Nathan Never: l'ultimo anello


Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
Corriere della Fantascienza
Redazione
Messaggi: 6396
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 10:04    Oggetto: Nathan Never: l'ultimo anello   

Nathan Never: l'ultimo anello

Leggi la recensione.
Dr. Weir
Icona moderna Icona moderna
Messaggi: 9012
Località: Santa Mira
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 10:04    Oggetto: il declino di NN...   

mi tocca concordare con Mr. Fumetti...
che tristessa....
Superman came from Cleveland and changed the world
Turner
Noiosauro Noiosauro
Messaggi: 3657
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 10:34    Oggetto:   

Io non l'ho letto, e sicuramente non lo voglio leggere. L'ho sfogliato un po e posso concordare pienamente sul brutto impatto delle tavole colorate sui disegni di G. Bonazzi, credo sia una cosa abbastanza palese, purtroppo.
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 12:38    Oggetto:   

Staccare la spina e riattaccare le idee....
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 19:41    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
Staccare la spina e riattaccare le idee....


...se stacchi la spina ad un paziente in coma poi muore...
I have a baaaaad feeeeling about this!
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19573
Località: Nordica
MessaggioInviato: Gio 07 Feb, 2008 22:24    Oggetto:   

Zakalwe ha scritto:
Otrebla ha scritto:
Staccare la spina e riattaccare le idee....


...se stacchi la spina ad un paziente in coma poi muore...


Chi, io?

...e pensa che ancora il coraggio di leggere Tex...
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 09:30    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
Zakalwe ha scritto:
Otrebla ha scritto:
Staccare la spina e riattaccare le idee....


...se stacchi la spina ad un paziente in coma poi muore...


Chi, io?

...e pensa che ancora il coraggio di leggere Tex...


...bè cè differenza fra un paziente in coma ed una mummia...la mummia ha ancora interesse dal punto di vista archeologico...
I have a baaaaad feeeeling about this!
crazy diamond
*Foffomante* *Foffomante*
Messaggi: 6282
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 12:00    Oggetto:   

A me non è dispiaciuto poi così tanto Embarassed
vero che avrei preferito veder colorate le tavole di qualche altro disegnatore e che a tratti la storia cade un po' nel banale... ma tutto sommato mi è parsa una lettura gradevole Rolling Eyes
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 12:16    Oggetto:   

crazy diamond ha scritto:
A me non è dispiaciuto poi così tanto Embarassed
vero che avrei preferito veder colorate le tavole di qualche altro disegnatore e che a tratti la storia cade un po' nel banale... ma tutto sommato mi è parsa una lettura gradevole Rolling Eyes


Il problema secondo me è che non è brutto in se e per se...nel senso che quando hai finito non dici: "Dio che schifo!!!!!".
Quello sarebbe un passo avanti...perchè significherebbe che qualcuno si è preso la briga di decidere di scrivere qualcosa che smuove emozioni...poi può piacere o no...
Questo numero ti lascia indifferente...che per qualsiasi opera secondo me è la cosa peggiore...
I have a baaaaad feeeeling about this!
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 16:36    Oggetto:   

Zakalwe ha scritto:
Questo numero ti lascia indifferente...che per qualsiasi opera secondo me è la cosa peggiore...

no no... è peggio quando ti smuove perché è pessimo.

espongo ai gentili membri della giuria l'esperimento catalogato con la sigla "brad barron".
Frrrreddoooo
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Jonathan Frakes
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1077
Località: Reggio Emilia
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 16:57    Oggetto:   

Il problema secondo me sta tutto nel fatto che l'idea di fumetto Italiana è solo "serialità"...

... ho scoperto il fumetto circa 5 anni fa, grazie alla mia ragazza... e da allora mi sono creato una collezzione decente... sia in Inglese che in Italiano...

La differenza che io vedo tra le serie USA e quelle ITA sta nel fatto che le serie estere creano delle storie... le serie ITA dopo un po' diventano "noia" e (come detto dal grande Mr.Fumetto) create "in serie" come se fosse una catena di montaggio (e probabilmente lo è).

In Italia dobbiamo cominciare a scoprire il fumetto anche (e soprattutto) come "graphic novel"... prendiamo ad esempio un 300 di Miller... quello sì che lo guardi e dici... "un'opera d'arte" (condivisibile o meno, ma comunque arte).

...invece tra tutte le centinaia di fumetti bonelli... quanti sono quelli che si potrebbero definire arte in una fusione di immagine e sceneggiatura vera e propria? 4? 10 al massimo?


...dal mio punto di vista la Bonelli mi sembra voglia solo vendere... e non scrivere storie.

(tranne forse per quei piccolissimi sprazzi di creatività come Dragonero o Occhi nel Buio)
"What we do in life, echoes in Eternity" (Gladiator)
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Ven 08 Feb, 2008 20:51    Oggetto:   

Jonathan Frakes ha scritto:
Il problema secondo me sta tutto nel fatto che l'idea di fumetto Italiana è solo "serialità"...

... ho scoperto il fumetto circa 5 anni fa, grazie alla mia ragazza... e da allora mi sono creato una collezzione decente... sia in Inglese che in Italiano...

La differenza che io vedo tra le serie USA e quelle ITA sta nel fatto che le serie estere creano delle storie... le serie ITA dopo un po' diventano "noia" e (come detto dal grande Mr.Fumetto) create "in serie" come se fosse una catena di montaggio (e probabilmente lo è).

In Italia dobbiamo cominciare a scoprire il fumetto anche (e soprattutto) come "graphic novel"... prendiamo ad esempio un 300 di Miller... quello sì che lo guardi e dici... "un'opera d'arte" (condivisibile o meno, ma comunque arte).

...invece tra tutte le centinaia di fumetti bonelli... quanti sono quelli che si potrebbero definire arte in una fusione di immagine e sceneggiatura vera e propria? 4? 10 al massimo?


...dal mio punto di vista la Bonelli mi sembra voglia solo vendere... e non scrivere storie.

(tranne forse per quei piccolissimi sprazzi di creatività come Dragonero o Occhi nel Buio)


Sottoscrivo...
I have a baaaaad feeeeling about this!
(marmiz )
Ospite

MessaggioInviato: Mer 27 Feb, 2008 08:49    Oggetto: Re: Nathan Never: l'ultimo anello   

Diavolo.. Io l'ho comprato.. L'ho letto.. E mi sono pure dimenticato di averlo fatto! Purtroppo è vero. Come per dylan dog - che ho abbandonato dopo una decina d'anni perchè mi pareva troppo a corto di idee - anche Nathan Never ormai pare soffrire della stessa patologia. Chi di voi non ricorda i primi numeri? Magari il doppio numero ambientato nell'accademia dei marines spaziali? Non ci sono paragoni, ormai.. L'unica serie che ha mantenuto un livello qualitativo eccellente e' stata "hammer", solo perche' e' durata 12-14 numeri! Quanto scrive Frakes e' proprio vero. I nostri fumetti mancano di coralità. Troppe sono le storie che appaiono schiaffate lì solo perchè ogni mese deve esserci un nuero di nathan never. Mah!
Zakalwe
Il Quarto Uomo Il Quarto Uomo
Messaggi: 14568
Località: Coruscant
MessaggioInviato: Gio 28 Feb, 2008 09:07    Oggetto: Re: Nathan Never: l'ultimo anello   

(marmiz ) ha scritto:
Diavolo.. Io l'ho comprato.. L'ho letto.. E mi sono pure dimenticato di averlo fatto! Purtroppo è vero. Come per dylan dog - che ho abbandonato dopo una decina d'anni perchè mi pareva troppo a corto di idee - anche Nathan Never ormai pare soffrire della stessa patologia. Chi di voi non ricorda i primi numeri? Magari il doppio numero ambientato nell'accademia dei marines spaziali? Non ci sono paragoni, ormai.. L'unica serie che ha mantenuto un livello qualitativo eccellente e' stata "hammer", solo perche' e' durata 12-14 numeri! Quanto scrive Frakes e' proprio vero. I nostri fumetti mancano di coralità. Troppe sono le storie che appaiono schiaffate lì solo perchè ogni mese deve esserci un nuero di nathan never. Mah!


Hammer...ehhhhhh...dallo zero al gattordici... Cool ...bello, per una volta della fantascienza decente in un fumetto italiano...
I have a baaaaad feeeeling about this!
Jonathan Frakes
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1077
Località: Reggio Emilia
MessaggioInviato: Gio 28 Feb, 2008 16:27    Oggetto:   

Concordo... Hammer era davvero bello... sicuramente avrebbe meritato un'altra ventina di albi...

...però poi basta! Smile


Credo che con al massimo 30-40 albi (parlo di albi "stile bonelli" da un 100aio di pagine) una storia possa essere raccontata senza problemi... se aumentano diventano più "lenti" e noiosi...


...sempre che qualcuno non abbia esempi contrari...
"What we do in life, echoes in Eternity" (Gladiator)
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum