L'ultimo film FS che hai visto


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 127, 128, 129  Successivo
Autore Messaggio
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 17538
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2020 15:07    Oggetto:   

A ma non dispiacque, poi è palese che vuole essere una metafora della società, per me se ricordo anche un 7.
Antha
Antha
Messaggi: 5724
MessaggioInviato: Ven 24 Gen, 2020 18:44    Oggetto:   

A me invece dispiacque e fui anche dispiaciuto di averlo visto.
Ma col correttore c'é poco gusto a scriverlo
Solaris_666
Blobel Blobel
Messaggi: 175
Località: Roma
MessaggioInviato: Mer 05 Feb, 2020 19:37    Oggetto:   

Ho un po' di tempo da perdere Very Happy Qualche nota fra i tanti visti nell'ultimo mese:
In inglese
Night Skies (2007) - Basato sui reali avvistamenti di luci "misteriose" in Arizona. Low budget recitato da cani, discreto make up degli alieni "grigi". Da evitare
Identicals (2015) - Sembrava molto promettente ma alla fin fine, tanto stile e pochissima sostanza. E temo anche poca logica, gli eventi spesso mi sono sembrati insensati, più che surreali (come immagino fosse forse nelle intenzioni del regista), ed è una critica che si ritrova nella maggior parte delle recensioni che girano online. Ha un bel look, con una fotografia prettamente bluastra e a qualcuno potrà bastare questa caratteristica... Pummell è all'esordio, 56enne, alla direzione di un lungometraggio; credo provenga dal mondo dei videoclip. Attori decenti. Per me da 5.

Restanti in italiano
Liquid sky (1982) - Pop-art? Mostra quel lato degli anni '80 tutto eccessi dove la droga la fa da padrona. In mezzo ci si butta una storia di alieni invisibili che si nutrono della molecola generata dal cervello durante l'orgasmo. Nelle intenzioni, anche leggendo un' intervista del 2018 alla protagonista ne sarebbe dovuto uscire un film artistico... o quantomeno è così che lo spaccia (tanto per restare in tema Very Happy ) lei. Bisogna vederlo con una predisposizione adatta, a larghi tratti a me è parso una gran ca22ata a dire il vero Chi, io?
Arma non convenzionale (1990) - Rivisto dopo tantissimi anni, il film del "cd assassino" con Dolph Lundgren. Anche in questo film degli alieni cercano droga generata dagli umani, in particolare endorfine. Un semiclassico, rivisto con piacere
La morte avrà i suoi occhi (1987) - Questo è un film particolare,  produzione americana ma realizzato a Roma con gran parte della troupe italiana. Appena due attori, uno dei quali è Malcom Mc Dowell e regista americano, il cui film più celebre è Ercole a New York con Schwarzenegger. Si parla molto ma ha i suoi momenti e se si ha la giusta predisposizione e pazienza, senza documentarsi troppo prima, può risultare una chicca.
Equinozio (1971) -  film italiano interessante, personalmente non lo definirei fantascienza, sembra più un precursore di quella narrativa weird che va di moda negli ultimi anni; è tratto da un racconto di Anna Banti, l'autrice di Artemisia (1947) che non ho letto. In coincidenza di un particolarissimo fenomeno astronomico, un'improvvisa ondata di follia collettiva colpisce un gran numero di giovani facendo scattare nel loro animo la nostalgia di luoghi apparentemente inesistenti o di situazioni mai vissute. Non sono sicuro di quanto sia effettivamente riuscito, il motivo per cui gli eventi prendono una certa piega confesso che non mi è chiaro. In altre recensioni in giro per il web, viene lodata la colonna sonora che io però non ho trovato del tutto appropriata alle immagini. Azzardo che senza musica lo avrei apprezzato maggiormente. In ogni caso, interessante per l'idea di base e per i toni femministi.
I, Frankenstein (2014) - Praticamente Underworld, invece di licantropi e vampiri ci sono Gargoyle e demoni e la creatura di Frankenstein. Boh, non vado pazzo per questo genere.
Arq (2016) - Dicono sia uno dei meno peggio tra i fantascientifici di Netflix. Guardabile ma mi aspettavo di meglio. Ha toni televisivi e il tema del loop temporale è un po' sprecato.
Time Lapse (2014) - Molto carino, tematica preveggenza del futuro con qualche aspetto sinistro. Probabilmente basso budget ma dimostrazione che si può tirare fuori qualcosa di più che decente senza vagonate di soldi. Tra tutti quelli listati in questo post, è quello che ho preferito.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2616
Località: toscana
MessaggioInviato: Mer 05 Feb, 2020 19:59    Oggetto:   

L'altra sera c'era A Quiet Place - Un posto tranquillo film che non conoscevo per niente e che se non ero "fan" della Blunt manco mi cimentavo nella visione (e infatti ho perso i primi minuti). In realtà il film, ascrivibile solo parzialmente al genere sf, non è poi così male: sopratutto originale il contesto sia ambientale (queste tipiche fattorie immerse in una natura molto bella) che nella trovata del silenzio assoluto imposto dai mostri di turno. Abbastanza avvincente anche se il tutto è cmq molto dejà vù (basta pensare a Alien). 
Il nostro Tobanis commenta  sul sito filmtv elencando molte della cavolate presenti, difficile dargli torto, però francamente durante la visione non mi hanno pesato così tanto. La cosa che invece mi ha infastidito di + è stato "la soluzione finale" che appare veramente assurdo pensare che nessuno ci avesse mai pensato prima a qlcsa del genere visto le peculiarità di 'sti mostri (insomma non posso specificare meglio senza spoilerare).
Cmq per me film + che suff. 
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 6990
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 06 Feb, 2020 09:23    Oggetto:   

Solaris_666 ha scritto:

Arq (2016) - Dicono sia uno dei meno peggio tra i fantascientifici di Netflix. Guardabile ma mi aspettavo di meglio. Ha toni televisivi e il tema del loop temporale è un po' sprecato.


Visto anni fa. Decente.
Dove hai trovato tutti questi film?
Solaris_666
Blobel Blobel
Messaggi: 175
Località: Roma
MessaggioInviato: Gio 06 Feb, 2020 21:52    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
 Solaris_666 ha scritto:

Arq (2016) - Dicono sia uno dei meno peggio tra i fantascientifici di Netflix. Guardabile ma mi aspettavo di meglio. Ha toni televisivi e il tema del loop temporale è un po' sprecato.


Visto anni fa. Decente.
Dove hai trovato tutti questi film?


Arq su Netflix, I Frankenstein su Prime Video, Time Lapse preso in DVD, gli altri banalmente su... Youtube con l'eccezione di Equinozio che arriva dai meandri della rete, è un film d'altra parte mai commercializzato neanche in vhs e di cui circola giusto un telecine. Su youtube c'è davvero di tutto e tengo d'occhio alcuni "canali" prima che il copyright del tubo faccia, giustamente, pulizia. La morte avrà i suoi occhi è apparso neanche una settimana fa, per dire ma chi sa dire quanto resterà?
HappyCactus
Ministro alle puntualizzazioni
Messaggi: 6990
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 07 Feb, 2020 10:41    Oggetto:   

Però è una vergogna che film oramai "dimenticati" non possano essere trasmessi in streaming, e soprattutto, che non lo facciano le TV pubbliche. Bah.
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5878
MessaggioInviato: Sab 08 Feb, 2020 16:41    Oggetto:   

A distanza di moltissimi anni ho rivisto "Luci Lontane" con Tomas Millian, ricorda molto la serie francese les revenants, ma parliamo del 1987, con un altro regista probabilmente sarebbe uscita un buon prodotto, invece si rimane nella mediocrità, peccato!!!
Solaris_666
Blobel Blobel
Messaggi: 175
Località: Roma
MessaggioInviato: Dom 16 Feb, 2020 21:48    Oggetto:   

Luci Lontane mi fece lo stesso effetto , ricordo che il finale era abbastanza "drammatico" e a suo tempo un po' mi colpì, insieme con la colonna sonora... comunque complessivamente mediocre, concordo.

Ieri ho rivisto in DVD "Idiocracy". Trovo questo film deliziosamente sottovalutato... comico ma allo stesso tempo "veritiero". In un certo senso stiamo davvero evolvendoci come nel film!
Albacube
Reloaded
Messaggi: 4967
Località: Un paesello padovano
MessaggioInviato: Gio 20 Feb, 2020 11:28    Oggetto:   

Visto ieri sera Assassin's Creed... non so se FS sia la definizione adeguata, ma ricadendoci anche i marvel, allora penso vada bene.
Non avendo il background del gioco, il mio approccio è neutro. Presumo che i risultati presenti nei vari siti di valutazione siano fortemente influenzati dalla base di giocatori che l'hanno visto.
Pur prescindendo da quanto sopra, va bene per una visione a cervello spento, di più probabilmente non si può pretendere.
senji
Horus Horus
Messaggi: 2616
Località: toscana
MessaggioInviato: Lun 24 Feb, 2020 21:16    Oggetto:   

Piccolo spunto di riflessione, 
che mi è venuto in mente quando qualche gg fa mi è capitato di rivedere a stretto giro alien covenant e screamers- urla dallo spazio, al di là del giudizio sui film entrambi in modo diversi propongono un po' il tema della sindrome di frankenstein ... ma a ben pensarci molti altri film sf hanno questo leitmotive (saturn 3, alien, terminator o odissea nello spazio, i primi che mi vengano in mente)...
Insomma parrebbe che quest'ossessione sia molto presente tra gli autori/sceneggiatori sf e pensandoci un po' mi chiedevo "ma chissà come mai questa fissa, quest'idea che per forza un'intelligenza creata si debba per forza ribellare a diventarci ostile..." 
Se ci pensate film che celebrano l'esatto contrario non ce ne sono.... (a me ora non vengono in mente), non so... per es. un qlcsa alla Cultura di Banks... 
Non so
Nirgal
Horus Horus
Messaggi: 4380
MessaggioInviato: Lun 24 Feb, 2020 22:29    Oggetto:   

senji ha scritto:
Piccolo spunto di riflessione, 
che mi è venuto in mente quando qualche gg fa mi è capitato di rivedere a stretto giro alien covenant e screamers- urla dallo spazio, al di là del giudizio sui film entrambi in modo diversi propongono un po' il tema della sindrome di frankenstein ... ma a ben pensarci molti altri film sf hanno questo leitmotive (saturn 3, alien, terminator o odissea nello spazio, i primi che mi vengano in mente)...
Insomma parrebbe che quest'ossessione sia molto presente tra gli autori/sceneggiatori sf e pensandoci un po' mi chiedevo "ma chissà come mai questa fissa, quest'idea che per forza un'intelligenza creata si debba per forza ribellare a diventarci ostile..." 
[..]
Non so

Beh, perché la gente "ama" il mostro, l'uomo nero, la paura dello sconosciuto, a questo aggiungi un senso di colpa misto a consapevolezza che la razza umana, se sottoposta ad un'analisi intelligente, ne esce con le ossa abbastanza rotte.
Aggiungi la capacità dell'uomo di usare molte sue creazioni per fini distruttivi.
Alla fine "Salva il pianeta, stermina il genere umano" è un slogan che risulta veritiero Sad
Antha
Antha
Messaggi: 5724
MessaggioInviato: Ven 28 Feb, 2020 22:00    Oggetto:   

"L'uomo bicentenario" è   un esempio del mito di Frankenstein al contrario. Non solo la creatura dell'uomo non si ribella, ma addirittura si umanizza.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 17538
Località: Padova
MessaggioInviato: Dom 01 Mar, 2020 16:54    Oggetto:   

Film classico ormai,e racconto ancora più classico, del buon Isacco.
Antha
Antha
Messaggi: 5724
MessaggioInviato: Lun 02 Mar, 2020 19:02    Oggetto:   

"Occupation". Cittadina mericana alle prese con alieni. 
Ciofeca.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Cinema Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 127, 128, 129  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum