La Passione di Cristo


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Autore Messaggio
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 10:50    Oggetto: Re: La Passione di Cristo   

Anto della Banda Basilico ha scritto:
sto con Rodia. Senza il cristianesimo sarei probabilmente cristiana Wink


Bella frase!
S*
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 10:52    Oggetto:   

Anto della Banda Basilico ha scritto:
Stavo pensando....ma chi è questo Spampinato che lancia un sasso vecchio di un anno e mezzo e poi sparisce? qualcun altro in incognito?


No, è abbastanza normale. E' gente che posta il commento all'articolo dalla pagina dell'articolo, ma in realtà non conosce e non è interessata al forum.
Eliver
Tecnomago Tecnomago
Messaggi: 1294
Località: Milano
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 12:24    Oggetto:   

Anto della Banda Basilico ha scritto:

Ammetto di non aver visto il film, mi fa senso lo splatter, ma ho sentito che tutte le descrizioni combaciano: sangue, sangue, e ancora sangue, certo un forte simbolismo.


Per quanto mi riguarda, ne ho retto circa quaranta minuti poi ho spento il lettore e restituito il DVD al noleggio.
Uno dei motivi è il sangue e l'eccessiva violenza, l'altro - ben più grave - è che era mortalmente *noioso* No-no

Questo perchè, secondo me, nella smania documentaristica di fare un racconto-verità, Gibson si è dimenticato che - per coinvolgere lo spettatore - la narrazione deve essere almeno un po' "immersa" nei personaggi, farceli sentire vivi, stabilire un punto di vista.
La telecamera non può "stare a guardare" e basta.
Soprattutto se si sceglie di portare sullo schermo una storia la cui trama è universalmente nota, e quindi non esiste tensione narrativa ne' desiderio di vedere "cosa succede poi".

Detto questo, invito tutti a tornare in topic e a parlare del film Smile
Per le discussioni di carattere teologico-filosofico-religiose c'è il canale OT Cool
Eliver - Ex ViceAdmin di 10FWD
http://www.eliver.it
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14982
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 15:53    Oggetto:   

Eliver ha scritto:
[Detto questo, invito tutti a tornare in topic e a parlare del film Smile
Per le discussioni di carattere teologico-filosofico-religiose c'è il canale OT Cool


giusto! anzi, non parliamo neanche del film: mica è fantascienza, (semmai fantasy, per chi lo vede come leggenda)
TANSTAAFL
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1837
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 16:47    Oggetto: Re: La Passione di Cristo   

Gwath ha scritto:


Mi chiedo cosa in realtà criticate: il film o il cristianesimo?
Sorvolerò sulla questione di S. Paolo e S. Agostino (anche se ci sarebbe tanto da dire), poichè non influisce minimamente su una questione di carattere cinematografico.

Amore per il sangue?

Caro Rodia a me sembra che questa sia una storpiatura.

Il Male l'hanno inventato i cristiani? Le sofferenze prima dei cristiani non esitevano?

Sono stati i cristiani a massacrare gli abitanti dell'isola di Melo?
Sono stati i cristiani a rinchiudere gli ateniesi nelle latomie facendoli morire di sete?

Il male, le guerre, le carestie, le ingiustizie, le calunnie, ci sono sempre state, è evidente.
Vogliamo forse tapparci gli occhi e gli orecchi per non sentire le urla di sofferenza?

Non c'è bisogno di essere autolesionisti per vedere la sofferenza nel mondo, o per provarla. Basta andare a fare un visita in un ospedale (se non si vuole andare lontano).
Male è un dato di fatto.

Questo è il messaggio di Gesù. E Mel Gibson nel film l'ha proprio centrato in pieno, mostrando le sofferenze di Gesù, mostra allo stesso tempo l'amore lui ha per il genere umano e che c'è una speranza oltre al dato di fatto delle sofferenze.

Slauti.


Ma perchè mi attaccate subito per cose che non ho detto... Shocked
l'autolesionismo è una cosa normale e anturale del cristianesimo. I cristiani lo chiamano sacrificio. io lo chiamo sadomasochismo. D'altronde Ratzinger l'altro giorno ha fatto una messa con un elogio nei confronti del Martirio come "valore del cristianesimo". L'ha detto Ratzinger non io....
Secondo, il mio commento non volev di certo essere un attacco al cristianesimo, ma al film, che evidenzia una parte del messaggio del cristianesimo (che ripeto è stato storpiato da San paolo e sant'agostino e san tommaso.).
Poi come si vede dai vostri post (e non lo dico con malizia) c'è la quesiotne del vittimismo: tutti ci attaccano, tutti ce l'hanno con noi, bla bla... non ci si può far niente quando è la religione più seguita al mondo e con più potere politico, economico, mediatico nella storia del pianeta. Ci si prende i vantaggi ma anche gli svantaggi di tutto qeusto.
punto e basta.
non me ne frega niente se prima o dopo il cristianesimo gli altri popoli hanno fatto di peggio. D'altronde non ho mica detto che il Cristianesimo ha il copyright sul martirio!!!!
dall'altra parte del mediterraneo c'è di peggio...

Saluti
"Parlami delle acque del tuo mondo, Usul."
Gwath
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 549
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 17:25    Oggetto:   

Anto della Banda Basilico ha scritto:


Scusate se mi permetto: perchè ne stiamo facendo una questione personale? perchè non cerchiamo di stare NELLA STORIA? scusa, Abi Smile ( e scusa anche Gwath Smile )....mi spieghi quali sono le osservazioni di Rodia che SECONDO TE, non stanno nè in Cielo nè in Terra? E' storicamente provato che Saulo di Tarso abbia cambiato le carte in tavola, se tu sei d'accordo con le sue modifiche, rispettiamo tutti le tue scelte, ma resta il fatto che il manager del cristianesimo sia stato lui, non Gesu', non Pietro. Agostino? un grande Wink , ha inventato il purgatorio! E mi rendo conto che per un cristiano questa sia una bella consolazione.
Insomma, non stiamo "criticando" la chiesa di Saulo (ammetto che il personaggio mi sta fortemente antipatico) o le idee dei cristiani del dopo Concilio Vaticano, si sta dicendo che forse Gibson ha esagerato, e sarebbe bello, secondo me, continuare a discuterne dal punto di vista storico. Teniamo anche a mente che l'esistenza storica di Gesu' non è che sia stata provata....almeno da quanto mi spiegano alcuni storici (non ti incazzare con me perfavore, sono una fan del Salvatore, e anche di Padre Pio Smile , i Santi e i Messia di tutte le religioni, sono uno dei miei hobby), e che le crucifissioni in regime romano erano all'ordine del giorno.

Ammetto di non aver visto il film, mi fa senso lo splatter, ma ho sentito che tutte le descrizioni combaciano: sangue, sangue, e ancora sangue, certo un forte simbolismo. Spero prima o poi di trovare il coraggio di vederlo, soprattutto dopo aver sentito che al prof di religione dei miei figli il film non è piaciuto ("per via del troppo sangue", dice. Exclamation Question )



Ti prego di credere che il mio tono è molto pacato, e non per nulla alterato. Io faccio una contro-recensione come ho fatto sulla recensione su "Titan A.E."; non c'è assolutamente niente di personale. I miei riferimenti storico-filosofici hanno solo la funzione di spiegare il carattere spirituale del film, che l'autore voleva infonderli.

Niente di più nè di meno.

Ma allora perchè vuoi fare una lezione di storico-teologica su qualcosa che non c'entra assolutamente col topic?

E soprattutto che senso ha commentare, anzi, criticare, un opera che non hai nemmeno visto?

Siete voi che la prendete sul personale, non certamente io.



Slauti.
"La Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò, tutto il resto ne consegue naturalmente."

(Tratto da: "1984" di George Orwell)


Ultima modifica di Gwath il Dom 01 Gen, 2006 18:05, modificato 1 volta in totale
Gwath
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 549
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 17:38    Oggetto:   

Eliver ha scritto:

Per quanto mi riguarda, ne ho retto circa quaranta minuti poi ho spento il lettore e restituito il DVD al noleggio.
Uno dei motivi è il sangue e l'eccessiva violenza, l'altro - ben più grave - è che era mortalmente *noioso* No-no

Questo perchè, secondo me, nella smania documentaristica di fare un racconto-verità, Gibson si è dimenticato che - per coinvolgere lo spettatore - la narrazione deve essere almeno un po' "immersa" nei personaggi, farceli sentire vivi, stabilire un punto di vista.
La telecamera non può "stare a guardare" e basta.
Soprattutto se si sceglie di portare sullo schermo una storia la cui trama è universalmente nota, e quindi non esiste tensione narrativa ne' desiderio di vedere "cosa succede poi".

Detto questo, invito tutti a tornare in topic e a parlare del film Smile
Per le discussioni di carattere teologico-filosofico-religiose c'è il canale OT Cool


Mah,io ho un'opinione diversa. Sinceramente questa noisaggine, non l'ho sentita, sarà perchè sono abituato a vedere i film con i sottotitoli. Ma la tensione l'ho sentita fino all'ultimo.

La telecamera non stava poi lì a guardare, durante la salita al calvario la visione del film era molto immersa, come se si sentisse ogni sferzata e ogni fatica, ogni caduta, forse avresti dovuto vederlo tutto, ma capisco che a non tutti non può piacere un'eccessiva violenza.

Ma credo che per quanto riguarda l'immersione del film c'era, lo dimostra il fatto che ha molti ha fatto effetto, pure a te.
Se questa non è immersione, mi chedo io cosa sia allora.


Slauti.
"La Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò, tutto il resto ne consegue naturalmente."

(Tratto da: "1984" di George Orwell)


Ultima modifica di Gwath il Dom 01 Gen, 2006 18:06, modificato 2 volte in totale
Gwath
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 549
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 18:02    Oggetto: Re: La Passione di Cristo   

Rodia ha scritto:


Ma perchè mi attaccate subito per cose che non ho detto... Shocked
l'autolesionismo è una cosa normale e anturale del cristianesimo. I cristiani lo chiamano sacrificio. io lo chiamo sadomasochismo. D'altronde Ratzinger l'altro giorno ha fatto una messa con un elogio nei confronti del Martirio come "valore del cristianesimo". L'ha detto Ratzinger non io....
Secondo, il mio commento non volev di certo essere un attacco al cristianesimo, ma al film, che evidenzia una parte del messaggio del cristianesimo (che ripeto è stato storpiato da San paolo e sant'agostino e san tommaso.).
Poi come si vede dai vostri post (e non lo dico con malizia) c'è la quesiotne del vittimismo: tutti ci attaccano, tutti ce l'hanno con noi, bla bla... non ci si può far niente quando è la religione più seguita al mondo e con più potere politico, economico, mediatico nella storia del pianeta. Ci si prende i vantaggi ma anche gli svantaggi di tutto qeusto.
punto e basta.
non me ne frega niente se prima o dopo il cristianesimo gli altri popoli hanno fatto di peggio. D'altronde non ho mica detto che il Cristianesimo ha il copyright sul martirio!!!!
dall'altra parte del mediterraneo c'è di peggio...

Saluti




Allora io non attacco nessuno. Se ti senti attaccato è un problema tuo. Io parlo sempre in modo pacato.

Non sta a te decidere cosa il cristianesiomo deve dire o come si deve comportare. Te devi solamente criticare un film non il cristanesimo. Puoi non condivedere il cristianesimo, ma devi prendere atto della spiritualità cristiana (non dico condividerla, ma solo prenderne atto) e vedere se nel film è inserita bene. Tutto qui.

Ma te non vuoi prederne atto, perchè consideri i cristianesimo autolesionista e basta. Non vedi altro.
Con questo spirito non puoi cogliere il profondo significato dell'opera.
Ad es.: dare la vita per salvare gli altri (persino i propri carnefici) non mi sembra da autolesionisti, ma da eroi.

Ad es.: "Ghost in the Shell" è un film ateo, ma non sta a me giudicare se l'ateismo sia giusto o no, devo solo prendere atto di quello che gli autori (del fumetto e del film) volevano dire. E capire se su quei parametri il messaggio è arrivato. E per esempio in questo film (Ghost in the Shell) il messaggio è arrivato molto bene.

Qui invece mi sembra che da critica al film ("La Passione di Cristo") sia diventata una critica al cristianesimo. Se non ti senti in grado di giudicare un film del genere non c'è nulla di male.
Nemmeno a me mi riesce giudicare alcuni film, come ad es. "2001".

Ma non usiamo la scusa per un film per attaccare il cristianesimo.


Slauti.
"La Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò, tutto il resto ne consegue naturalmente."

(Tratto da: "1984" di George Orwell)
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1837
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 18:32    Oggetto: Re: La Passione di Cristo   

Gwath ha scritto:



Non sta a te decidere cosa il cristianesiomo deve dire o come si deve comportare. Te devi solamente criticare un film non il cristanesimo. Puoi non condivedere il cristianesimo, ma devi prendere atto della spiritualità cristiana (non dico condividerla, ma solo prenderne atto) e vedere se nel film è inserita bene. Tutto qui.


e infatti nel film non èinserita bene e l'ho detto, perchè cattura sologli aspetti di cui ho parlato sopra. Mai un minuto in cui cristo parli di carità o di aiuto verso il prossimo. mai una parola di pace o speranza. solo sangue...

sul fatto che io non posssa criticare il cristianesimo...beh lo posso fare eccome, e ne ho tutti gli strumenti e le capacità.

Gwath ha scritto:

Ma te non vuoi prederne atto, perchè consideri i cristianesimo autolesionista e basta. Non vedi altro.



Si vede che nessuno ha mai letto il mio primo post... Non ho mai detto che il cirsitanesimo è solo quello, anzi il messaggio di cristo è tutt'altro. ma se tu vuoi continuare a mettere parole e pensieri in bocca mia che io non ho espresso allora lasciamo perdere...

Gwath ha scritto:

Ad es.: "Ghost in the Shell" è un film ateo, ma non sta a me giudicare se l'ateismo sia giusto o no, devo solo prendere atto di quello che gli autori (del fumetto e del film) volevano dire. E capire se su quei parametri il messaggio è arrivato. E per esempio in questo film (Ghost in the Shell) il messaggio è arrivato molto bene.


Ancora??? ma chi ha detto che sto facendo una critica al crisitanesimo? se La passioen dic risto parla di cristianesimo è OVVIO che la critica passa nel parlare di cosa è cristiaensimo o no!

Gwath ha scritto:

Qui invece mi sembra che da critica al film ("La Passione di Cristo") sia diventata una critica al cristianesimo. Se non ti senti in grado di giudicare un film del genere non c'è nulla di male.
Nemmeno a me mi riesce giudicare alcuni film, come ad es. "2001".

Ma non usiamo la scusa per un film per attaccare il cristianesimo.


Ah ah Smile
non ho bisogno di alcun film per criticare il cristianesimo. Mel Gibson o no, Papa o no, il mio giudizio è sempre lo stesso su di esso.
e poi anche se lo facessi??? che cosa succede? da quando in qua non lo si può fare. E poi proprio con questi comportamenti vittimistici non fae altro che attrarre critiche come calamite dalla mattina alla sera.
e non prenderla come una cosa personale, ma per una discussione pacata, bada bene. non voglio avere sulla coscienza altri bisticci nel forum, dopo quello su Serenity... Rolling Eyes

Saluti
"Parlami delle acque del tuo mondo, Usul."
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 18:49    Oggetto:   

Quella è un peso della mia coscienza Rodia, sia chiaro.
Non tuo.
Ho dato corda ad Abigor che vede cose dove non ci sono.
Se avessimo parlato de la "Passione di Cristo" (film che a me è piaciuto), allora avrebbe avuto senso parlare di religione.
Gwath
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 549
MessaggioInviato: Dom 01 Gen, 2006 20:46    Oggetto: Re: La Passione di Cristo   

Rodia ha scritto:
e infatti nel film non èinserita bene e l'ho detto, perchè cattura sologli aspetti di cui ho parlato sopra. Mai un minuto in cui cristo parli di carità o di aiuto verso il prossimo. mai una parola di pace o speranza. solo sangue...


Si vede che non l'hai visto. Ne parla nei flash back, guardalo meglio.


Citazione:
sul fatto che io non posssa criticare il cristianesimo...beh lo posso fare eccome, e ne ho tutti gli strumenti e le capacità.


Non in una critica cinematografica. Se critichi il film non critichi il cristianesimo. E in una critica cinematografica di questo film devi prendere atto del messaggio cristiano ufficiale.


Citazione:
Si vede che nessuno ha mai letto il mio primo post... Non ho mai detto che il cirsitanesimo è solo quello, anzi il messaggio di cristo è tutt'altro. ma se tu vuoi continuare a mettere parole e pensieri in bocca mia che io non ho espresso allora lasciamo perdere...


Come ho già detto te devi tenere conto del pensiero cristiano ufficiale, non cosa pensi tu che sia cristiano. Sennò la tua indagine è falsata e teni di conto solo del tuo punto di vista non di quello dell'autore e di cosa vuole esprimere. Il film è suo non tuo.


Citazione:
Ancora??? ma chi ha detto che sto facendo una critica al crisitanesimo? se La passioen dic risto parla di cristianesimo è OVVIO che la critica passa nel parlare di cosa è cristiaensimo o no!


No. Te stai facendo una critica al cristianesimo e con essa critichi il film.
Te devi vedere se il messaggio cristiano passa, punto. E il messaggio cristiano ufficiale, non cosa credi te che sia cristiano.



Citazione:
Ah ah Smile
non ho bisogno di alcun film per criticare il cristianesimo.
Mel Gibson o no, Papa o no, il mio giudizio è sempre lo stesso su di esso.


Su questo non ho alcun dubbio.


Citazione:
e poi anche se lo facessi??? che cosa succede? da quando in qua non lo si può fare. E poi proprio con questi comportamenti vittimistici non fae altro che attrarre critiche come calamite dalla mattina alla sera.
e non prenderla come una cosa personale, ma per una discussione pacata, bada bene. non voglio avere sulla coscienza altri bisticci nel forum, dopo quello su Serenity... Rolling Eyes
Saluti



Bah? Se vuoi fare ad es.: una critica a Padre Pio, o qualsisi argomento che non sia il film sulla Passione di Cristo fai pure, ma sei pesantemente OT, come Elvier ha fatto giustamente notare.



Slauti.
"La Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò, tutto il resto ne consegue naturalmente."

(Tratto da: "1984" di George Orwell)


Ultima modifica di Gwath il Lun 02 Gen, 2006 09:00, modificato 1 volta in totale
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1837
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2006 03:49    Oggetto:   

Ops il messaggio di eliver non la'vevo letto fino in fondo. Ok è vero siamo pesantemente OT ma non solo per causa mia.
detto questo chiudiamola qui o si riapre in un altro posto. Wink

saluti
"Parlami delle acque del tuo mondo, Usul."
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14982
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2006 11:07    Oggetto:   

TUTTO il thread è pesantemente OT. Il film non è sci-fi.
TANSTAAFL
cateye10
Qwisatz Aderach Qwisatz Aderach
Messaggi: 14825
Località: Floating in hyperspacial sound
MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2006 11:35    Oggetto:   

Anto della Banda Basilico ha scritto:
TUTTO il thread è pesantemente OT. Il film non è sci-fi.


Infatti non ho ben capito cosa ci fa in un sito/forum di fantascienza un argomento del genere....

Solo un appunto: La figura di Gesù non è ne fantasy ne sci-fi, poichè l'uomo Joshua di Nazaret è storicamente provato che sia esistito...poi la sua rappresentazione teologica è altra cosa.

Ciauzzzzzzz
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
"Uomo che litiga con vacca sul muro e' come treno senza rotaglie: non va da nessuna parte"
Non provare mai a spiegare il computer a un profano. E' più facile spiegare il sesso a una vergine.
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14982
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2006 12:04    Oggetto:   

cateye10 ha scritto:
Anto della Banda Basilico ha scritto:
TUTTO il thread è pesantemente OT. Il film non è sci-fi.


Infatti non ho ben capito cosa ci fa in un sito/forum di fantascienza un argomento del genere....

Solo un appunto: La figura di Gesù non è ne fantasy ne sci-fi, poichè l'uomo Joshua di Nazaret è storicamente provato che sia esistito...poi la sua rappresentazione teologica è altra cosa.

Ciauzzzzzzz




Certo che è esistito qualcuno che si chiamava Joshua ben Yoseph e ben piu' di uno, Joshua e Yoseph sono ed erano nomi comunissimi.
Ne conosco personalmente uno a Tunisi, fratello di un amico, davvero, si chiama Joshua ed è figlio di Yoseph. Addirittura sua madre si chiama Myriam! E' appunto, il MIto di Gesu', la rappresentazione teologica come dici, a non avere basi concrete.

Ma non potevano chiamarlo Emanuele come aveva ordinato l'Arcangelo Wink ???


Non siamo OT, vero Eliver? la domanda è: La Passione è un film storico o mitologico?
TANSTAAFL
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum