V per Vendetta


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mer 29 Mar, 2006 14:55    Oggetto: V per Vendetta   

V per Vendetta

Leggi la recensione.
MessaggioInviato: Mer 29 Mar, 2006 14:55    Oggetto: eccessivo entusiasmo   

ineccepibile dal punto di vista estetico, ottimamente recitato da tutti, hugo weaving compreso - umile prova d'attore che rinuncia al proprio viso in epoca di sovraesposizione facciale... - fotografia asciutta, greve, oscura nei momenti *politici* e più calda, rotonda nei momenti di quotidianità.
il punto debole della pellicola non risiede nella messa in scena, nella rappresentazione dei contenuti, quanto nei contenuti stessi: i potenti sono cattivi, totalitaristi, dittatoriali la cui espressione è data da una faccia minacciosa che parla in primo piano sempre arrogante e perennemente ricolma di rughe di rabbia....quanto banale filmare il male.... oggi il male, il potere, il sovvertimento e l'occultamento delle libertà sono più sottili, nascosti, sorprendenti. che i totalitarismi siano da rifuggire perché portatori di oscurantismo ed ignoranza, non è una gran notizia.
toh, guarda, la tv racconta mezze verità o intere bugie.... va bene, va bene, orson welles ce lo raccontava in maniera rivoluzionaria più di cinquant'anni fa.
dagli ideatori di matrix (non sto parlando di estetica, ma solo di contenuti narrativi) mi aspetto molto di più che questo scontato film di fantascienza ben confezionato ma privo di personalità.
Fen
Ameboide amorfo
Messaggi: 1
MessaggioInviato: Gio 06 Apr, 2006 03:42    Oggetto:   

Non sono affatto d'accordo con te, Fabio.A mio avviso, quello che tu vedi come pecca (in riferimento ai "soliti" regimi totalitari ecc ecc ) è uno dei punti forza del film.Infatti secondo me gli autori hanno semplicemente "rappresentato" l'antidemocrazia.E' una metafora insomma!Un regime ESASPERATO! Come hai fatto a non vederne la caricatura?Potrebbe essere qualunque forma governativa malata.Che tipo di governo avresti usato?E poi? Manca di personalità il film! Shocked Sono davvero shokkato.................è proprio "firmato" elegantemente!Un capolavoro!D'accordissimo con la recensione che sposo a pieno!By
neodie
Dalek Dalek
Messaggi: 466
Località: a lucid dream
MessaggioInviato: Mar 27 Mar, 2007 04:29    Oggetto:   

Concordo a pieno con la recensione... V for Vendetta è un capolavoro, davvero un cult. Quando lo vidi al cinema rimasi senza parole...
La storia, la realizzazione, la messa in scena del film sono incredibili… Dispiace davvero che sia stato distribuito “male” (da me è rimasto in programmazione per pochissime settimane…), avrebbe meritato incassi più importanti e maggiore attenzione.
Si susseguono i concetti di "Giustificazione" della violenza, "Giustizia" e "Vendetta" con i quali si gioca molto durante la visione, si parteggia per un terrorista (V lo è) che però è colto, guarda Edmond Dantès nei vecchi film e lotta come un forsennato. I simboli, la sua grandezza e la resa scenica del suo personaggio sono formidabili e rimangono impresse… Il finale è da pelle d’oca.
E tutte queste emozioni che ti vengono trasmesse da una fredda maschera non è cosa comune, anzi. Uno dei miei 10 film preferiti in assoluto!
MessaggioInviato: Gio 14 Feb, 2008 18:05    Oggetto: Re: V per Vendetta   

Partendo dal presupposto che V, il fumetto, è un ode all'anarchia e che il film è una strizzata d'occhio ai "complottisti", movimentisti, no global ecc si può parlare di quel che resta.
Trama più o meno uguale all'albo se non nei passaggi chiave, storia contemporanea rivisitata univocamente (gli autoattentati) e futuro già predetto (gay alla canna del gas).
Dell'albo resta poco, i personaggi sono differenti dagli originali, tutti, V compreso che nel finale "spreca" tutto il lavoro fatto per una "vendetta personale" (che si basa su una incredibilmente ingenua forzatura di sceneggiatura) assente nell'originale e che banalizza il suo operato.
Manifesto immortale trasformato in strizzatina d'occhio ai "ribelli" di oggi.
Film di culto?
Naaaaa, pellicola pretenziosa e il tempo già mi sta dando ragione.
Film che promette cento e mantiene 5.
Fortuna che Moore ha fatto togliere il suo nome dai titoli.
EliosPeppe
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1643
Località: Pianeta Ba'ku (Torino)
MessaggioInviato: Ven 15 Feb, 2008 09:22    Oggetto:   

Bhe che sia una lode all'anarchia mi pare evidente anche nel film (i ladri che rubano con la maschera di V) per quanto riguarda i complottisti non ne vedo traccia Shocked (da quando i no global sono complottisti?)
Per quanto riguarda la vendetta personale, questo fa di V un uomo con le sue debolezze, mosso non soltanto da un'idea ma, si scopre, anche da i suoi sentimenti (che sia giusto o no)

PS
vuoi vedere un film da complottisti? Guardati "Essi vivono" Laughing
Klaatu, Barada, Nikto!
unovirgolavuntunogigowatt!!?
EvolCrea
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 15 Feb, 2008 16:26    Oggetto: Re: V per Vendetta   

(luiso suarez) ha scritto:
Partendo dal presupposto che V, il fumetto, è un ode all'anarchia e che il film è una strizzata d'occhio ai "complottisti", movimentisti, no global

cioè, tu parti in quarta con un presupposto errato? andiamo bene.... Neutral

perché il film sarebbe una "strizzata d'occhio ai complottisti, movimentisti, no global"?
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
l'Anto
del Consiglio dei Grigi del Consiglio dei Grigi
Messaggi: 14982
Località: tra i fiumi
MessaggioInviato: Sab 16 Feb, 2008 18:05    Oggetto: Re: V per Vendetta   

(luiso suarez) ha scritto:
Naaaaa, pellicola pretenziosa e il tempo già mi sta dando ragione.
.


e allora perchè ne stai ancora parlando?
TANSTAAFL
MessaggioInviato: Mer 07 Ott, 2009 17:59    Oggetto: Re: V per Vendetta   

A mio modesto parere questo film è una pietra miliare del cinema. Non solo sotto l'aspetto cinematografico che è ineccepibile ma sopprattutto per quel che riguarda la sceneggiatura in gran parte risvista, modificata e migliorata, se possibbile, rispetto al fumeto di Moore.
I dialoghi sono da citazione e le idee in V condensate sono tremende e potenti nello stesso tempo. V ha tutto cio che occorre per diventare icona della ribalta umana sul dispotismo e annullamento che questa società orwelliana attua sulla popolazione. Un film per inguaribili romantici. Un film per coloro che credono che è possibile per un uomo cambiare il mondo. Un film dove una maschera riesce ad esporre l'Uomo piu di quanto questo possa fare senza.

Evey: Chi sei?
V: Chi?... "Chi" è soltanto la forma conseguente alla funzione, ma ciò che sono è un uomo in maschera.
Evey: Ah, questo lo vedo!
V: Certo. Non metto in dubbio le tue capacità di osservazione. Sto semplicemente sottolineando il paradosso costituito dal chiedere a un uomo mascherato chi egli sia.

Mi scuso per avervi tediato con queste stupide idee e vi saluto con l'invito di rivedere questo film.
fight_club
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 500
MessaggioInviato: Gio 08 Ott, 2009 20:01    Oggetto:   

io personalmente vorrei ringraziare Gabriele Lavia per il suo splendido doppiaggio, da potenza alle parole di V oltre ogni limite. non so se l'originale sia migliore che nell'edizione italiana
- dicono che quando si muore si vede una luce, secondo te cos'è ?
- probabilmente è il diavolo con una torcia, lui sì che esiste
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Dom 11 Ott, 2009 13:01    Oggetto:   

fight_club ha scritto:
non so se l'originale sia migliore che nell'edizione italiana

sí. hugo weaving non è l'ultimo dei pirla.

oltretutto i film sono sempre meglio in originale.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
fight_club
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 500
MessaggioInviato: Dom 11 Ott, 2009 22:21    Oggetto:   

la mia era una domanda, non una considerazione, ti lascio alla tua ignoranza e maleducazione, Mad
- dicono che quando si muore si vede una luce, secondo te cos'è ?
- probabilmente è il diavolo con una torcia, lui sì che esiste
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Lun 12 Ott, 2009 15:58    Oggetto:   

fight_club ha scritto:
la mia era una domanda, non una considerazione, ti lascio alla tua ignoranza e maleducazione, Mad

òsti, hai un po' la coda di paglia se hai interpretato il mio messaggio come un'offesa nei tuoi confronti: l'ho mica dato a te del pirla. anzi, non l'ho proprio dato a nessuno. ho solo visto il film con entrambe le tracce audio e ti posso garantire che hugo weaving fa davvero un lavoro superlativo. questa analisi ti aggrada di più della precedente?
Rolling Eyes

che poi mi devi spiegare da dove hai estrapolato che io sarei "ignorante" da quelle due righe che ho scritto.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
senji
Horus Horus
Messaggi: 2568
Località: toscana
MessaggioInviato: Ven 16 Ott, 2009 09:03    Oggetto:   

Non avendo mai letto il fumetto* non ho paragoni da fare e posso sinceramente dire che io ho trovato V un film fantastico... senza star a ripetere quoto tutti gli interventi positivi sopra esposti. Ok

*{una piccola nota "polemica": per tutti i film tratti da fumetto c'è sempre una parte di spettatori che criticano quasi aprioristicamente il film perchè non corrisponde perfettamente al fumetto, o nella trama, o nei personaggi, o nei contenuti ecc... Questo comportamento lo trovo molto strano: come se fosse una regola scritta che un film tratto da un fumetto debba essere obbligatoriamente uguale al fumetto... scusate ma dove è scritto? Non può essere che un film è tratto → ispirato al fumetto?!? Che le "esigenze" cinematografiche sono diverse da quelle di un fumetto? Che i fruitori sono diversi? Che i costi sono diversi? ecc...
Io credo che in questi casi ci voglia un pò + di elasticità mentale e cercare di guardare il film con uno spirito più oggettivo e sereno possibile, magari godendoselo anche (se merita!) !!
}


Ultima modifica di senji il Ven 16 Ott, 2009 10:47, modificato 1 volta in totale
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Ven 16 Ott, 2009 09:59    Oggetto:   

senji ha scritto:
Questo comportamento lo trovo molto strano: come se fosse una regola scritta che un film tratto da un fumetto debba essere obbligatoriamente uguale al fumetto... scusate ma dove è scritto?


Senji, in linea teorica hai ragione. Il problema riguarda la qualità.
Non credo che quando è uscito Shining di Stanley Kubrick si siano levate orde di fan di Stephen King a lamentarsi perché il film era diverso. Era forse un capolavoro più il film del libro.
Di norma però è diverso: i film tendono a banalizzare, a semplificare, non di rado cambiano finali negativi in finali positivi stravolgendo il senso di un discorso.
Nel caso di film tratti da fumetti o di film di fantascienza o fantasy questo avviene non di rado, essendo generi che vengono considerati più per la spettacolarizzazione che per le idee. È anche, in parte, il caso di V, che comunque è un ottimo film.
S*
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum