Io sono Leggenda


Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Mar 08 Gen, 2008 20:34    Oggetto: Io sono Leggenda   

Io sono Leggenda

Leggi la recensione.
fra999
Ospite

MessaggioInviato: Mar 08 Gen, 2008 20:35    Oggetto: mah   

Asserire che "è uno dei più grandi film della storia del cinema di fantascienza" anche se solo per "per quattro quinti della sua durata" mi fa venir da ridere.

Quando penso ai più grandi film di fantascienza mi vengono in mente delle pellicole che schiacciano inesorabilmente anche solo i quattro quinti della durata di I am a legend.

All'inizio del film vediamo un Will Smith che scorrazza con al sua shelby cobra 500 nuova fiammante, bianca e rossa, luccicante come se fosse stata appena lucidata ed uscita dall'ultimo episodio di need for speed, tirata a lucido dal suo sponsor principale, la Ford, che molto improbabilmente, pensa quanto sia figo il protagonista che guida come too fast too furios su delle strade dissestate alla hokuto no ken dopo tre anni dall'infezione che ha fatto scomparire gli abitanti della terra, compresi (ma guarda un po') tutti gli autolavaggi con tutti gli annessi e connessi, diciamo e , soprattutto sottolineamo, senza acqua corrente! Invece no, pure i cerchioni all'ultima moda della shelby brillano proprio come quelli che sono in vetrina nel migliore concessionario di Malibù.

Ora va bene tutto ma sarebbe come vedere Mad Max con i protagonisti che, invece di guidare delle carrette malandate e supertruccate, sporche da anni di obbligata incuria e kilometri e kilometri di polvere, guidino le macchine più trendy solo perchè lo sponsor deve vendere gli ultimi modelli appena prodotti.

Ora, diciamo tutti in coro, quelli sì che erano i più grandi film di fantascienza. Del resto quello che si richiede da un opera di fantascienza è in primo luogo la VEROSIMILIANZA, o per lo meno un cavolo di SUV sporco e impolverato (con almeno i vetri sporchi dio santo!) su cui Will Smith dovrebbe andare in giro perchè adatto ad affrontare le strade piene di erbacce, pezzi di tronchi ed ostacoli di ogni tipo, a non più di 20 miglia orarie visto che al minimo incidente, se si rompesse un braccio, come cavolo lo aggiusterebbe? Con la UHU stick??
Botolo
Horus Horus
Messaggi: 4230
MessaggioInviato: Mar 08 Gen, 2008 22:49    Oggetto:   

Concordo con la recensione, sopratutto riguardo il finale. Personalmente trovo che il distacco dal romanzo avvenga molto prima di quanto scritto, praticamente dopo le premesse iniziali, ma paradossalmente questo non fa difetto al film.

Un grandissimo peccato perchè gli sceneggiatori si sono bruciati, col finale, uno dei più bei titoli che autore abbia partorito: i am legend.

Per quanto riguarda le scorrazzate in auto dei primi minuti, chiaramente la verosimiglianza con la "realtà" è quasi nulla, ma chi ha visto Omega Man può trovarla una piacevole citazione che si conclude molto presto, lasciando Smith e fedele compagno a dare una bella prova di recitazione.

Ci metterei anche mezza stellina in più.. e io sono tirchio Very Happy

P.S.
Beccatevelo in lingua originale: Smith ha una parlata chiarissima.
Non sono bastardo: amo solo farlo. A voi non cambia nulla, ma io rimango con la coscienza più leggera Very Happy
Adm.Adama
L'Ammiraglia L'Ammiraglia
Messaggi: 7359
Località: Milano
MessaggioInviato: Mar 08 Gen, 2008 23:17    Oggetto:   

Potrà essere anche un bel film, ma asserire che "è uno dei più grandi film della storia del cinema di fantascienza", mi pare un'esagerazione.
Vedremo se tra 20 anni se ne parlerà ancora in questi termini.
fra999
Ospite

MessaggioInviato: Mer 09 Gen, 2008 15:44    Oggetto: yeuch   

ma anche solo l'anno prossimo..
Kruaxi the ferengi
Doktor Merkwürdigliebe Doktor Merkwürdigliebe
Messaggi: 6439
Località: Ferenginar
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 00:13    Oggetto:   

Visto stasera, e francamente non è niente male.
Ora... da qui a definirlo un capolavoro... ce ne corre.
Innanzi tutto complimenti a Will Smith, bravo e simpatico.
Il film scorre bene, fa capire senza dire troppo e, contrariamente a quanto avevo temuto dalla recensione, non è che abbia un finale proprio 'tarallucci e vino'.
Però...
Con il romanzo di Matheson, goduto già tanti, tanti anni fà, ha davvero poco in comune.
Qui siamo molto più dalle parti di Romero.
Nonostante la notevole ambientazione. il film non riesce ad infondere a pieno quel senso di 'claustrofobia' e 'disperazione' assai meglio descritto nelle precedenti incarnazioni cinematografiche dell'opera di Matheson.
Ne L'ultimo uomo sulla Terra Vincent Price si aggira allucinato in un quartiere EUR spettrale e calcinato dal sole.
La buca dei cadaveri, perennemente in fiamme, è un girone infernale sulla Terra.
In 1975: occhi bianchi sul pianeta Terra (titolo incredibilmente idiota a fronte dell'originale: 'The Omega Man'), Heston non coltiva più speranze nell'umanità, e rifiuta di vederne il residuo, pur se evidente, nei suoi 'avversari'.
Il Neville di Price, come il personaggio del romanzo, semina morte senza rendersene conto.
Il Neville di Heston ne è cosapevole, e neppure crede di essere nel giusto... sopravvive con cinismo.
Ma... il Neville di Smith combatte il male assoluto, ed ogni sua vittima appare già giustificata e 'perdonata'.
E questo è davvero troppo al di fuori dello spirito del romanzo, che fa del 'ribaltamento' dei ruoli il suo punto di forza.

Ancora... il Neville di Matheson accetta con rassegnazione la sua obsolescenza: cede il passo con sollievo.
Price si rende conto tardi dei suoi errori, e muore malamente.
Il sardonico Heston si fa tentare alla fine dal messaggio messianico, suo malgrado.
Il Neville di Smith non ha peccati da pagare, ed il suo sangue 'santo' salverà il Mondo (dove l'ho già sentita questa ?!).

Sono davvero personaggi diversi.

Per finire...
Concordo con l'ospite: Shelby tirate a lucido, come appena uscite da GT4, e SUV impeccabili sono decisamente fuori luogo... e forse una NY abbandonata da 3 anni sarebbe messa molto peggio (per non parlare dell'effetto 'Esercito delle 12 scimmie'); tuttavia non posso non consigliare questa pellicola: la storia è comunque (sempre) intrigante, gli attori sono bravi, e si passano piacevolmente novanta minuti.

Fossi il Mereghetti gli darei un buon **1/2

Non di più.


Salute e Latinum per tutti !
“La ragione ed il senso di giustizia mi dicono che vi è maggior amore per l’uomo nell’elettricità e nel vapore di quanto ve ne sia nella castità e nel rifiuto di mangiare carni”.
Anton Pavlovic Checov
Damiano Premutico 2
Eloi Eloi
Messaggi: 439
Località: Tanelorn
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 10:53    Oggetto:   

Peccato che tutti e tre i finali si discostino da quello originale del romanzo che personalmente trovo molto "cinematografico" ma gli americani hanno la sindrome del lieto fine.


Cheerio
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 15:47    Oggetto:   

Damiano Premutico 2 ha scritto:
Peccato che tutti e tre i finali si discostino da quello originale del romanzo che personalmente trovo molto "cinematografico" ma gli americani hanno la sindrome del lieto fine.

hehe.... io il finale era l'unica parte del libro che non avevo apprezzato. sono una vittima della sindrome dell'americano? Smile
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 15:48    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
Damiano Premutico 2 ha scritto:
Peccato che tutti e tre i finali si discostino da quello originale del romanzo che personalmente trovo molto "cinematografico" ma gli americani hanno la sindrome del lieto fine.

hehe.... io il finale era l'unica parte del libro che non avevo apprezzato. sono una vittima della sindrome dell'americano? Smile




capperi il finale era stupendo, il perfettto coronamento di tutto il libro, beato te che hai gusti differenti....... apprezzerai un film che so già non riuscirò ad amare completamente Crying or Very sad
Yoda
La frase seguente è vera.
La frase precedente è falsa.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 16:54    Oggetto:   

stefanoventa ha scritto:
capperi il finale era stupendo, il perfettto coronamento di tutto il libro

mah, a me il finale non è che non mi fosse piaciuto perché (spoiler) non era lieto (/spoiler). semplicemente mi era parso completamente sbagliato per quel racconto, ecco tutto. Smile
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 17:11    Oggetto:   

ma dai, pensa che a me è piaciuto proprio per quello Very Happy
nonostante anche io come te preferisca quel tipo di fine mi era sembrato talmente adeguato alla situazione talmente azzeccato che mi è piaciuto persino Very Happy
Yoda
La frase seguente è vera.
La frase precedente è falsa.
Kruaxi the ferengi
Doktor Merkwürdigliebe Doktor Merkwürdigliebe
Messaggi: 6439
Località: Ferenginar
MessaggioInviato: Ven 11 Gen, 2008 20:19    Oggetto:   

In ogni caso il finale è collegato al resto del racconto, ed in tutti i 4 casi abbiamo svolgimenti molto differenti. Parlare solo di 'finale' mi sembra inadeguato. Sono 4 storie diverse, con parti non intercambiabili, dove soltanto il nome del protagonista rimane lo stesso...

Salute e Latinum per tutti !
“La ragione ed il senso di giustizia mi dicono che vi è maggior amore per l’uomo nell’elettricità e nel vapore di quanto ve ne sia nella castità e nel rifiuto di mangiare carni”.
Anton Pavlovic Checov
Damiano Premutico 2
Eloi Eloi
Messaggi: 439
Località: Tanelorn
MessaggioInviato: Sab 12 Gen, 2008 16:29    Oggetto:   

Kruaxi the ferengi ha scritto:
In ogni caso il finale è collegato al resto del racconto, ed in tutti i 4 casi abbiamo svolgimenti molto differenti. Parlare solo di 'finale' mi sembra inadeguato. Sono 4 storie diverse, con parti non intercambiabili, dove soltanto il nome del protagonista rimane lo stesso...

Salute e Latinum per tutti !



Universi paralleli ? Shocked
Non ditelo a Stefano Vietti o ci fa una mini serie di 4 numeri su Nathan Never.


Cheerio
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11151
MessaggioInviato: Dom 13 Gen, 2008 19:08    Oggetto:   

Kruaxi the ferengi ha scritto:

Ma... il Neville di Smith combatte il male assoluto, ed ogni sua vittima appare già giustificata e 'perdonata'.
E questo è davvero troppo al di fuori dello spirito del romanzo, che fa del 'ribaltamento' dei ruoli il suo punto di forza.
Il Neville di Smith non ha peccati da pagare, ed il suo sangue 'santo' salverà il Mondo (dove l'ho già sentita questa ?!).


Secondo me non è proprio così. La disperazione secondo me nel film c'è. Neville dimostra di non vedere nei vampiri degli esseri umani, anche quando appare evidente - col vampiro che mette fuori la testa incazzato quando lui rapisce la ragazza vampiro - lui ostinatamente lo considera un gesto dovuto alla perdita di ogni inibizione e alla fame.
La trama sembra costuita per portare gradualmente fino al punto in cui Neville dovrebbe prendere coscienza del fatto che, nonostante tutto, i resti della razza umana non sono animali selvaggi, ma sono esseri con una loro intelligenza di qualche tipo, un loro modo di vivere.

Il fatto è che quando sei quasi sul rettilineo per il traguardo la macchina sbanda e ti ritrovi improssivamente su una traiettoria del tutto diverso. Compare la ragazza, la speranza, la colonia, i vampiri ridiventano mostri che attaccano a tutti i costi, e tutto perde improvvisamente senso.

Sappiamo che il finale è stato cambiato all'ultimo momento, hanno fatto delle riprese nuove e hanno sostituito tutta la parte finale. Spero che prima o poi esca un dvd "director's cut" col film vero.

S*
Alia in nero
Reverenda Madre Reverenda Madre
Messaggi: 4119
Località: Zoo di Tralfamadore
MessaggioInviato: Dom 13 Gen, 2008 23:07    Oggetto:   

Comunque, visto da una che non ha letto il libro (e lo farò appena finisco La bussola d'oro), c'è qualcosa che scatta verso i tre quarti del film che non torna rispetto al resto, si sente che la storia ha preso una piega diversa e poi, a mio avviso, si sente che alla base ci doveva essere qualcosa di più profondo che è stato appiattito, manca un'approfondimento di qualche pensiero....insomma, non mi ha convinto il finale nonostante non avessi confronti da fare con la storia originale
Ipsa dixit!Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum