ora stati federati, è già finita da dieci anni e si guarda con scetticismo all’eventuale esplorazione di un sistema remoto. É stata una mia scelta specifica, proprio per evitare di parlare della “solita” guerra tra “gli interni e la fascia” (The expanse?), concentrandomi sul dopo, con una storia che tratta le difficoltà incontrate da chi ha inventato un modo nuovo (quindi i portali-stazione diventano improvvisamente obsoleti) per viaggiare oltre la Stella Madre - i limiti del Sistema solare, per dirla a modo nostro.
Ho voluto citare una federazione, infine, proprio in omaggio ai topoi della fantascienza (Il ciclo delle Fondazioni di Asimov, tanto per dirne uno).
Le situazioni militaresche, infine, vogliono essere un lontano omaggio a “Starship troopers” di Heinlein. Lontano, poiché sono attualizzate al modo di fare la guerra già di oggi (droni, ingannatori, guerra elettronica etc...). Per citarne un paio: il volo in SAM hunting del bombardiere BAT-10 è una tattica dell'F-35; l'armatura degli airborne commando è una mia interpretazione dell'italianissimo progetto "soldato futuro". 
Torniamo a noi... Ecco, tutta questa è fantascienza classica, davanti alla quale posso solo togliermi il cappello in attesa di sapere cosa ne pensi del mio Missione oltre la Stella Madre.
E ancora, grazie per il post. 

FLCR
www.furiolcrex.com
Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Ven 12 Feb, 2021 14:16    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Golan62 ha scritto:
Sembra interessante... quanto meno appartiene a quel tipo di fantascienza credibile che al giorno d'oggi è merce abbastanza rara. Devo dire che gli autori italiani stanno facendo cose egregie, da un po' di anni a questa parte. Credo proprio che lo leggerò

Ciao Golan62, 
grazie per il pensiero. Più che fantascienza credibile, direi “contestualizzata”. Questo perché le vicende che si svolgono sulla Terra sono ambientate in luoghi in cui ho vissuto o visitato.
Non mi è stato difficile “romanzare” su situazioni vissute in prima persona, come p.es. subire il fascino misterioso di un’escursione notturna nel villaggio nuragico di Barumini, o vedere la trasgressione sfrenata, quasi da rito tribale, del festival della Gasparilla a Tampa (Florida).

Ovviamente, stiamo parlando di fantascienza, quindi è naturale aspettarsi, a un certo punto, portali a compressione spazio-temporale, alieni e battaglie astronavali alla Matsumoto.

Aspetto le tue impressioni.
FLCR

www.furiolcrex.com
Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Ven 12 Feb, 2021 19:02    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Golan62 ha scritto:
Furio LC Rex ha scritto:
Golan62 ha scritto:
Sembra interessante... quanto meno appartiene a quel tipo di fantascienza credibile che al giorno d'oggi è merce abbastanza rara. Devo dire che gli autori italiani stanno facendo cose egregie, da un po' di anni a questa parte. Credo proprio che lo leggerò

Ciao Golan62, 
grazie per il pensiero. Più che fantascienza credibile, direi “contestualizzata”. Questo perché le vicende che si svolgono sulla Terra sono ambientate in luoghi in cui ho vissuto o visitato.
Non mi è stato difficile “romanzare” su situazioni vissute in prima persona, come p.es. subire il fascino misterioso di un’escursione notturna nel villaggio nuragico di Barumini, o vedere la trasgressione sfrenata, quasi da rito tribale, del festival della Gasparilla a Tampa (Florida).

Ovviamente, stiamo parlando di fantascienza, quindi è naturale aspettarsi, a un certo punto, portali a compressione spazio-temporale, alieni e battaglie astronavali alla Matsumoto.

Aspetto le tue impressioni.
FLCR

www.furiolcrex.com

Grazie del saluto.
Comunque, per "credibile" intendo qualcosa che si può leggere senza storcere il naso per errori concettuali marchiani,  tipo quello di immaginare le civiltà aliene come versioni più o meno progredite di quella umana, oppure ambientare tecnologie avanzatissime in un futuro troppo prossimo, dove risultano chiaramente fuori posto, cose che in molti sottogeneri della fantascienza purtroppo prosperano e proliferano.
Quanto alle battaglie spaziali etc., sono perfettamente plausibili (non dimentichiamo che gli Stati Uniti hanno costituito già una Space Force), e anche con cose come la propulsione a curvatura stiamo quasi più sul futuribile che sul fantascientifico.
A proposito: sono un fan sfegatato di Galaxy Express 999 e di Star Blazers, per cui con Matsumoto sfondi una porta aperta.

Ecco,
vedi che mi stai provocando Smile
Ovviamente non anticipo nulla, ma cosa potrebbe succedere ai ragazzi della FFG596 Columbus se, dall'altra parte del wormhole, trovassero il Principato di Zeon, i Gamilas e la Fratellanza corsara?
PS: hai risvegliato il Nerd che vive in me Wink 
Furio LC Rex
Ameboide amorfo
Messaggi: 0
MessaggioInviato: Ven 12 Feb, 2021 22:42    Oggetto: La sana space opera di Missione oltre la Stella Madre   

Golan62 ha scritto:
Furio LC Rex ha scritto:
Golan62 ha scritto:
Furio LC Rex ha scritto:
Golan62 ha scritto:
Sembra interessante... quanto meno appartiene a quel tipo di fantascienza credibile che al giorno d'oggi è merce abbastanza rara. Devo dire che gli autori italiani stanno facendo cose egregie, da un po' di anni a questa parte. Credo proprio che lo leggerò

Ciao Golan62, 
grazie per il pensiero. Più che fantascienza credibile, direi “contestualizzata”. Questo perché le vicende che si svolgono sulla Terra sono ambientate in luoghi in cui ho vissuto o visitato.
Non mi è stato difficile “romanzare” su situazioni vissute in prima persona, come p.es. subire il fascino misterioso di un’escursione notturna nel villaggio nuragico di Barumini, o vedere la trasgressione sfrenata, quasi da rito tribale, del festival della Gasparilla a Tampa (Florida).

Ovviamente, stiamo parlando di fantascienza, quindi è naturale aspettarsi, a un certo punto, portali a compressione spazio-temporale, alieni e battaglie astronavali alla Matsumoto.

Aspetto le tue impressioni.
FLCR

www.furiolcrex.com

Grazie del saluto.
Comunque, per "credibile" intendo qualcosa che si può leggere senza storcere il naso per errori concettuali marchiani,  tipo quello di immaginare le civiltà aliene come versioni più o meno progredite di quella umana, oppure ambientare tecnologie avanzatissime in un futuro troppo prossimo, dove risultano chiaramente fuori posto, cose che in molti sottogeneri della fantascienza purtroppo prosperano e proliferano.
Quanto alle battaglie spaziali etc., sono perfettamente plausibili (non dimentichiamo che gli Stati Uniti hanno costituito già una Space Force), e anche con cose come la propulsione a curvatura stiamo quasi più sul futuribile che sul fantascientifico.
A proposito: sono un fan sfegatato di Galaxy Express 999 e di Star Blazers, per cui con Matsumoto sfondi una porta aperta.

Ecco,
vedi che mi stai provocando Smile
Ovviamente non anticipo nulla, ma cosa potrebbe succedere ai ragazzi della FFG596 Columbus se, dall'altra parte del wormhole, trovassero il Principato di Zeon, i Gamilas e la Fratellanza corsara?
PS: hai risvegliato il Nerd che vive in me ;-)


Ho visto che per ora è disponibile solo in e-book (formato che non amo).
Quando esce il cartaceo?

Sono sincero. La pubblicazione in cartaceo non è prevista in tempi brevi.
Il vantaggio dell’e-book sta nel fatto che con un click sei disponibile in tutto il mondo, a un prezzo ragionevole per chi ti vuole leggere. L’ideale, quindi, per l’esordio di un’opera del tutto nuova, anche nella concezione stilistica.

Ti ringrazio ancora per aver dedicato il tuo tempo e il tuo interesse a quest’avventura tra le stelle. Mi farebbe piacere conoscere le tue impressioni, in caso mi leggessi.

FLCR
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum